sabato 6 giugno 2020

Vico Equense. De Luca e Rossano, Buonocore: "Mai e poi mai consentirò la chiusura del pronto soccorso"

Vico Equense - Nel corso dell’ultimo Consiglio comunale, rispondendo a una domanda di attualità, il Sindaco Andrea Buonocore ha confermato che non consentirà, mai e poi mai, la chiusura del pronto soccorso dell’ospedale De Luca e Rossano. Il tema, che oggi trova spazio anche sul quotidiano Metropolis, è di stretta attualità. “Fino a quando sarò sindaco – dice Buonocore - non consentirò mai che il pronto soccorso venga ridimensionato o chiuso, a costo anche di dormire in ospedale al piano terra”. Il Primo cittadino definisce una “sciagurata ipotesi” quella che da alcuni giorni gira in Città, circa un nuovo assetto dei servizi sanitari in tutta la penisola sorrentina, che però al momento non trova nessuna conferma ufficiale. “Siamo legati – continua Buonocore - all'ospedale e tutti pensano che preservarlo è necessario. Il De Luca e Rossano è parte integrante del territorio di Vico Equense. Se mai vedrà luce l'ospedale unico della penisola sorrentina, penso che la nostra città debba avere la certezza di un Psaut come Dio comanda. Siamo il comune più popoloso e ampio della penisola sorrentina e siamo anche la città più estesa. Vico Equense necessita, e l’esperienza Covid l’ha evidenziato, di una struttura efficiente”.

Pulizia dei fondali marini: al via l’operazione Spazzamare al Banco di Santa Croce

Vico Equense - Lunedì prossimo, 8 giugno, scatta l’operazione Spazzamare, la più importante giornata di pulizia dei fondali mai realizzata in Italia, organizzata congiuntamente dal progetto europeo Clean Sea LIFE e dal Corpo delle Capitanerie di Porto. In occasione della Giornata Mondiale degli Oceani, i sommozzatori si immergeranno nella zona di tutela biologica del Banco di Santa Croce, area demaniale in concessione al Comune di Vico Equense. Gli oggetti recuperati saranno catalogati, pesati e poi smaltiti. Le attività saranno rilanciate sui social con hashtag #Spazzamare. Le immagini dei delfini, squali e persino balene nei porticcioli, in questi mesi di immobilità, hanno stupito gli italiani, rivelando una biodiversità spesso inaspettata per il Mediterraneo. L’acqua limpida, però, ha rivelato anche la quantità di bottiglie, sacchetti di plastica e copertoni che giacciono sui fondali, oltre a guanti e mascherine, ormai segnalati ovunque in mare. La Guardia Costiera di Castellammare di Stabia coordinata dal Comandante Ivan Savarese, Capo del Compartimento Marittimo a cui appartiene il litorale di Vico Equense, condividendo gli obiettivi del progetto europeo Clean Sea Life, parteciperà all’evento accanto ai tanti volontari. Oltre agli uomini della Capitaneria di porto di Castellammare di Stabia e della Delegazione di Spiaggia di Vico Equense, ci sarà Underwater works e diving di Angelo Orazzo, l'AVF (Associazione Volontari del Faito), la Protezione Civile della Città di Vico Equense, la Sarim, la Lega Navale sezione di Vico Equense, il responsabile del settore ecologia del Comune Ferdinando de Martino, il delegato al demanio in cabina di regia Bartolo Staiano, il Comandante della Delegazione di spiaggia di Vico Equense Maurizio Bellotti, ci saranno anche sommozzatori volontari, diportisti e pescatori locali. Questa giornata straordinaria di tutela dei nostri mari, si concluderà con i saluti del Sindaco Andrea Buonocore. Clean Sea Life è un progetto europeo di sensibilizzazione sui rifiuti marini che coinvolge gli amanti del mare: subacquei, diportisti, pescatori, studenti e cittadini in una campagna straordinaria di pulizia di coste e fondali in tutta Italia.

venerdì 5 giugno 2020

Sorrento. Giornata Mondiale dell'Ambiente, nuove iniziative per il verde pubblico e l'arredo urbano

Sorrento - Una piattaforma online con informazioni sul verde pubblico di Sorrento. E panchine ecosostenibili realizzate con plastica riciclata. Sono alcune delle iniziative varate dall'amministrazione comunale di Sorrento e da Penisolaverde, in occasione della Giornata Mondiale dell'Ambiente che si celebra oggi. Attraverso il sito www.penisolaverde.com sarà possibile, a partire da domani, consultare la mappa di alberi e piante presenti sul territorio comunale. Un censimento del patrimonio arboreo a disposizione di chiunque voglia approfondire l'argomento. “Inoltre, in piazza Angelina Lauro, abbiamo provveduto ad installare dei pannelli che illustrano i tipi di piante che adornano l'area, la loro provenienza e le particolarità - spiega l'assessore al Verde Pubblico, Mariano Gargiulo - Un impegno, quello per l'ambiente, che proseguirà nelle prossime settimane con l'acquisto di veicoli elettrici per il servizio ecologia, e che si è già concretizzato con la piantumazione di alberi di alto fusto nel centro cittadino e presso la Pineta Le Tore e la separazione delle acque nere da quelle bianche degli impianti fognari. L'obiettivo è quello di trasformare Sorrento in città green”. “Dalla Bandiera blu passando attraverso i vari provvedimenti plastic free, Sorrento si presenta in questa nuova fase di ripartenza, a cittadini e turisti , con tante iniziative - interviene l’assessore all’Ambiente, Rachele Palomba - Tra queste si segnalano le panchine, dono di Caracol Studio, società specializzata nella stampa 3D, istallate stamattina fuori la libreria Tasso, utilizzando materiali riciclati, di natura termoplastica e di uso comune come bottiglie o bicchieri, che diventano elementi di arredo urbano. Il tutto in chiave ecosostenibile e nel rispetto dell'ambiente”.

Consiglio comunale. Vico riparte

Vico Equense - Consiglio comunale. Tra i vari punti all’ordine del giorno si è discusso dell’atto di indirizzo “Vico riparte”: misure e azioni di sostegno alle famiglie e alle attività commerciali a seguito dei danni economici causati dall’emergenza epidemiologica da covid-19, presentato dalla minoranza. Nel suo intervento il sindaco Andrea Buonocore stronca il documento.

 

Un anno fa era tempo di Festa a Vico…

Vico Equense - Un anno fa era tempo di Festa a Vico, la manifestazione ideata dallo chef Gennaro Esposito, con il patrocinio del Comune di Vico Equense. E allora, brindavamo tutti insieme celebrando la cucina italiana e la diciassettesima edizione della kermesse, che ha ospitato come - di consueto - produttori, chef e... MasterChef. È stata una grande Festa. A causa dell’emergenza sanitaria, la diciottesima edizione della Festa è stata posticipata, ma si farà. Speriamo di comunicare al più presto “quando e come” – probabilmente a fine anno – perché ovviamente le modalità cambieranno e terranno conto di quello che tutti stiamo vivendo.

 

València è pronta ad accogliere i primi viaggiatori

“I tavoli all'aperto sotto il sole del Mediterraneo, l'arte di tutti i tempi nei musei e le spiagge sicure tornano ad accogliere l'estate” 

di Harry di Prisco

I voli dall'Italia riattivati dal 1° luglio
Ryanair riprenderà i voli dall'inizio di luglio e quindi sarà possibile volare a Valencia da Bari, Bergamo, Bologna, Cagliari (in agosto), Milano, Napoli, Palermo, Pisa, Roma, Treviso, Torino e Trieste. Vueling recupera il volo Catania- València da agosto e Wizzair farà debuttare il suo volo giornaliero Milano- València dal 17 luglio. Anche quest'estate Alitalia collegherà Roma a València.
I ristoranti di València si reinventano
La chef Begoña Rodrigo annuncia le novità delle prossime settimane, con la riapertura del suo ristorante gastronomico con una stella, La Salita, in un piccolo palazzo del quartiere Ruzafa. Condividerà lo spazio con un altro nuovo progetto, El Huerto, con una cucina che metterà in rilievo le verdure come elemento principale. Inoltre, nell'ex sede de La Salita, verrà aperto lo spazio Farcit, un locale che servirà panini con prodotti di qualità e dove questa cucina veloce ma di qualità potrà essere abbinata a buoni vini e birre. Tre aperture molto diverse da provare! Ricard Camarena aggiunge un nuovo spazio nel suo ristorante nel centro d'arte Bombas Gens per offrire una nuova esperienza gastronomica con tavoli all'aria aperta. La delivery iniziata con il lockdown è rimasta. E così, alcuni dei migliori chef della città, come Quique Dacosta, María José Martínez del ristorante Lienzo o Nacho Romero di Kaimús continueranno ad inviare direttamente a casa dei clienti, o a cucinare direttamente da loro, le loro proposte gastronomiche. València aggiunge 12.000 m2 per i pedoni con la pedonalizzazione della Plaza del Ayuntamiento.
 

Vico Equense, la città torna covid-free. Il Sindaco: “Un passo alla volta stiamo tornando alla normalità”

Vico Equense ritorna a essere un comune covid-free. A dare la buona notizia è il sindaco Andrea Buonocore, con la pubblicazione del bollettino settimanale a cura del COC Centro Operativo Comunale. Il 15 maggio si sono registrati in Città due casi positivi. "Sono - commenta il sindaco Andrea Buonocore - felice di annunciarvi che, anche grazie al lodevole comportamento dei nostri due concittadini, i tamponi sono risultati negativi. Quotidianamente ci siamo sentiti telefonicamente aiutandoli in tutte le difficoltà che una situazione del genere porta con sé. Ancora una volta la giusta condotta dei nostri concittadini ha fatto in modo che il contagio non si allargasse. Gli atteggiamenti responsabili sono alla base della prevenzione. Siamo tutti chiamati a seguire le indicazioni degli Enti preposti, a non lasciarci andare ad atteggiamenti irresponsabili ed a mantenere alta la guardia. Un passo alla volta stiamo tornando alla normalità" conclude Buonocore.

