sabato 7 gennaio 2017

Rifiuti, rivoluzione salva-tasche. Sconti in arrivo a chi differenzia

Il Comune di Vico Equense pronto a fornire buste trasparenti e implementare i controlli 

Fonte: Metropolis 

Vico Equense - Premiare i cittadini virtuosi che differenziano i rifiuti con sostanziosi sconti sulla tassa. E' questo il nuovo progetto a cui sta lavorando in questi giorni il sindaco di Vico Equense Andrea Buonocore che punta a far scattare i bonus già a partire dalla prossima primavera. L'obiettivo è incrementare la quantità di rifiuti differenziati. Magari anche con un vero e proprio inasprimento dei controlli in centro e in collina con una task force dei vigili urbani. In tal senso, per mettere a regime una sorta di sistema "premiale", il Comune di Vico Equense intende rivoluzionare, almeno in parte, il servizio. Si partirà innanzitutto dal tipo di busta che verrà fornita ai residenti. Ci sarà la "soluzione" trasparente per l'indifferenziata così sarà facilitata l'attività di accertamento sul tipo di rifiuto conferito. In pochi istanti si potrà verificare se la busta è stata riempita correttamente: in caso contrario saranno comminate salate sanzioni. Buonocore non intende lasciare nulla al caso e ha già previsto un paio di zone di Vico Equense dove sarà possibile conferire di persona la spazzatura. Tra queste ovviamente l'isola ecologica di via Raspolo nella frazione collinare di Massaquano.
 
Presso la struttura ogni cittadino porterà le buste di indifferenziata e potrà anche ottenere la pesatura da parte degli addetti di Sarim, l'azienda che si occupa sul territorio dell'intero servizio di nettezza urbana. La missione del sindaco è chiara: invitare tutti a differenziare di più e meg-lio concedendo sostanziosi benefit sulla tassa. Un'iniziativa per certi versi simile a quella pronta a essere attuata a Vico Equense venne proposta nella vicina Meta dal primo cittadino Giuseppe Tito. Che, non per coincidenza, vanta sui rifiuti proprio un accordo con l'impresa Sarim attraverso la convenzione stipulata con la giunta di Vico Equense. A proposito di appalti. Buonocore, registrata la rottura definitiva della centrale unica di committenza con Meta, si sta guardando attorno. La normativa anti-corruzione prevede che ogni ente locale debba istituire o far parte di una "piattaforma" istituzionale per beni e servizi di grande entità economica. Sul punto, Buonocore cerca adesioni. Lo stesso sta facendo Giuseppe Tito che potrebbe decidere di fare ingresso nella centrale unica di committenza della vicina Sorrento.

1 commento:

Tony Cioffi ha detto...

E questo sostanziono sconto che non mi convince visto che a vico la tassa dei rifiuti è la più alta in assoluto questo c è di sostanzioso ad ora. il cittadino ci guadagnera qualcosa risparmiando secondo me da 7 a 10 € Non ci vuole il sostanzioso nelle cose ma la sostanza.!