mercoledì 8 febbraio 2023

Centro storico di Vico Equense: Verdi chiedono controlli al Soprintendente

 

Vico Equense. La neve presenta il conto: "Ci è costata 8500 euro"

Vico Equense - La nevicata del 20 gennaio è costata 8.500 euro al Comune. Tra veicoli speciali, sgombraneve e spargisale, impegnati a ripulire le strade, il conto non è da capogiro, ma neanche insignificante. “Il servizio di protezione civile – si legge nella determina - non dispone di alcuna risorsa umana e/o strumentale (mezzi meccanici in particolare) con cui affrontare le emergenze connesse con il verificarsi di particolari eventi sul territorio, fatta eccezione per un solo veicolo ad uso spazzaneve, di ridotte dimensioni, in affidamento ad associazione di protezione civile del territorio.” Dunque per fronteggiare l’emergenza ci si è affidati a una ditta privata, che è in possesso di attrezzature, mezzi sgombraneve e spargisale, per i necessari interventi di spazzamento neve e spargimento sale, su tutte le strade interessate da fenomeni nevosi e presenza di ghiaccio. 

Napoli, il sindaco Manfredi incontra il regista Paolo Sorrentino a Palazzo San Giacomo

A Napoli nelle stanze di Palazzo San Giacomo, sede del Comune, oggi c'è stato un "ospite d'eccezione". Qui il sindaco, Gaetano Manfredi, ha infatti accolto il regista Paolo Sorrentino. A quanto si apprende, il primo cittadino e il regista, tra cui c'è un rapporto d'amicizia, hanno chiacchierato di Napoli, delle sue bellezze, delle azioni e iniziative per il suo rilancio. Tra gli argomenti dell'incontro non poteva naturalmente mancare il cinema che è sempre più uno dei fattori di sviluppo del capoluogo partenopeo che sempre più frequentemente, da alcuni anni, è scelto come set da produzioni nazionali e internazionali sia televisive che cinematografiche. Un incontro che tuttavia non prelude ad alcun progetto specifico e che è stato svelato proprio dal sindaco Manfredi che lo ha annunciato attraverso i suoi canali social. (ANSA).

Festa del cioccolato a Napoli: cuore da 100 kg, luci a tema e omaggi per gli innamorati

Napoli - Dal 10 al 14 febbraio torna Chocoland, speciale San Valentino. Un cuore da 100 chili per la 14ma edizione della fiera del cioccolato artigianale, allestita tra Vomero e Arenella. Show cooking, spettacoli e stand di maestri cioccolatieri e pasticceri, dal Piemonte alla Sicilia Un cuore di cioccolato da 100 chili accoglierà, insieme ad un simpatico Cupidotto pronto a relegare selfie, a show cooking, spettacoli, laboratori, degustazioni e tantissimi altri appuntamenti, i visitatori e i curiosi che affolleranno, dal 10 al 14 febbraio, dalle ore 10 e fino a tarda sera, le decine di stand allestiti a Napoli, tra Vomero e Arenella, per la 14ma edizione di Chocoland. L'imperdibile appuntamento con il cioccolato artigianale e la pasticceria, riserva quest'anno tante sorprese, a partire dalla partecipazione di maestri cioccolatieri provenienti da tutta Italia, in particolare da Perugia, Lecco, Cuneo e Torino, e di tante aziende con sede nelle regioni Molise, Sicilia, Calabria e Puglia e, naturalmente, Campania. Organizzato dall'associazione D2 Eventi, con il patrocinio dell'assessorato al Turismo e alle Attività Produttive del Comune di Napoli e della V Municipalità, in collaborazione con Cna Campania Nord e Confcommercio Vomero Arenella, l'evento prevede un fitto calendario di eventi.


Massa Lubrense, al via la nuova edizione di Ecolubrafriendly

Riparte il progetto di Educazione Ambientale curato dall'Amp Punta Campanella con il comune 

Massa Lubrense - Ricomincia questa settimana a Massa Lubrense Ecolubrafriendly, il progetto di educazione ambientale curato dall'Amp Punta Campanella e.rivolto alle scuole del comune. Il tema che si affronterà quest’anno è CHANGING MINDS , NOT THE CLIMATE ( cambia la mentalità non il clima), per fornire agli studenti conoscenze di base sul cambiamento climatico, promuovere riflessioni e consapevolezza, e per contribuire a formare nei ragazzi una solida base per comprendere la crisi climatica globale e spingerli ad agire localmente in prima persona. Ecolubrafriendly si svolge da anni a Massa Lubrense grazie alla collaborazione tra l'Area Marina Protetta Punta Campanella, il comune, gli Istituti scolastici Bozzaotra e Pulcarelli e altri soggetti quali Terra delle Sirene, Gori, Coldiretti. Ha coinvolto finora diverse generazioni di alunni delle scuole primarie di Massa Lubrense che tra lezioni teoriche, escursioni e laboratori didattici sul campo, hanno acquisito conoscenze e nozioni sui maggiori temi legati alla tutela ambientale e al futuro sostenibile per il territorio e il pianeta. "Il progetto è realizzato grazie al finanziamento del Comune di Massa Lubrense ed è rivolto alle scuole del territorio lubrense - sottolinea Lucio Cacace, Presidente Amp Punta Campanella - È un'iniziativa che si svolge da anni, ampliando così l'offerta formativa per i nostri piccoli studenti. Stiamo lavorando per cercare di replicare questo format anche negli altri comuni del Consorzio e spero che presto possa realizzarsi anche quest'obiettivo." Quest'anno saranno proposte tecniche laboratoriali innovative, centrate sull’applicazione della metodologia visuale, in modo da legare l’esperienza del laboratorio all’innovazione didattica, mettendo in pratica un approccio di ricerca e sperimentale. Il progetto sarà attivo per i prossimi 4 mesi e si concluderà a maggio.

