mercoledì 22 novembre 2017

Terremoto, quel 23 novembre di 37 anni fa

Vico Equense
Vico Equense - Domani ricorre il 37° anniversario del sisma del 23 Novembre 1980. Chi c'era, quel giorno ricorderà per sempre l'ora del terremoto, le 19:34. E cosa faceva in quel momento. A quei tempi i canali tv si contavano sulle dita delle mani e a quell'ora la Rai trasmetteva un tempo di una delle partite della serie A giocate nel pomeriggio. Chi ne aveva approfittato per una gita fuori porta non poté non notare l'anomalia di una giornata calda, troppo calda per quella stagione. La terra tremò in Campania e Basilicata, con epicentro in Irpinia, per circa 90 interminabili secondi. Dopo quei 90 secondi d’inferno, niente fu più come prima. 2570 morti, 9mila feriti, 300mila senza tetto. Nella nostra Città non ci furono decessi, ma subì danni di notevoli proporzioni. 1006 persone rimasero senza una casa. Edifici non recuperabili, crollati o parzialmente distrutti: 25. 530 persone furono ricoverate in albergo. Strutture alberghiere requisite: 11. Famiglie in appartamenti requisiti: 125. Edifici scolastici lesionati e dichiarati inagibili: 3. L’Ospedale “De Luca e Rossano” distrutto. Demolita anche la casa di riposo per anziani “Luigi De Feo”. Gravissimi danni per l’Istituto Santissima Trinità e Paradiso. Una situazione catastrofica che non riuscì a piegare la volontà e la capacità di lottare della gente.

Molestie sessuali e violenze


di Filomena Baratto

Vico Equense - Il molestatore è chi non lascia in pace qualcuno per qualche motivo e si accanisce nei suoi confronti. Il termine significa importunare, infastidire, tormentare. Il molestatore sessuale è tra quelli più accaniti. La molestia, secondo il codice penale, art. 660, prevede sia l’arresto fino a sei mesi, che un’ammenda e rientra tra i delitti meno gravi di quelli a fondo sessuale, ma non per questo trascurabile. Per violenza sessuale basta che in un pullman un uomo abbia l’impulso a toccare e a strofinarsi contro una persona non consenziente. E’ questa la pratica del “frotteurismo “. Essa diventa reato contro la persona con l’art. 609 bis del codice penale. In ogni rapporto senza consenso dall’altra parte, scatta la violenza. Il molestatore si accanisce, perde la consapevolezza di quello che può succedere anche se sa quello dove vuole arrivare. E così la molestia diventa stupro quando, innescato il meccanismo, non lo si può più arrestare. C’è una novella di Verga: Tentazione! che ci fa capire come una molestia si trasforma in stupro, fino alla tragedia. Racconta di tre ragazzi che tornando da una festa, in provincia di Milano, svoltando per una strada di campagna, si trovano davanti una ragazza sola. Il vederla e formulare il cattivo pensiero, è tutt’uno.
 

martedì 21 novembre 2017

Vico Equense, buone notizie per i campeggi: il comune abbassa la tassa di soggiorno

Si passa da 2 a 1 euro

Vico Equense - La Giunta comunale di Vico Equense ha approvato la riduzione dell’imposta di soggiorno per i campeggi attivi sul territorio. La scelta di abbassare l’imposta, rimodulata nelle scorse settimane, per i campeggi è nata dalla necessità di differenziare maggiormente questa tipologia di struttura ricettiva – che ha specifici servizi - dalle altre, evitando che l'incidenza dell'imposta risulti sperequata rispetto al prezzo del soggiorno. Si passa, così, da una tariffa di 2 a 1 euro. Alla fine dello scorso mese di ottobre, il consiglio comunale ha approvato una rimodulazione dell’imposta di soggiorno per gli anni 2018 – 2019 e 2020. La tassa che entrerà in vigore il prossimo 1° aprile 2018, non ha mai subito aumenti dal 2011, e prevede per gli hotel a una, due e tre stelle il pagamento di 1,50 euro. Chi trascorrerà le sue vacanze in alberghi a 4 stelle pagherà 2,50 euro. Per i 5 stelle e quelli di lusso 3 euro. Campeggi, ostelli, agriturismi, b&b e altre strutture extra-alberghiere sono stati raggruppati in un’unica categoria con una relativa tariffa pari a 2 euro. La tassa di soggiorno è dovuta da chi alloggia nelle strutture recettive e si applica per ogni notte trascorsa, fino a un massimo di 7 giorni. Il turismo in città è in forte crescita, infatti, si è avuto un aumento delle presenze di circa il 18 % rispetto al 2016. Negli ultimi anni le strutture ricettive sul territorio sono aumentate dell' 84%, con un picco relativo ai B&B e agli affittacamere. Nel 2017 il numero delle strutture ricettive è arrivato a 172 per complessivi 2500 posti letto, di cui 20 alberghi più 152 extra alberghiere (11 agriturismi, 65 B&B, 14 affittacamere, 2 campeggi, 58 case vacanza, 1 country house e 1 rifugio di montagna). Migliorata anche la permanenza, media, che raggiunge i sette giorni.

Vico Equense c'è...Chic Chef, ultima tappa per "In the Kitchen tour" a casa dello stellato Paolo Barrale

