lunedì 26 giugno 2017

Nello Di Martino un vicano a Berlino

Nello Di Martino e Aniello Guidone del risto-bar Wembley
Vico Equense - Nello Di Martino, classe 1951, originario di Vico Equense, ha una storia particolare. E’ in Germania dal 1971 ed è stato il primo calciatore italiano a giocare nella Bundesliga, da quando cioè fu chiamato a difendere la porta dell’Hertha Berlino. Dopo un brutto infortunio che lo costringe ad appendere le scarpette al chiodo, per lui è iniziata una vera e propria carriera all’interno del club. Inizia da preparatore dei portieri, oggi invece è divenuto team manager dell’Hertha. Nel 2006 è stato nominato dalla Fifa “Team Liaison Officer”, responsabile dell’organizzazione della presenza della Nazionale italiana in Germania in occasione dei mondiali di calcio. Incarico che gli ha permesso di vivere insieme agli Azzurri e nella sua Berlino la vittoria del mondiale.

“Le musiche da Oscar”

Castellammare di Stabia - Venerdì 30 giugno 2017, ore 20.00, al Teatro Supercinema di Castellammare di Stabia l’Associazione Musicale Amici della Musica “Santa Cecilia”, presenterà lo spettacolo musicale… in concerto “Le musiche da Oscar” sulle note, delle più belle colonne sonore dei film candidati all’oscar, con la regia di Pino Visconti e Anna Prisco e la partecipazione dell’attrice vicana Gilda Arpino. Ospite d’onore il regista del film “Le verità” Giuseppe Alessio Nuzzo. Interverranno L’Ecole de Danse di Adele Balestrieri e l’ASD Gymnasium Vico di Teresa e Paola Apuzzo.

domenica 25 giugno 2017

Antonio Asturi. Una vita per la luce

Venerdì 7 luglio 2017, ore 19.00, alla libreria Ubik

Vico Equense - Venerdì 7 luglio 2017, ore 19.00, alla libreria Ubik in via Santa Sofia a Vico Equense, incontro con Antonio Asturi “Una vita per la luce”, di Nicola Barbatelli, curatore istituzionale della collezione Asturi. La Città di Vico Equense, per celebrare l’artista, lo scorso anno ha inaugurato il Museo Aperto Antonio Asturi (MAAAM), all’ultimo piano della nuova Casa Comunale, dove sono collocate circa 40 opere dell'artista donate dagli eredi dello stesso. Il MAAAM è curato dallo storico dell'arte Nicola Barbatelli, direttore del “Museo delle Antiche Genti di Lucania”, scopritore dell'autoritratto lucano attribuito a Leonardo Da Vinci, lo studioso che ha anche disciplinato il primo catalogo ragionato a trent'anni dalla morte dell’artista. Il volume illustra, con una serie di saggi e il catalogo delle opere, l'attività dell'artista particolarmente segnata dall'incontro con Antonio Mancini e dai viaggi, in Italia e all'estero, dove ebbe modo di conoscere gli artisti e intellettuali più importanti dell'epoca. All'incontro, dopo i saluti istituzionali del Sindaco di Vico Equense, Andrea Buonocore e dell'Assessore alla cultura, Lucia Vanacore, interverranno, oltre all'autore del testo, Nicola Barbatelli, l'avvocato Benedetto Migliaccio, la dirigente scolastica Alberta Maresca e la scrittice Filomena Baratto.

Nuoto, sette medaglie a Vico Equense

Vico Equense - Sono in corso i 49esimi Campionati Nazionali di Nuoto e Pallanuoto UISP presso lo Stadio del Nuoto di Riccione. L'evento è organizzato dall'Uisp Nazionale Nuoto in collaborazione con il Comune di Riccione, la Provincia di Rimini e la Regione Emilia-Romagna. Ottimi risultati per le giovani promesse di Vico Equense. Vita Dell’Amura, classe 2009, si è imposta nei 50 metri “rana” ed anche nelle due staffette 4×50 “mista” e “stile libero”. Vita si era aggiudicata anche i 50 “stile libero”, ma, come detto, è stata squalificata subito prima della cerimonia di premiazione per una falsa partenza. Altri 4 titoli sono stati conquistati da un altro piccolo nuotatore di Vico Equense, Daniele Cannavacciuolo, che sempre tra gli esordienti “C” classe 2008 ha vinto i 50 “stile libero”, i 50 “rana” (con record italiano della categoria) e le due staffette 4×50 “rana” e “stile libero”. Entrambi i giovani neo campioni gareggiano per l’Olimpia Angri.

Fiorello a Mario Orfeo: Il Festival lo farà Donnarumma, se non accetta vengo io

Al Premio Agnes ieri sera a Sorrento e venerdì su Rai1 lo show del premiato Fiorello 

Fonte: tv blog.it 

Sorrento - Ieri sera a Sorrento si è svolta la cerimonia di premiazione del Premio Internazionale del giornalismo Biagio Agnes 2017. Fra i premiati anche Rosario Fiorello che ha ricevuto il riconoscimento per la categoria Nuove frontiere del giornalismo per la sua Edicola in onda su Sky. Come accade sempre quando Fiorello sale su di un palcoscenico scatta lo show e anche ieri sera il grande showman siciliano ha divertito il pubblico presente a Sorrento. Salito sul palco annunciato dai conduttori dell'evento Alberto Matano e Francesca Fialdini, dopo un monologo sull'ospitalità di Sorrento, ha chiamato il suo premiatore, ovvero il neo direttore generale della Rai Moiro Orfeo (giocando sull'assonanza del nome con quello della grande artista circense Moira Orfei). Scherzando con Mario Orfeo, ha iniziato ad ingaggiare con il nuovo DG della Rai una serie di battute chiedendogli poi: Ma chi te l'ha fatto fare di accettare? Orfeo ha prontamente risposto: L'ho fatto perchè ti voglio riportare in Rai! I due sono amici e si conoscono molto bene. Fiorello ha subito risposto: Intanto stasera sto su Rai1.
 

Viadotto del “Rivo d’Arco”, il Sindaco Buonocore: “Lo riaprirò solo quando la Regione Campania lo renderà carrabile e sicuro”

Viadotto del Rivo d'Arco
Vico Equense - Un altro fine settimana da bollino rosso, e come sempre accade si riapre la discussione su come uscire dalla trappola traffico, che puntualmente durante la stagione estiva si trasforma in emergenza. Il Comune di Vico Equense sta conducendo da qualche tempo una battaglia per snellire la viabilità lungo la statale sorrentina 145. Finora, però, l’unico dato certo è l’assenza degli altri municipi della penisola sorrentina. Una valvola di sfogo è rendere percorribile il viadotto del “Rivo d’Arco”, approvato nel 2006 dal commissariato di Governo per l’emergenza bonifiche e tutela delle acque a servizio del depuratore di Punta Gradelle. Lungo quattrocento metri e largo tre, collega il litorale di Seiano con la parte alta di Vico Equense, realizzato non per il traffico privato ma esclusivamente a servizio del depuratore. Originariamente l’obiettivo era di permettere a camion e mezzi, impegnati nei lavori a Punta Gradelle di trasportare materiali e pure fanghi. L’arteria, può costituire un’importante valvola di sfogo, per consentire lo snellimento del traffico sulla statale e nella zona balneare, ma la regione Campania non lo ha ancora adeguato. I lavori da fare consistono nell’eliminazione dei parapetti murari, poiché di eccessivo impatto perché creano un effetto nastro d’interruzione delle visuali paesaggistiche, sostituendo gli stessi con delle ringhiere. Questo ritardo - segnalato con una missiva dal Comune di Vico Equense - è incomprensibile. Il mancato adeguamento accresce i problemi connessi al traffico veicolare e alla pubblica sicurezza, che potrebbero essere risolti in maniera rapida e concreta dando semplicemente attuazione a quanto già tempo programmato. Sulla riapertura del viadotto il Sindaco di Vico Equense Andrea Buonocore è stato chiaro: “Lo riaprirò solo quando la Regione Campania lo renderà carrabile e sicuro.”

A rischio truffa un incidente su due

Rc auto, nel 2016 boom di sinistri dichiarati in regione. L'Ivass accusa: il 43% può nascondere frodi 

Fonte: Emanuele Imperiali da Il Corriere del Mezzogiorno

Boom dei sinistri Rc auto denunciati in Campania nel 2016, quasi 265 mila per la cronaca, di cui circa 115 mila a rischio frode. Praticamente il sospetto grava su oltre il 43% di quelli dichiarati. In nessun'altra parte d'Italia si registra un fatto simile. Quando Salvatore Rossi, presidente dell'Ivass, l'Istituto nazionale per la Vigilanza sulle Assicurazioni, legge la sua relazione annuale non fa una piega nel dire che «nella città partenopea il prezzo medio della polizza di responsabilità civile auto alla fine del 2016 era di circa 630 euro, mentre ad Aosta era fermo a 300». Più del doppio, quindi, a causa, ancora una volta delle truffe sui sinistri. E non è che Caserta vada molto meglio, il costo della polizza è mediamente di 552 euro. La verità è che Napoli e la sua provincia contribuiscono massicciamente all'aumento dei sinistri a rischio frode. Nel 2016 i casi identificati sono stati in tutt’Italia 668 mila, con un balzo in avanti rispetto al 2015 di quasi 70 mila. La relazione annuale dell'Ivass, zeppa di dati e di tabelle, è impietosa e punta il dito accusatorio contro questa pratica scorretta che inevitabilmente tiene artificialmente troppo alti i premi assicurativi che sono costretti a pagare gli automobilisti perbene.
 