Napoli, torna il Nauticsud: «Risorsa mare da valorizzare» (Il Mattino)

 

martedì 7 febbraio 2023

Eventi. "Sorrento in Love", otto giorni dedicati alla festa degli innamorati

Sorrento - Da domani 8 febbraio e fino al 15 febbraio, Sorrento si veste di rosso per festeggiare San Valentino. La festa degli innamorati, che coincide con quella del santo patrono della città, Sant’Antonino, sarà per otto giorni il leitmotiv che accoglierà visitatori e curiosi. “Sorrento in Love”, questo il nome scelto per l'iniziativa, ha l'obiettivo di invogliare le coppie a trascorrere qualche giorno nella città del Tasso. In particolare, il programma prevede via San Francesco, piazza della Vittoria, piazza San Francesco e via degli Archi, addobbate con cuori e luminarie, così come la villa comunale Salve D'Esposito. Inoltre i negozi del centro saranno allestiti a tema, ed alcuni angoli del centro storico illuminati con il colore dell’amore.

Sorrento. Il sindaco Coppola riceve al Comune un gruppo di studenti francesi

Sorrento - Un gruppo di studenti francesi, del lycée Saint Joseph della città di Lamballe, ospiti dell'istituto polispecialistico San Paolo di Sorrento, sono stati accolti questa mattina al Palazzo Municipale dal sindaco, Massimo Coppola. I ragazzi, con il coordinamento della docente Ester Parlato, saranno impegnati per l'intera settimana in attività didattiche, nell'ambito del programma Erasmus, con l’obiettivo di confrontarsi sui rispettivi sistemi di istruzione. A loro, il primo cittadino, nell'augurare buon lavoro, ha illustrato la storia, la cultura e le principali attrattive del territorio, sottolineando l'importanza dell'istituto San Paolo nella formazione dei futuri professionisti dell'ospitalità. A fine marzo saranno gli studenti sorrentini i protagonisti di un viaggio studio in Francia.

ShedirPharma Sorrento: splash casalingo (0-3) contro Casarano

Niente di fatto. La ShedirPharma Sorrento non riesce ancora a conquistare la terza vittoria di fila, e dopo aver superato Roma e Catania, cade al cospetto di Casarano che chiude in 3 set conquistando l’intera posta in palio. Partita dai due volti quella andata in scena al PalAtigliana, con gli uomini di coach Nicola Esposito che comandano nei primi due set fino alle battute finali (23-22 e 23-21), salvo subire la rimonta del roster pugliese che mostra più cinismo nei momenti cruciali, e pur attaccando con percentuali peggiori riesce a portarsi sul doppio vantaggio chiudendo entrambi i set sul 23-25. Nel terzo set regna l’equilibrio fino a metà parziale, poi Sorrento mostra segnali di resa al primo tentativo di allungo di Casarano, che chiude la contesa senza trovare eccessiva resistenza.

Non bastano i 17 punti del solito Daniele Albergati (unico giocatore in doppia cifra) che sfonda il muro dei 1.100 punti in Serie A. Seguono Starace (9 con 2 ace) e Cuminetti (6). 5 i muri complessivi di Sorrento (2 ciascuno per Buzzi e Remo) contro i 7 di Casarano (3 per l’ex Peluso).


Vico Equense. Scivola sul ghiaccio con lo scooter muore studente di 17 anni

Vico Equense piange un'altra giovane vita spezzata prematuramente a causa di un incidente stradale. Ancora non è chiara la dinamica dell’accaduto. Da una prima ricostruzione, il ragazzo era in scooter, andava a scuola, ed è morto sul colpo impattando sull'asfalto della Raffaele Bosco nei pressi della borgata di Fornacelle. A provocare la tragedia potrebbe essere stato il ghiaccio sul manto stradale e la conseguente perdita di controllo del mezzo, che ha provocato il violento impatto con il suolo. Quando è arrivata l'ambulanza il suo cuore si era già fermato. Si era svegliato tardi questa mattina e correva in classe dove lo aspettavano i suoi compagni di un istituto professionale di Vico Equense. "Siamo profondamente addolorati e sconvolti per la notizia della scomparsa di Stefano, giovane originario di Ticciano, che ha ricevuto pochi giorni fa il Sacramento della Cresima presso la parrocchia di Sant’Antonino Abate in Arola. La morte inattesa, soprattutto di un ragazzo che si affaccia alla vita, ci ricorda il dono prezioso e fragile della nostra esistenza. Le nostre preghiere sono rivolte alla sua famiglia alla quale ci stringiamo, in questo momento di immenso dolore" il messaggio dell'Arcidiocesi Sorrento-Castellammare di Stabia. Gli inquirenti stanno esaminando le telecamere che costeggiano il tratto di strada precedente, per ricostruire l'esatta dinamica dell'incidente. La salma è stata trasferita all'obitorio di Castellammare di Stabia

Vico Equense. Torna la giornata di raccolta del farmaco dal 7 al 13 febbraio

Vico Equense - Torna a Vico Equense la «Giornata di raccolta del farmaco» organizzata dalla fondazione Banco farmaceutico in collaborazione con Federfarma. L’iniziativa durerà un’intera settimana a partire da oggi, martedì 7 febbraio, sino a lunedì 13. “A Vico Equense le farmacie del centro cittadino, Cuomo e Costabile, - spiega Pia Del Gaudio - da anni aderiscono all' evento e sono abbinate alla Caritas Vico Equense, per cui tutti i farmaci raccolti andranno a beneficio delle tante famiglie in difficoltà sul nostro territorio.” Si possono donare i farmaci senza obbligo di prescrizione, i cosiddetti farmaci da banco, in particolare analgesici e antipiretici, antiinfiammatori per uso orale, preparati per la tosse, farmaci per dolori articolari e muscolari, antimicrobici intestinali e antisettici. "La crisi internazionale ha causato un aumento del costo della vita che si ripercuoterà sulle famiglie povere, sulle stesse realtà assistenziali a cui si rivolgono quando hanno bisogno d'aiuto, ma anche su tante famiglie non povere - afferma Sergio Daniotti, presidente della Fondazione Banco Farmaceutico onlus -Donare un farmaco per chi non può permetterselo è un modo per esprimere, attraverso un semplice gesto di gratuità, il meglio della nostra umanità e per dare un segnale di speranza.”