Peppe Guida
Il famoso circuito btob organizzato da Chic, Charming Italian Chef che ogni anno vede impegnati in diverse tappe sparse per l’Italia i grandi protagonisti della cucina italiana assieme ai produttori delle eccellenze del territorio, si chiude in Campania, la regione che quest’anno ha aperto le danze alle numerose iniziative dell’Associazione ospitando il congresso annuale per la presentazione della guida dei soci Chic 2017. L’appuntamento per l’ultima tappa di “In The Kitchen Tour” è previsto per Lunedì 27 Novembre presso la cucina del ristorante Marennà di Sorbo Serpico dello chef Paolo Barrale, presidente dell’Associazione Chic, che ospiterà circa 40 chef che guidati dall’ispirazione del momento improvviseranno il loro piatto con i prodotti proposti dalle aziende presenti. E proprio nella location che ha accolto nel suo primo anno di vita "In the kitchen tour", un format che ora, a distanza di 4 anni, è cresciuto notevolmente per notorietà, consenso e partecipazione, si chiude per CHIC un anno pieno di grandi iniziative. Un bilancio positivo per il direttore di Chic Raffaele Geminiani che già parla delle nuove prospettive per il futuro dell’Associazione: "Con l'appuntamento al ristorante del nostro Presidente si chiude un anno ricco di novità ed eventi organizzati da Chic. Tra le attività che caratterizzano l'impegno del gruppo a rappresentare al meglio la filiera della ristorazione di qualità vanno sicuramente citati il grande successo degli incontri BTOB tra i professionisti, che saranno implementati nel corso del prossimo anno; la partenza del progetto Chic Respect sul menu sostenibile presentato durante la recente manifestazione Host Milano; l'iniziativa di Chic for Charity che testimonia la presenza del gruppo su tema delle donazioni. Il 2018 vedrà crescere ulteriormente la base degli associati, il numero delle aziende partners e la qualità degli eventi organizzati, a testimonianza del valore di riferimento e della capacità di traino verso il settore che l'associazione ha raggiunto, entrando nel 10° anno di vita dalla sua fondazione". Assieme a Paolo Barrale, tra gli chef Chic saranno presenti anche Peppe Guida dell’Osteria Nonna Rosa e Fabiana Scarica di Villa Chiara Orto & Cucina di Vico Equense.

Massa Lubrense. Presentazione del libro "Ed io ti cercai " di Giovanni De Gregorio

Massa Lubrense - Venerdì 24 novembre alle ore 18 in Piazza Vescovado, continua "In giro per....libri" ,un luogo, uno scrittore ed il suo libro. La rassegna culturale organizzata dagli Assessorati alle pari opportunità ed alla cultura del Comune di Massa Lubrense. Questa volta sarà presentato il libro "Ed io ti cercai " di Giovanni De Gregorio, accompagnato dalla band Hopemusic e con l'attore Beppe Gargiulo. La storia di un giovane dei nostri giorni che nel suo percorso per la città incontra personaggi “fuori dal comune” che finirà con lo scoprire se stesso. A far da scenario alla presentazione la Cappella del Purgatorio adiacente alla ex cattedrale di Massa Lubrense, Santa Maria delle Grazie. La cappella è la sede dell’Arciconfraternita Morte e Orazione, il sodalizio fondato nel 1600 dal gesuita massese padre Vincenzo Maggio.

Black Friday a Piano di Sorrento: «Non solo abbigliamento». Domenica animazione per bambini

Piano di Sorrento - Torna a Piano di Sorrento l'attesissimo appuntamento del Black Friday promosso dall'Ascom. Saranno quattro stavolta i giorni dedicati allo shopping prenatalizio a prezzi vantaggiosi, dall'anteprima di giovedì 23, dalle 18:30 in poi, fino a domenica 26 novembre. Nel pomeriggio della giornata conclusiva del Black Friday è previsto anche l'intrattenimento, patrocinato dal Comune, della banda musicale itinerante e l'animazione per bambini. Un weekend lungo, quindi, durante il quale il format commerciale importato dall'America verrà interpretato dagli imprenditori carottesi, ognuno nel proprio settore di appartenenza. «È una sfida ogni anno dimostrare che questo tipo di manifestazione non riguarda esclusivamente il settore dell'abbigliamento - commenta il Presidente della Confcommercio locale Gianluca Di Carmine - ogni socio ha la possibilità di proporre promozioni e offerte extra ordinarie, utili ad attrarre clienti abituali e potenziali. Lo spirito di iniziativa fa sempre la differenza». Proprio con questo spirito sarà affrontato anche il periodo natalizio ormai alle porte. Oltre agli eventi consueti e tradizionali, l'Ascom ha messo in calendario un potenziamento dei servizi sul territorio. Sono infatti in corso accordi per l'attivazione di una navetta continua e gratuita che colleghi il parcheggio di Via delle Rose al Corso Italia con l'intento di decongestionare il traffico, ovviare alla carenza di aree di sosta gratuite e offrire un collegamento diretto tra le zone periferiche e la strada principale della città.

Pacognano, prorogata l’interdizione di via Raffaele Bosco

Vico Equense - Prorogata fino a venerdì prossimo l’interdizione di via Raffaele Bosco all’altezza di Pacognano, per lavori di messa in sicurezza che comportano l’ingombro totale della carreggiata. “Vista la ridotta larghezza della sede stradale – spiega il comandante dei vigili urbani Ferdinando De Martino – è necessario il divieto di transito veicolare sul tratto di strada”. Il divieto di transito sarà in vigore dalle ore 08:45 alle ore 12:45 e dalle ore 14:00 alle ore 17:30, nel tratto interessato dai lavori. Sono esclusi i scuolabus.

Vico Equense. Un ecografo multidisciplinare all’ospedale “De Luca e Rossano”

Vico Equense - La seconda edizione di “Pizza a Vico” ha incassato circa 67 mila euro, somma che sarà interamente devoluta a favore del presidio ospedaliero “De Luca e Rossano” di Vico Equense e del Poliambulatorio di Moiano. Il nuovo direttore sanitario del presidio ospedaliero, il dottor Luigi Esposito ha espresso profonda gratitudine al Sindaco Andrea Buonocore. “Il suo contributo – spiega Esposito – è davvero prezioso per offrire ai nostri pazienti una struttura accogliente ed efficiente, con i servizi necessari per rendere la loro sofferenza fisica e anche emotiva più facile da sostenere.” Il Comune di Vico Equense donerà al presidio ospedaliero un ecografo multidisciplinare compatto ad alte prestazioni. “Sono davvero grato – continua il dottor Esposito – per la lungimiranza avuta nel destinare il ricavato della manifestazione culturale e gastronomica vicana per l’acquisto di una strumentazione ospedaliera di largo e necessario uso e diagnostico per tutti”. “Pizza a Vico” promossa dall’Amministrazione comunale in collaborazione con le associazioni e i tanti maestri pizzaioli locali, ha consentito un ragguardevole introito totalmente devoluto per scopi filantropici e di assistenza, a supporto delle necessità del territorio per sopperire alle carenze sentite dalla cittadinanza. “In questo difficile momento – commenta il Sindaco Andrea Buonocore - per le famiglie e nonostante le difficoltà che quotidianamente ci attanagliano, è nostro intento lavorare alacremente per consentire il miglioramento dei servizi al cittadino e sostenere il più possibile lo sforzo di quanti operano nel delicato e difficile campo dell’assistenza sanitaria e ospedaliera.”