Sorrento. "L’ombra e la notte", domani sera ore 20.30 alla libreria Tasso

Sorrento - Incontro con il giornalista e scrittore Gino Giaculli, autore del romanzo "L’ombra e la notte" (Homo Scrivens, collana Dieci), domani sera alle ore 20.30 alla Libreria Tasso. Commenta il libro Francesco Pinto. Coordina Antonino Siniscalchi. L’ombra e la notte: nel pc scorrono immagini di una Napoli pulitissima. Tutto a posto. Tutto perfetto. Niente più rifiuti, nessun sacchetto, cassonetti lucidi, perfino il retro dei contenitori è stato accuratamente liberato dalla spazzatura. E le strade? Sterilizzate, senza una carta a terra, senza mozziconi spenti. Vuotate persino le aree delle ecoballe. Un video e alcune testimonianze sorprendenti immettono Gianluca Ogiani, cronista de Il Graffio, in un nuovo caso, un progetto affascinante, una storia che lo coinvolgerà personalmente. E che lo metterà di fronte a una clamorosa quanto imprevedibile vicenda che si innesta in un ennesimo faraonico progetto: liberare Napoli oltre che dai rifiuti anche dal traffico. Ma è fiction o realtà? Idee che diventano temi di una campagna elettorale giocata su slogan e promesse di un fantomatico partito. Contrastato dalla concretezza di un’altra politica, quella pura, che punta invece a promuovere il riscatto di Napoli partendo dalle periferie. Una storia che si snoda in parallelo con la tragedia di Sarajevo degli anni ̕’90. E che vivrà il suo culmine quando sarà la notte a fare luce. Gino Giaculli (Napoli 1960), scrittore e giornalista, vice caporedattore del Mattino, per cui è stato inviato a Sarajevo nel 1996. Nel 2013 ha pubblicato il romanzo "Il mestiere di carta" (Homo Scrivens), con cui ha vinto nel 2015 il premio «Megaris - In Costiera Amalfitana».

Caldo a livelli record, è allarme per gli anziani: «A rischio la salute»

I medici della Fimmg: «Tantissime chiamate dal territorio, deve stare molto attento chi soffre di patologie croniche» 

Fonte: Aldo Bini da Il Roma 

«L'eccezionale caldo di questi giorni mette a rischio la salute di moltissimi nostri assistiti, soprattutto anziani». A lanciare l'allarme è la Federazione italiana dei medici di medicina generale (Fimmg) di Napoli, che si dicono «preoccupati per le notizie che arrivano dal territorio e per le moltissime chiamate che stanno arrivando da cittadini in difficoltà per le temperature di questi giorni». «Il caldo è un grande pericolo per gli anziani, può essere addirittura letale - affermano Luigi Sparano e Corrado Calamaro, segretario provinciale e segretario amministrativo Fimmg Napoli -. Ci preoccupano in particolare le persone sole e con patologie croniche che le rendono più fragili». Per questo motivo la Fimmg Napoli ha preparato un decalogo di buoni con sigli da rispettare finché le temperature non rientreranno nella norma. Evitare di uscire di casa nelle ore più calde, in particolare nella fascia oraria tra le 10 e le 18. In ogni caso proteggere la pelle con una crema solare ad alto fattore di protezione.
 

sabato 24 giugno 2017

Pulizia delle spiagge di Seiano con “R-Estate inForma”, il progetto di “Generazione Futuro”

Il nostro impegno è un dovere morale che abbiamo verso le future generazioni

Vico Equense - Lunedì mattina, 26 giugno, dalle ore 8.00, pulizia delle spiagge di Seiano, nell'ambito del progetto R-Estate inForma. Con Generazione Futuro ci saranno anche altre associazioni, come Mani Tese, Movi, Le Tribù. “Generazione Futuro” nasce a Santa Maria La Carità nel giugno del 2013 come comitato costituito da un gruppo di giovani, ma prima ancora di amici, legati da stima e valori condivisi. Nel 2015 diventa un'associazione di volontariato, le cui principali attività sono indirizzate alla solidarietà sociale a favore di giovani e minori, ad attività di orientamento scolastico e universitario, alla promozione di percorsi di cittadinanza attiva a tutela e sviluppo del ben-vivere collettivo e dei beni comuni. “Generazione Futuro”, con il suo progetto “R-Estate inForma, ha vinto il bando pubblico “Le Città Solidali indetto dal CSV di Napoli”. “L’obiettivo del nostro progetto è offrire durante il periodo estivo un percorso che alterni attività ludico-sportive a momenti di formazione rivolte a minori e giovani. Crediamo che occorra sviluppare l’attenzione alle relazioni, investendo sulla reciprocità, educando all’economia del dono le nuove generazioni, per rinnovare dalle fondamenta una comunità che deve essere inclusiva e non esclusiva e provando a creare opportunità concrete e sostenibili di sviluppo e crescita. Per queste ragioni è indispensabile sostenere le occasioni di riscoperta dei beni relazionali, anche tra ragazzi di territori differenti, per arricchirsi vicendevolmente nel confronto e nella collaborazione” continua l’associazione Generazione Futuro.

Tari

Vico Equense - Tasse amate non ce ne sono, ma quella sui rifiuti (la Tari) è certamente tra quelle in testa alla classifica. Anche perché, rappresentando la Tari il corrispettivo di quel servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti che si fa sempre più complesso e costoso, tende generalmente a salire. Ma "abbasso la Tari" è diventato l'obiettivo del Sindaco di Vico Equense, Andrea Buonocore, che annuncia la riduzione dell’imposta per il 2018 (taglio ancora da quantificare). «Con l'introduzione del nuovo sistema di raccolta a Vico Equense la raccolta differenziata è passata dal 69 all'84 per cento» - spiega il Primo cittadino. «Ho avuto il piacere di ritirare il premio per la migliore raccolta differenziata del legno. Oltre agli operatori e agli uffici preposti, il mio personale ringraziamento va ai veri protagonisti di questo successo: i cittadini». Per ora, il Sindaco Buonocore, non anticipa la percentuale di riduzione della tassa, riservandosi un approfondimento con gli uffici finanziari del Comune. Da ieri l’imposta sui rifiuti è sotto la lente d'ingrandimento anche dell’opposizione, che ha iniziato una raccolta di firme per chiedere la “tariffazione puntuale”, cioè la possibilità per ciascun utente di pagare in conformità a quanto rifiuto ognuno produce, così come previsto dalla legge. La proposta parte dal Consigliere comunale Maurizio Cinque, che insieme ai colleghi della minoranza, sarà impegnato nelle piazze della Città per raccogliere consensi intorno alla sua idea. «Abbiamo articolato – spiega Cinque - una proposta costruttiva, per chiedere all’amministrazione una tariffa diversa.» Invocata anche l’istituzione del compostaggio domestico, per chi ne ha i requisiti con le opportune riduzioni in bolletta e l’approvazione in Consiglio Comunale del relativo regolamento attuativo e la realizzazione entro il 2019 di un centro comunale per la riparazione e il riuso dove beni durevoli e imballaggi possano essere riammessi nei cicli di riutilizzo.

Passaggio della Campana per il Lions Club ed il Leo Club della Penisola Sorrentina

Sant’Agnello - Si è tenuta ieri 23 giugno, presso l’Hotel Mediterraneo in S. Agnello, la celebrazione della 54° Charter Night del Club Lions Penisola Sorrentina con il passaggio della campana dal Presidente uscente ed il al nuovo Presidente, passaggio che di fatto segna l’inizio un nuovo anno sociale per l'organizzazione dei Clubs dell’Associazione di servizio più grande al mondo, con 46.000 club e oltre 1,36 milioni di soci in 210 paesi. A prendere il testimone con il rituale del passaggio della campana per il Lions Club Penisola Sorrentina è Francesca Rossi Orazzo di Vico Equense, che presiederà il Club con il nuovo Consiglio Direttivo composto dagli officers Davide Infuso ( pres. uscente), Giacomo Aiello, Andrea Colonna, Andrea Minieri, Giovanni Guarracino, Antonio Piccolo, Luigi Astarita, Aldo Di Fronzo, Maria Rosaria Pirro Titomanlio, Raffaele Avolio, Franco Mascolo, Gaetano Casa, Alberto Alviani, Antonio Maria Di Leva e Michele Castellano. Passaggio della Campana anche per il Leo Club Penisola Sorrentina, dove il testimone passa ad Agnese Giuliano . Con l’ammissione altri 10 nuovi giovani soci il Leo Club Penisola Sorrentina diventa uno dei Club più numerosi del Distretto.

Noemi, da «papi girl» a lady Romano

Nozze alla Conca del Sogno, invitati in arrivo dal mare 

Fonte: Maurizio Capozzo e Ciriaco M. Viggiano da Il Mattino 

Massa Lubrense - I tempi della chiacchieratissima testa per i 18 anni a Casoria, della presunta liaison con l'ex premier Silvio Berlusconi e di tutte le polemiche che seguirono, sono ormai lontani. All'epoca Noemi Letizia era poco più di una ragazzina. «Invidiata da tutti per la bellezza e per le amicizie altolocate», precisano le persone a lei più vicine. «Protetta e raccomandata», ribattono i maligni. Da quel momento, di acqua sotto i ponti ne è passata. E la bionda porticese si è diplomata, laureata in psicologia, ha lanciato una propria linea di moda e di profumi, ha girato l'Italia nella speranza di scrollarsi di dosso l'etichetta di«papigirl» e farsi apprezzare per quello che era diventata: una donna in carriera, mamma di due splendidi bambini e, ora, anche moglie. Proprio ieri Noemi e Vittorio Romano, l'avvocato napoletano con la passione per la politica al quale è legata dal 2011, hanno pronunciato il fatidico «sì» nella splendida cornice della Conca del sogno di Massa Lubrense e davanti a circa un centinaio di invitati, amici, parenti e tanti volti noti della Napoli bene. Non si è visto, invece, il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi, l'uomo che ha segnato la vita degli sposi.
 