Il treno della discordia

di Filomena Baratto

C’era una volta il treno, quello che vedevo dal mio terrazzo, per un tratto lunghissimo fino a scomparire. Era rosso pompeiano e beige. Alla partenza, dopo il fischio, si sentiva il rumore sordo dei binari, e lentamente accelerava fino a una velocità sostenuta, ma non così veloce come oggi. Mi piaceva molto quel prototipo degli anni sessanta per assomigliare ai miei trenini che viaggiavano sul pavimento della camera. Quando lo vedevo girare in circolo, si accendeva la mia fantasia: dove poteva andare, chi portava, quali fermate. Girando, tornava sempre da me, dopo aver percorso tutta la stanza. Quando partiva, ero in apprensione: poteva sempre deragliare, scivolare, abbattersi per un nonnulla. Per prevenire possibili incidenti, mi sedevo accanto e tenevo tutto sotto controllo. Questa possibilità di immaginare e curiosare tra i vagoni, prevedere i luoghi dove arrivava, scegliere chi far viaggiare era un’attività d’infinita costruzione mentale. Simulavo le voci dagli altoparlanti quando arrivava in stazione, ma soprattutto davo dei segnali per far capire in quale città arrivasse. M’interessavano le mete. Quando salivo nel treno, c’era sempre la possibilità di un posto a sedere. Sceglievo quello accanto al finestrino per leggere e poter ammirare il panorama. Se per un breve percorso, restavo nell’atrio. Raramente rimanevo in piedi per lunghi tratti. Quando accadeva, mi giravo attentamente intorno, guardando negli occhi tutti quelli che incontravo con lo sguardo. Non c’era il cellulare, e di solito con una mano tenevo un libro da leggere e con l’altra mi appoggiavo.


 

Vico Equense. Polpette di pane: 6 ricette consigliate da Peppe Guida

Vico Equense - Chi non ama le polpette. Con il pane, in accompagnamento alla carne, al pesce, ai salumi e ai prodotti dell’orto. Fritte, al forno, stufate, sono sempre una poesia. “La cosa più immediata per non buttare il pane raffermo è trasformarlo in pangrattato: se non è completamente secco si può farlo asciugare a forno basso e poi tritarlo con un frullatore potente. Se invece, vogliamo che il pane torni morbido per altre preparazioni – come polpette, gnocchi o pizze di pane – si può rigenerarlo” e allora partiamo da qui e facciamo una full immersion nell’universo delle polpette (di pane) attraverso sei ricette e i consigli dello chef Peppe Guida nel libro Del pane non butto via niente edito da Gambero Rosso. 

CLICCA QUI per le 6 ricette consigliate da Peppe Guida 

A Fornacelle una strada con «vista precipizio»

Fornacelle
Vico Equense - Oltre la rete di plastica, il vuoto. In molti punti della via Raffaele Bosco, nella zona di Fornacelle, il muretto di contenimento stradale non esiste più e al suo posto sono state posizionate reti provvisorie di protezione attraverso paletti di ferro, al di là delle quali c’è il precipizio. Si tratta di barriere precarie realizzate in situazioni di emergenza, che dovrebbero avere vita breve. Sono lì, però, da anni. Stessa situazione tra Preazzano e Ticciano. Sicurezza ridotta al minimo. Buche per le strade, muretti che non ci sono. Disagi su disagi, e i residenti delle zone collinari non ce la fanno più. Una situazione che gli abitanti denunciano da tanto, troppo tempo. La via Raffaele Bosco ha un traffico notevole durante tutto l’arco della giornata con passaggio di mezzi pesanti, pubblici e privati e i punti pericolosi allungano i tempi di percorrenza. Una volta bastava l’utilitaria a percorrerla, adesso nemmeno i SUV resistono alle buche e ai tornanti, ai cigli di strada franati e ai rallentamenti continui nelle curve al passaggio di pullman e camion. Bisognerebbe andarci con un trattore per evitare che le auto si sfascino. Se poi si va in motorino o in moto la schiena salta completamente per i sussulti continui prodotti dai fossi e buche che non si riescono a evitare. E per quanto possano esserci varie motivazioni per i mancati lavori, l’utente deve poter percorrere la strada senza alcun pericolo, sempre. E i lavori in corso hanno un tempo entro cui vanno portati a termine e non sono in attesa di chissà quale evento per farli partire.

Legambiente Vico Equense inaugura la nuova sede “Un luogo di aggregazione e partecipazione attiva dei cittadini”

Vico Equense - Il circolo e centro di educazione ambientale “Il Melograno” di Legambiente penisola sorrentina apre una nuova sede in via Nicotera 90 a Vico Equense. “Un luogo di aggregazione e partecipazione attiva dei cittadini, al fine di sostenere azioni e progetti tesi alla salvaguardia del territorio e dell’ambiente” il commento del presidente di Legambiente penisola sorrentina Ignazio Esposito e dell’Architetto Antonino Di Palma, promotori dell’iniziativa. Lo sportello, in particolare, si occuperà della tutela della biodiversità e di aree protette, dello stop al consumo di suolo e del contrasto alla cementificazione, della salvaguardia del paesaggio e ella difesa dei beni comuni, del monitoraggio e il contrasto all'inquinamento dell'aria, dell'acqua e del suolo. Per il momento l'ascolto delle istanze dei cittadini avverrà attraverso un numero telefonico dedicato (3792371981) o tramite incontri nella sede dell’associazione con esperti competenti. Lo sportello, realizzato nell'ambito delle attività della rete In.f.e.a.s della Regione Campania, servirà a fornire un supporto anche a tutte le istituzioni che si occuperanno concretamente delle questioni ambientali.