Massa Lubrense. Piano spiagge libere

Massa Lubrense - Complessivamente il 60% delle spiagge libere riservate a costo zero esclusivamente ai residenti. A Marina del Cantone e Puolo in alcune zone lettini e ombrelloni gratis per i residenti e 50% dei posti riservati. Sarà possibile andare al mare nelle spiagge libere in due fasce orarie dalle 8.30 alle 13.30 e dalle 14 alle 19 con uno spacco di trenta minuti per la sanificazione. Prenotazioni obbligatorie con codice fiscale e per massimo due volte a settimana per dare la possibilità al maggior numero di persone di andare al mare. Spiagge affidate con convenzione per i servizi e la vigilanza ai Consorzi, ad Associazioni e ad operatori privati. A prendersi cura della Baia di Ieranto, l’Area Marina Protetta Punta Campanella. Lo stesso ente si occuperà delle prenotazioni su tutte le spiaggie. Per i primi giorni con un call center telefonico che sarà attivo da venerdì 5 (il cui numero sarà pubblicato sul sito e su fb del Comune) e poi con una app, in fase di elaborazione, e con prenotazioni telefoniche per le persone che non hanno molta dimestichezza con le nuove tecnologie. Sono questi i dati salienti del piano elaborato dall’Amministrazione comunale di Massa Lubrense per le spiagge libere che apriranno come previsto sabato 6 giugno. Oltre 600 i posti a disposizione sulle spiagge libere per i residenti, che arriveranno a 1200 considerando le due fasce orarie. Questo il commento del sindaco Lorenzo Balducelli: “Abbiamo fatto un grande sforzo per applicare i protocolli di sicurezza previsti dall’Ordinanza della Regione Campania e contemporaneamente assicurare il diritto dei nostri concittadini ad andare al mare.


Sorrento. A Villa Fiorentino in mostra le pagine dei quarant'anni di Surrentum

Sorrento - Aperta a Villa Fiorentino la mostra dedicata ai Quarant’anni di Surrentum. Il primo numero fu pubblicato nel 1981 come supplemento del Corriere Sorrentino, questa testata fu registrata l’anno successivo. Da allora Surrentum è diventato il fedele compagno dei sorrentini, degli operatori turistici e commerciali, di tanti turisti italiani e stranieri. La sua chicca è la mappa della città utilizzata ogni giorno da migliaia di visitatori per orientarsi nella ricerca di alberghi, ristoranti, esercizi commerciali, bellezze locali. La preziosa mappa (sul retro luoghi e notizie storiche di Sorrento) è presente in tutti i numeri e rinnova il ricordo dell’architetto Riccardo Iaccarino che la realizzò per donarla al nostro periodico. Tiratura limitata a qualche centinaio di copie, il primo numero fu stampato nel 1981 in bianco e nero. Era la sfida di un piccolo gruppo di pionieri dell'informazione turistica desiderosi di dare voce alla Città portando all’attenzione dei lettori le radici della “sorrentinità”, le peculiari caratteristiche del territorio, manifestazioni, eventi e iniziative di una località famosa nel mondo. Oggi tutti i numeri di Surrentum vengono stampati a colori e ogni tiratura è di circa 12mila copie che, in molti casi, vengono lette in Italia e all’estero. Il nostro periodico, tra l’altro, contribuisce a rappresentare l’immagine di Sorrento in occasione delle principali borse turistiche internazionali. Gli ultimi due numeri proposti on line sul sito www.surrentum.com A Villa Fiorentino la mostra con riproduzione delle prime pagine di tutti i numeri diffusi da Surrentum dal 1981. Una sorta di festa per i quarant’anni, un record per le pubblicazioni locali della costiera sorrentina. Otto-dieci numeri ogni anno. Collaborazioni volontarie e gratuite. Il segreto della continuità è tutto nella passione testimoniata da chi iniziò questa avventura e, in taluni casi, tuttora la condivide. C’è il desiderio di ricordare due compianti pionieri di Surrentum. Nino Paturzo, docente e Maestro d’arte. Antonino Fiorentino, “Il Professore”, la guida per tanti studenti della costiera giunti alla laurea in discipline umanistiche. Nel commosso ricordo di questi due amici fraterni, i quarant’anni di Surrentum non sono un traguardo, ma una tappa importante per consolidare lo stimolo a rinnovare l’impegno in questa avventura. Infine, un “grazie” doveroso a lettori, sponsor e inserzionisti che hanno contribuito al successo dei primi quarant’anni del nostro magazine.

giovedì 4 giugno 2020

Un click per il Sarno: Gori e i fratelli Abbagnale scendono in campo per la salvaguardia del fiume

Ercolano - In occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente, che ricorre il 5 giugno di ogni anno, GORI lancia la campagna “Un Click per il Sarno”, rinnovando il suo impegno per la salvaguardia del fiume campano noto, purtroppo, per essere tra i più inquinati d’Europa. Attraverso il volto e la voce dei fratelli Carmine e Giuseppe Abbagnale, ex canottieri originari di Pompei e vincitori di due titoli olimpici e sette mondiali, l’azienda invita i suoi utenti ad aderire al servizio Bolletta Web, che annulla definitivamente l’invio cartaceo e consente di ricevere le fatture GORI direttamente sulla casella personale di posta elettronica, senza ritardi e senza costi aggiuntivi. Un gesto semplice e veloce, ma soprattutto un’azione che fa bene all’ambiente: ad ogni adesione a Bolletta Web, GORI devolverà 1 euro all’iniziativa “Un Click per il Sarno”, che si inserisce nell’ambito di una più ampia pianificazione per la tutela e la valorizzazione del territorio servito. Si tratta, infatti, solo del primo step del progetto “GORI per il Sarno”, sviluppato in collaborazione con l’associazione ambientalista Marevivo Onlus, con cui è stato stipulato un protocollo d’intesa per la realizzazione del programma, organizzato in una serie di piani di azione aperti alla partecipazione anche di altre associazioni che vorranno unirsi. “Il lockdown ci aveva abituati ad immagini nuove e meravigliose: quelle del fiume Sarno e dei suoi affluenti finalmente ripuliti dagli scarichi abusivi - dichiara l’Amministratore Delegato di GORI, Giovanni Paolo Marati – La ripresa delle attività ci ha restituito i vecchi problemi, e ci ha fatto sentire ancora di più l’urgenza che ciascuno di noi fornisca il proprio contributo, anche attraverso un gesto semplice. Per questo chiediamo ai nostri utenti di prendere parte attraverso un click a questo processo virtuoso, aiutando il nostro progetto finalizzato al miglioramento delle condizioni del fiume e, di conseguenza, delle acque che bagnano il Golfo di Napoli”.
 

Sorrento. Avviso per nuove aree di sosta eccezionali e temporanee

Giuseppe Cuomo
Sorrento - Il sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo, ha firmato stamattina un'ordinanza per l'individuazione di nuove aree da adibire alla sosta di veicoli, in via eccezionale e temporanea, e limitatamente al periodo compreso tra il 6 giugno ed il 31 ottobre. I proprietari degli spazi, se interessati, potranno dare comunicazione dell'inizio della propria attività, all'Ufficio Attività Produttive del Comune di Sorrento. Le aree dovranno essere idonee, su attestazione del comando di polizia locale, ad evitare ricadute negative del flusso veicolare esistente e sull’ordine e la sicurezza pubblica, oltre a rispettare lo stato dei luoghi e l’ambiente. "A causa dell'emergenza Covid-19, sempre più persone utilizzano mezzi privati piuttosto che quelli pubblici - spiega il sindaco Cuomo - Questo determinerà, insieme all'aumento del traffico provocato dalla stagione turistica, l'inadeguatezza delle aree di sosta disponibili. L'individuazione di nuovi spazi dove parcheggiare i veicoli, permetterà di venire incontro alle nuove esigenze di mobilità".

Protezione civile regione Campania. Allerta meteo

Campania - La Protezione Civile della Regione Campania ha emanato un avviso di allerta meteo sull'intero territorio regionale a partire dalla mezzanotte e fino alle 23.59 di domani. Sulle zone 1, 2, 3, 5 (Zona 1: Piana campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana; Zona 2: Alto Volturno e Matese; Zona 3: Penisola sorrentino-amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini; Zona 5: Tusciano e Alto Sele) l'allerta sarà massima, ossia di colore Arancione mentre sulle restanti aree l'avviso è di colore Giallo. Nelle zone di allerta Arancione si prevedono "Precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio e temporale, localmente di forte intensità, in attenuazione dal pomeriggio-sera". Il quadro sarà associato a venti forti da Sud con locali raffiche nei temporali e a mare agitato con possibili mareggiate lungo le coste esposte fino al mattino. Il conseguente rischio è di tipo Idrogeologico diffuso con i seguenti scenari derivanti dall'impatto al suolo delle precipitazioni: Instabilità di versante, localmente anche profonda, frane superficiali e colate rapide di detriti o di fango; significativi ruscellamenti superficiali, anche con trasporto di materiale, possibili voragini per fenomeni di erosione; allagamenti di locali interrati e di quelli a pian terreno; innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua minori, con fenomeni di inondazione delle aree limitrofe, anche per effetto di criticità locali (tombature, restringimenti, occlusioni delle luci dei ponti); Scorrimento superficiale delle acque nelle strade e possibili fenomeni di rigurgito delle acque piovane con tracimazione e coinvolgimento delle aree urbane depresse; Possibili cadute massi in più punti del territorio.
 