Caldo e siccità, agricoltura ko in Campania razionata l'acqua

Fonte: Francesco Pacifico da Il Mattino

Soltanto in Campania si da per spacciato il 30 per cento dei raccolti. La siccità sta distruggendo i pomodori dell'Emilia Romagna o quelli dell'agro nocerino-sarnese. Aggredisce nella pianura padana le distese di mais e i foraggi indispensabili per sostenere i più grandi allevamenti bovini e la produzione di formaggi del Paese. Mette un'ipoteca sulle vendemmie in Toscana e Veneto. Il caldo record sta colpendo tutti i principali capisaldi dell'industria agricola italiana. Quella che con il suo +4,2 per cento ha tramato la crescita record nel primo trimestre dell'anno (+1,2) e che con i suoi 246 miliardi di euro vale circa fl 16 per cento del Pii ed è in grado di tenere m piedi una filiera di 1,6 milioni di aziende con 272 prodotti Dop e Igp e 4.866 specialità regionali. Coldiretti ha calcolato che dall'inizio dell'anno le scarsissime precipitazioni (è piovuto meno della metà rispetto allo stesso periodo del 2016) sono costate al settore già un miliardo di euro. Ma è una stima provvisoria, che dimostra quanto siano insufficienti gli 8,6 milioni promessi dal governo contro l'emergenza idrica. E c'è già chi scommette su prossimi rincari dei prezzi alimentari. L'area più colpita in Campania è quella che va dall'agro nocerino sarnese al Cilento.
 

Massa Lubrense in lutto, muore Michele Terminiello

Massa Lubrense - Si è spento Michele Terminiello, 81 anni, leggendario pilota di Massa Lubrense, per anni punto di riferimento per tutti gli appassionati di automobilismo in Campania. Terminiello, infatti, detiene il record di percorrenza della mitica Sorrento-Sant'Agata, gara svoltasi per l'ultima volta nel 1967. In quella circostanza il pilota massese, a bordo di una 1000 Abarth, fermò i cronometri a 6'08", abbattendo di circa 20 secondi il tempo fatto registrare l'anno prima da Scola. Non solo: Terminiello fece registrare il miglior tempo anche nel tratto compreso tra il bivio del Nastro Azzurro e Massa Lubrense, conquistando così in un solo colpo la vittoria assoluta, il record assoluto e il record della prima frazione. Per il resto la carriera del pilota massese è stata costellata di successi centrati in giro per l'Italia: per ricordarli il centro studi "Don Luigi Sturzo" e la Sireon Edizioni hanno curato una pubblicazione, dal titolo "Correva l'anno... 1936", che ripercorre i trionfi di Terminiello attraverso foto, classifiche e articoli di giornale. Per il suo ottantesimo compleanno il pilota fu festeggiato da amici, sostenitori e vecchie glorie dell'automobilismo campano. In quell’occasione il sindaco Lorenzo Balducelli, disse: "Michele è un esponente di quell'automobilismo romantico dove il profumo dell'olio bruciato e la polvere della strada erano la droga dei piloti. A lui il merito di aver rappresentato il riscatto morale del semplice ma geniale pilota-preparatore, privo di grosse disponibilità economiche in uno sport riservato ai ricchi, al quale venivano spesso affidate auto importanti candidate alla vittoria".

“Premio Biagio Agnes 2017”, Massimo Ranieri inaugura stasera la cerimonia di premiazione

Massimo Ranieri
di Claudia Esposito

Sorrento - Superospite a sorpresa per la cerimonia di premiazione del premio internazionale di giornalismo “Biagio Agnes” che si terrà stasera, sabato 24 giugno, alle ore 21, nello scenario di Marina Grande a Sorrento. Sarà infatti Massimo Ranieri ad aprire ufficialmente la serata, che vedrà la partecipazione anche di altri volti noti del piccolo schermo, come Fiorello, Alberto Angela e Carlo Conti, che, in veste di premiati, ritireranno i riconoscimenti rispettivamente per le sezioni “Nuove frontiere del giornalismo”, “Televisione” e il premio speciale per la direzione artistica di qualità del Festival di Sanremo e di Radio Rai. Alle star della tv, si affiancheranno firme autorevoli del giornalismo italiano ed internazionale a partire da John Micklethwait, direttore di Bloomberg News (Premio Internazionale); Gianni Clerici (Premio alla Carriera); Maurizio Molinari, direttore de La Stampa (Premio per la Carta Stampata); Carmela Giglio, inviata Giornale Radio Rai (Premio per la Radio); Mario Ajello, autorevole firma de Il Messaggero (Premio Cronaca e Attualità); Massimo Gramellini, editorialista de Il Corriere della Sera (Premio Giornalista Scrittore); Giorgio Mulè, direttore del settimanale Panorama (Premio per la Stampa Periodica); Carla Massi, responsabile sezione Salute de Il Messaggero (Premio Medicina e Informazione Scientifica); Caterina Dall’Olio, videomaker e inviata di Tv2000 (Premio Giovani Under 35).
 

Longobardi: Al lavoro per creare un polo senologico a Vico Equense

Vico Equense - Ieri il consigliere regionale Alfonso Longobardi (Gruppo “De Luca Presidente”) è tornato all'Ospedale "De Luca e Rossano" di Vico Equense. “Con la direzione sanitaria dell'Asl Napoli 3 Sud – ha dichiarato Longobardi - e con quella del presidio ospedaliero stiamo verificando le condizioni per creare un polo oncologico chirurgico per il "tumore al seno" presso gli ospedali riuniti Sorrento/Vico Equense. Punto di riferimento della nuova struttura potrà essere il Dottor Massimiliano D'Aiuto, eccellenza della nostra sanità regionale e da anni in forza all'Istituto Tumori "Pascale". L'apporto medico-sanitario e scientifico del Dottor Massimiliano D'Aiuto sarà fondamentale per dare risposte concrete al territorio della Penisola Sorrentina ed in particolare alle donne bisognose di cure senologiche. In tal modo, con la opportuna sinergia, riusciremo a costruire su un'area vasta e di più Comuni un punto medico di riferimento regionale. Ringrazio il Direttore Sanitario dell'Asl Napoli 3 Sud, dottor Luigi Caterino, il Direttore del Presidio Luigi Esposito, l'amico senologo Michele Maresca ed il Professor D'Aiuto. Nei mesi scorsi ho promosso la sottoscrizione del Protocollo d'intesa tra Asl Na 3 Sud e Istituto Tumori "Pascale" per il contrasto del cancro alla mammella. Proprio questa intesa adesso potrebbe fungere da apripista per la costituzione del Polo onocologico "Tumore al Seno" presso gli ospedali riuniti Sorrento/Vico Equense”, conclude il consigliere del Gruppo De Luca.

venerdì 23 giugno 2017

Il “nocillo” di San Giovanni

Vico Equense - Anche quest’anno si rinnova l’appuntamento con la preparazione del tradizionale «nocillo», il liquore realizzato con l’infusione delle noci ancora verdi nell’alcool. Ed anche questa volta, dalla penisola sorrentina alla zona vesuviana, il rito si ripeterà, immutabile da secoli, legato com’è alla data della festività religiosa di san Giovanni che cade il 24 giugno. Non a caso, che il «nocillo» sia un elisir antico, misterioso, quasi magico, lo si intuisce fin dalla preparazione. La ricetta più accreditata, infatti, prevede che nell’alcool vadano in infusione 13 noci, 13 chicchi di caffè crudi e 13 tostati, 3 chiodi di garofano, 3 cortecce di cannella e 3 cucchiai di zucchero. Riferimenti numerologici a parte, l’intera storia di questo liquore è incentrata su una ritualità comune a tutte le aree, in particolare della provincia di Napoli. E non importa se il nome, di frequente cambia di paese in paese, tanto che in alcune zone rurali c’è ancora chi continua a riferirsi a questo infuso definendolo «merecina», la medicina. È solo la conferma delle sue proprietà digestive, dovute principalmente alle spezie ed agli oli essenziali contenuti nel mallo. Un infuso misterioso si diceva, che nasce da un rituale quasi esoterico.
 

Giorgio Caproni

Giorgio Caproni
di Filomena Baratto

Vico Equense - Giorgio Caproni ha spiazzato tutti. Pur rientrando nei programmi ministeriali delle Scuole Superiori, ci si limita a dare di lui una semplice menzione, non per la cattiva volontà degli insegnanti, ma per i tempi che sono tiranni. A volte sono i libri di testo che non approfondiscono determinati autori, a causa delle linee politiche cui si attengono, trattandoli con poche righe e facendoli passare quasi per minori. Caproni si presta a una trattazione di più ampio respiro e riportarlo alla luce è stato un bene per gli stessi maturandi. Lo stesso autore definisce il poeta come un minatore che scava fino a trovare un fondo nel proprio io che è comune a tutti gli uomini. E prima ancora di scavare, bisogna imparare anche a tenere gli attrezzi in mano. Giorgio Caproni nacque a Livorno nel 1912, ma all’età di 10 anni si trasferì a Genova e da quel momento in poi diventerà la sua amata città. “Ogni pietra di Genova è legata alla mia storia di uomo”, affermerà, e sarà per il fatto che la città lo vede crescere, amare, soffrire, cambiare. Di Genova amerà, più di ogni altra cosa, il vento, che produceva un suono forse come il suo violino che suonò fino all’età di diciotto anni e che poi spezzò con le sue mani per emozionarsi troppo durante le sue esecuzioni. Il vento gli forniva la musicalità del verso, il suono della parola, proprio come le note sul rigo musicale.
 

