domenica 26 giugno 2011

Galleria di Seiano nel caos chiusure notturne da rivedere

Fonte: Antonino Siniscalchi da il Mattino

Vico Equense - Traffico by night ad andamento sulla statale sorrentina, venerdì sera, per la chiusura della galleria Scrajo-Seiano. Un'ora e mezza o due, per percorrere poco più di cinque chilometri, dal casello dell’autostrada di Castellammare a Vico Equense. I primi sintomi dei disagi per gli automobilisti si sono manifestati poco dopo le ventidue e si sono protratti oltre la mezzanotte. Centinaia di veicoli incolonnati, migliaia di persone sorprese da rallentamenti e lunghe soste. Motivo? L’ordinanza dell’Anas, in vigore da lunedì scorso che dispone la chiusura notturna, in entrambe le direzioni dalle 22 alle 6, della galleria di Seiano (esclusi festivi e prefestivi) fino al prossimo 29 luglio. L’iniziativa, finalizzata al proseguimento delle opere per il completamento del percorso sotterraneo, nonostante sia stata concordata con le amministrazioni locali, è passata tra carenza di informazioni e una evidente improvvisazione, tanto che le stesse associazioni di categoria, in primis Federalberghi penisola sorrentina, non sono state neppure allertate delle inevitabili difficoltà nella mobilità degli ospiti delle strutture ricettive di Sorrento e dintorni. La mole di traffico generata venerdì sera ha colto di sorpresa anche il sindaco di Vico Equense, Gennaro Cinque. Poco dopo le ventitré, il sindaco di Vico Equense ha tentato di rinviare l’avvio dei lavori in galleria pur di contribuire ad attenuare l’ingorgo, ma il dettato dell’ordinanza non poteva in alcun modo subire modifiche ad horas.


«Lunedì mattina – spiega Gennaro Cinque – chiederemo di rivedere le fasce di chiusura, magari dalla domenica al giovedì, ma nelle prossime settimane sicuramente non ripeteremo l’amara esperienza di venerdì sera». Sorpreso e sconcertato per gli inattesi disagi nella circolazione veicolare sulla statale sorrentina il presidente di Federalberghi Campania, Costanzo Iaccarino: «Non è concepibile che iniziative del genere non tengano conto delle ripercussioni che generano nel settore del turismo, della ristorazione e dei locali notturni – sottolinea Costanzo Iaccarino -. A parte le ovvie doglianze degli associati, i quali hanno dovuto raccogliere le proteste dei clienti in arrivo, in questo periodo della stagione, soprattutto nei giorni prossimi al weekend, vanno salvaguardate in maniera adeguata le esigenze nella mobilità per arrivi e partenze». Intanto, in attesa di una revisione del provvedimento che disciplina le chiusure notturne del tunnel Scrajo-Seiano dalle ventidue alle sei, da martedì a giovedì, nella stessa fascia orario, resteranno off limits alla circolazione veicolare anche le gallerie Varano e Privati, incluso lo svincolo di Gragnano. Il traffico proveniente da Napoli in direzione Sorrento (e viceversa) verrà deviato sul raccordo autostradale verso il centro di Castellamare e via Panoramica.

2 commenti:

Tutortelefonia ha detto...

I km da Vico all'autostrada sono circa 15 e non 5 (..magari..) come erroneamente indicato nell'articolo. Certo che chiudere anche il venerdì sera, in piena stagione estiva, con migliaia di turisti e indigeni in circolazione, estendendo il blocco anche a Varano e Privati, significherà PARALIZZARE LA PENISOLA....davvero complimenti alle menti che partoriscono simili decisioni !

ADMIN ha detto...

tutortelefonia ti sbagli sono circa 3 km per attraversare vico senza la galleria di seiano poi cè l'uscita della galleria che è uguale e poi arrivati a castellammmare di prosegue con la panoramica e il traffico è solo circa un km dalle terme nuove fino all'ospedale per imboccare l'autostrada. purtroppo mi sa che non hanno segnalato le chiusure e come al solito non hanno stanziato fondi per prendere altri vigili per lavorare di notte soprattutto dalle 22 alle 2 di notte che potrebbero esserci dei problemi, purtroppo se tutti escono di sera di tutti i giorni è normale ci sia traffico il venerdi notte non è considerato chissa che movimento ma invece cosi è stato quindi bisogna rivedere il tutto