Napoli. Arrivata in porto la Sea Eye 4, in moto la rete di accoglienza per i 106 migranti a bordo

Napoli - È giunta nel porto di Napoli la nave Sea Eye 4. Ventidue i minori non accompagnati che saranno immediatamente trasferiti al Covid Center per accertamenti clinici e poi ospitati nelle Comunità messe a disposizione dal Comune in compartecipazione con la Prefettura. "Siamo qui per garantire il meglio dell'accoglienza che la città di Napoli, insieme alla Regione Campania e alla Prefettura poteva mettere in campo - ha detto il Sindaco Gaetano Manfredi intervenuto al Porto con l’Assessore al Welfare, Luca Trapanese, per accogliere la nave Sea Eye4 con a bordo 106 migranti - "Adesso - ha detto Manfredi - c'è solamente da accogliere al meglio le persone che hanno trascorso questo periodo così difficile. Io credo che la solidarietà fa parte della nostra civiltà e della nostra comunità. Dobbiamo essere in grado di offrire a chi ha sofferto questo viaggio così complesso e così difficile un'accoglienza che è propria del nostro Paese e di Napoli. Abbiamo sia squadre di psicologi che assistenti sociali e mediatori per aiutarli, stiamo facendo il meglio possibile che è quello che compete alla nostra città e alla nostra comunità". "Abbiamo seguito con molta apprensione il viaggio della Sea Eye 4 - ha dichiarato l'assessore al Welfare Luca Trapanese - e ci siamo attivati immediatamente per l'accoglienza dei minori non accompagnati e la sepoltura delle salme, purtroppo tre, che ci avevano comunicato essere a bordo dell'imbarcazione. In momenti come questi si toccano con mano l'assurdità della vita e le inaccettabili disuguaglianze sociali dell'epoca in cui viviamo. Come Città e come Amministrazione Napoli si è fatta trovare pronta all'accoglienza. Grazie agli assistenti sociali del Comune e ai mediatori psicologici della rete del terzo settore che da subito si sono resi disponibili partecipando fin dallo sbarco alle operazioni di accoglienza. Faremo di tutto per accogliere al meglio questi nostri fratelli, non solo in questi primi drammatici e inenarrabili momenti di dolore".

Vico Equense. La proposta di oggi dello chef Gennaro Esposito: fusilli ai 7 cereali con pesce spatola, saba e giardiniera alle foglie di limone

 

lunedì 6 febbraio 2023

Free Vico Equense: Mobilità e trasporti situazione sempre più critica “Dall’amministrazione il nulla”

Ci vogliono azioni concrete e non interventi tampone come la prospettiva di targhe alterne

Vico Equense - Torna fruibile la tratta della Circumvesuviana compresa tra le stazioni di Castellammare di Stabia e Vico Equense, chiusa lo scorso 26 gennaio a seguito del deragliamento di un treno. Anche oggi è stata una giornata tribolata a causa di un treno che si ferma a San Giovanni a Teduccio, diretto a Sarno e i passeggeri attendono di ripartire ben 45 minuti. È una giornata di vento gelido e il disservizio arriva con un disagio aggiuntivo, l’attesa al freddo. È l’ennesimo stop di treni vecchi che ormai quasi quotidianamente non riescono ad effettuare il servizio, creando disagi enormi per i residenti e i turisti dell’intera Penisola Sorrentina. Centomila cittadini costretti a districarsi quotidianamente tra le tante difficoltà di mobilità e trasporto sia ferroviario che stradale. “Nonostante ciò, tutti fanno finta di niente, - sottolinea il movimento politico Free Vico Equense - tutti parlano di turismo, di qualità dell’offerta, di attrattive che ogni singolo comune propone. Ma di come conciliare il tutto, con la vivibilità dei residenti e la mobilità sostenibile, nemmeno una parola, nemmeno una sorta di possibile visione programmatica. Tranne qualche iniziativa del Sindaco di Sorrento che almeno ha dato voce ai disagi dei suoi cittadini, per il resto il nulla, ad iniziare dalla nostra Amministrazione. Siamo un paese turistico, viviamo di turismo, abbiamo bisogno di avere ed offrire mobilità, trasporti e servizi adeguati. Per tal motivo chiediamo azioni concrete e risolutive (non interventi tampone come la prospettiva di targhe alterne). Chiediamo programmazione e sostenibilità. Questo è quello che si attendono i cittadini e gli imprenditori, questo è quello che dovrebbe garantire una buona Amministrazione. Un passo alla volta, si può e si deve migliorare, per il bene e nell’interesse di tutti.”

Castellammare - Vico Equense, Stabiaequa Half Marathon 10^ edizione: ecco i vincitori

Castellammare di Stabia/Vico Equense - Oltre 700 atleti, tra mezza maratona competitiva e la 11.5Km non – competitiva, si sono ritrovati domenica 5 Febbraio ai nastri di partenza di una delle gare divenuta per tanti oramai un tradizionale appuntamento. Nonostante le forte raffiche di vento gelido che hanno caratterizzato la giornata, la Stabiaequa Half Marathon ha offerto ancora una volta ai tanti partecipanti la possibilità di riempire i cuori di gioia e gli occhi della bellezza offerta dal percorso che per buona parte costeggia il mare interessando i comuni che fanno da porta d’ingresso alla penisola sorrentina: Castellammare di Stabia e Vico Equense. Una bellissima giornata di sport, vissuta completamente anche in diretta live sulla pagina Facebook (video diretta), conclusasi con la vittoria di Mario Maresca (1h16’52”) strappata per una manciata di secondi al suo compagno di squadra Antonio Tamarino (1h16’59”). Terzo Giovanni Paone della Purosangue Athletics Club che ha chiuso la gara in 1h17’16”. Una gara da cardiopalma quella dei due atleti della Sorrento Runners che alla fine, dopo un continuo spalla a spalla, ha visto trionfare Maresca. Meno entusiasmante la gara femminile. Schiacciante la vittoria di Francesca Maniaci (Atletica Marcianise) che ha tagliato il traguardo in 1h.22’27”. Alle spalle Teresa Stellato (Atletica Marcianise) che ha chiuso la gara in 1h31’55” e Annamaria Di Blasio dell’Atletica Macasport (1h.32’30”).