"Terrorismo e mafia possono essere sconfitti"

Gennaro Torrese
Sant'Agnello - “Terrorismo e mafia possono essere sconfitti”. Questo è il tema del convegno organizzato dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Torre Annunziata, in collaborazione con il Tribunale oplontino e il Comune di Sant’Agnello. L’evento si terrà lunedì 26 giugno prossimo presso l’MSC Club House di via Cocumella a Sant’Angello alle ore 18. "Sinergia tra le autortita' ed istituzioni, maggiori controlli e comunicazione con la popolazione - illustra Gennaro Torrese, Presidente del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati del Tribunale di Torre Annunziata - ritengo siano gli ingredienti fondamentali per combattere terrorismo e mafia. La popolazione deve sentire la presenza dello Stato con soluzioni immediate a problemi inerenti la vita quotidiana e controlli serrati, che passano anche attraverso gli occhi dei cittadini che vanno informati nel modo giusto per difendersi da situazioni e persone deviate". Alla presenza di Franco Roberti, Procuratore Nazionale Antimafia e Antiterrorismo e autore del libro “Il contrario della paura”, ne discuteranno: Ernesto Aghina, presidente del Tribunale di Torre Annunziata; Alessandro Pennasilico, Procuratore della Repubblica di Torre Annunziata; Gennaro Torrese, presidente dell’Ordine degli Avvocati di Torre Annunziata; Fabio Giuliani, referente regionale di Libera. All’incontro, moderato dal giornalista de Il Mattino Gino Giaculli, interverranno Piergiorgio Sagristani, sindaco di Sant’Agnello, e Francesco Saverio Esposito, presidente dell’associazione Avvocati Penisola Sorrentina. L’evento è accreditato ai fini della formazione continua con la concessione di 3 crediti formativi per tutti gli avvocati.

Protezione civile Campania: Week end con ondate di calore

Regione Campania - La Protezione civile della Regione Campania, sulla base delle analisi effettuate sui valori osservati in tempo reale dalla rete termoigrometrica del Centro Funzionale, informa che dalle ore 12 di domani e per una durata di almeno 48 ore, potranno verificarsi condizioni di criticità per rischio da ondata di calore. In particolare, si prevedono temperature massime che saranno superiori ai valori medi stagionali di 3-4°C, associate ad un tasso di umidità che, nelle ore serali e notturne, supererà anche l’80-90% e a condizioni di scarsa ventilazione.

La Guardia Costiera presenta 'Mare Sicuro 2017'

Guglielmo Cassone
Castellammare di Stabia - In occasione della stagione estiva 2017 è ripartita l'operazione "Mare Sicuro" da parte della Capitaneria di Porto - Guardia Costiera di Castellammare di Stabia. La presentazione di tutte le attività si è svolta questa mattina. “Saranno impiegati – spiega il Comandante Guglielmo Cassone - 40 uomini tra gli uffici di Castellammare, Vico Equense, Meta, Piano, Sorrento, Massa Lubrense”. Le spiagge più controllate saranno sicuramente quelle della costiera sorrentina considerato che lo scorso anno sono state quelle con maggiore affluenza. Il comandante Cassone ha assicurato, per prevenire atti criminali come gli anni passati, maggiore “presenza sul mare, per spiaggia e per strada. Ogni giorno.” Saranno due le motovedette presenti a Castellammare, anche un battello veloce, due battelli più piccoli a Massa Lubrense e Torre Annunziata. Durante l’estate e durante l’operazione “Mare Sicuro 2017” ci saranno mezzi aerei per controllare l’intero litorale della Campania nei maggiori periodi di affluenza (a ridosso di ferragosto). Anche quest’anno, tutte le Capitanerie di Porto avranno a disposizione dei bollini blu che dovranno essere consegnati ad alcune imbarcazioni. “Alcuni diportisti che vogliono ricevere una visita a bordo – aggiunge Cassone -, ci chiamano e noi con personale specializzato, dopo un accurato controllo, diamo il bollino blu se tutti i documenti sono apposto. Questi adesivi saranno esposti sulle barche così da non avere nuovi controlli in mare. I comportamenti non virtuosi verranno comunque sanzionati”.

A Sorrento, un seminario di informazione sul Piano di Sviluppo Rurale 2014-2020

Sorrento - Martedì 27 giugno, alle ore 18 e trenta, nella sala consiliare del Comune di Sorrento, si terrà un seminario informativo dal titolo “Il Piano di Sviluppo Rurale 2014-2020”nelle policy di sviluppo della Regione Campania”. Nel corso dei lavori saranno analizzati vincoli ed opportunità del Psr per il territorio della penisola sorrentina, in occasione della recente approvazione di bandi regionali in materia di aiuti alle imprese agricole e agriturismi. Dopo i saluti del sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo, e del vice sindaco Raffaella Cancellieri, sono previste le relazioni di Giovanni De Sio, del Dipartimento Agricoltura della Regione Campania, Gennaro Fiume, coordinatore del Gal Terra Protetta, Aniello Savarese e Donato Aiello dell’Its Bact. Le conclusioni sono affidate a Franco Alfieri, delegato all’Agricoltura del presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca.

Vico Equense. Scuolabus e ticket mensa, scattano le diffide

Vico Equense - Sono 210 i genitori che non hanno saldato i conti con il Comune di Vico Equense per i servizi di trasporto scolastico e mensa dell’anno scorso. A breve partiranno le diffide per i pagamenti. Non si tratta di cifre esorbitanti, c’è chi ha dimenticato di pagare 30 euro. Anche se non mancano i furbetti che non hanno mai versato l’intera quota annuale. Il dirigente dell’ufficio pubblica istruzione, Arturo Manganaro, ha approvato una determina con cui ha affidato a Poste Italiane il compito di far scattare raccomandate con ricevute di ritorno nei confronti dei morosi. Analoga iniziativa è stata fatta, per l’anno 2014/2015, nei confronti degli “evasori”, che ha reso possibile il recupero di circa il 50% delle morosità verificatesi.

Il taxi «sociale», viaggi al costo del carburante

Arriva a Terzigno il taxi sociale per meno abbienti e le fasce deboli. Il Comune ha aderito al progetto di mobilità garantita per la concessione in comodato d'uso gratuito di un mezzo a disposizione dei servizi sociali. L'automezzo, una nuova Fiat Punto di colore bianco, sarà utilizzato per le persone svantaggiate, per servizi di accompagnamento a sostegno dell'autonomia Individuale, oltre che per il trasporto di personale che svolge attività professionale o sanitario alla popolazione di Terzigno. Né il Comune, ne i cittadini pagheranno (se si fa eccezione per i costi di carburante): ci sarà, Infatti, la sponsorizzazione di dieci aziende del territorio. Sabato alle 10 in piazza Troiano Caracciolo del Sole a Terzigno, avrà luogo la consegna del veicolo. Alla presenza del sindaco, Francesco Ramené degli amministratori locali, dei rappresentanti della Pmg (l'azienda che ha attivato il servizio), degli imprenditori che hanno aderito e del parroco Don Antonio Fasulo, vi sarà la cerimonia con la benedizione dell'auto e la consegna ufficiale del mezzo al comune di Terzigno. «In un momento economico così particolare-spiega il sindaco-sono particolarmente soddisfatto e grato a chi ha lavorato a questo progetto, perché così si aggiunge un importante servizio gratuito per Comune e cittadini». (Fonte: fra.gra. da Il Mattino)

“Premio Biagio Agnes 2017”, a Sorrento le eccellenze dell’informazione

La IX edizione del Premio Internazionale del Giornalismo, presieduto da Simona Agnes, si terrà a Sorrento dal 23 al 25 giugno La cerimonia di consegna di Sabato 24 sarà ripresa dalle telecamere di Rai Uno Fake news, libertà d’informazione e femminicidio i temi affrontati nei due dibattiti 

Sorrento - Davanti al golfo di Sorrento, sulla splendida terrazza di Marina Grande, dove poeti, scrittori e cantori sono stati ispirati dal luccichio del mare illuminato dalla luna, brilleranno le stelle dell’informazione nazionale ed internazionale nel nome del grande giornalista e Direttore Generale della Rai, Biagio Agnes. È tutto pronto per la IX edizione del “Premio Internazionale del giornalismo Biagio Agnes 2017” che si terrà nella cittadina campana da oggi, venerdì 23 giugno, fino a domenica 25. La manifestazione, alla quale è stata assegnata la targa del Presidente della Repubblica, è patrocinata dalla Presidenza del Consiglio, dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, dalla Regione Campania, dal Comune di Sorrento, con la Federazione della Stampa italiana, l’Ordine Nazionale dei Giornalisti, l’Usigrai e l’Unione Cattolica Stampa Italiana. Il gotha del giornalismo nazionale e internazionale, artisti di alto livello e dibattiti su temi di stretta attualità come femminicidio e fake news. Questo e molto altro prevede il ricco programma della XI Edizione del Premio nato per lanciare un ponte verso le nuove frontiere dell’informazione.

