lunedì 27 maggio 2013

Una “medaglia” all’impegno

Vico Equense - Cinquant’anni fa, a C/Mare di Stabia, nasceva l’Istituto “ITS Luigi Sturzo”. Un istituto che dal lontano 1962, attraverso la qualità del percorso formativo offerto loro, prepara le future generazioni al mondo del lavoro incoraggiandone l’impegno, curandone le motivazioni personali, promuovendone le idee, investendo sulle loro capacità. Quale miglior commemorazione per il cinquantesimo di questa illustre scuola se non il fare anche un bilancio del percorso formativo e il premiare i propri alunni meritevoli? Ebbene, il Rotary International –Distretto2100-Italia il Rotary Club di C/Mare, ha ben pensato di organizzare una cerimonia dedicata con tanto di attestato di merito :la XXIV giornata della Premiazione degli Alunni Meritevoli che si è tenuta ,presso la sede della scuola di via d’Annunzio n.23 , lunedì 20 maggio 2013 e che ha vantato la partecipazione di numerosi ospiti tra i quali il Prof. Claudio Quintano, Rettore dell’Università Parthenope, il Dott. Giuseppe Palmisciano dell’Università degli Studi di Salerno e il Prof. Avv. Erik Furno, Docente di Diritto Amministrativo all’Università Federico II. Due, in tutto l’istituto, gli alunni che sono stati premiati: uno per l’indirizzo elettrotecnico e l’altro per l’indirizzo meccanico. Particolare encomio è stato dato all’alunno dell’indirizzo di elettrotecnica ,Di Palma Alessandro, premiato tra più di 200 alunni. Alessandro proviene da Vico Equense ,precisamente dal borgo collinare di Massaquano. Un ragazzo solare e di buone maniere. Ha diciotto anni, una bella famiglia, un fratello nell’arma dei carabinieri. Ama il calcio (è di fede azzurra!); ha passione smisurata per la musica, l’informatica e l’elettronica. Discipline, queste ultime, per le quali ha mostrato particolare interesse e propensione.
 
E proprio l’impegno profuso e l’ottimo rendimento perseguito in questi anni in quelle che sono le materie basilari del suo indirizzo scolastico, gli hanno fruttato il meritatissimo attestato di merito conferitogli lo scorso lunedì 20. Alessandro è una giovane leva ma promette benissimo. Ha tutte le carte in regola per affrontare da vincente l’età adulta e per entrare nel mondo del lavoro portandovi valore aggiunto. Non ci resta che complimentarci col brillante Alessandro augurandogli un radioso futuro. E,come dicevano i Latini: “Alessandro, ad maiora semper!” Mentre alla sua famiglia diciamo complimenti per il campione, educato e cresciuto con i criteri e valori di una volta, votato al sacrificio che nel futuro gli permetterà di cogliere ancora successi di spessore maggiore. E noi che lo conosciamo da vicino come il padre Gianfranco sempre sorridente, riservato, di poche parole mai un parola ad alta voce che possiamo dire? Forse basta dire la frazione Massaquano e’ orgogliosa di te.

2 commenti:

Vincenzo Cioffi ha detto...

FINALMENTE QUALCOSDA DI BUONO DA POTER INDICARE COME RIFERIMENTO AI NOSTRI GIOVANI CHE SI SONO UN PO' PERSI, BRAVO CONTINUA COSI’.

montalbanovico ha detto...

ALESSANDRO SIAMO TUTTI CON TE, MA VISTO CHE LA TUA FEDE CALCISTICA È L’AZZURRO SPERO CHE TALE COLORE, SIA LA TUA SCELTA POLITICA.
SALUTI A TUO PADRE.