 

Bonea. Libri, “Ho inciampato e non mi sono fatta male”: la testimonianza della scrittrice Miriam Rebhun sulla shoah

Vico Equense - Mercoledì 8 febbraio 2023, alle ore 18.00, nella chiesa San Giovanni Evangelista di Bonea, sarà presentato il libro “Ho inciampato e non mi sono fatta male” di Miriam Rebhun. “La comunità di Bonea, - spiega il parroco don Mario Cavaliere - come ormai da qualche anno, organizza un incontro per non dimenticare l'orrore della Shoah che ha segnato la storia umana e in questi tempi crediamo che sia attuale non dimenticare.” Miriam Rebhun racconterà la sua esperienza da figlia di deportati, paragonando la sua vicenda a una pietra di inciampo, simbolo che l'umanità ha adottato per non dimenticare l'orrore dei campi di sterminio del secondo conflitto mondiale. “Se riuscirò a mantenere e a tramandare la sua memoria, la sua storia non si perderà… la sua vita così breve avrà un senso, lascerà un segno”. Così scrive la professoressa Rebhun dinanzi alla tomba del padre Heinz, sepolto nel cimitero di Haifa. “Il nostro intento – aggiunge il parroco - insieme all'associazione "don Pinuzzo" e al Circolo culturale "Carlo Bosano" è trasmettere alle nuove generazioni che conoscendo la storia si possono evitare crimini atroci contro l'umanità e rispettare l'altro nella sua diversità di colore, pensiero, idea e religione ed insieme si può crescere nella cultura del dialogo, divenendo costruttori di pace.”

Free Vico Equense. Strade comunali: oramai ci siamo assuefatti a tutto!

Vico Equense - Il movimento politico «Free» fondato dal sindaco di Bacoli Josi Della Ragione, sbarca anche nella nostra città con Free Vico Equense. Una comunità di attivisti e di amministratori locali in rete che sta riscuotendo sempre più interesse con nuovi ingressi che si susseguono giorno per giorno e che guarda all’amministrazione bacolese come ad un modello virtuoso a cui ispirarsi. Il movimento rappresentato dall’attivista Paolo Colloca, accende i riflettori sulle strade cittadine. “Strade dissestate, - scrivono sulla loro pagina facebook gli attivisti di Free Vico Equense - lavori interminabili e continue opere di riparazione (in particolare dopo le piogge anche se brevi e poco consistenti), sono oramai la normalità per la nostra turistica città. Tra i primi interventi Non ci sorprendiamo più per l’approssimazione nella programmazione delle opere e degli interventi. Non ci sorprendiamo più, per chiusini che non sono in quota con l’asfalto (se non ci sono le buche le creiamo noi), di scavi chiusi approssimativamente così da creare un serio pericolo per la circolazione e l’incolumità pubblica. Siamo oramai una comunità assuefatta a tante cose, anche ad avere una rete stradale dove il degrado sostituisce in molti casi il decoro urbano. Lo sappiamo, per i Comuni, non ci sono grandi risorse pubbliche da destinare alla manutenzione delle strade. Sappiamo anche, però, che gran parte dei problemi di manutenzione sono generati dal non sempre preciso e adeguato ripristino delle stesse in seguito ai lavori su di esse eseguiti. Sappiamo anche, perché sotto gli occhi di tutti, che i nostri amministratori sono sempre presenti, dall’inizio alla fine dei lavori.

Bonea. Premiati i fotografi delle Pacchianelle

di Pino Visconti 

Vico Equense - “O Signore, questa nostra comunità, in ogni sua attività, possa essere un riflesso della tua luce e sia nella società civile sale che dà sapore ad ogni nostra scelta ed iniziativa”, è una delle preghiere dei fedeli letta nel corso della solenne Messa Vespertina celebrata ieri sera, nella Chiesa di San Vito, da Padre Giuseppe come ringraziamento a chiusura dell’articolata interessante programmazione che ha caratterizzato, nella sua interezza, la trascorsa edizione delle Pacchianelle, la 112^. Parole, quelle innanzi riportate, che hanno avuto la giusta collocazione per un dopo Messa che prevedeva la premiazione del “Fotografo di classe”, concorso fotografo legato alla sfilata dello scorso 6 Gennaio, riservato agli alunni degli Istituti Comprensivi del territorio, e nello specifico per le quinte classi della Scuola Primaria e per le tre classi della Scuola Secondaria di 1° grado. L’iniziativa del concorso veniva presentato nel mondo della scuola ben ritenendo che la presenza degli alunni oltre che rappresentare il forte vincolo con il territorio, è significativa testimonianza attiva del legame tra generazioni che si tramandano il considerevole patrimonio di un’ ultrasecolare tradizione popolare che, segnatamente appartenente al passato, si proietta verso il futuro, con lo sguardo del presente. E a quell’invito hanno risposto 30 partecipanti, divisi equamente in ragione di 15 alunni per ciascun Istituto, che hanno consegnato circa 80 foto che, fino al 9 Febbraio saranno esposte in un collettiva allestita nel salone di rappresentanza del Convento di San Vito, visitabile dalla ore 17.00 alle 19.00. E dopo i ringraziamenti di rito e gli interventi del Sindaco Giuseppe Aiello e della dottoressa Alberta Maresca, Dirigente Scolastico del Comprensivo Caulino, con la collaborazione dei referenti Professoresse Angela Strano e Margherita Toscano per il Caulino e del Professor Alfonso Arpino per il Gian Battista Della Porta, Padre Giuseppe, in qualità di Presidente dell’Associazione Amici delle Pacchianelle, dopo aver consegnato a tutti i concorrenti un attestato di partecipazione unitamente ad un bassorilievo rappresentante un mezzo busto di una Pacchianella ideato e, a tiratura limitata realizzato da un originale dal Maestro Luigi Savarese, Direttore Artistico delle Pacchianelle,