‘BookSophia’ il primo Festival dedicato alla Classicità

Massa Lubrense - Questo è il primo comunicato che riceviamo dal comitato organizzatore del Festival ‘BookSophia’ il primo Festival dedicato alla Classicità, promosso dall’Archeoclub locale e che si terrà a Massa Lubrense il 12-13-14 ottobre prossimi. Così esordisce il presidente, Stefano Ruocco: “L’Archeoclub Lubrense, con il patrocinio del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, con il contributo dell’Amministrazione Comunale di Massa Lubrense, ed in collaborazione con l’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici di Napoli, il Circolo Endas Penisola Sorrentina di Piano di Sorrento, l’Associazione “I Virgiliani” di Meta, la Pro Loco di Massa Lubrense è lieto di presentare il progetto di BookSophia alla cittadinanza tutta. Abbiamo iniziato a rodare la macchina e approntato una bozza di programma che potete trovare già online alla pagina internet: festivalbooksophia.blogspot.it e sulla pagina facebook dedicata”. “Il festival è pensato per due fasce di utenti – spiega Antonio Volpe, instancabile prof del Liceo Virgilio Marone, conosciutissimo in Penisola per le sue numerose attività – il grande pubblico e gli studenti: al grande pubblico offriamo incontri tenuti da nomi illustri del mondo della cultura, a cominciare da Valerio Massimo Manfredi, Paolo Siani (fratello di Giancarlo) fino a Jacopo Fo (figlio di Dario), tanto per citarne qualcuno; agli studenti offriamo incontri-dibattiti con docenti universitari, testimoni del nostro tempo, open space dove esprimersi, laboratori di filosofia pratica, e soprattutto rappresentazioni di teatro classico.
 

giovedì 22 giugno 2017

Incendi boschivi, in Campania flotta di 7 elicotteri e 800 uomini

La prossima settimana siglata la convenzione con Vigili del Fuoco. Tra le elisuperfici quella di Massaquano, in località Belvedere 

Vico Equense - Una flotta di sette elicotteri (6 monomotori e un bimotore C135) e oltre 800 uomini (tra personale regionale, della Sma Campania e delle comunità montane) costituiscono la task force messa in campo in Campania per combattere la consueta battaglia contro gli incendi boschivi. La strategia organizzativa definita dalla Regione Campania, quasi del tutto operativa, è partita il 15 giugno scorso (data di partenza, secondo quanto stabilito a livello nazionale, del periodo più critico dei roghi estivi) e durerà fino al 30 settembre. Alla base della strategia il contratto di affidamento del servizio di spegnimento di incendi boschivi a mezzo di elicotteri (sottoscritto nel luglio 2016 e con durata biennale, per un valore complessivo di oltre 6 milioni di euro) che ha previsto l’allestimento di sette elisuperfici dislocate in modo tale che ogni area del territorio possa essere raggiungibile in meno di 15 minuti dalla segnalazione. Tra le elisuperfici quella di Massaquano, in località Belvedere, su una piccola spianata ai piedi del Faito.

Longobardi: “Occorre sostenere con ogni sforzo il rilancio del Faito”

Vico Equense - Il Sindaco Andrea Buonocore, nei giorni scorsi, ha manifestato il suo disappunto per il ritardo nell’entrata in funzione della funivia del Faito. “Senza la funivia non c’è sviluppo”, ha detto senza mezzi termini il Primo cittadino di Vico Equense, augurandosi un’accelerata ai lavori. Questa mattina il Consigliere regionale Alfonso Longobardi si è recato sul monte Faito, per un sopralluogo all’impianto. “I lavori proseguono a ritmo serrato – ha dichiarato Longobardi - sia a Castellammare di Stabia sia sul piazzale a quota 1200 metri.” Dopo aver ricevuto tante sollecitazioni, il Consigliere Longobardi sta seguendo personalmente l’avanzamento dei lavori. “Ringrazio – aggiunge Longobardi - per la tempestiva risposta il Presidente Eav, l'amico Umberto De Gregorio. Garantire tempi certi nella consegna dei lavori di manutenzione, che è bene ribadirlo per anni non sono stati effettuati, è fondamentale per rassicurare tutti, cittadini, operatori e turisti. Occorre sostenere con ogni sforzo il rilancio del Faito, un luogo straordinario in termini naturalistici e paesaggistici. Uno dei fiori all'occhiello della nostra meravigliosa Campania.”

Gigi Proietti ritira il “Premio Viviani”

Gigi Proietti
Alla Reggia di Quisisana, a Castellammare di Stabia, sabato 24 giugno 2017. Con la consegna del premio all’attore e regista si conclude la prima edizione di “Cantieri Viviani”, il progetto della Regione Campania, curato da Giulio Baffi per la Fondazione Campania dei Festival

Castellammare di Stabia - Un grande successo per una iniziativa che da dicembre del 2016 ad oggi ha impegnato decine di artisti, operatori dello spettacolo, docenti, studenti nel corso dei “cantieri” pensati per promuove la conoscenza e l’approfondimento dell’opera di Raffaele Viviani. Organizzati a Napoli ed a Castellammare di Stabia con il sostegno della Regione Campania, dalla Fondazione Campania dei Festival presieduta da Luigi Grispello, e con la collaborazione del Comune di Castellammare di Stabiae Le Nuvole , i Cantieri Viviani a cura di Giulio Baffi si sono conclusi con i cinque giorni del “Festival Viviani” che si è tenuto nello splendido spazio del Parco delle Antiche Terme Stabiane riaperto per l’occasione. Un Festival che ha visto i cittadini stabiesi e gli studenti degli Istituti che hanno aderito all’iniziativa, accorrere richiamati delle proposte di spettacolo, dagli incontri dalle mostre che hanno fatto di questo importante appuntamento una grande occasione di incontro con l’arte magnifica di Raffaele Viviani, nato a Castellammare di Stabia nel gennaio del 1888.
 

XVI Trofeo Caputo, il nuovo Campione del mondo è Michele Leo

E’ del Sud, un lucano di Venosa, il nuovo Campione del Mondo dei Pizzaiuoli. A lui è andato il riconoscimento più ambito, quello del Trofeo Caputo, quest’anno alla XVI edizione, che premia la migliore pizza S.T.G., Specialità Tradizionale Garantita. Michele Leo, 52 anni, un vita spesa in questo mestiere cercando sempre di migliorarsi. Ha iniziato come pizzaiolo in Germania, quando aveva solo 18 anni e lavorava in una pizzeria di Stoccarda, per poi tornare nella sua terra dove, circa dieci anni fa, ha aperto una pizzeria, “Il Brigante”, in provincia di Potenza. Si è sempre messo in gioco, partecipando a gare e competizioni, in Italia e all’estero, e portando a casa sempre ottimi risultati. “Oggi è il più bel giorno della mia vita” ha dichiarato “corono un sogno e dico grazie. Il mio impegno sarà quello di continuare nella ricerca dei prodotti puntando ai migliori del mio territorio, la Basilicata.” Al secondo posto si è qualificato Franco Delia, mentre sul terzo gradino del podio della categoria più prestigiosa, troviamo Gennaro Piccolo Per Antimo Caputo, Ad del Mulino Caputo, il vero successo di questo campionato è la diffusione che ormai sta avvenendo in molte parti del mondo dell’arte napoletana della pizza. La maestria dei pizzaiuoli, la loro capacità di selezionare materie prime d’eccellenza e di utilizzare tecniche e saperi antichi sta diventando patrimonio di tantissimi Paesi.
 

Sant’Agnello, pronto il restyling della stazione Circum

Sant’Agnello - Nei giorni scorsi, il primo cittadino di Sant’Agnello Piergiorgio Sagristani, unitamente al Consigliere regionale Alfonso Longobardi, ha incontrato il Presidente dell’E.A.V. Umberto de Gregorio. Sul tavolo dell’incontro, vi era l’annosa questione della stazione della ex Circumvesuviana nel piccolo comune della costiera che versa in un assurdo degrado. Il dottor De Gregorio ha rassicurato il Sindaco di Sant’Agnello in quanto, come risulta dagli atti, sono stati stanziati fondi per un milione e 300mila euro per demolire e ricostruire ex novo parte del fabbricato ma l”iter ha una sua lineare complessità, in quanto richiede una variante al Piano urbanistico territoriale. Dal canto loro, gli uffici regionali competenti ci hanno assicurato una corsia preferenziale, affinchè si possa finalmente attuare questo piano di restauro. Il Dottor Sagrastani al termine dell’ incontro ha dichiarato:”Siamo impegnati per restituire sicurezza, decoro e vivibilità alla stazione Circum di S.Agnello. Faremo di tutto per offrire a residenti ed ospiti una stazione con servizi e ambienti degni di una cittadina turistica. Avanti per una S.Agnello più bella e vivibile“. (Fonte: Il Gazzettino Sorrentino)