#Unmaredibene: YouKnow raccoglie 800 Euro per aiutare la Croce Rossa Italiana

Riparte il turismo via mare in Campania, Italia e Europa 

Piano di Sorrento - Si conclude con un dato decisamente positivo la campagna #unmaredibene promossa autonomamente dall’agenzia di noleggio imbarcazioni YouKnow! di Piano di Sorrento. Ottocento, infatti, sono gli euro raccolti in meno di un mese dall’azienda peninsulare che, con il claim “Dona ora, viaggia domani”, ha permesso di acquistare con un anticipo anche di un anno il proprio tour in barca nelle più belle località italiane, greche e croate, e di donare immediatamente una percentuale alla Croce Rossa Italiana per la battaglia contro il Covid-19. Una bella iniziativa messa in campo dal CEO di YouKnow! Enrico Manzi e che dimostra la voglia degli italiani e degli stranieri di tornare a viaggiare. Intanto la YouKnow! oggi è tornata a solcare il mare in totale sicurezza. Con l’hashtag #iopartosicuro propone noleggi, locazioni e tour privati nel Golfo di Napoli e sono partiti anche i piccoli tour di gruppo in Puglia, Sicilia, Liguria e Venezia, oltre i nuovissimi tour in barca in Grecia e Croazia. Un segnale molto importante per il turismo peninsulare e italiano.

Vico Equense. Questa terra è la mia terra

Peppe Guida e l'inseparabile Timoty
Il Mattino di oggi, nella pagina del gusto, parla di Peppe Guida. Lo chef di Vico Equense diventato il beniamino del pubblico con le sue dirette. Semplicità, professionalità, amore per il territorio e per i prodotti che produce. Se dovessi scegliere un volto, per una campagna pubblicitaria, che rappresentasse in pieno Vico Equense, non avrei dubbi: prenderei lui, con la sua empatia, la sua schiettezza e il suo essere così naturale e non costruito. Ma ahimè non sono un esperto di comunicazione, uno che sa valorizzare il brand sui social network. Lascio perciò ad altri, più esperti di me, questo compito. Luciano Pignataro nel suo articolo di oggi tratteggia molto bene il profilo dello chef. “Si è presentato senza divisa, - si legge - a volte senza la barba rasata, come uno di famiglia che inizia a cucinare a casa. È questo è il primo segnale di ogni successo, mai porsi in maniera superiore a chi ci guarda. In questo gli anglosassoni sono bravissimi. Il cuoco di Vico Equense si è presentato come un papà o uno zio che si mette a cucinare. Quanta differenza con tanti cuochi che davanti alla telecamera sembrano dei chirurghi!” Il suo successo deve far riflettere. Come dice Pignataro, “adesso la gente ha voglia di semplicità e di sostanza vera, non costruita…”

Alfano dice addio al centrodestra: “Non sa più coinvolgere”

Gioacchino Alfano
“Voglio costruire un nuovo progetto”

Gioacchino Alfano dice addio al centro destra e passa con Vincenzo De Luca. «Non mi hanno mai chiamato, neanche alle ultime suppletive» dice al Mattino e prepara la sua lista Alleanza per i territori per le prossime regionali in Campania. Non è ancora certo che riuscirà a presentarla. Nomi, simbolo, candidati da trovare: non sarà facile. “Facemmo un accordo con Maurizio Lupi – spiega nell’intervista - e tanti altri decidendo di sostenere il governo di centrosinistra: sono rimasto dov'ero e dove mi hanno candidato alle politiche del 2018. E’ normale che, se nessuno ti chiama, ti guardi intorno se ti piace la politica. Ho letto e sentito troppe polemiche sterili, io penso a costruire”. Non si candiderà in prima persona alle prossime regionali, dichiara l’ex sottosegretario alla Difesa. Alle ultime elezioni politiche del 2018 è stato candidato al Senato per la coalizione di centrosinistra in rappresentanza di Civica popolare, nel collegio uninominale di Napoli-Arenella, ma arrivò terzo è non fu eletto. E’ stato 20 anni in parlamento e sottosegretario per cinque anni e mezzo. Adesso guarda al Governatore campano. “De Luca è per il regionalismo, – conclude Alfano – tutela gli interessi territoriali. Noi condividiamo in piano questa strategia.”

mercoledì 3 giugno 2020

Vico Equense. Multe per chi non taglia le erbacce

Vico Equense - Molti fondi di proprietà privata, posti a ridosso delle strade comunali, versano in totale stato di abbandono con la presenza di erbacce, cespugli e rovi, tali da divenire ricettacolo di rifiuti e rifugio di animali di ogni sorta. Il Comune di Vico Equense ha pubblicato un avviso con cui s’invitano tutti i proprietari di fondi a provvedere, entro la metà di giugno, alla ripulitura dei terreni di proprietà, mediante il taglio delle erbe, cespugli e rovi e tutto ciò che può essere causa di poca igiene per l’abitato, preoccupandosi altresì per proprio conto allo smaltimento dei rifiuti derivanti dalla potatura e diserbo, mediante conferimento negli appositi contenitori e spazi allo scopo predisposti all’isola ecologica comunale, previo prenotazione al numero 0818790470. Con l’avvicinarsi della stagione estiva questa situazione di incuria comporta anche notevoli inconvenienti di natura igienico- ambientali come il proliferare di insetti e soprattutto il pericolo di roghi. Va detto che la mancata ottemperanza degli adempimenti previsti entro il 15 giugno 2020, comporterà senza alcun preavviso l’applicazione delle sanzioni previste dagli art. 29-30-31 del D. Lgs. n. 285/92, in altre parole sanzione pecuniaria da euro 169,00 a euro 679,00 (con pagamento in misura ridotta pari a Euro 169,00 oltre eventuali, spese di notifica) e conseguente sanzione accessoria dell’obbligo del ripristino, a proprie cure e spese, dello stato dei luoghi secondo le norme del capo I sez. II, del titolo VI. In caso di mancata ottemperanza della sanzione accessoria, le opere necessarie verranno eseguite d’ufficio a spese dei proprietari inadempienti. Un intervento quello della polizia locale che si ripropone quasi ogni anno con l’arrivo della stagione estiva, quando nei fondi privati si registra la crescita di erbacce e rovi.

Funivia del Faito, corse al via in sicurezza. Dello Joio: “Pronti ad accoglierei i turisti tra i nostri sentieri”

Castellammare di Stabia - Corse dalle dieci del mattino fino alle diciassette, undici persone in cabina se fra di loro ci sono persone dello stesso gruppo familiare. In accordo con il Presidente dell’Eav Umberto De Gregorio, il Parco Regionale dei Monti Lattari anticipa le modalità di accesso e gli orari fino all’undici luglio 2020 per la Funivia del Faito. “I prezzi resteranno invariati, ma saranno rispettati accorgimenti necessari per la tutela della salute pubblica di viaggiatori e lavoratori. Distanziamento nelle sale di attesa, disinfezione almeno due volte al giorno in cabina e controllo su ogni singolo passeggero, mascherine obbligatorie”. Tristano dello Joio, Presidente del Parco Regionale dei Monti Lattari chiarisce il nuovo regolamento per la Funivia del Faito che a partire da sabato 13 giugno, tornerà a salire in vetta. Questi gli orari: 10,00 - 10,20 - 10,40 - 11,00 -11,40 - 12,00 - 13,00 – 13,40 – 14,00 – 14,40 – 15,00 – 15,20 – 15,40 – 16,20 – 16,40 – 17,00. A bordo sarà consentito un numero massimo di 11 passeggeri più il conduttore, se tra i viaggiatori ci sono persone che vivono assieme, in caso contrario il numero scenderà ad otto. Se non ci sarà affluenza le corse rispetteranno gli orari stabiliti, in caso di persone in attesa si procederà con un orario continuo. “Ritornare in Funivia è un segnale importante – prosegue Dello Joio – ringrazio il presidente dell’Eav Umberto De Gregorio che ha garantito il ripristino delle corse. Una buona notizia per tutti gli amanti della montagna. Ci auguriamo che sia un’estate di ripresa e crescita per il nostro amato Faito”.

Sorrento. E' nato Prosit: winbar e prosciutteria

Sorrento - Adiacente a piazza Veniero, sul Corso Italia, a Sorrento, a due passi dal parcheggio di via del Mare, è stato inaugurato Prosit. Si tratta di un winebar sui generis, con una forte connotazione norcina e non solo. Un locale elegante, di un’eleganza sobria e misurata. Progettato dall’architetta napoletana Raffaella Rusciano, Prosit è realizzato in modo da non sacrificare lo stile alla funzionalità. Nel locale sorrentino traspare l’idea della kalokagathìa greca, secondo cui il buono e il bello sono intimamente legati. Alla bellezza del locale, caratterizzato da un’infilata di sale che si succedono in un percorso su due livelli, si aggiunge, infatti, la competenza nel settore e la passione per la qualità, garantita dalla gestione della famiglia Pollio. Un’esperienza, la loro, che corre lungo quattro generazioni e inizia con la prima macelleria avviata in penisola sorrentina, nel 1933, dal bisnonno Martino. A lui subentrò il figlio Aldo, a lungo macellaio di fiducia delle famiglie sorrentine che acquistavano i tagli migliori nella bottega di via San Cesareo quando, nel secolo breve, il centro cittadino era ancora animato da pescherie, caseifici, frutterie e macellerie. Successivamente i Pollio, sempre al passo con le esigenze del pubblico, trasferirono le loro competenze nella realizzazione di uno dei primi supermercati, alla fine degli anni Sessanta. Oggi, a quasi 100 anni dalla prima macelleria, si inaugura un concept innovativo che dà avvio a una nuova esperienza: “Prosit”.
 