Le novità turistiche della Francia all'insegna green e della sostenibilità

Tante buone ragioni per scegliere la Francia per le prossime vacanze presentate al Mediatour France. Viaggiare in modo sostenibile in Francia è facile!

di Harry di Prisco

«Una Francia davvero sempre più nuova, green che propone un turismo slow e sostenibile. Abbiamo ripreso a viaggiare e siamo felici di registrare il rinnovato interesse dei turisti italiani, che sempre più numerosi scelgono la Francia, in particolare le proposte di rispetto dell’ambiente, un obiettivo che la Francia persegue da tempo con impegno ed entusiasmo », così si è espresso Frédéric Meyer Direttore Atout France Italia-Grecia-Svizzera e Coordinatore regionale Europa del Sud nel presentare le destinazioni turistiche delle regioni della Francia all’appuntamento annuale del Mediatour organizzato da Atout France. Tanti gli eventi in programma: dal Tour de France a luglio che attraverserà i Paesi Baschi spagnoli e francesi, alla Coppa del Mondo di Rugby , che si svolgerà in nove città francesi dall’8 settembre al 28 ottobre. Un anno sportivo dunque ma non solo, il territorio è il filo conduttore di questo anno per la Francia. Continua il Direttore Meyer: « Territorio vuol dire luoghi, patrimonio, prodotti, tradizioni, natura, verde. In un momento in cui tutti siamo di fronte ai problemi dell’ambiente e dei cambiamenti climatici, riscoprire la natura e il territorio è una priorità. Senza mai dimenticare la cultura e l’arte di vivere, che sono un po’ il marchio della Francia».


 

Bruce Springsteen pronto a festeggiare lo scudetto a Napoli

Vico Equense - E’ cominciato il tour mondiale di Bruce Springstee con la E Street Band. Arriveranno in Europa il 28 aprile, con tre tappe in Italia (Ferrara, Roma, Monza). Adele Zerilli, la mamma del Boss, è originaria di Vico Equense, Bruce ha sempre detto di tifare particolarmente per il Napoli, le sue radici. E se fosse scudetto... Sarebbe festa anche sul palco. In un’intervista rilasciata qualche anno fa al Mattino, disse: «Amo le mie radici e sogno di andare un giorno a Vico Equense dove c'è ancora la casa di famiglia di mia madre Adele. Mi spiace solo di non essere ancora riuscito nell'intento neppure quando ho suonato a Napoli in piazza del Plebiscito». «Ho scelto di fare il presidente solo perché non potevo essere Bruce Springsteen». Basterebbe la celebre frase di Barack Obama per spiegare cosa sia nell'immaginario collettivo Springsteen. La rockstar ha venduto 130 milioni di dischi in tutto il mondo e ha tenuto concerti leggendari, tanto che la rivista americana "Rolling Stone" l'ha proclamato miglior performer di tutti i tempi. Ha guadagnato più di un miliardo e mezzo di dollari nella sua carriera. Si è portato a casa venti Grammy Awards, due Golden Globes e un Oscar. Bruce Springsteen, in arte The Boss, il mito, la leggenda di “Born in the Usa” è anche cittadino onorario di Vico Equense, città natale di sua madre. Il nonno paterno era di origini per il 50% olandesi e per il 50% irlandesi, mentre la nonna era 100% irlandese. I nonni materni, invece, erano entrambi italiani – Antonio Zerilli e Adelina Sorrentino.


 

Napoli-Sorrento, servono molti più autobus. L’Atex: E’ l’unica alternativa alle inefficienze delle ferrovie

“In questi giorni a causa del deragliamento, Eav ha previsto delle corse autobus aggiuntive da Napoli a Sorrento, corse immediatamente soppresse non appena la linea ferroviaria è stata ripristinata. La nostra proposta è quella di mantenere queste corse straordinarie dei bus, addirittura potenziandole ulteriormente”. E’ quanto scrivono Sergio Fedele e Giovanni Rosina, presidenti di Atex Campania e Atex Sorrento, in una lettera indirizzata al Prefetto di Napoli, “in attesa della riunione del Tavolo coordinato dal Prefetto, dedicato unicamente al disastro del sistema ferroviario che collega Napoli-Sorrento”. “Tale proposta – aggiungono – sarebbe di immediata operatività e potrebbe, almeno in parte, dare una alternativa al disservizio ferroviario per residenti e ai turisti. Ovviamente si tratta di una soluzione d’emergenza che non deve bloccare l ‘analisi e la realizzazione delle proposte di interventi nel medio e lungo periodo. Sarebbe inspiegabile che tale richiesta di incremento immediato di autobus per il 2023 sulla linea Napoli-Sorrento non venisse subito recepita”. Per Fedele e Rosina “occorre tenere ben presenti le peculiarità dei Comuni della Penisola Sorrentina rispetto agli altri territori limitrofi. I Comuni della Penisola Sorrentina a differenza dei Comuni che li precedono sull’attuale percorso ferroviario Eav non hanno né l’uscita autostradale né la linea alternativa con relativa stazione delle Ferrovie dello Stato. Inoltre i Comuni della Penisola Sorrentina accolgono nei mesi estivi milioni di turisti che richiederebbero una accessibilità stradale e ferroviaria strutturata e dimensionata a tali flussi ed invece sono costretti a vivere un vero e proprio inferno per raggiungere questi territori”. “Occorre soprattutto ricordare – scrivono ancora – che i miglioramenti previsti da Eav saranno realizzati non prima di 7 anni. Per questo auspichiamo che i Sindaci dei Comuni della Penisola Sorrentina condividano questa richiesta e si attivino affinché la Regione per il 2023 realizzi un programma di incrementi delle linee autobus Napoli -Sorrento”.

domenica 5 febbraio 2023

Faito, Tito “Un tavolo per fare chiarezza sulla gestione della montagna”