Banco di Santa Croce, oggi si riunisce la commissione per la gestione dell’area

Vico Equense - Oggi si riunisce per la prima volta la commissione per la gestione e la fruizione della zona di tutela biologica del Banco di Santa Croce, in concessione demaniale alla Città di Vico Equense. Il Sindaco Andrea Buonocore, nei giorni scorsi, ha nominato come responsabile Antonino Miccio, direttore dell’area marina protetta di Punta Campanella dal 2004, Carmela Guidone, laureata in scienze naturali, Antonella Esposito, laureata in biologia delle produzioni marine ed Enrica Gargiulo, laureata in scienze biologiche con indirizzo “Biodiversità, conservazione e qualità ambientale”, che avranno il compito di formulare proposte e suggerimenti, assolvendo a una funzione di collegamento con le parti sociali e con le realtà produttive e imprenditoriali, per organizzare attività di promozione, tutela, fruizione e sorveglianza. Il Consiglio comunale, nei mesi scorsi, ha approvato all’unanimità il regolamento per l’ utilizzo della zona di tutela biologica del Banco di Santa Croce. Si tratta di un provvedimento che nasce con lo scopo di salvaguardare un’area marina di grande interesse naturalistico. Per questo motivo sono stati previsti una serie di paletti che mirano a una fruizione consapevole dell’oasi. Un risultato che si è potuto raggiungere grazie alla sinergia tra Assessorato al demanio di Vico Equense, Capitaneria di porto e le associazioni del territorio, ma anche, e soprattutto, al lavoro fatto in precedenza dall’ex Assessore Antonino Di Martino, che tanto si è speso per il conseguimento di questo risultato, operando in sinergia con gli operatori locali e le associazioni ambientaliste territoriali che s’interessano a quest’area marina. Lavoro ripreso, integrato e aggiornato dall'attuale Assessore al demanio Angelo Castellano.  Già oggetto di studio da parte del mondo scientifico sin dall’ 800, il Banco di Santa Croce, negli anni 90 fu inserito all’interno del costituendo Parco Marino Punta Campanella addirittura come zona A, al pari dello scoglio del Vervece e di Vetara, in ragione della sua elevata biodiversità e per il suo fondamentale ruolo nell’equilibrio dell’ecosistema circostante. Ma successivamente, per ragioni non note, il Banco fu stralciato dal parco. Nel giugno 1993, su proposta dell’associazione Marevivo, il Ministero della marina Mercantile con apposito decreto decise di istituire la Zona di Tutela Biologica Z.T.B. “Banco di Santa Croce” vietando la pesca sia professionale, sia sportiva in un’area di 300mt di diametro.

Ecologia. Comuni Ricicloni, premiato Vico Equense. Il Sindaco Buonocore: “Il prossimo passo sarà la riduzione della tassa sulla spazzatura”

Vico Equense - Si conferma anche quest'anno tra i Comuni Ricicloni la Città di Vico Equense. L'amministrazione guidata dal Sindaco Andrea Buonocore, è stata premiata questa mattina a Roma. Nell'ambito della XXIV edizione della speciale classifica stilata da Legambiente, patrocinata dal Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio, sono stati premiati i comuni che oltre ad una percentuale di raccolta differenziata (RD) uguale o superiore al 65%, hanno anche una produzione procapite di rifiuto indifferenziato (data dalla somma del secco residuo e dalla quota non recuperata dei rifiuti ingombranti) inferiore o uguale ai 75 Kg/anno/abitante. “Con l'introduzione del nuovo sistema di raccolta, - commenta il Sindaco Andrea Buonocore - partito lo scorso marzo, a Vico Equense la raccolta differenziata è passata dal 69% all'84%. Oggi, a Roma, nell'ambito dei riconoscimenti attributi ai "Comuni Ricicloni", ho avuto il piacere di ritirare il premio per la migliore raccolta differenziata del legno, attributo a soli due comuni in tutta Italia. Oltre agli operatori ed agli uffici preposti, il mio personale ringraziamento va ai veri protagonisti di questo successo: i cittadini. Il prossimo passo sarà la riduzione della tassa sulla spazzatura. Segno di riconoscimento e premio per l'impegno profuso.” Il Premio, a Vico Equense, è stato assegnato da Rilegno, per l’impegno profuso nella raccolta del legno. Rilegno, partner dell’evento e consorzio della filiera legno all’interno del sistema Conai (Consorzio Nazionale Imballaggi), ogni anno individua dei Comuni virtuosi. Alla cerimonia oltre al Sindaco di Vico Equense, hanno partecipato il responsabile del settore ecologia del Comune di Vico Equense Ferdinando De Martino e il responsabile della Sarim, la società che si occupa della raccolta differenziata sul territorio di Vico Equense, Michele Manganaro.

Slow Food partecipa a “Colli in Festa”

Piano di Sorrento - Il prossimo 25 , 26 e 27 giugno a Piano di Sorrento, ritorna “ Colli in Festa ”, la manifestazione a cura dell 'Arciconfraternita della SS. Trinità , presso l' Istituto Comprensivo Scolastico a Via San Pietro. Si ripropone un’antica festa contadina, che pare risalisse ad oltre mille anni fa, propiziatrice del buon raccolto e già ripresa nell’antichità dai monaci benedettini dell’Abbazia di San Petri ad Germinam, che si presume fosse situata nell’attuale Antico Parco del Principe. In quella occasione veniva allestita una fiera, vera attrazione per i paesi limitrofi. Ci sarà la partecipazione della Condotta Slow Food Costiera Sorrentina e Capri e dei produttori del Mercato della Terra Costiera Sorrentina a valorizzare l’iniziativa delle importanti radici storiche, culturali e contadine. In particolare domenica 25 alle 19:30 con la tavola rotonda “ Dibattito sulla Noce della penisola sorrentina: eccellenza del territorio, conosciuta in tutto il mondo, oggi quasi dimenticata ”, interverranno il presidente della Condotta Mauro Avino, Luisa Miniero membro del comitato promotore del Presìdio Slow Food della noce, Elena De Marco agronomo e consigliere del comitato di Condotta. Lo scopo è quello di arrivare presto ad un marchio di tutela della noce della sola area sorrentina. Tra le tante iniziative che arricchiranno la manifestazione, l’imperdibile passeggiata didattica domenica mattina sul Monte Vico Alvano a cura di Nello Trapani con colazione contadina e la dimostrazione didattica sul mondo dei rapaci martedì 27 alle ore 16:30, a chiudere con la sfilata di moda con capi basati sull’arte del riciclo. Il centro di tutta la manifestazione sarà la processione della B.V. del Rosario, in occasione della natività di San Giovanni Battista, la confraternita rossa della Trinità, porterà in ascensione la Madonna fino alla cappella di San Pietro e Paolo all'interno dell’Antico Parco del Principe e dove sosterà una settimana.
 

Metanizzazione, chiusa di notte la rampa della SS. 145

Vico Equense - Anas comunica che – per consentire lavori di posa in opera di condutture da parte di una società del gas – tra lunedì 26 e martedì 27 giugno 2017, in esclusivo orario notturno compreso tra le 22.00 e le 6.00 del giorno successivo, sarà attiva la chiusura della rampa di immissione, in direzione Sorrento, dello svincolo di Vico Equense (km 17,600) della strada statale 145 “Sorrentina”, in provincia di Napoli. Il traffico veicolare verrà deviato lungo la SS145 in direzione di Napoli, con inversione di marcia consentita in corrispondenza dello svincolo di Castellammare di Stabia (villa Cimmino) al km 9,600. All’approssimarsi delle aree di cantiere vigerà il limite di velocità di 30 km/h ed il divieto di sorpasso per tutte le categorie di veicoli.

Festa della musica nelle scuole al San Carlo

San Carlo
Anna Persico di Arola al primo Musical Talent School della Campania 

Vico Equense - “La musica è più forte!”: si è svolta all’insegna di questo, messaggio trasmesso da bambini e ragazzi dalla scuola primaria alle superiori, la grande festa della musica di martedì 20 giugno al teatro San Carlo in occasione del primo Musical Talent School della Campania. Hanno partecipato alle esibizioni 500 studenti provenienti da 36 scuole della Campania, ammessi alla fase finale dopo le selezioni svolte presso presso l’IPIA Sannino a Ponticelli. Fra i candidati la bambina Anna Persico, che frequenta la classe quinta della scuola primaria di Arola appartenente all’Istituto Comprensivo “Caulino”di Moiano. La nostra giovane cantante ha interpretato con grande sicurezza e capacità vocali il brano “Hello”. Il concorso è stato indetto dall’Ufficio Scolastico regionale per la Campania con l’intento di offrire opportunità alle tante talentuose realtà, spesso inespresse, ma presenti in gran numero nelle scuole della nostra regione, ed è finalizzato, in collaborazione con il Teatro San Carlo, alla costituzione di un’orchestra, di un coro e di un corpo di ballo scolastici regionali. Le esibizioni sono state articolate in cinque sezioni, Danza classica, Danza moderna, Orchestra, Band, Musicisti solisti, Cori, Cantanti solisti ed hanno toccato tutti i generi musicali, dal classico al pop al rock, mostrando una grande voglia di fare musica da parte degli studenti. La giornata ha visto aggregazione, socialità e tanta creatività nel nome della musica, una grande risorsa educativa per la crescita per la crescita delle persone e della regione. Alla manifestazione sono stati presenti la Dirigente dell’USR Campania che ha promosso il progetto, dott.ssa Luisa Franzese, l’organizzatore prof. Rosario D’Uonno, il M.° Carlo Morelli referente per il teatro San Carlo. I nomi dei premiati saranno resi noti nel corso della cerimonia che si terrà in una sede istituzionale nel corso della prossima settimana.