Basilico Italia riapre e omaggia Sorrento

Sorrento - E’ un menu tutto dedicato a Sorrento quello che il patron di Basilico Italia, Maurizio Mastellone, ha voluto proporre in occasione della riapertura. Un omaggio alla città e alle sue tradizioni, affiancate da piccole e gustose innovazioni. A partire dalle bruschette, dove trionfa il “made in Sorrento”, con fiordilatte spolverato di zest di limoni femminielli; tra i primi piatti, spiccano gli spaghetti conditi con un fragrante pesto sorrentino (arricchito con noci). Nel già nutrito menù delle pizze di stagione, si inserisce una “new entry”: la “Sorrento”, con topping di fiordilatte e noci. Da Basilico Italia la nuova disposizione dei tavoli, imposta dall’applicazione delle norme anti-Covid, è stata gestita molto agevolmente grazie agli ampi spazi di cui gode il foyer del cinema Armida ed è stata “ingentilita” dalla presenza, su ogni tavolo, di una profumatissima piantina di basilico, cadeau che va in omaggio agli ospiti, a fine pasto. Così, la tradizione della “Sorrento gentile” si rinnova anche nei piccoli gesti di ospitalità proposti da un imprenditore impegnato nell’accoglienza e nella ristorazione.

Vico Equense. Buoni spesa, sabato scade il bando

Vico Equense - Fino a sabato prossimo le famiglie in difficoltà economica e tutti coloro segnati dall'emergenza coronavirus potranno fare domanda per i buoni spesa. L'amministrazione guidata dal sindaco Andrea Buonocore ha lanciato un nuovo bando così da accogliere e valutare tutte le ulteriori richieste che saranno formulate all'Ente. Priorità a chi è stato escluso dai primi contributi e ai lavoratori stagionali rimasti disoccupati. A oggi, i fondi del contributo ministeriale rimasti sono pari a 63.525,53 euro, sui 180 mila circa a disposizione del Comune di Vico Equense. Si va da un minimo di 100 euro a un massimo di 300 euro a seconda del nucleo familiare: 100 euro previsti per quello monoparentale, 150 euro per famiglie con due componenti, 200 euro per tre persone, 250 euro per quelli con quattro componenti e 300 euro con cinque o più componenti. L'intervento è da considerarsi una tantum, e il valore nominale di ogni buono è di 10 o 20 euro e potrà essere usato per l'acquisto di generi alimentari e prodotti di prima necessità. Saranno ammesse solo le domande che recano la specificazione, in sintesi, della situazione lavorativa del richiedente e del suo nucleo familiare (prima e dopo le misure anti-Covid). Nella delibera approvata vengono specificati alcuni criteri. Innanzitutto sì chiarisce che «la misura è rivolta a coloro che pur avendo presentato domanda sono stati esclusi per mancata indicazione della propria situazione lavorativa a seguito del lockdown».
 

Massa Lubrense tra i Comuni Ecoattivi

Antonino Di Palma 
Massa Lubrense - L’Amministrazione Comunale di Massa Lubrense in collaborazione con Terra delle Sirene spa e l’Area Marina Protetta Punta Campanella ha aderito al Club dei Comuni Ecoattivi sul territorio nazionale, e ha deliberato di affiliarsi al progetto EcoAttivi lanciato da Achab Group, rete nazionale di comunicazione ambientale. Il progetto rende accessibile uno stimolante strumento di gioco e apprendimento sui temi ambientali e sociali e permette ai cittadini EcoAttivi di partecipare alle estrazioni di una bicicletta elettrica: entro il 31 ottobre 2020 verrà estratto un vincitore (saranno ritenuti validi i punti maturati fino al 30 settembre 2020). Ogni residente sul nostro territorio potrà, infatti, scaricare senza nessun costo l’App EcoAttivi dagli store, maturare punti realizzando una serie di azioni positive di carattere sociale, ambientale e culturale e rispondendo a quiz, enigmi, sfide e missioni per migliorare le proprie competenze sui temi ambientali. Ogni 100 punti che avremo accumulato matureremo un biglietto virtuale e ogni biglietto parteciperà alle estrazioni: chi avrà più biglietti virtuali avrà maggiori probabilità che uno dei propri venga sorteggiato tra tutti quelli maturati dai cittadini EcoAttivi dei comuni aderenti all'iniziativa su tutto il territorio nazionale. “ Diffondere una cultura attenta ai temi della sostenibilità e premiare i comportamenti positivi dei cittadini è la finalità del progetto EcoAttivi. Invitiamo tutti i massesi, in particolare gli studenti, grazie alla preziosa collaborazione con gli istituti Bozzaotra e Pulcarelli, a partecipare dando un incentivo maggiore.
 

Peppe Servillo a "Suoniamo la città"

Peppe Servillo
Giovedì 4 giugno, alle ore 18, l’incontro con i ragazzi

Castellammare di Stabia - Riparte con Peppe Servillo, dopo lo stop imposto dal Covid-19, il progetto “Suoniamo la città” finanziato da MiBACT e SIAE nell’ambito del programma “Per Chi Crea”. Il grande autore e cantante, tra i fondatori della Piccola Orchestra Avion Travel, sarà il protagonista, giovedì 4 giugno alle ore 18, del primo dei tre incontri programmati dall’Istituto Comprensivo Francesco Di Capua di Castellammare di Stabia. Un incontro molto atteso che coinvolgerà circa 110 ragazzi, allievi della scuola stabiese e componenti della “Di Capua Eco-Logic Orchestra”, l’ensemble nato all’interno del progetto culturale e formativo ideato e diretto dai musicisti Elisabetta Ferraro e Maurizio Capone e realizzato insieme ai docenti musicisti Rosario Minetti, Antonio Del Prete, Lucio Miele. All’incontro con Peppe Servillo, faranno seguito quelli con Federico Baroni (il busker di X-Factor e Amici) giovedì 11 e, infine, con la cantante Monica Sarnelli attesa per giovedì 18 giugno. Per ragioni di sicurezza tutti gli incontri si realizzano online, attraverso l’utilizzo di una piattaforma web dedicata. Riprende così, d’intesa con la direzione dell’Istituto Comprensivo Francesco Di Capua di Castellammare di Stabia, retto dalla preside Rosa Vitale, e la SIAE, la programmazione di un lavoro che nella sua prima fase ha ottenuto importanti risultati soprattutto nel gradimento della numerosa platea scolastica coinvolta.
 

martedì 2 giugno 2020

Covid, la ripartenza del turismo ecosostenibile Dello Joio: “Occasione imperdibile per il nostro Parco”

Turismo in Campania, la crisi Covid come occasione per un rilancio ecosostenibile. Si terrà mercoledì 3 giugno alle ore 18:00 il primo convegno a distanza tra i massimi esperti del settore turistico e ambientale per un confronto reale e produttivo sul prossimo futuro da vivere nei parchi e borghi. L’incontro è promosso dall’Università degli studi di Napoli Federico II, nell’ambito del progetto “Ciak si scienza”. Assieme a docenti della prestigiosa Università italiana, interverranno tra gli altri il coordinatore regionale dei distretti turistici della Campania Vincenzo Marrazzo, l’europarlamentare Andrea Cozzolino, il presidente di Legambiente Campania Maria Teresa Imparato e Tristano dello Joio presidente del Parco Regionale dei Monti Lattari. “La pandemia ci ha imposto un nuovo stile di vita e un nuovo modo di pensare al turismo. I sentieri e i boschi del Parco dei Monti Lattari – commenta il presidente Dello Joio - sono il rifugio ideale per un turismo ecosostenibile. E’ tempo di migliorare la nostra offerta e sostenere chi vive la natura in maniera corretta. Il turismo va sostenuto e aiutato soprattutto in questi mesi di ripartenza. Grazie alla Federico II che è riuscita a riunire i massime esperti del settore ambientale, sarà un confronto produttivo, un altro passo in avanti verso la sinergia tra istituzioni e associazioni”.

Faito, nuova segnaletica a cura del CAI

Vico Equense - La sezione del Club Alpino Italiano (CAI) di Castellammare di Stabia, presieduta da Pio Gaeta, ha iniziato la posa della segnaletica verticale su tutti i sentieri del Faito in collaborazione con altre associazioni. I pali e le frecce sono un dono del CAI, i tabelloni invece di Faito for Fun e hanno visto la collaborazione di Liberoricercatore.it Il nostro Comune è dotato di una risorsa paesaggistica unica, e il turismo escursionistico rappresenta oggi più che mai un volano da promuovere. Da metà giugno, sarà inoltre possibile arrivare a Faito con la storica «panarella». Il servizio verrà riattivato, tenendo conto delle misure di sicurezza. «La cabina potrà trasportare un massimo di otto persone» spiega Umberto De Gregorio, presidente dell'Eav.