Sony Digital Cinema 4K ed ANEC insieme per le Giornate Professionali di Cinema di Sorrento

Sorrento - Sony Digital Cinema 4K e ANEC confermano anche quest’anno la propria collaborazione per la parte tecnica delle Giornate Professionali di cinema di Sorrento. La 40° edizione della manifestazione, in programma dal 27 al 30 novembre prossimi, si preannuncia all’insegna della massima tecnologia con Sony Digital Cinema 4K che si occuperà dell’allestimento tecnologico della grande sala Sirene dell’Hilton Sorrento Palace, anche supportata da Harkness e Dolby. Per l’occasione, Sony realizzerà nell’auditorium uno schermo ad hoc e doterà la sala del proprio modello di punta: il sistema di proiezione doppia 4K per schermi di grandi dimensioni SRX-R515DS. Questa soluzione avanzata combina due proiettori SRX-R515 di Sony in grado di garantire una straordinaria intensità luminosa, pari a 30.000 lumen, corredata da un rapporto di contrasto di livello assoluto di 8.000:1. “Questa nuova collaborazione con ANEC, che ci vede protagonisti con le nostre tecnologie nella più autorevole cornice per l’industria cinematografica italiana, rappresenta il massimo riconoscimento per il nostro lavoro e per i nostri sistemi di proiezione” commenta Enrico Ferrari, Regional Sales Head South and East Europe Theatre Solutions, Sony Professional Europe.
 

Intervista a Fabian Perez. Premiato a Napoli come “Miglior artista Contemporaneo”

Fabian Perez, pittore argentino di fama mondiale, ha recentemente ricevuto, a Napoli, due prestigiosi premi: il “Da Vinci International Award” alla carriera e il riconoscimento quale “Miglior artista Contemporaneo”. L’occasione è stata una grande festa, organizzata dall’Accademia degli Artisti e presieduta da Carmela Russo. L’artista sudamericano ama dipingere con colori acrilici, perché questi gli consentono di seguire i suoi impulsi, senza che l’attesa di un colore ancora bagnato lo limiti nel generare un nuovo tratto col pennello. Pittore, ma anche scultore, Perez sa mettere in ogni sua creazione un pezzo della sua intensa e contraddittoria esistenza. Diego Paura, responsabile della redazione “Spettacoli” del quotidiano “Roma”, ha intervistato Fabian Perez, in occasione del suo soggiorno napoletano: In cosa consiste la sua arte? «Un’arte che difficilmente si può sintetizzare in una categoria, in quanto le categorie limitano tanto l’artista quanto le sue opere. Amo mettere nelle mie opere traccia ed essenza della mia vita». Le donne che dipinge sono vere? Le ha realmente conosciute? «Sì, tutte le donne che dipingo sono reali e, in qualche modo, hanno fatto parte della mia vita». Si legge un forte trasporto nella sua arte, come fosse per lei quasi un bisogno... «La mia arte è intrisa di emotività. È risultato del mio modo di vivere, delle mie passioni, degli incontri che faccio, dei luoghi che ho visto e dei paesaggi che ho vissuto». Cosa prova per tutti i premi che le hanno riconosciuto? «Una grande fierezza e felicità. Ricevere un premio in Italia, patria di grandi artisti e profondi conoscitori, mi onora molto. Spero di poter tornare presto e lavorare ancora in questo splendido paese». La collaborazione con Carmela Russo e l’illustrazione del suo libro cosa rappresenta? «Le illustrazioni che affiancano i componimenti di Carmela Russo segnano e disegnano un momento decisivo della vita di ogni uomo e donna. Il momento dell’abbandono e il risultato emotivo che questo concetto può avere. I sentimenti sono alla base di queste rappresentazioni e le raffigurazioni tra i miei lavori più intimi ed interessanti, li riconosco con affetto come mie creature profonde, ma delle immagini mi affascina sempre di più anche la dimensione silenziosa, aperta a più interpretazioni. In questo, credo che la mia esperienza come pittore aiuti: sono sempre le sfumature più sottili a rendere interessante un soggetto».

Tari, i chiarimenti del ministero Rimborsi possibili a partire dal 2014

Il Mef: la quota variabile dell'imposta sui rifiuti va applicata una sola volta 

Fonte: Fabio Savelli da Il Corriere della Sera

A conti fatti sono quattro anni di rimborsi. Per aver pagato più del dovuto la tassa sui rifiuti. Il ministero delle Finanze, in una circolare diffusa ieri in serata, ha chiarito che il contribuente ha diritto di chiedere il rimborso al proprio Comune nel caso in cui abbia riscontrato un calcolo errato «della parte variabile della tassa sui rifiuti». Una chiarimento che lascia pochi dubbi e che costringerà una buona parte dei Comuni italiani a calcolare d'ora in avanti «la quota variabile della Tari una sola volta». Non sommando, come hanno fatto diversi enti locali, la quota variabile dell'abitazione principale a quella di tutte le sue pertinenze, come box e cantine, facendo cosi lievitare la spesa per l'utente finale. Restano i dubbi sui motivi che hanno originato questo caos che costringerà molti a mettere sotto la lente la bolletta dei rifiuti per capire se si è stati "vittime" di questo balzello aggiuntivo. Il sottosegretario alle Finanze, Pier Paolo Baretta, dice che «la legge era chiara e che le interpretazioni normative sulla Tari non avrebbero dovuto esserci». Sembra un atto d'accusa nei confronti di alcuni Comuni, tra cui molti capoluoghi.
 

«Il peggio di me»

«Il peggio di me» è un cortometraggio sullo stalking e la violenza contro le donne di Giovanni Pellegrini. Prodotto dal Centro Donna del Comune di Venezia il corto è stato presentato al Social World Film Festival di Vico Equense.