VIDEO

Al “Premio Biagio Agnes” riflettori puntati su “fakenews” e femminicidio


di Claudia Esposito 

Sorrento - Il premio internazionale di giornalismo “Biagio Agnes”, che torna a Sorrento con la sua nona edizione da venerdì 23 giugno a domenica 25, sarà come sempre occasione per trattare temi di stringenti attualità prima di insignire i premiati del 2017 nello scenario di Marina Grande, sabato sera. La cerimonia di premiazione sarà infatti preceduta da due dibattiti su due temi “caldi” del momento: le “fake news” (le false notizie) e il femminicidio, che saranno entrambi affrontati in tutte le loro molteplici sfaccettature grazie ad esperti del settore. Il primo convegno, che aprirà ufficialmente i lavori del premio “Biagio Agnes 2017”, è previsto venerdì 23 giugno alle ore 17 nella sala consiliare del Comune di Sorrento e avrà come titolo “Libertà di informazione. Fake news e post verità”.
 

Ischia, inaugurata la mostra di arte contemporanea nell’ambito della rassegna “Torri in festa, torri in luce”

di Claudia Esposito 

Ischia - Resterà aperta fino al 30 giugno la mostra di arte contemporanea presso Pineta Villari dove i padroni di casa hanno aperto al pubblico la dimora di famiglia per l’interessante vernissage con opere degli artisti Lionel Favre, Marco Abbandoni, Stefano Canella, Mark Dixon, Fabio e Paolo Lastrucci. La Mostra, curata dalla gallerista M.G. Villari rimarrà aperta fino al sino al 30 Giugno in contemporanea con la rassegna “Torri in festa torri in luce” ideata dall’architetto Aldo Imer 7 anni fa. A raccontare la storia della manifestazione, anche una galleria di foto visibili presso Villa Arbusto.: “Sette anni fa – spiega l’architetto Marina Fumo del dipartimento di Ingegneria civile, edile e ambientale dell’Università Federico II di Napoli - iniziammo con una mostra presso la magnifica Torre di Guevara, antistante il Castello Aragonese. Fu un’iniziativa atta alla valorizzazione di quel luogo e mettere in risalto le opere che ospitava. Insieme con Aldo Imer programmammo subito per l’anno successivo una manifestazione itinerante per tutta l’isola d’Ischia per esaltarne in primis i paesaggi e poi le meravigliose torri che sorgono in tutto il contesto insulare attraverso diverse forme di Arte, musica, ballo, luci e colori”. “Ischia - prosegue la marketing manager Luana Pezzuto - è una fucina di emozioni. Non si finisce mai di apprezzarla ed è grazie a questa manifestazione che otteniamo la consapevolezza dei luoghi, aiutandoci poi a comunicarla e a vedere meglio la nostra destinazione di viaggio”.
 

Gli alunni dell’Istituto “San Paolo” partecipano alla Summer School

Sorrento - Le attività didattiche dell’Istituto “San Paolo” di Sorrento proseguono anche durante la pausa estiva. Per i ragazzi più meritevoli delle classi terze e quarte dell’indirizzo turistico ed enogastronomico è stata organizzata una Summer School residenziale di tre giorni in Cilento dedicata alla dieta mediterranea. La scuola ha inteso offrire agli alunni più meritevoli un percorso formativo di qualità predisposto in sinergia con istituzioni ed enti cilentani. Infatti, i partecipanti hanno visitato l’Istituto Sperimentale di Orticoltura di Pontecagnano per approfondire la biodiversità agricola della Campania. Infatti, questo istituto di ricerca ha in corso un importante progetto per caratterizzare varie produzioni orticole e frutticole che sono quasi scomparse dal territorio regionale. Un’altra tappa, già effettuata, è quella presso l’Azienda Sperimentale Improsta di Eboli, centro di eccellenza per la ricerca bufalina. Nei prossimi giorni, i ragazzi visiteranno il Museo dedicato alla Dieta Mediterranea, con sede a Pioppi. Nella stessa cittadina, incontreranno la signora Lina Pinto, autrice di numerose pubblicazioni sulla dieta mediterranea cilentana. Successivamente, visiteranno il famoso Caseificio “Vannulo” ed il Frantoio “La Torretta” per degustare l’olio extra vergine d’oliva DOP “Colline Salernitane”. Con questa iniziativa, fortemente voluta dalla dirigente prof.ssa Paola Cuomo, si intende potenziare le competenze professionali degli studenti, facendo conoscere loro il “valore” dell’agroalimentare campano che è da considerarsi un potente attrattore turistico, al pari dei monumenti più importanti della regione.

mercoledì 21 giugno 2017

“Picciridda”, questa sera a Vico Equense la presentazione del romanzo di Catena Fiorello

Vico Equense - La scrittrice siciliana Catena Fiorello, «sorella d'arte» dell'attore Beppe e dello showman Rosario, torna per la seconda volta a Vico Equense, a distanza di un anno, per presentare il romanzo “Picciridda”. A fare gli onori di casa, al Gran Caffè Zerilli, in piazza Umberto I, Giovanna Starace della libreria Ubik. Ambientato nell’Italia degli Anni ‘50 e ‘60, nel periodo della depressione, il romanzo volge lo sguardo ai bambini, molti dei quali affidati ai nonni o agli zii mentre i genitori emigravano in cerca di fortuna. “Quei sacrifici – ha detto Catena Fiorello - avrebbero dovuto rendere ricchi i miei genitori, e tutti quelli che come loro hanno rinunciato a un pezzo della loro esistenza in cambio di un lavoro. E quando poi sono ritornati nel paese dal quale erano partiti, avevano perduto per forza di cose una parte di vita, fatta di rapporti umani, amicizie, frequentazioni e quotidianità. Così non erano né di qua né di là. Infatti erano emigrati. Un’altra cosa…” Il libro ha richiesto una grande documentazione e a cui l’autrice si sente molto legata tanto da curare persino l’immagine di copertina. Catena Fiorello in Picciridda racconta la storia della piccola Lucia, figlia di migranti rimasta nella sua terra d’origine, insieme ai nonni e all’enorme peso che dovrà portarsi addosso: l’incomprensione e la solitudine. Nel piccolo paesino di Leto, lungo la costa tra Messina e Catania, farà la conoscenza di personaggi particolari, che riempiranno il suo piccolo cuore solitario. Lucia si sente una gallina nera tra le bianche e vive come un'ingiustizia l’abbandono dei genitori e deve tener testa ad una nonna severa e amorevole che la salverà da chi ha fatto tanto male ad ambedue. Una storia malinconia, ma alla fine del suo viaggio Lucia riuscirà a emergere dai suoi dispiaceri e a diventare una donna forte e coraggiosa. “In un periodo come questo – aggiunge l’autrice - mi è sembrato significativo ripartire da una donna che ce l’ha fatta da sola. Che riesce a salvarsi credendo nella propria forza. “

Via Sconduci. Le attività rumorose disciplinate da un'ordinanza

Andrea Buonocore
Il provvedimento regolamenta con orari precisi il lavoro nei due cantieri edili 

Vico Equense - Tutela della salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività, ma anche diritto al riposo e alla quiete pubblica in un particolare periodo, quale quello estivo, deputato alle vacanze e quindi allo svago e al relax. Questi i motivi principali alla base di un’ordinanza del Sindaco Andrea Buonocore, che mette nero su bianco le regole a cui attenersi per quanto concerne l’attività svolta nei cantieri edili in via Sconduci, dove sono in atto lavori per la realizzazione di box interrati, che avvengono con l’ impiego di mezzi meccanici di grosse dimensioni. “E’opportuno, - ha dichiarato il Sindaco Buonocore - durante il periodo estivo, contenere la presenza di attività lavorative rumorose nel Comune a causa della loro incidenza negativa sulla naturale vocazione al riposo e al silenzio del territorio.” In particolare il provvedimento disciplina gli orari di queste attività fino al 31 agosto 2017 (Mattina 08.00 – 13.30. - Pomeriggio 16.30 – 19.00). Scopo dell’ordinanza è quello di conciliare il più possibile le esigenze lavorative dei vari cantieri con le legittime aspettative dei residenti e turisti che scelgono il territorio vicano come luogo privilegiato per la loro villeggiatura.

Fiorello alla IX Edizione del Premio Biagio Agnes 2017

Fiorello
Alla cerimonia di premiazione, ripresa dalle telecamere di Rai Uno, anche i cantanti Noemi, Silvia Salemi, Ricchi e Poveri, Carly Paoli e Ron. E i ballerini Samata Togni e Samuel Peron

Sorrento - Chissà cosa ha in serbo, il vulcanico Fiorello, per stupire il pubblico durante la cerimonia di premiazione della IX edizione del “Premio internazionale del giornalismo Biagio Agnes 2017”, che andrà in scena nell’incantevole cornice di Marina Grande a Sorrento, sabato 24 giugno alle ore 21. L’eclettico showman è tra i 16 vincitori della manifestazione. La sua irriverente “Edicola Fiore”, la rassegna stampa quotidiana che ha catturato l’attenzione di un variegato pubblico, si è aggiudicata il premio “Nuove Frontiere del giornalismo”. Ogni mattina su SkyUno e TV8, da anni, l’attore, conduttore, cantante, imitatore e doppiatore, diverte e informa a suo modo. Commentando le notizie del giorno con il suo stile unico e semplice. Il Premio Biagio Agnes, da anni un appuntamento clou del mondo dell’informazione, anche per il 2017 si conferma un evento di alto spettacolo ed intrattenimento. Infatti Fiorello non sarà l’unica stella presente. Un cast d’eccezione animerà la cerimonia di premiazione. Le dolci e coinvolgenti note delle melodie di Silvia Salemi, Ricchi e Poveri, Noemi, Carly Paoli e Ron coinvolgeranno il pubblico. I ballerini Samuel Peron e Samanta Togni incanteranno gli spettatori. Il gotha del giornalismo nazionale e internazionale dibatterà su temi di stretta attualità come femminicidio e fake news.