Le vie del Signore sono infinite

di Filomena Baratto

L’altro giorno in chiesa è stata dura assistere alla liturgia con la mascherina a mo’ di “museruola”. Chi aveva gli occhiali stava anche peggio, rimandando ai beccamorti del ‘600. Sul sagrato c’era chi misurava la temperatura corporea e sulla porta il dispenser col disinfettante per le mani. I posti a sedere, distanziati, per ogni banco due persone. La chiesa aveva 100 posti disponibili. Il sacerdote non sapeva dove sistemare le persone rimaste sulla porta, alle quali aveva già detto dall’altare che non c’erano più posti liberi. Le vecchiette non recepivano nemmeno il messaggio. Il Signore certamente non le avrebbe mandate a casa. Una contraddizione se deve accogliere tutti. Come si fa a spiegare agli anziani questa novità? Sembra inverosimile che una volta si entrava in chiesa a tutte le ore, le porte erano sempre aperte e non c’era alcun limite da mantenere. A Pasqua e Natale si stava come le acciughe, segno che eravamo tutti rispettosi e devoti. Anzi, più si stava assiepati in chiesa, più era segno tangibile di fede. Ora solo due persone per banchi, agli antipodi, anche dello stesso nucleo familiare e in tanto spazio ci si sente smarriti. La messa è iniziata con mezz’ora di ritardo per sistemare chi era rimasto fuori.
 

“Il posto giusto” Romanzo d’esordio di Nancy De Maio

Vico Equense - Il 15 giugno sarà sugli scaffali di tutte le librerie italiane “Il posto giusto”. Si tratta del romanzo d’esordio di Nancy De Maio, direttore responsabile del settimanale Agorà della Penisola sorrentina. La giornalista sperimenta, dunque, un’altra forma di narrazione, raccontando l’intreccio delle vicende personali di Lara, maestra dalla vita irrisolta, Fiore, che per mestiere scrive lettere su commissione, e Martina, adolescente brillante e complessa, innamorata del suo migliore amico. Nel corso del romanzo, i destini delle tre donne si compenetrano e si compensano, tanto da modificare il passato e trascinarlo nel presente. "Il posto giusto" non è solo un luogo, ma è anche un’occasione per ritrovare se stessi, la propria storia, il proprio destino. “La mia gratitudine a Domenico Capponi, l’editore coraggioso che ha investito sul progetto editoriale e ha dato materia alla mia aspirazione di sempre – dice l’autrice -. Questo libro parla di donne e alle donne è rivolto. Mi auguro, però, che anche uomini temerari si lancino in questa lettura per indagare l’essenza, le sfumature, le note dell’universo femminile”. Il romanzo è già prenotabile su Amazon. Dal 15 giugno, invece, sarà disponibile nelle librerie e negli store online.

Anacapri con l’Oro di Capri la ripresa parte dalla terra, l’oro verde nella guida slow food

Ad Anacapri tra gli olivicoltori dell’Oro di Capri l’attività negli uliveti e sui terreni non si è mai fermata, anche al tempo del Covid-19. Tutti i soci sono riusciti a completare le potature fino ad inizio primavera e si è portato avanti come ogni anno il monitoraggio della mosca con le trappole naturali e la torula, per difendere le olive dal loro più insidioso parassita. Il disciplinare che porta alla produzione di un olio extravergine biologico, secondo i principi della sostenibilità e della biodinamica, sono stati seguiti e coordinati dal dott. Carlo Alessandro Lelj Garolla. Questa determinazione che attraversa tutti i soci è stata ben alimentata dai successi della raccolta 2019, fatta di quantità abbondante di olive sanissime che hanno dato oli di pura eccellenza. Quest’anno per la prima volta ben due oli prodotti sull’isola sono stati insigniti della certificazione del Presidio Slow Food Olio Extra Vergine di Oliva, si tratta degli oli Cru Pino de’ Monaci e Cru Orrico dell’azienda Il Cappero che sono entrati in questo importante progetto in quanto prodotti da piante di olivo secolari, coltivate con metodi sostenibili, che sono stati imbottigliati separatamente da altri lotti/appezzamenti e che all’assaggio hanno ricevuto un punteggio eccellente. La scrupolosità di tanti soci nel seguire le regole della produzione biologica durante tutta l’annata olivicola 2019 ha dato i suoi frutti facendo inserire oltre all’azienda il Cappero, altre tre aziende, che fanno parte dell’Associazione L’Oro di Capri, nella Guida agli Extravergini di Slow Food Italia.
 

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, agli italiani: "Ripartiamo dai valori del 2 giugno. Inaccettabile dividersi ora"

Vico Equense. Terzo modulo. Misure da osservare per strutture ricettive alberghiere ed extra alberghiere

lunedì 1 giugno 2020

Penisola sorrentina. Le proposte del coordinamento Pd contro la crisi

Penisola sorrentina - Per contrastare gli effetti della crisi dovuta all’emergenza coronavirus il Coordinamento peninsulare del Partito Democratico ha messo nero su bianco alcune proposte per venire incontro a famiglie e imprese del territorio. La nota, a firma dei segretari dei Circoli cittadini, è diretta ai vertici del partito napoletano della Regione Campania e Nazionale. Di che cosa si tratta? “Il Coordinamento dei Circoli del Partito Democratico della Penisola Sorrentina, nella consapevolezza della delicatissima situazione economica e sociale che si sta delineando per la paralisi del settore turistico, attraverso un proficuo confronto con le categorie colpite dall’emergenza Covid19, ha avanzato una serie di proposte per aiutare famiglie ed imprese al fine di contenere i danni ad un settore che rappresenta il cuore dell’economia dei nostri territori. Il documento, attraverso l’avv. Angela Aiello, delegata al Turismo e Politiche sociali nella segreteria metropolitana del Partito Democratico di Napoli guidata dal segretario Marco Sarracino, sarà parte integrante di una proposta complessiva di aiuti che il Partito Democratico sosterrà a livello Nazionale, Regionale oltre che Locale. E’ evidente che la stagione turistica di quest’anno è definitivamente compromessa.
 

Massa Lubrense. Ristorante chiuso per 5 giorni

Massa Lubrense - Non rispetta le norme sul distanziamento sociale, sanzionato ristoratore massese. I vigili urbani del locale comando hanno disposto la sospensione per 5 giorni di un'attività e 400 euro di multa. Questo è il provvedimento preso dal sindaco Lorenzo Balduccelli, nei confronti di un noto bar-ristorante di Marina del Cantone, che avrebbe violato la norma del di stanziamento sociale. Video e fotografie postate sui social avrebbero inchiodato il titolare dell'attività commerciale, che non ha potuto negare l'evidenza. "La violazione - afferma Balduccelli - è stata commessa nell'esercizio di un'attività di impresa e sussistono i presupposti di fatto e di diritto per l'emissione del provvedimento a salvaguardia di incolumità e salute pubblica e privata". Si tratta del minimo previsto dal l'ordinanza del presidente della Regione, Vincenzo De Luca, del 17 maggio scorso, che impone multe da 400 a 1000 euro e lo stop dell'attività da 5 a 30 giorni.

Sorrento torna la grande arte internazionale con il SyArt Festival di Villa Fiorentino

Sorrento riparte dall'arte, attraverso la realizzazione di progetti condivisi tra realtà private ed Istituzioni pubbliche. Sabato 6 giugno, alle ore 12, la SyArt Gallery presenta la quarta edizione del SyArt Sorrento Festival, evento espositivo internazionale dedicato all'arte contemporanea che dall’11 luglio al 6 settembre ospita nella splendida Villa Fiorentino, sede della Fondazione Sorrento, quaranta artisti provenienti da quattordici Paesi. La realizzazione del Festival, nonostante il momento delicato e di forte incertezza, lancia un messaggio di speranza in cui l'arte non si ferma divenendo base solida da cui ripartire. Le opere degli artisti selezionati, occuperanno le sale espositive di Villa Fiorentino, contaminandosi e raccontando al pubblico espressioni artistiche e linguaggi multietnici. L’appuntamento con la presentazione è sul corso Italia, tra i civici 139 e 141, alla presenza del sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo e dell’amministratore delegato della Fondazione Sorrento, Gaetano Milano. È in questo punto della città che sarà posizionata l'opera “Mikado” dell'artista Vincenzo Mascia, site specfic project ideato per la galleria sorrentina SyArt dei coniugi Rosaria e Leone Cappiello e di Rossella Savarese. L'opera donata alla Città di Sorrento, unitamente ai precedenti lasciti, si ascrive nel più ampio progetto Museo Outdoor, un dialogo con il contemporaneo che permette la dislocazione in vari punti della città di opere degli artisti che si susseguono nelle varie edizioni, tra cui lo street artist TvBoy e le artiste Dalya Luttwak e Carmen Novaco, i cui lavori figurano in luoghi storici della città. Vincenzo Mascia, autore dell'opera e ad oggi artista promosso dalla SyArt Gallery, completa con il progetto attuale un dialogo inaugurato nella prima edizione del Festival, in cui esponeva le sue opere. “Per l’intervento a Sorrento - sottolinea l’artista - ho pensato di utilizzare come elemento primario un tubolare quadrato in allumino (le dimensioni sono cm.150x4x4), ne utilizzerò dodici da disporre su un muro in pietra di corso Italia in maniera casuale in accostamento ed in sovrapposizione (le possibili combinazioni sono infinite) in una sorta di maxi mikado, in continuità con il pensiero madì di un'arte che sia anche ludica e dia un segnale di ripartenza e di speranza per il futuro dopo mesi di pandemia e fermo forzato”.