 

“Primitivamente”, premio speciale al CortiSonanti per il documentario su Acerra

L’opera di Giuseppe Alessio Nuzzo con la voce narrante di Giancarlo Giannini e le musiche di Enzo Avitabile 

Un documentario per parlare di Acerra, al di là dei preconcetti legati alla Terra dei Fuochi. “Primitivamente”, opera del regista Giuseppe Alessio Nuzzo, ha ricevuto un premio speciale al festival CortiSonanti Film Festival 2017 Awards per per "aver dato testimonianza vera con coraggio attraverso il linguaggio cinematografico di denuncia". La cerimonia si è tenuta sabato 18 novembre al Castel Nuovo (Maschio Angioino) di Napoli. «Tutto è partito quando un amico mi recitò una poesia del grande commediografo Raffaele Viviani, “Primitivamente” – commenta il regista partenopeo - il testo, scritto nei primi anni dello scorso secolo, mi ha da subito colpito poiché il maestro Viviani, oltre a scrivere della mia città, Acerra, ne raccontava come un’oasi di pace e benessere, dove lui si rifugiava quando era stufo delle grandi città. Non poco è cambiato da quegli anni». La voce narrante del film è di Giancarlo Giannini che proprio grazie a Napoli ha ricevuto una candidatura agli Oscar per “Pasqualino Settebellezze” «Questo territorio è pieno di risorse ed è necessario rivalutarle, al di là degli appellativi spiacevoli che in alcune circostanze si rivelano anche impropri».


Vico Equense c'è...Il pane è oro di Massimo Bottura

Massimo Bottura e Gennaro Esposito Ph (Scatti di gusto)
Vico Equense - Il pane è oro è il titolo del nuovo libro di Massimo Bottura che racchiude 150 ricette di 45 top chef da tutto il mondo: da Daniel Humm ad Alain Ducasse, dagli Adrià a Rene Redzepi... Il volume affronta il tema dello spreco alimentare, diventato sempre più rilevante negli ultimi anni, con lo scopo di suggerire piatti che utilizzassero gli scarti. Il titolo racchiude il senso di tutto il libro, ossia che la semplicità è preziosa e va valorizzata. Negli ultimi anni, il tema dello spreco alimentare è salito alla ribalta, e lo chef Massimo Bottura ha richiamato l’attenzione del grande pubblico su questo problema con i suoi refettori – mense che utilizzano gli esuberi di cibo dei supermercati e di altri fornitori locali per offrire pasti sani e stagionali alle persone in difficoltà. “Il pane è oro” propone pasti di tre portate concepiti da 40 dei più grandi chef del mondo, che hanno trasformato ingredienti umili in piatti straordinari – 150 ricette in tutto. «Questi piatti – spiega Massimo Bottura - possono cambiare il modo in cui nutriamo il mondo, perché chiunque può cucinarli, dovunque e con qualunque budget. Per nutrire il pianeta, bisogna prima combattere lo spreco». Bottura va matto per un piatto dello chef Gennaro Esposito della Torre del Saracino di Vico Equense, una cremosa zuppa di pasta, patate e cipolle insaporita da pancetta e croste di parmigiano reggiano. Il nuovo libro di Massimo Bottura uscirà il prossimo 27 novembre, lo chef è il patron dell’Osteria Francescana di Modena, tre stelle Michelin. Da tre anni non si stacca più dal podio olimpionico del famoso « World’s 50 Best Restaurants », il Nobel della ristorazione: terzo ristorante al mondo nel 2015, primo ristorante al mondo nel 2016, secondo nel 2017. L’ippocampo ha pubblicato il suo primo libro, “Vieni in Italia con me” nel 2014.

“Cambiare o morire”

Napoli - Nel mezzo di guerre civili, eventi catastrofici e crisi umanitarie, il rapporto “Il futuro dell’aiuto umanitario: le Organizzazioni Non-Governative Internazionali (ONGI) nel 2030” (The Future of AID: INGOs in 2030) invita le organizzazioni umanitarie a cambiare la loro cultura interna e le loro abitudini, perché solo trasformandosi potranno riuscire ad aiutare chi ne ha più bisogno. Con questo obiettivo in mente, l’Inter-Agency Regional Analyst Network (IARAN) – un consorzio di istituti accademici e grandi ONGI tra cui Azione contro la Fame – ha prodotto un report sul futuro dell’intero settore umanitario, da oggi al 2030. L’IARAN si occupa di consigliare alle organizzazioni umanitarie come determinare le loro strategie sulla base di ricerche e analisi, con lo scopo di trasformare gli attori umanitari da tattici del presente a strateghi orientati al futuro. Il report sarà presentato in Italia il 23 novembre in occasione del convegno “Azione umanitaria: quale futuro?” organizzato dal Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Napoli Federico II. Il convegno fornisce un’occasione per ampliare il dibattito coinvolgendo rappresentanti delle ONGI, dell’IARAN e docenti universitari.
 