Dal Pizza Village all`Unesco «Tutelate l`arte dei pizzaioli»

Raccolte un milione e mezzo di firme, l'Africa si schiera 

Fonte: Luciano Pignataro da Il Mattino

Inutile girarci attorno: il vero teina di quest'anno al Pizza Village è la pratica che verrà studiata la settimana prossima dagli esperti sul riconoscimento dell'Arte dei Pizzaioli Napoletani all'Unesco. Martedì con la consegna delle 50mila firme di Coldiretti Campania e delle l00mila raccolte da Unaprol m tutta Italia è stato raggiunto e superato l'obiettivo del milione e mezzo di firme. E il presidente nazionale della Coldiretti Moncalvo ha rilanciato: possiamo arrivare a due milioni. Una mobilitazione senza precedenti per sostenere l'iniziativa della Fondazione Univerde presieduta da Alfonso Pecoraro Scanio e dall'Associazione Pizzaioli Napoletani presieduta da Sergio Miccu che ha l'appoggio anche della Cna. Che però non è solo numerica, ma qualitativa come si è dimostrato con il sostegno dell'ambasciatore della Repubblica Democratica del Congo in visita al Pizza Village Albert TshiselekaFelha, Ambasciatore della Repubblica Democratica del Congo: «Ringrazio il Presidente di UniVerde Alfonso Pecoraro Scanio per avermi presentato la petizione #pizzaUnesco che ho firmato con gioia. Sosterrò il messaggio di conoscenza di questa arte tradizionale napoletana attraverso progetti pilota in Congo, in particolare, e in Africa, in generale».
 

Rc auto, addio tariffa ridotta per i campani virtuosi

Cancellati gli emendamenti di Russo (Fi), Impegno (Pd) e Di Maio (M5S): «Vincono le lobby assicurative» 

Fonte: Angelo Agrippa da Il Corriere del Mezzogiorno 

Napoli - Dopo due anni di tira e molla, di battaglie parlamentari e annunci dai toni trionfalistici, si toma al punto di partenza, a dimostrazione del fatto che il tema della riduzione delle tariffe assicurative della Rc auto per gli automobilisti virtuosi della Campania non è per niente abbordabile, nemmeno se a sostenere l'iniziativa parlamentare sono esponenti di spicco di Forza Italia, del Pd e dei 5 stelle, come Paolo Russo, Leonardo Impegno e il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio. «Rc Auto: un nuovo schiaffo del governo ai cittadini della Campania, che continuano a pagare più di quanto le compagnie assicurative chiedono agli automobilisti di altre regioni d'Italia — commenta il deputato e coordinatore azzurro della città metropolitana di Napoli, Paolo Russo —. Bocciati gli emendamenti con i quali si è provato a reintrodurre, nel ddl Concorrenza, ciò che in Senato era stato cancellato e vale a dire il diritto di un automobilista virtuoso della Campania a pagare quanto mediamente paga un omologo in altre parti del Paese. L'ennesimo affronto del Governo — conclude Russo — agli abitanti di Napoli e della Campania per proteggere le lobby assicurative che ha imbarazzato perfino una parte del suo Pd, visto che anche il collega Impegno si è visto rispedire al mittente gli emendamenti presentati».
 

Raduno regionale della Lambretta a Vico Equense

Le vecchie signore a due ruote sfilano in Corso Umberto I

Vico Equense - Venerdì 23 giugno, il Moto Club “Old Lambretta Campania ASD” organizza un raduno a Vico Equense: dalle 15.00 alle 17.00 tante lambrette di tutti i modelli si riuniranno in Corso Umberto I. La Lambretta è uno scooter italiano prodotto dal 1947 al 1972 nel quartiere Lambrate di Milano dalla Industria meccanica Innocenti. Il nome “Lambretta” deriva dal fiume Lambro, che scorre nella zona in cui sorgevano proprio gli stabilimenti di produzione. I meno giovani ricorderanno certamente la rivalità, negli anni sessanta, tra la Lambretta e la Vespa, quando Gregory Peck e Audrey Hepburn, capelli al vento, cavalcavano la seconda nel famoso film ‘Vacanze romane’.

Furti in spiaggia, in costiera torna l`allarme

Predoni a caccia di oggetti di valore: arrivano e scappano con la Circumvesuviana 

Fonte: Ciriaco M. Viggiano da Il Mattino 

Sorrento - Quando ha visto quella borsa, lasciata incustodita sulla spiaggia da una turista americana, non ha avuto esitazioni. L'ha afferrata e poi nascosta in una sacca che aveva con sé, prima di fuggire verso la stazione della Circumvesuviana. Ad arrestare Carmine Palmisciano, però, ci hanno pensato i poliziotti di Sorrento. Ieri il processo per direttissima, al termine del quale il 28enne di Poggiomarino è stato condannato a sei mesi di carcere e subito rimesso in libertà. Primo pomeriggio di lunedì. Marina Piccola è come sempre affollata, nonostante sia il primo giorno della settimana. Brulica di persone soprattutto la spiaggia di San Francesco, l'unico tratto di arenile dove i bagnanti possono accedere liberamente. Tra loro c'è una turista statunitense, da alcuni giorni in vacanza in Costiera. Il caldo è insopportabile e la donna decide di tuffarsi in acqua, lasciando però incustodita la borsa: una distrazione imperdonabile, visto che all'interno ci sono contanti, una videocamera e una macchina foto grafica. Ed è a quel punto che, secondo quanto ricostruito dalle forze dell'ordine e confermato dai giudici, Palmisciano entra in azione. Si avvicina alla borsa e l'afferra nascondendosi con un asciugamano; poi la infila in una sacca che ha con sé e si dirige in fretta e furia verso la stazione della Circumvesuviana, probabilmente con l'obiettivo di rientrare a Poggiomarino con la refurtìva.
 

Meta di Sorrento, 71enne trovato morto in mare


Fonte: Ciriaco M. Viggiano da Il Mattino 

Meta - Il suo corpo era in prossimità della riva, lungo la spiaggia di Meta. Addosso aveva solo il costume, segno che un malore l'aveva probabilmente stroncato mentre faceva il bagno. Protagonista della drammatica vicenda è Michele Maresca, 71enne di cui si erano perse le tracce ieri mattina e che durante la scorsa notte è stato ritrovato senza vita. L'anziano, nato nel giugno 1946 e residente a Meta, era uscito di casa alle 9.30 e non era più rientrato. Comprensibile la preoccupazione dei familiari che avevano allertato i carabinieri della stazione di Piano e della compagnia di Sorrento. Le ricerche, purtroppo, si sono tragicamente concluse la scorsa notte col ritrovamento del cadavere di Maresca. L'uomo aveva lasciato gli indumenti sul molo della Marina di Meta e si era immerso in acqua. A quel punto, stando alle prime ricostruzioni, sarebbe stato stroncato da un improvviso malore. A chiarire definitivamente le cause della morte, comunque, potrebbe essere l'autopsia che la Procura della Repubblica di Torre Annunziata valuta di disporre già nelle prossime ore.

Lella Gallifuoco, conquista lo “Spaghetto d’oro” alla Coppa Mediterranea 2017

Lella Gallifuoco
Un’eccellenza napoletana e italiana giustamente premiata e riconosciuta

Fonte: Giuseppe Ino da tivoo.it

Vico Equense - Lella Gallifuoco, punta di diamante di “Da Pasqualino”, storica pizzeria e ristorante brillantemente operativa dal 1928 al Borgo Loreto, nel cuore di Napoli antica, è stata consacrata Spaghetto d’oro nel corso della edizione 2017 della Coppa Mediterranea Pizza di qualità, svoltasi per due giorni di recente a Vico Equense, sulla Penisola Sorrentina. La manifestazione promossa da Michele Cuomo, vicano, Presidente dell’Associazione Pizza a Vico ed Alfredo Folliero, napoletano, Presidente dell’Unione Pizzaioli Tradizionali e Ristoratori che da anni promuove la passione per la cucina mediterranea in Italia e nel mondo, espletando anche dei validi corsi di formazione professionale per maestri pizzaioli, ha visto sfidarsi a suon di forni e fornelli per due giorni, operatori del settore provenienti da tutta Italia, al fine di conquistare la Coppa Europea della Pizza di Qualità. La competizione si è articolata in più batterie di gara: la Margherita doc , il Calzone Doc, Pizza Dessert e la Pizza Innovativa, accanto ai Sapori del Sud, Pizza al metro, in pala, Spaghetto d’Oro ed ha visto in scena anche momenti esilaranti di show-cooking da parte degli ospiti dell’evento, show di pizza acrobatica e master su farine e materie prime di qualità con l’obiettivo di trasmettere al pubblico ed ai media il messaggio dell’importanza della qualità del prodotto da proporre al consumatore. Già istruttrice UPT&R , campionessa mondiale di pizza fritta e vincitrice di molti altri prestigiosi riconoscimenti, Lella Gallifuoco, “figlia d’arte”, attivissima esponente con il papà Giovanni, le sorelle Linda, Rosa Angela, la mamma Annamaria Mazzotta e la zia Giovanna Mazzotta della rinomata azienda Da Pasquailno, unica sede al Borgo Loreto, si è aggiudiacato il primo posto nella categoria “Spaghetti d’oro”, confezionando in quella sede un gustosissimo primo piatto dal sapore ed il profumo tipici del golfo partenopeo a base di cozze gamberetti e calamari con pomodorini del piennolo del Vesuvio e prezzemolo fresco.