Famiglie bisognose in Campania, D’Avenia: “Serve una strategia per lo sviluppo economico e sociale del nostro territorio”

In Italia più di 100 mila le famiglie bisognose di cui 20% campane

A quasi un mese dall’inizio della Fase 2, è tempo per l’Italia fare i conti con i contraccolpi economici della pandemia di Covid-19. Come già indicato dall’ultimo rapporto dell’Istat sugli Obiettivi dello Sviluppo Sostenibile, infatti, si contano più di 100 mila famiglie italiane bisognose di cui il 20% in Campania. La nostra Regione risulta essere, quindi, una vera e propria polveriera in cui, non ci sono soltanto i lavoratori forzati alla cassa integrazione che non hanno ancora ricevuto i soldi, ma è presente anche un alto tasso di chi ha lavorato sempre nell’ombra, quella nera del lavoro sommerso. Infatti, i lavoratori in nero campani, secondo l’ultimo bilancio stilato all’esito di un anno di controlli ad opera delle forse dell’ordine, conta ben il 60% e, rapportandolo alle stime economiche, rappresenta il 10% del Pil regionale. È indubbio, che dinanzi a tali numeri, si abbia la necessità di elaborare una visione unitaria in grado di implementare una strategia appropriata per uno sviluppo economico e sociale orientato alla sostenibilità, proprio come proposto dal Vice Segretario regionale Centro Democratico, Giovanni D’Avenia: «L’emergenza sanitaria di Covid-19, che negli ultimi mesi ha fatto salire di oltre un milione i nuovi poveri in Italia, ha provocato una forte crisi economica e sociale soprattutto nella regione Campania.
 

Il Nisida Live Festival resiste con la mostra "Quarantena", sulla rivista EFFE


Dieci fotografi per raccontare il tempo sospeso all'ombra del Vesuvio

Il Nisida Live Festival resiste. A causa del coronavirus non è stato possibile offrire lo stesso intrattenimento degli scorsi anni per la rassegna di concerti, dj set, mostre fotografiche e incontri letterari, che quest’anno sarebbe giunta alla sua quinta edizione, nel suggestivo scenario dell'isola di Nisida. Tuttavia, il produttore della kermesse Emanuele De Angelis ha deciso di dare continuità, su una piattaforma diversa, ad una delle iniziative che animano la manifestazione ed offrire, attraverso il magazine online EFFE, uno spazio artistico per una mostra fotografica, raccontando il momento attuale. L’occasione si è traformata così in un modo per riflettere attraverso l’obiettivo di dieci fotografi sulla nostra quarantena all’ombra del vesuvio, con venti scatti d’autore, due per ogni artista che ha aderito all’iniziativa. Marilena Cavaliere, Ludmila Derevshchikova, Angelica De Simone, Max D'Orso, Peppe Di Donato, Fabio Foggia, Alessando Gatto, Anna Marzocchi, Pietro Perrino, Mariella Zifarelli, questi i nomi dei dieci talenti che hanno provato a raccontarci questo tempo sospeso che tutti noi siamo stati chiamati a vivere nel corso dell’ isolamento generato dal Coronavirus. Tante le sensazioni che affiorano dagli scatti che vanno dal senso di incomunicabilità, alla voglia di rinascita, attraverso oggetti di uso quotidiano come i computer, i libri, le scrivanie, le finestre che si affacciano sul mare di Napoli, gli androni interni dei palazzi, fino anche al cibo, dalla pasta al forno, alla frutta con l'immancabile macchinetta del caffè napoletano o alla farina utilizzata per gli impasti fatti in casa, nello sforzo di controllare questo tempo difficilmente addomesticabile. In questa narrazione per immagini subentrano anche i dispositivi di protezione, come i guanti e le mascherine che sono diventate le nostre uniche armi visibili contro quello che molti hanno nominato il nemico invisibile, in attesa di un'alba nuova, dove potremo tornare a vivere con tutti i sensi.

Spiagge libere, l’Amministrazione comunale fissa le regole

Spiaggia libera delle Calcare
Vico Equense - Gestione delle spiagge libere, l’amministrazione comunale di Vico Equense fissa le regole. La giunta, guidata dal sindaco Andrea Buonocore, ha approvato una delibera che indica le modalità di fruizione del litorale nei tratti di spiaggia del Pezzolo, Calcare e Postali per questa estate. Gli arenili liberi saranno riservati ai soli residenti. Si tratta di un piano di gestione diretta delle spiagge libere e di controllo delle aree demaniali in concessione e in affidamento (stabilimenti balneari, chioschi, attività diportistiche, etc.) che vedrà impegnato in prima linea il Comune, che garantirà il diritto di libera fruizione delle spiagge per i cittadini che non possono sostenere i costi legati ai servizi balneari. Poche regole, semplici, chiare, potenzialmente applicabili a tutto il territorio, che mirano alla salvaguardia di tutti i cittadini e delle attività turistico ‐ ricettive in previsione della prossima stagione balneare 2020. La spiaggia pubblica sarà gestita dall’ente comunale coadiuvato dai concessionari e affidatari presenti. Essa sarà suddivisa in postazioni ben contraddistinte e delimitate. Ognuna di queste aree, pari a 10,00 metri quadrati e potrà ospitare un massimo di cinque persone appartenenti allo stesso nucleo familiare convivente, oppure persone singole mantenendo sempre la distanza minima interpersonale di un metro e mezzo. Bisognerà prenotarsi e firmare un registro. Per il momento alcuni affidatari delle spiagge in concessione al Comune hanno completato le opere necessarie a rendere le spiagge fruibili alla popolazione in totale sicurezza e prevenire fenomeni che possano determinare un’accentuazione della diffusione del contagio da Covid-19. Nello specifico sono Vittorio Mario (affidamento in località Marina di Vico – Spiaggia Postali) e Patrizia Savarese (affidamento in località Marina di Aequa – Spiaggia Calcaree). Gli altri stanno completando i lavori e a breve apriranno. Nelle foto il tratto di spiaggia libera affidato al Chicchi Beach (Patrizia Savarese).

domenica 31 maggio 2020

Vico Equense. Spiagge libere e riservate ai residenti

A Vico Equense da domani, 1 giugno, spiagge libere riservate ai soli residenti e con ingresso gratuito. Lo ha deciso l’Amministrazione comunale che ha stabilito modalità di organizzazione della balneazione nei tratti di arenile del Pezzolo, Calcare e Postali per la stagione estiva 2020. “I tratti di spiaggia – commenta il Sindaco Andrea Buonocore - destinati da sempre al libero accesso e già affidati ai concessionari per la custodia e la pulizia, saranno riservati ai soli residenti e con ingresso gratuito. Tutti gli oneri inerenti l'applicazione delle misure anti - Covid sono demandati agli stessi affidatari.”

Delibera approvata questa sera CLICCA QUI

Castellammare di Stabia: Riapre il complesso del Towers Hotel Stabiae Sorrento Coast


Castellammare di Stabia - Finalmente il 1 Giugno riaprirà il Towers Hotel Stabiae Sorrento Coast. L’apertura del resort stabiese, situato lungo la Statale Sorrentina, tra Castellammare di Stabia e Vico Equense, era prevista già a metà Marzo ma, come tante altre strutture alberghiere, a causa dell’emergenza Covid-19, ha dovuto prolungare la chiusura invernale. “Con la nostra riapertura, in anticipo rispetto ad altri Hotel della zona, abbiamo voluto dare un segnale chiaro ai nostri Clienti ” – dichiara Lucia Ercolano, AD della Castellammare Turismo Srl, che aggiunge – “ In Costiera Sorrentina siamo una struttura di riferimento, sia per la clientela straniera, ma anche per i tanti i clienti italiani, molti dei quali abituali, che scelgono di trascorrere le loro vacanze e i loro week-end nel nostro Hotel. È stata una scelta coraggiosa ed impegnativa, ma la ritengo doverosa anche nei confronti del nostro Staff, che è con noi da molto tempo.”
 

Siblings Day. Oggi si festeggia l’amore fraterno

Vico Equense - Oggi, 31 maggio, è la Giornata Europea dedicata ai "siblings" - fratelli e sorelle - una ricorrenza civile festeggiata ogni anno dal 2014 in questo giorno (10 aprile negli Stati Uniti), celebrata in onore del legame che li unisce. “Il valore della fraternità – spiega Emilia Terracciano, Garante delle persone con disabilità del Comune di Vico Equense - è radicato e antico, significa relazioni forti, durature e sincere, significa condivisione e sostegno. Il legame tra fratelli e sorelle è determinante nello sviluppo relazionale, ancor più complesso quando in famiglia è presente un fratello o una sorella con disabilità e/o malattia rara, in quanto i siblings, gli altri figli, subiscono un forte impatto emotivo derivante dal dover convivere con la malattia, rimanendo spesso invisibili. Oltre il 5% dei bambini e dei ragazzi con meno di 16 anni è composto da fratelli e sorelle di bambini con malattia rara (circa 450mila ragazzi). Questo dato – continua il Garante - è stato evidenziato anche dal Presidente Mattarella, che recentemente ha conferito il titolo di Alfiere della Repubblica a Sebastiano Mattia Indorato, un ragazzo sedicenne, per la dedizione con cui si prende cura del fratellino Damiano rinunciando con amore alle proprie attività ricreative e imparando ad utilizzare tutti i macchinari che tengono in vita il piccolo. La figura del sibling è spesso sottovalutata, al contrario meriterebbe una maggiore attenzione, poiché rappresenta un elemento indispensabile per migliorare la qualità di vita delle famiglie interessate da questa realtà. Maggiore attenzione – conclude Terracciano - al ruolo del sibling, agli effetti che la situazione familiare produce sul suo sviluppo ovvero a colui che non è paziente, ma nella maggior parte dei casi non è nemmeno caregiver.”

