domenica 26 gennaio 2014

SS. Trinità, morta Suor Elvira

di Claudia Scaramellino, consigliere comunale di IN Movimento per Vico 

Vico Equense - E' morta, a Roma, Suor Elvira Modugno, che per anni fino al 1980/81 fu preside dell'Istituto Magistrale e Liceo Linguistico SS. Trinità e Paradiso. Furono anni di grande incremento delle iscrizioni, con un cospicuo numero di giovani docenti, che da quella direzione severa e talvolta brusca, intelligente e laica per una suora, ma significativa, trassero esempio di etica e professionalità. Non era raro nella sera avanzata, vedere accesa la luce della presidenza, la preside era lì al lavoro: la sua vita era in quella scuola! In quegli stessi anni e sotto il Consiglio di Amministrazione presieduto dalla signora Lina Esposito Domestico, fu istituito anche il Liceo Linguistico, primo in Penisola Sorrentina! E fu l'apogeo dell'Istituto SS. Trinità con quattrocento iscritte! Poi le suore d'Ivrea andarono via dalla SS. Trinità, ma nel pensiero riconoscente di quei docenti che furono formati dal magistero di suor Elvira, rimane il segno di un tirocinio indimenticabile.

3 commenti:

Elgisa ha detto...

Sono grata per il ricordo affettuoso ed incisivo della figura di mia zia, Suor Eivira. Mi rendo sempre più conto che zia ha lasciato a Vico un segno profondo, ma posso, con altrettanta sicurezza, affermare che la città di Vico, i suoi professori e alunni e tutti gli abitanti hanno avuto sempre un posto particolare nel suo cuore. Ho avuto il piacere di trascorrere tanto tempo a Vico, per vacanze o per lavoro (ho insegnato anch'io per poco tempo all'Istituto) e zia mi ha trasmesso l'amore per questo delizioso paesino e per i suoi accoglienti abitanti. Con il suo carattere severo e al tempo stesso comprensivo ha insegnato ad una generazione di allora giovani docenti a stare in classe, a rapportarsi con gli alunni, a tentare di capire le loro esigenze.
Grazie, carissima Claudia, delle tue parole e del tuo ricordo.
Elgisa Pignataro (nipote di Suor Elvira)

Anna ha detto...

Anch'io sono riconoscente alla preside Elvira Modugno perchè mi ha lasciato tantissimi bei ricordi.
Frequentavo l'istituto di Vico Equense da lei diretto e lei fu la mia "vera maestra" in quegli anni di formazione. Ne avrei tanti di anedotti da raccontare!
Di certo devo a lei la realizzazione di tanti miei sogni a partire dal lavoro che svolgo.
Fu lei ad indirizzarmi nello studio; fu lei a consigliarmi, a sostenermi e a supportarmi in quegli anni. Non mi castigava mai, nonostante io ne combinassi tante in quella scuola a partire dalla falsificazione della firma dei miei genitori per giustificare ritardi e assenze programmate. Mi assolveva anche quando l'evidenza non glielo avrebbe permesso e così facendo riuscì a conquistarmi del tutto. Le ho voluto tanto bene.
Ma il ricordo più bello che conservo di lei è quando venne a casa, ai Colli di Fontanelle, insieme ai miei docenti dell'ultimo anno del Magistrale, per portarmi a mangiare la pizza: per la prima volta la vidi nella veste semplice dell'amica, che poi ho scoperta dopo il conseguimento del diploma di maturità.
A lei devo tanto! Ora prego il buon Dio, che l'accolga tra le sue braccia e le dia un forte bacio da parte mia.

Felicia Paturzo ha detto...

Ho conosciuto Suor Elvira molto prima che diventasse preside poiché fu la mia insegnante di scienze.

Ricordo ancora il suo passo veloce e leggero tra i corridoi e le aule, sembrava volasse.

Ora potrà correre come amava fare, finalmente libera dal suo corpo sofferente.

Sono sicura che sentirò ancora la sua voce come quando mi insegnava le formule di chimica, ma anche e soprattutto quelle che servono per vivere.

Grazie di cuore Suor Elvira, riposa nella pace degli Angeli.

Felicia