sabato 27 dicembre 2014

Sos criminalità: più telecamere. Altri 4 occhi elettronici dopo furti, raid e bombe carta

Vico Equense - Vandali, centauri e automobilisti indisciplinati, furti a raffica, colpi in appartamento, conferimento fuorilegge di rifiuti. Insomma, un po’ di tutto. Senza dimenticare gli ultimi episodi avvenuti in collina, con l’esplosione di petardi nelle vicinanze di attività commerciali e chiese che addirittura hanno fatto temere il peggio come ritorsioni e addirittura l’incubo racket. In ogni caso, la situazione è delicata: serve maggiore sicurezza. Per i residenti e i turisti. C’è bisogno di interventi chiari, incisivi, che possano permettere a Comune di Vico Equense e forze dell’ordine di elevare ulteriormente il livello di prevenzione e repressione. In tal senso, l’ente municipale di via Filangieri ha deciso di sbloccare ulteriori risorse economiche per migliorare le condizioni dell’impianto di videosorveglianza con altri 16mila euro in contanti. I soldi serviranno ad acquistare al più presto ulteriori quattro telecamere da piazzare nei punti chiave di Vico Equense. L’ha stabilito con un atto di indirizzo la giunta municipale guidata dal sindaco Gennaro Cinque che ha girato il provvedimento agli uffici. In tal senso, il dipartimento di polizia locale - guidato dal comandante Ferdinando De Martino - ha anche dato il via libera all’intera operazione pubblicando la determina dirigenziale finale sull’albo pretorio municipale. Le quattro telecamere che il Comune intende acquistare sono ad elevata risoluzione e presto faranno capolino sul territorio comunale. «Il quotidiano utilizzo della videosorveglianza per finalità preventive e repressive - viene sottolineato nel documento emesso dal Comune di Vico Equense - ha dato fino ad oggi eccellenti risultati nella lotta alla criminalità e contro gli atti predatori sul territorio». Ecco perché ci saranno nuovi punti di osservazione che si sommeranno alle già 24 telecamere attualmente in funzione sul territorio di Vico Equense. L’ente municipale, in tal senso, è dunque già pronto a concordare con un’azienda il preventivo e ad acquistare le apparecchiature il più presto possibile così da migliorare lo stato dell’arte da subito. (Fonte: José Astarita da Metropolis)

2 commenti:

Giuseppe Guida ha detto...

le telecamere devono essere installate nelle piazzette delle borgate dove è completamente assente lo Stato: p.zza S. Andrea, P. S. G. Battista, p.zza Scanno e p.zza S. Antonino Arola.
G. Guida

Giuseppe guardato ha detto...

La criminalità??? E 16 mila euro x 4 telecamere di merda come lo possiamo definire ??? Estorsione??? Rapine a mano libera??? Caro sindaco personalmente con 16 mila euro potresti montare telecamere dalla punta del faito fino al capo di sorrento .... 4 mila euro 1 telecamera hahaha ma chi ti credeeee??? I ladri siete voiiiiii