Excelsior Parco annuncia la riapertura per il 27 giugno, nel sogno di un’ estate caprese

Lhotel ad oggi al primo posto della classifica nazionale e locale TripAdvisor riparte all’insegna dell’ecosostenibilità e dell’esclusività dei suoi servizi

Capri - Tenendo d’occhio alla sicurezza l’isola di Capri riparte e si riapre al mondo, rinnovando il culto della sua proverbiale ospitalità. Lo storico hotel Excelsior Parco annuncia la data di aperura , fissata per il 27 giugno , risvegliando il sogno di un’ estate caprese all’insegna della bellezza naturalistica, della tranquillità, e dell'esclusività di servizi "su misura". La dimensione intima e familiare della Luxury Villa Excelsior Parco favorirà un soggiorno no stress, dove il comfort e la serenità saranno delle costanti. Tra i boutique hotel d’Italia e d’ Europa più apprezzati dai viaggiatori, come confermano gli utenti TripAdvisor che lo posizionano da 7 anni consecutivi al top delle classifiche italiane ed europee con il premio Travellers’ Choice (destinato solo all'1% delle strutture mondiali) e lo collocano attualmente al primo posto del ranking nazionale e locale, l’Excelsior Parco unisce al fascino liberty splendide vedute sul golfo di Napoli ed una particolare attenzione all’ecosostenibilità. Sensibilità ambientale di cui l’hotel è pioniere da anni e che è diventata un leitmotiv in ogni scelta: dalla tecnologia sostenibile per ottenere energia pulita, allo shuttle elettrico per accompagnare gli ospiti al porto o in Piazzetta, alla gastronomia completamente convertita al biologico.
 

Al via il decimo censimento de “I Luoghi del Cuore”

Monte Faito
Vico Equense - Accendiamo i riflettori sui luoghi da proteggere nel nostro territorio. Il FAI Fondo Ambiente Italiano chiama di nuovo a raccolta gli italiani con la decima edizione dei Luoghi del Cuore, la campagna nazionale promossa in collaborazione con Intesa Sanpaolo, che consente di segnalare al FAI attraverso un censimento biennale i luoghi che meritano tutela e valorizzazione. Il censimento è appena partito, i luoghi del cuore da votare sono stati segnalati spontaneamente da cittadini e associazioni del territorio. A Vico Equense quest’anno sono stati segnalati ben 15 Luoghi del Cuore, che riflettono la ricchezza e la varietà del nostro splendido territorio, dal mare alla montagna: La Torretta di via Punta la Guardia a Seiano, il Convento di San Francesco, la chiesa di Santa Maria vecchia a Seiano, il Monte Faito, la Cappella di Santa Lucia a Massaquano e altri. Quindici gioielli che sicuramente sono già nel cuore di molte persone e che grazie a questa campagna hanno la possibilità di essere conosciuti e valorizzati. Noi possiamo aiutarli a scalare la classifica nazionale, votandoli e invitando altri a votare entro il 15 dicembre. Ricordo che i luoghi sono stati segnalati spontaneamente dai cittadini e che si possono votare anche più luoghi della provincia e di tutta Italia, ma per ciascun luogo si può esprimere un solo voto.

CLICCA QUI PER VOTARE

Città metropolitana di Napoli. Lunedì la presentazione del manifesto del turismo sostenibile

“La Cultura come cura, la cura come Cultura”: lunedì 1 giugno videoconferenza di presentazione del Manifesto della Città Metropolitana per un turismo sostenibile ai tempi del coronavirus “La Cultura come cura, la cura come Cultura. Il Turismo ai tempi del coronavirus”: sarà presentato lunedì 1 giugno, alle ore 12, in una videoconferenza alla quale parteciperanno, tra gli altri, il Sindaco della Città Metropolitana di Napoli, Luigi de Magistris, la Consigliera Metropolitana Delegata alla Cultura e al Turismo, Elena Coccia, e l’Assessora alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, Eleonora de Majo, il Manifesto ideato dal Gruppo di Lavoro Metropolitano degli Itinerari Culturali e già sottoscritto dalle più importanti Associazioni e Istituzioni del settore. Il documento – la cui redazione ha coinvolto, tra l’altro, il mondo accademico, associazionistico e culturale, oltre che istituzionale - contiene precise indicazioni su come far ripartire i settori del turismo e della cultura nell’area metropolitana di Napoli e nella regione Campania attraverso il recupero, il rilancio e la valorizzazione di percorsi e itinerari sostenibili anche in questo periodo di emergenza epidemiologica, di cui il nostro territorio è straordinariamente ricco, per una fruizione che sia appagante sotto il profilo artistico, culturale e paesaggistico e al contempo pienamente sicura in termini di rispetto delle prescrizioni anti-contagio. Sarà possibile seguire l'evento e fare domande commentando la diretta streaming sulla pagina Facebook della Città Metropolitana all’indirizzo https://www.facebook.com/citta.metropolitana.napoli/ e su www.metronapoli.it, l’e-magazine istituzionale della Città Metropolitana. I giornalisti che vorranno, invece, accreditarsi per partecipare in video alla conferenza devono mandare un mail all’Ufficio Stampa della Città Metropolitana all’indirizzo ufficiostampa@metronapoli.net e riceveranno il link attraverso il quale partecipare direttamente ai lavori. Alla conferenza interverranno anche i rappresentanti degli Enti che hanno partecipato alla redazione del documento.

sabato 30 maggio 2020

Legambiente: “Giù le mani dalle spiagge libere: sono beni comune da valorizzare e gestire non da chiudere”

Campania - "Le spiagge libere sono beni comuni preziosi e vanno valorizzate e gestite, non chiuse. Le ordinanze sindacali sulla "non gestione" delle spiagge libere sono le più stravaganti. Si chiudono alcuni tratti di spiaggia libera senza spiegazioni nel breve o lungo periodo, vengono affidati ai privati per permettere di attrezzare lo stesso numero di ombrelloni dello scorso anno nel rispetto delle distanze, tutto questo con ordinanze ad hoc e senza piani di gestione necessari come viene definito nell'ordinanza regionale. Partendo da un dato campano che nel 2019 ha visto complessivamente una stima in cui le concessioni superano il 67% di occupazione delle spiagge campane. Ciò significa che solo il 33% del litorale è “free”. Oggi, dopo 2 mesi di lockdown, con una crisi economica e sociale, la chiusura delle spiagge libere, già limitate, è una scelta assurda, una vera resa, una dichiarazione esplicita dell’incapacità del pubblico di gestire il bene comune. Queste ordinanze sono atti che provocano una gravissima disparità di diritti fra la popolazione accentuando il divario sociale tra chi potrà permettersi di pagare per l'accesso al mare e chi no. Riteniamo, invece, che questa situazione possa diventare una straordinaria occasione proprio per ristabilire la naturale connessione fra le amministrazioni locali e i cittadini nella gestione del bene comune. È questo il momento perché i Comuni per garantire a tutti il vero diritto alla salute che significa anche fruizione libera della natura e della socialità valorizzino tutti i luoghi “negati” del proprio territorio troppo spesso dimenticati e abbandonati a una fruizione anarchica o aperti solo per pulizie estemporanee." In una nota Mariateresa Imparato, presidente Legambiente Campania su ordinanze di chiusure delle spiagge libere nella nostra regione.

Social World Film Festival: si lavora alla nuova edizione

Vico Equense - Giuseppe Alessio Nuzzo, regista e direttore del Social World Film Festival, la mostra internazionale del cinema sociale, che si tiene annualmente a Vico Equense, intervistato oggi sul quotidiano il Roma dichiara: «E’ preciso volere mio e del sindaco di Vico Equense, città che ospita il festival, di mettere in piedi anche quest'anno l 'evento stiamo in questi giorni cercando di capire come poter allestire la kermesse rispettando i principi e le normative sanitarie contenute nelle ultime disposizioni in materia di sicurezza nei luoghi di spettacolo».

L'imprenditore Alfonso Ronca chiede l'istituzione di un tavolo di consultazione in vista della riapertura del mercato rionale di Sorrento

Sorrento - “Riaprire il mercato rionale di Sorrento in via San Renato il 2 giugno? No, così com’è strutturata l’ordinanza comunale, noi non riapriamo. Non intendiamo mettere a rischio i nostri concittadini, i commerciati e i lavoratori della Torquato Tasso Scarl”, afferma Alfonso Ronca, che detiene con il Comune di Sorrento un contratto di locazione per l’espletamento del mercato rionale. “L'ordinanza comunale risulta assolutamente superficiale e in totale spregio delle norme di sicurezza vigenti, soprattutto in riferimento all'emergenza da Covid-19, pertanto chiediamo che venga istituito immediatamente un tavolo di consultazione con l’amministrazione comunale”. “Sono molto preoccupato: l’ordinanza sindacale n° 206 del 27.05.2020, che dispone l’apertura dell’area mercatale di circa 5 mila metri quadri, per martedì 2 giugno, non è stata preceduta da alcuna consultazione né sono stati predisposti gli eventuali parametri di sicurezza. Nessuno dell’amministrazione ci ha convocato per impostare la risoluzione delle criticità relative alla riapertura” precisa Ronca. “L’area in cui si svolge il mercato rionale è di dimensioni modeste e, per la conformazione stessa della superficie destinata alle attività commerciali, sarà difficile evitare eventuali assembramenti”.
 