Il “Ventennale” del Centro Diurno Polifunzionale per le Persone Anziane

di Pino Visconti 

Vico Equense - Il Centro Diurno Polifunzionale per le Persone Anziane, Sabato 16 Dicembre 2017, festeggerà, in qualità di discendente istituzionale del Centro Sociale della Terza Età, che iniziò ad operare il 17 Dicembre 1997, il “Ventennale” della sua fondazione. La cerimonia per l’anniversario del CDPA inizierà alle ore 11 nella Chiesa dei SS. Ciro e Giovanni con la Santa Messa officiata dal Parroco Don Ciro Esposito, dedicata all’evento e in suffragio dei soci defunti. Al termine, la manifestazione avrà come scenario la sede del Centro in Viale della Rimembranza, presso cui si terrà lo scoprimento di una targa commemorativa, e l’inaugurazione di una mostra fotografica, e a seguire, la degustazione di un aperitivo. Inoltre, nel corso della mattinata, dalle ore 9 alle 13, presso la sede del Centro, sarà attivato uno sportello filatelico temporaneo, disponibile per l’apposizione di un annullo celebrativo , che, in collaborazione con le Poste Italiane S.p.A., farà memoria dell’avvenimento , per la gioia degli appassionati della filatelia, e non solo. Il programma della giornata prevede, altresì, con inizio alle ore 16, nella sala delle Colonne del SS. Trinità, un incontro sul tema “ La vita vale “, conversazioni con relatori che, ognuno per le proprie competenze, intratterrà gli ospiti, sul ruolo attivo del Centro e della sua funzione sociale svolta nei 20 anni di attività. Quindi, dopo un momento di convivialità, la festa dell’anniversario si sposterà nei corridoi a piano terra dell’ospitante complesso seicentesco, per un intrattenimenti musicale, canoro e danzante, che chiuderà la ricorrenza. Oggi il Centro, che annovera circa 200 soci, è inserito nel pieno contesto sociale della nostra cittadina, promuovendo corsi di ginnastica dolce e di ballo di gruppo, gite culturali, momenti di aggregazione con un folto numero di aderenti che, ogni giovedì e sabato, si soffermano a danzare, incontri mirati alla giornata internazionale della donna, la sfilata di Carnevale, la festa del papà, della mamma, dei nonni, attività del gioco delle carte e delle bocce, serate di tombole. Sono tutte iniziative che dimostrano di come gli anziani hanno “ tanta voglia di vivere”, così come è sottotitolato questo anniversario.

Social World Film Festival. Scopri come iscrivere la tua opera per partecipare alla 8a edizione: premi per migliaia di euro

Scopri come iscrivere la tua opera per partecipare alla 8a edizione: spazio a lungometraggi, documentari, cortometraggi, sceneggiature, spot, webserie, prodotti televisivi e progetti sperimentali a tematica sociale

Vico Equense - Finalmente online il bando per partecipare alle undici sezioni, competitive e non, dell'ottava edizione della Mostra Internazionale del Cinema Sociale " Social World Film Festival ": tanti modi per raccontare il cinema sociale... La Mostra internazionale del Cinema Sociale “Social World Film Festival” è "l'evento cinematografico più emozionante al mondo" secondo l'attrice Claudia Cardinale e l’unico festival a dare spazio e visibilità a tutte le opere iscritte grazie alla speciale sezione “Mercato”, a prescindere dalla selezione che viene effettuata per le sezioni competitive e non competitive le cui opere sono proiettate e/o presentate in appositi eventi organizzati durante l'ottava edizione che si tiene dal 22 al 29 luglio 2018 a Vico Equense (Penisola Sorrentina – Italia). Novità assoluta dell'edizione 2018 è la nascita di due sezioni, "Nuovi linguaggi" e "Scren-play", per la partecipazione al festival anche a webserie, spot, videoclip, film sperimentali e sceneggiature per film cinema e tv oltre alle tradizionali selezioni per cortometraggi, lungometraggi e documentari.
 

lunedì 20 novembre 2017

A Vico Equense la rassegna «Fare la spesa con Slow Food», a cura della condotta Costiera sorrentina e Capri

Vico Equense - Ultimo appuntamento, mercoledì 22 novembre 2017 alle ore 18.30, alla libreria Ubik di Vico Equense, con la rassegna "Fare la spesa con Slow Food", a cura della condotta Costiera sorrentina e Capri. Incontri smart a Km0, ambiente, etichettatura e mercati contadini, con la guida “Fare la spesa con Slow Food”, un vademecun per chi deve scegliere il proprio "pane quotidiano". Il volume propone produttori, gastronomie, botteghe e mercati, divisi per categorie merceologiche, e presso i quali fare la spesa in ogni provincia e nei grandi centri urbani. Un libro utile che invita a migliorare le proprie abitudini alimentari nel rispetto dell’ambiente. L’intento principale di questi incontri è di dare risposte ai cittadini su argomenti di primaria importanza: il significato di fare la spesa a km 0; come si compone il prezzo finale al dettaglio; perché conviene comprare direttamente dal produttore. Questa sarà l’occasione per parlare delle filiere di prossimità, della realtà dei mercati contadini, del fortunato caso del Mercato della Terra e ancora degli strumenti che ha il consumatore per comprendere la bontà o meno di un prodotto. Saranno degli incontri smart e interattivi durante i quali i partecipanti impareranno a leggere in maniera corretta l’etichetta, avranno modo di interloquire in maniera diretta con una delle aziende del territorio menzionate nella guida. Seguirà una degustazione di prodotti tipici.

Slalom Città di Vico Equense 2017 - Antonino Esposito Cameracar

Vico Equense c’è…Quel è la migliore cucina regionale? La sfida in tv a Cuochi d’Italia

Fonte: Carlotta Garancini da Il Corriere della Sera 

La sfida culinaria — televisiva — dell'autunno? Ha un solo nome e si chiama «Cuochi D'Italia-Il campionato delle Regioni». Per chi non avesse ancora visto le prime puntate, è il programma in onda in prima tv assoluta sul canale TV8, dal lunedì al venerdì alle 18.30. Venti cuochi professionisti, ciascuno proveniente da una regione diversa dell'Italia, si contendono il titolo di «Miglior Cuoco Regionale d'Italia». A condurre c'è Alessandro Borghese e a giudicare chef Cristiano Tomei de L'imbuto di Lucca (una stella Michelin) e Gennaro Esposito de La Torre del Saracino di Vico Equense (due stelle Michelin). Nelle prime dieci puntate due cuochi di altrettante regioni si sfidano su un piatto tipico. Nelle successive cinque puntate, invece, si sfideranno tra loro i vincitori del primo turno: nella prima manche i cuochi porteranno un ingrediente regionale tipico a cui Tomei e Esposito aggiungeranno altri ingredienti a sorpresa per creare il piatto; nella seconda manche sarà, invece, l'avversario a proporre un ingrediente tipico della propria regione per mettere in difficoltà lo sfidante. In cinque accederanno così al terzo turno, insieme a un sesto concorrente ripescato. Solo in 4 andranno in semifinale e solo due in finale: i finalisti dovranno presentare alla giuria un menù in due portate che sappia valorizzare al meglio le materie prime e le tradizioni del proprio territorio.
 