Vico Equense - Il consigliere della Città Metropolitana, Giuseppe Tito, intervenuto ieri a Faito, alla cerimonia di piantumazione dei 40 pini neri in memoria delle vittime del covid, ha auspicato l’apertura di un tavolo per fare chiarezza sulla gestione della montagna tra le comproprietarie Regione Campania e Città Metropolitana di Napoli. Una gestione a metà che contribuisce ad ingolfare la macchina burocratica. Già, perché è da anni che il balletto di competenze tra i due Enti ostacola la gestione di Faito, inclusi gli interventi di manutenzione. Tito ha ricevuto la delega al Faito, che in passato non esisteva direttamente dal sindaco metropolitano, Gaetano Manfredi. Nel 2007, il «complesso Immobiliare Monte Faito» - una superficie di 400 ettari su cui insistono fabbricati, manufatti e aree con antenne televisive - era stato venduto per appena 4 milioni di euro dalla Fintecna Immobiliare alla Regione Campania e all'allora Provincia di Napoli, in parti eguali, diventando così interamente pubblico. Il Faito nel marzo del 2021 finì al centro di una animata disputa amministrativa e istituzionale, che si accese alla notizia di trattative in corso tra il Comune di Vico Equense e Città Metropolitana per una permuta con l’edificio scolastico, attualmente dismesso, che sta nella frazione Fornacelle e richiesto, a quanto risulta, dalla stessa ex Provincia per destinarlo a sede dell’Istituto scolastico superiore “Marconi-Galilei”. La notizia scatenò una vera e propria “bufera” politica e forti reazioni da parte degli altri Enti interessati (Comune di Castellammare di Stabia, Comune di Pimonte, Ente Parco) ed è stata oggetto di diverse mozioni anche in Consiglio Regionale.

Sorrento. Calendario dei lavori pubblici per lavori di scavo e di rifacimento del manto stradale

Sorrento - A partire da domani, 6 febbraio, in alcune strade del territorio comunale di Sorrento, sono previsti dispositivi di regolamentazione del traffico, per permettere lavori di scavo e di posa di nuovi cavi a bassa tensione, e di rifacimento del manto stradale. Dal 6 al 10 febbraio, dal 15 al 17 febbraio, nei giorni 20, 22, 23 e 24 febbraio e dal 27 febbraio al 3 marzo, dalle ore 8 alle ore 18, è istituito il senso unico alternato in via degli Aranci, nel tratto compreso tra l’intersezione di via Marziale con via San Renato, e in via San Renato nel tratto compreso tra via degli Aranci e l’intersezione con la traversa San Renato. Dal 15 al 17 febbraio, nei giorni 20, 22, 23 e 24 febbraio e dal 27 febbraio al 3 marzo, dalle ore 8 alle ore 18, è istituito il senso unico alternato lungo corso Italia, nel tratto compreso tra l’intersezione con viale Nizza e l’intersezione con vico II Rota. Dal 6 marzo al 17 marzo, dal lunedì al venerdì, dalle ore 8 alle ore 18, senso unico alternato anche in via Rota, nel tratto compreso tra l’intersezione di vico II Rota e fino al confine con il Comune di Sant’Agnello e in vico II Rota, nel tratto compreso tra l’intersezione con corso Italia all’intersezione con via Rota.

Vico Equense. Giornata nazionale di prevenzione dello spreco alimentare, Peppe Guida “In cucina non si butta via niente”

Vico Equense - Oggi è la Giornata nazionale di prevenzione dello spreco alimentare. Il tanto cibo gettato via ogni giorno parte dai comportamenti dei singoli in casa. Si calcola che ogni italiano getta circa 27 chili di cibo all’anno. Lo chef Peppe Guida, ambasciatore della cucina di recupero, capace come pochi di creare piatti elaborati con costi bassi ed ingredienti “poveri”, non a caso, ama ripetere che in cucina non si butta via nulla. ”Mia madre e mia nonna – spiega Peppe Guida - mi hanno insegnato che in cucina non si butta via niente, che la spesa si fa quando la dispensa è vuota e che con qualunque tipo di scarto (pesce, carne, verdura, frutta, pasta o pane) si possono preparare piatti straordinari. Per questo non mi piace parlare di spreco, preferisco parlare di recupero e le meraviglie che si possono portare in tavola sono praticamente infinte. Ogni volta è una sfida - continua lo chef - ma amo le soddisfazioni che regala. Pensiamoci prima di fare la spesa o di gettare via qualcosa, anche perché recuperando, oltre a guadagnarci noi, possiamo contribuire, nel nostro piccolo, al benessere di tutti vi pare poco?” 

Vico Equense. Nuovo singolo per Emanuele Tito

Vico Equense - “In riva al mare” è il titolo del nuovo singolo di Emanuele Tito, il giovane cantautore di Vico Equense. Il brano, scritto durante il primo lockdown, è un inno a non perdere mai la speranza, soprattutto nei momenti più bui. Nello short movie, diretto dall’attore e regista Americano Gianni McLaughlin (noto per il suo ruolo in Peaky Blinders e per aver diretto e interpretato “Bless Me Father”), l’attrice Londinese Milly May rappresenta la speranza cercata instancabilmente dal protagonista: la troverà soltanto in “Riva al Mare”. Emanuele Tito, classe 1993, si innamora della musica a 14 anni, età in cui impara a suonare la sua prima chitarra. Nel 2015 assume il nome d’arte di Shape, poi Alchimia e infine ritorna alle origini: Emanuele Tito, abbandonando ogni nome d’arte, firma con diverse etichette fra le quali TRB Rec, Matilde Dischi e infine Orangle. Prodotto nel 2022 da Davide Gobello, noto per essere chitarrista di Fabrizio Moro e Loredana Berté e diretto da Dalilù regista già per Madame, partecipa ad Area Sanremo dopo aver rilasciato il singolo “Tanta Roba”, il cui stravagante videoclip si fa largo su YouTube.