Estate sicura in Circumvesuviana, il piano anti assembramenti di EAV

La stagione estiva presenta cronicamente, ogni anno, dei problemi in termini di eccessivo affollamento oltre i limiti consentiti sui treni diretti a Sorrento da Napoli, in particolare il sabato e la domenica e nei giorni festivi, nonché spesso problemi di vandalismo e di ordine pubblico. Eav ha elaborato soluzioni nel tentativo di garantire nel modo migliore il diritto alla mobilità nel rispetto delle norme di sicurezza sanitaria (distanziamento) e nella speranza di non creare problemi di ordine pubblico. Nessun collegamento verrà interrotto, ma si rendono necessarie misure compatibili con le disposizioni che impongono di limitare al 25% i passeggeri consentiti per ogni treno. Naturalmente è richiesta collaborazione dei cittadini, delle forze dell’ordine e dei Comuni interessati. Il piano messo a punto prevede, nelle giornate festive e il sabato e la domenica, nelle fasce orarie dove è più alto il numero di passeggeri, percorsi frazionati e corse dirette da Napoli verso la penisola sorrentina, limitando i punti di fermata intermedi. Pertanto a partire dal 2 giugno, nelle giornate di sabato, domenica e festivi, la circolazione sulla linea Napoli Sorrento subirà le seguenti variazioni: Da inizio servizio e fino alle 9.30, i treni in direzione Sorrento effettueranno servizio viaggiatori esclusivamente nelle fermate di Napoli Porta Nolana, Napoli Garibaldi, San Giorgio a Cremano, Portici Via Libertà, Ercolano Scavi, Torre del Greco e tutte quelle comprese tra Castellammare di Stabia e Sorrento Dalle 9.30 alle 11.30 i treni in direzione Sorrento effettueranno regolare servizio viaggiatori esclusivamente tra Torre Annunziata e Sorrento. Dalle 11.30 alle 16.00 tutti i treni in direzione Sorrento effettueranno regolare servizio viaggiatori esclusivamente tra Napoli e Castellammare di Stabia; A partire dalle ore 16 tutti i treni da Napoli in direzione Sorrento effettueranno il regolare servizio viaggiatori. Per tutta a durata del servizio, da inizio a fine giornata, i treni da Sorrento in direzione Napoli effettueranno regolare servizio viaggiatori. Il programma dettagliato, con gli orari relativi ai giorni festivi ed a quelli di sabato e domenica è pubblicato su eavsrl.it Si tratta di una prima sperimentazione e si monitoreranno costantemente i risultati del servizio e l’evoluzione delle misure di sicurezza nazionali e regionali in materia di covid per apportare i necessari correttivi.

Vico Equense. Svincolo tra via Murrano e la Statale 145. Candidata a finanziamento l’idea del Comune di Vico Equense

Svolta anti-traffico. Un problema più volte evidenziato dall’Assessore ai lavori pubblici Gennaro Cinque

Vico Equense - Migliorare l’area di svincolo tra via Murrano e la Statale 145 “Sorrentina” è uno degli obiettivi strategici dell’Amministrazione Comunale di Vico Equense, per risolvere i problemi connessi alla viabilità, che soprattutto nel periodo estivo provocano frequenti code di traffico veicolare verso Vico Equense e Sorrento. Un problema più volte evidenziato dall’Assessore ai lavori pubblici, Gennaro Cinque, al Compartimento per la viabilità della Campania dell’ANAS, quale autorità competente per la gestione della “Sorrentina”. La società che gestisce la rete stradale, condividendo a pieno le problematiche segnalate dal Comune di Vico Equense, ha redatto un progetto che ipotizza una terza mini-corsia nel tratto finale che porta verso la galleria di Santa Maria di Pozzano e che potrà essere impegnata soltanto dai veicoli diretti alle spiagge. Verrà eventualmente realizzata eliminando il marciapiede situato tra la traversa di via Mirto e la salita della stazione ferroviaria. E posizionando successivamente una scala per i pedoni che colleghi l’uscita della Circumvesuviana e la fermata del trasporto pubblico di via Murrano. L’opzione di ampliare la carreggiata fu portata sul tavolo delle trattative dalla Giunta di Vico Equense, e dopo vari incontri è stato considerato, per le finalità che persegue, candidabile a finanziamento nell’ambito dello stipulando protocollo d’intesa con la Regione Campania per l’attivazione delle azioni finalizzate all’attuazione del Programma di “Interventi di mobilità sostenibile nelle costiere amalfitana e sorrentina.” Il quadro economico dell’intervento trasmesso dalla Società ANAS, prevede una spesa complessiva di circa un milione e mezzo di euro.

Sanità, Beneduce: “Subito assistenza ordinaria”

Campania - “Come avevamo sostenuto in piena emergenza Coronavirus, le patologie cardiovascolari hanno fatto registrare durante la pandemia un tasso di mortalità tre volte più alto rispetto allo stesso periodo dell’anno prima. Ma anche tutte le altre patologie necessitano di interventi specifici ed immediati. Bisogna riaprire subito le attività ordinarie sul territorio e negli ospedali”. Lo dichiara Flora Beneduce, consigliere regionale e componente della Commissione Sanità della Campania. “Le direttive regionali ci sono, i direttori sanitari si attivino per riavviare l’assistenza, soprattutto ai pazienti affetti da malattie tempo-dipendenti”, aggiunge. “L’allarme lanciato dall’Università Vanvitelli non va sottovalutato. C’è una domanda di salute che va soddisfatta nel miglior modo e nel minor tempo possibile”, evidenzia Beneduce. “È fondamentale avviare anche una campagna mediatica per sensibilizzare l’utenza campana e far passare con chiarezza il messaggio che ci si può curare in sicurezza”, conclude la consigliera regionale.

venerdì 29 maggio 2020

Vico Equense. Tornano i buoni spesa. Il Comune lancerà il secondo bando di accesso

Vico Equense - I residenti di Vico Equense in difficoltà economica potranno ancora fare domanda per i buoni spesa. L’amministrazione comunale lancerà un secondo bando per le richieste dei tagliandi da usare per l’acquisto di generi alimentari di prima necessità, resi disponibili grazie allo stanziamento della Protezione civile nazionale, per le famiglie in maggiore difficoltà. A oggi, i fondi del contributo ministeriale rimasti sono 63.525,53 euro, sui 180 mila circa a disposizione del Comune. Si va da un minimo di 100 euro a un massimo di 300 euro a seconda del nucleo familiare: 100 euro per quello monoparentale, 150 euro per nuclei con due componenti, 200 euro per tre componenti, 250 euro per quelli con quattro componenti e 300 euro con cinque o più componenti. L’intervento è da considerarsi unatantum, e il valore nominale di ogni buono è di 10 o 20 euro e potrà essere usato per l’acquisto di generi alimentari e prodotti di prima necessità. Saranno ammesse solo le domande che recano la specificazione, in sintesi, della situazione lavorativa del richiedente e del suo nucleo familiare (prima e dopo le misure anti-Covid).

Vico Equense, dal 1 giugno tornano le strisce blu a pagamento. Tariffe e orari restano invariati

Vico Equense - Strisce blu di nuovo a pagamento, a Vico Equense, da lunedì primo giugno. Le tariffe rimangono le stesse ed erano state sospese un paio di mesi fa nell’ambito delle azioni per fronteggiare l’emergenza Covid – 19. Anche gli orari, almeno fino al prossimo 31 ottobre, rimangono invariati.

De Luca e Rossano. La gestione del coronavirus: l'importanza dei reparti di Osservazione breve intensiva

Vico Equense - E' attiva una specifica area creata per la gestione dei sospetti pazienti covid-19, in tutto simili agli OBI, i reparti di Osservazione breve intensiva, e così definite, allestita ex novo dopo l'adeguamento di un locale all'ospedale De Luca e Rossano di Vico Equense. Uno dei tanti servizi istituiti per gestire l'emergenza sanitaria dal direttore degli ospedali riuniti della penisola sorrentina, Giuseppe Lombardi, e in particolare per accogliere gli utenti potenzialmente positivi al virus, che attendono di conoscere l'esito del tampone prima di essere trasferiti in strutture predisposte alla cura del covid, nei casi più gravi, o di ritornare a casa ma obbligati all'isolamento. In caso di negatività possono invece essere curati normalmente per eventuali patologie oppure vengono dimessi. Un trattamento per il quale sono previsti speciali protocolli sin dall'ingresso nel Pronto soccorso. L'epidemia in Città è sotto controllo. "Vi esorto - spiega il Sindaco Andrea Buonocore - nel continuare a mantenere le distanze interpersonali e attuare tutte le precauzioni richieste. Non è ancora il momento di tornate alla vita di tutti i giorni, ma, con senso civico e responsabilità quel tempo sarà molto più vicino". Due i casi positivi a Vico Equense. Si tratta di un padre e un figlio le cui condizioni, come a più riprese ha precisato il sindaco, non destano forti preoccupazioni. In tal senso, è stata definita la rete dei contatti dei due contagiati. A comunicarlo è proprio il primo cittadino, che ha ritardato la pubblicazione del consueto report, previsto per sabato scorso, per attendere lo screening di tutte le persone entrate in contatto con i due contagiati. "Sono stati effettuati 24 tamponi, e tutti sono risultati negativi" specifica il sindaco di Vico Equense che ringrazia per questo nuovo servizio il direttore sanitario, Giuseppe Lombardi, e la responsabile del pronto soccorso di Vico Equense e Sorrento Elvira Giaquinto.