Punto Cliente Inps di Sorrento, apertura anche il giovedì

Sorrento - Nuova apertura settimanale per il Punto Cliente Inps di Sorrento. I funzionari dell'istituto riceveranno il pubblico presso gli Uffici del Giudice di Pace anche di giovedì, dalle ore 8.30 alle ore 13.30. La novità entrerà in vigore dal prossimo 23 novembre e resterà attiva almeno fino a tutto gennaio 2018. "Si tratta di uno sforzo che l'Inps ha accettato di sostenere per venire incontro a diverse esigenze, che come amministrazione comunale abbiamo rappresentato - spiega il consigliere comunale Desiree Ioviero - Primi tra tutti, gli appuntamenti di dicembre che vedono la maggior parte dei lavoratori locali, impiegati in imprese turistiche, alle prese con la Naspi. A questo si aggiungono i disagi di questi giorni provocati dalla chiusure delle gallerie a Castellammare di Stabia, che rendono molto difficoltosi gli spostamenti verso gli uffici Inps stabiesi. Voglio ringraziare, anche a nome del sindaco Giuseppe Cuomo, la sensibilità e la disponibilità dimostrata da Roberto Bafundi, direttore del Coordinamento Metropolitano di Napoli dell’Inps e Giovanna Baldi, direttore della filiale di coordinamento di Castellammare Stabia". Il Punto Cliente Inps, attualmente aperto ogni martedì, dalle ore 8.30 alle ore 13.30, garantisce l’erogazione di prodotti e servizi che hanno un impatto immediato sui bisogni dell’utente: estratto contributivo, pagamenti prestazioni, Domus, duplicati Cu (ex Cud) e ObisM e il rilascio “Pin al Cittadino”.

La pasticceria De Vivo di Pompei è Ambasciatrice del Panettone 2017

Il riconoscimento alla Fiera Nazionale del Panettone e del Pandoro di Roma. Menzione Speciale anche per il Choco Ruhm 

Pompei - La pasticceria De Vivo di Pompei è diventata “Ambasciatrice del Panettone Italiano 2017”. La proclamazione è avvenuta ieri, domenica 19 novembre, a Roma, nel corso della giornata conclusiva della Fiera Nazionale del Panettone e del Pandoro che si è svolta nel nella splendida cornice del Tempio di Adriano, una location del 145 d.C. L’azienda dolciaria pompeiana ha ottenuto il prestigioso riconoscimento al termine di un contest attraverso cui i visitatori hanno votato – dopo averli gustati – i panettoni preferiti, preparati appositamente dai 25 produttori presenti alla kermesse e provenienti da tutta Italia, in rappresentanza dell’eccellenza dell’arte pasticcera artigianale, fiore all’occhiello del vero Made in Italy. Partner della Fiera Nazionale del Panettone e del Pandoro il Consorzio Italiano del Panettone Artigianale, Ente Ufficiale di tutela e valorizzazione del lievitato più importante d’Italia, che è stato presente con una rappresentanza di consorziati. Per la pasticceria De Vivo il successo è stato doppio: anche il panettone Choco Rhum del pastry chef Vincenzo Faiella, infatti, ha ottenuto la Menzione Speciale 2017 per l’Innovazione del Prodotto.

SZN, Scienza e Società. La musica degli ecosistemi. Un approccio acustico alla biodiversità

24 Novembre 2017, ore 17,00 - Sala Conferenze Stazione Zoologica Anton Dohrn

Napoli - L’appuntamento di novembre del ciclo di incontri su Scienza e Società è dedicato a "La musica degli ecosistemi. Un approccio acustico alla biodiversità", che si terrà il giorno 24 alle ore 17,00 presso la Sala Conferenze della Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli. Un'occasione di stimolante confronto alla dimensione sonora degli ecosistemi, attraverso la quale le diverse specie si plasmano vicendevolmente nella loro interazione costante con l’ambiente che condividono. Anche in questa dimensione, che oggi si è cominciato a esplorare sistematicamente, l'ordine della natura si traduce in un equilibrio dinamico che si mostra a noi come armonia e concordanza spontanee. L’approccio della Ecomusicologia (o Ecoacustica) esamina infatti come complesse dinamiche ecologiche si riflettano nei suoni emessi dalle singole specie, cioè nella tessitura sonora che esse evolvono, in modo altamente specie-specifico, per comunicare con i propri consimili. Grazie a strumenti di registrazione e di resa sonora immersiva ad altissima definizione, è possibile individuare e restituire in modo immediato all’ascoltatore la ricchezza e la complessità straordinariamente ordinata delle voci della biodiversità, quale emerge in luoghi ancora incontaminati. Scoprire la dimensione sonora degli ecosistemi rappresenta oggi un’esperienza emozionale che può stimolare, in un clima di forte tendenza al riduzionismo e alla compartimentalizzazione, un approccio globale ai processi biologici e all’armonia ad essi sottesa. L'incontro-dibattito “La musica degli ecosistemi. Un approccio acustico alla biodiversità” sarà introdotto da Silvia Caianiello, ISPF, CNR e SZN. Intervengono: David Monacchi, Ecomusicologo e compositore e Maurizio Ribera d’Alcalà, SZN. Durante l'evento sarà presentato l'ascolto dell'ultimo lavoro e alcune composizioni ecomusicologiche ad opera di David Monacchi. Grazie al lavoro del Comitato Scienza e Società della Stazione Zoologica Anton Dohrn, la Città di Napoli ospita ancora una volta un appuntamento di altissimo rilievo divulgativo aperto al pubblico, un’occasione imperdibile per toccare con mano i progressi e l’innovazione nel settore scientifico.