Nerano, il racconto del volontario che ha ritrovato il bimbo di tre anni disperso (Il Mattino)

 

Vico Equense. Il sentiero della Vedetta (di Raffaele Di Palma)

 

Se dici pizza a metro, dici Vico Equense

Vico Equense - Se dici “pizza a metro”, il pensiero va a Vico Equense, e alla geniale invenzione brevettata da Gigino Dell’Amura che, al pari di artisti e uomini di ingegno, con la sua fantasia, ha lasciato un segno indelebile nella storia di questo alimento, che a breve riceverà il marchio De. Co., Denominazione Comunale. Questa certificazione viene riconosciuta a produzioni e pietanze, ma anche a manufatti artigianali, saperi e tradizioni che incarnano un importante tassello di storia locale e a cui il Comune dedica una procedura di riconoscimento ad hoc. Un’invenzione che nasce per caso, dal lavoro di panettiere che Gigino aveva ereditato dal padre. È notte, si lavora per fare il pane, si assaggia qualcosa, si creano forme, sapori, si prende un po’ d’impasto, lo si schiaccia, inforna, magari si condisce con dell’olio d’oliva e si assaggia. Nasce così l’idea di realizzare pizze che avessero “misure” diverse a seconda del numero di persone a tavola. Col tempo anche la ricetta del talentuoso pizzaiolo venne perfezionata e brevettata negli anni Sessanta, per poi essere replicata, allora come oggi, da diverse pizzerie. Nei prossimi giorni saranno presentate le linee guida del disciplinare di produzione della tradizionale pizza a metro di Vico Equense unitamente al marchio, così da rendere immediatamente riconoscibili le pizzerie aderenti.

sabato 4 febbraio 2023

Vico Equense. Le Pacchianelle, ancora loro...

di Pino Visconti

Vico Equense - Sì, le Pacchianelle, ancora loro si fan citare lasciandosi ammirare nelle foto scattate dagli alunni degli Istituti Comprensivi “Gian Battista Della Porta" e “Filippo Caulino", che hanno accettato l’invito a partecipare al concorso “Fotografo di classe", dedicato alle Pacchianelle 2023 che, nello scorso 6 Gennaio, hanno sfilato dando vita alla loro 112^ edizione, che ha ruotato intorno al motto: “celebrando, ricordare/ ricordando, rivivere.” Trenta i partecipanti che hanno consegnato circa 90 foto, che una giuria di esperti ha visionato e selezionato redigendo una classifica di merito che, per regolamento, prevedeva la premiazione dei primi tre classificati distinti per Scuola Primaria e Scuola Secondaria di 1° grado per ciascuno degli Istituti. E domani, al termine della Messa Vespertina delle ore 18.00 che sarà officiata da Padre Giuseppe come ringraziamento per il successo riportato dalle Pacchianelle, sarà effettuata la premiazione, congiuntamente alla consegna di un attestato di partecipazione a tutti i concorrenti che, con estrosa e fantasiosa creatività, hanno presentato lavori fotografici che, per qualità tecnica ed estetica, bene hanno descritto il tema chiave del concorso. E tutti gli “scatti" in una suggestiva collettiva, visitabile dal 5 al 9 Febbraio dalle ore 17.00 alle ore 19.00, resteranno in mostra ospitati nel salone di rappresentanza del Convento di San Vito, a testimonianza di un evento che, rinviando alla più preziosa ed antica tradizione di Vico Equense, è diventato messaggio di conservazione dei protagonisti del presente. 

Sorrento e Dubrovnik da oggi "città gemelle"

Firmato nella città croata l’accordo di collaborazione tra le due località turistiche

Dubrovnik è una destinazione turistica ricercatissima dagli amanti del mare, dove trovare un patrimonio enogastronomico di qualità ed una vasta offerta culturale e di intrattenimento. Fattori che, insieme ad una innata vocazione all’ospitalità e ad un forte legame con le tradizioni, soprattutto religiose, costituiscono alcuni dei punti in comune con Sorrento e la sua penisola. È su queste basi che questa mattina è stato siglato, nella città croata, un patto di gemellaggio tra le due località. A firmare l’accordo, i sindaci di Dubrovnik, Mato Francovic e di Sorrento, Massimo Coppola. Presenti alla cerimonia il presidente del consiglio comunale di Dubrovnik, Marko Potrebica, e di Sorrento, Luigi Di Prisco. “Una città, la vostra, chiamata non a torto la "Perla dell’Adriatico" - ha dichiarato il sindaco Coppola, rivolto alle autorità locali - In comune, abbiamo una storia antichissima, un enorme patrimonio culturale, una costa spettacolare. Le nostre sono due mete turistiche ambitissime da visitatori di tutto il mondo. Siamo gente di mare, e ci accomunano gli stessi valori, lo stesso spirito di accoglienza.


 

Mani Tese Vico Equense. "Il Carnevale si veste di dono"

Vico Equense - Mani Tese Vico Equense si prepara al Carnevale, dando un senso nuovo a questa festa per i bambini. I bei vestiti in maschera che spesso acquistiamo sono prodotti in zone del sud del mondo in cui viene sfruttata la mano d'opera dei minori a volte ceduti dalla famiglia in fabbriche abusive o in fabbriche che non smaltiscono i rifiuti chimici, derivanti dalle tinture, nella giusta maniera, lavorando in un ambiente tossico e insano. Mani tese ha scelto di non incrementare questa tipologia di industria tessile. L’ iniziativa consiste nel donare un abito usato di Carnevale e con una donazione facoltativa si potrà scegliere un altro vestito in maschera, sostenendo così uno dei progetti di Mani Tese attivo a livello internazionale. “Doveroso per noi riutilizzare il più possibile questi abiti, - spiegano i rappresentanti dell’associazione - il loro smaltimento è un grosso problema ambientale, le zone che producono inquinando la falda acquifera sono spesso anche zone di smaltimento degli stessi, in cui si possono trovare montagne di abiti. Questi bambini sono anche costretti a cercare abiti ancora in buono stato per rivenderli. Sorridono come se stessero giocando quando invece sarebbe loro diritto giocare su montagne verdeggianti.” 

Qui le info del progetto in atto CLICCA QUI