Vico Equense. Le Pacchianelle

di Associazione Amici delle Pacchianelle

Vico Equense - Le Pachianelle, alla loro 109^ edizione il prossimo 6 Gennaio, facendo memoria della nascita di Gesù, simbolicamente e poeticamente, riportano la storia a ritroso di oltre 2000 anni. Una storia, quella delle Pacchianelle, che iniziò nello stesso anno in cui si corse il primo Giro d’Italia, il 1909, con otto ragazzine che, vestite da contadinelle, ( il termine “Pacchianelle” indica le giovani contadine di paese ), componendo una piccola “ processione “, si recarono a dare il “ bacio al Bambinello “, portando doni consistenti in frutta, pane, formaggio, olio, vino. Quell’esiguo numero di bambine, oggi è diventato una sfilata con oltre 300 figuranti che, divisi in quadri, muovendosi in un lungo fantasmagorico corteo, rappresentano “ritratti” di personaggi che, indossando variopinti e ricercati costumi in stile 700 napoletano, si identificano nella pacchiane e nelle pacchianelle, nei pastori e nei contadini, nei Magi, negli Angeli e nella Sacra Famiglia. Le Pacchianelle, da oltre un secolo, costituiscono uno dei momenti più significativi dell’anno in cui il consolidato rapporto tra società civile e Comunità Religiosa si estrinseca in modo pubblico e spettacolare, rinnovando, anno dopo anno, una antica tradizione di valori cristiani sentitamente vissuta dai cittadini di Vico Equense. Ed è proprio attraverso la ripresentazione di questi valori di fede, di cultura, di costume e di arte, che la sfilata delle Pacchianelle diventa esaltante ed entusiasmante, diffondendo, col suo profumo di incenso e di agrumi, commozione ed ammirazione.

Sorrento. Arte e crowdfunding, restaurato il quadro "La morte di San Giuseppe"

Sorrento - Obiettivo raggiunto per il progetto di crowdfunding "Dona@Surriento: recuperiamo il quadro di San Giuseppe", finalizzato al restauro di un antico dipinto su tela, ospitato a Sorrento, nella chiesa nota come del "Santissimo Rosario". L'operazione è stata resa possibile grazie alla collaborazione del Comune di Sorrento, della Fondazione Sorrento e di Meridonare, la prima piattaforma di crowdfunding meridionale, nata per volontà della Fondazione Banco di Napoli, che promuove le migliori idee del Mezzogiorno e sostiene progetti sociali, culturali e civici che, grazie alla forza del web e della solidarietà, possono raccogliere le necessarie risorse, non solo economiche, per essere realizzati. Il dipinto, datato nel secondo quarto del XVIII secolo, ospitato presso la chiesa dei Santi Felici e Baccolo, presentava infatti uno avanzato stato di degrado derivante dai molteplici fattori. "L'intervento - spiega Carlo Incoronato, priore dell'Arciconfraternita del Santissimo Rosario - eseguito dalla ditta Breglia di Vico Equense, ha permesso di riportare alla luce i colori originali dell'opera "La morte di San Giuseppe" attribuita alla scuola di Francesco Solimena". La tela sarà ora ricollocata il 21 novembre prossimo, alle ore 18. Nell'occasione si terrà una concelebrazione eucaristica presieduta dall'arcivescovo di Pompei, Tommaso Caputo. "Il progetto Dona@Surriento, rappresenta il primo passo verso una strategia più ampia che mira alla valorizzazione del patrimonio artistico culturale della penisola sorrentina - spiega il sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo - L'amministrazione comunale intende esportare il modello in altri ambiti, primo tra tutti quello della ristrutturazione dell'edificio che ospita l'ospedale di Sorrento".
 

Gragnano. Senza biglietto, invitato a scendere dal bus Sita: accoltella il controllore

Fonte: Raffaele Cava da Il Mattino 

Gragnano - Terrore sul bus di linea, dove un controllore è stato colpito da una coltellata dopo aver chiesto il biglietto a un «portoghese». È di un uomo ricoverato in prognosi riservata e di un altro arrestato dai carabinieri per lesioni gravi il bilancio di una domenica mattina di ordinaria follia a Gragnano. Ieri, poco dopo le 13.30, Pietro Spagnoletta, 43enne di Lettere, controllore in servizio sui bus della compagnia Sita, è stato colpito da una coltellata all’addome sferrata da un 54enne gragnanese dopo una lite. Era tutto pronto per far partire la corsa della linea Sita che dalla stazione di via Castellammare a Gragnano porta sui monti Lattari. L’autista del bus aveva già avviato i motori e fatto salire i passeggeri per uscire dall’autostazione ed effettuare la corsa diretta ad Agerola. Improvvisamente all’interno del mezzo è scoppiata una lite tra il collega addetto al controllo dei ticket di viaggio e Ciro Donnarumma, 54enne di Gragnano già noto alle forze dell’ordine. L’uomo era salito sul bus senza aver acquistato il biglietto e alla richiesta del controllore si è rifiutato di versare la quota di poco più di un euro per la corsa. A quel punto il controllore ha invitato il «portoghese» a scendere dal bus facendogli capire che non avrebbe potuto proseguire il viaggio senza acquistare il biglietto. Ma il 54enne gragnanese ha rifiutato di scendere, insultando il dipendente della Sita.


«Aumentata l`inciviltà, serve una connessione bus-polizia»

Fonte: Francesco Gravetti da Il Mattino 

«Soluzioni immediate non ce ne sono, ormai sui bus è aumentato il tasso di inciviltà così come su tutti i mezzi del trasporto pubblico locale, ma io credo che sia possibile invertire il trend con azioni mirate». Domenico Monaco è il coordinatore dei controllori del settore gomme di Eav, praticamente l'ex Eavbus poi fallita e rinata. Ogni giorno vede o ascolta racconti di aggressioni al personale e qualche idea ce l'ha: «Credo si debba puntare di più sulle tecnologie, penso a un collegamento tra i bus e le centrali di polizia e carabinieri. Allo stesso tempo potremmo provare a dotare di un vigilante privato almeno le corse a rischio, come quelle notturne o in particolari zone della provincia di Napoli o della periferia». Monaco, poi, è tra quelli che credono nella divisa come deterrente; «Nessuno vuole fare «Aumentata l'inciviltà, serve una connessione bus-polizia» Lo scenario U coordinatore Eav: da noi situazione migliorata con l'uso delle pettorine lo sceriffo o l'eroe, ma da quando i controllori Eav indossano la pettorina noto un maggiore rispetto. Certo, il delinquente è sempre pericoloso ed in agguato, non lo scoraggia una divisa. Eppure una certa inversione di tendenza l'ho registrata». Non è soltanto in Eav, però, che si registrano aggressioni al personale: ieri è capitato in un bus della Sita, e in Anni, periodicamente, avvengono episodi di violenza nei confronti dei bigliettai o degli autisti stessi:
 

Indennità di disoccupazione, da Sorrento e Amalfitana stagionali a Roma

Sorrento - Domani all’alba, da Sorrento partirà un pullman di lavoratori stagionali per partecipare alla manifestazione in piazza Montecitorio, a Roma, per manifestare contro l’abbattimento di circa il 50 per cento dell’indennità di disoccupazione (Naspi) per i dipendenti del comparto turistico che lavorano solo sei mesi l’anno. Parteciperanno anche lavoratori provenienti della costiera amalfitana, Ischia e Capri. Dopo l’avvio del Jobs Act, gli stagionali dal 2015, con l’introduzione della Naspi, hanno dovuto subire la riduzione degli ammortizzatori sociali, rispetto all’Aspi, vedendosi decurtati i tempi e le quote di indennità, pagata per un periodo pari alla metà delle settimane di contribuzione accreditate negli ultimi 4 anni, con un massimo di 24 mesi. L’appuntamento nella Capitale, promosso dalla Anls - Associazione nazionale lavoratori stagionali, prevede la manifestazione di protesta in piazza Montecitorio per rappresentare i disagi dei lavoratori e chiedere correttivi. In pratica, un cameriere che prima della Riforma del Lavoro varata dal Governo Renzi (Jobs Act), percepiva una indennità di circa quattromila euro si vede dimezzato il proprio sussidio di disoccupazione. Il nuovo confronto, quindi con il ministro del Lavoro. Si rinnova, quindi, la mobilitazione dei lavoratori della penisola sorrentina, guidati dall’ex consigliere comunale, delegato del sindacato Flaica-Cub, Rosario Fiorentino. (Fonte: a.s. da Il Mattino)

Gazzetta dello Sport, Sal De Riso presente con "Anna", panettone alla ricotta e pera

Naturalmente, ci sarà anche Sal De Riso nel gotha dell’alta pasticceria declinata nelle pratiche della lievitazione perfetta. Sei maestri pasticceri, selezionati dalla redazione de La Gazzetta dello Sport, nel suo côté gourmand, La gazza golosa, si confronteranno lunedì 20 novembre a Milano presso le sale del nuovo ristorante D’O di Davide Oldani. L’evento “Notte del Panettone”, organizzato da Samsung Electronic Italia in collaborazione con la Gazzetta dello Sport, ospiterà i panettoni di Sal De Riso, Iginio Massari, Maurizio Bonanomi, Alfonso Pepe, Vincenzo Santoro e Vincenzo Tiri, nel corso di una cena-contest. Sal De Riso quest’anno aggiunge alla sua produzione natalizia, il nuovo nato: ANNA, Panettone farcito alla Ricotta e Pera e ispirato alla sua celebre ricetta che quest’anno compie 20 anni.

Roma moda. Il brand “Mauro Lorenzi Profumi” tra gli sponsor di “Charity Dinner for Africa”

La “Mauro Lorenzi Profumi”, il brand romano della profumeria di eccellenza, sarà presente, con la collezione “Septimontium”, tra gli sponsor della serata di gala, “Charity Dinner for Africa”, organizzata dalla Fondazione “Nuovo Fiore in Africa” (www.nuovofioreinafrica.org), promossa da Riccardo e Giusi Braglia. Il dinner di solidarietà, al quale parteciperanno 400 ospiti del Canton Ticino e della Lombardia, si terrà nel Salone delle Feste del Casinò di Campione d’Italia, a Campione d’Italia, sabato 2 dicembre. Il ricavato della serata sarà interamente devoluto ai progetti di scuole elementari in Etiopia, Sud Sudan, Congo e Ghana, nell’ambito della mission della fondazione in Africa: promuovere, incoraggiare e sostenere l’educazione di base, ridurre il tasso di analfabetismo e contrastare le ingiustizie sociali. La collezione di profumi “Septimontium”, creata da Mauro Lorenzi, presentata a Roma il 1 ottobre 2017 (www.maurolorenziprofumi.com), è stata dedicata alla più antica festa della romanità, celebrativa dei sette colli, sui quali era stata fondata l’Urbe. I sette profumi di nicchia, indossabili sia da donne che da uomini, innovativi, persistenti, prodotti con essenze naturali, portano, infatti, i nomi, in latino, dei sette colli e la loro composizione olfattiva è ispirata ai regni floristici o alla posizione geografica dei luoghi: Aventinus, Caelius, Capitolium, Esquilinus, Palatinus, Quirinalis e Viminalis.

domenica 19 novembre 2017

Movie Tour, sul trenino verso i luoghi del cinema

Tornano le visite guidate "Attraverso l'Incanto" alla riscoperta delle bellezze di Vico Equense 

Vico Equense - Dopo il successo dell'anno scorso, tornano le visite guidate "Attraverso l'Incanto" alla riscoperta delle bellezze di Vico Equense e i "Movie Tours" che percorrono i set del cinema della Penisola Sorrentina. Le attività turistico-culturali rientrano nell'ampio progetto promorecupavalorizzapenisola della Città di Vico Equense, inserito nei grandi eventi della Regione Campania, e organizzato grazie alla collaborazione con il Social World Film Festival e la Pro Loco Vico Equense. Sarà possibile partecipare gratuitamente alle visite guidate sia venerdì 8 che sabato 9 dicembre alle ore 10.00 con punti di incontro al monumento al cinema "The Wall of Fame" in Piazza Mercato mentre per i Movie Tour domenica 10 dicembre con due trenini in partenza rispettivamente alle ore 09.30 e alle 11.30 da Corso Filangieri all'altezza dell'Antico Palazzo Municipale (Museo del Cinema). I tour avranno la durata di un'ora e 30 minuti circa e porteranno i visitatori sui luoghi che hanno reso immortali, attraverso il cinema, le bellezze ambientali e paesaggistiche della Costiera, raccontandoli attraverso la voce narrante dell'attore Mariano Rigillo. Un modo innovativo per coniugare la magia della settima arte con la riscoperta delle bellezze dei luoghi della Penisola sorrentina che hanno ospitato i set di capolavori come «Pane, amore e...» di Dino Risi, con Sophia Loren e Vittorio De Sica, girato nel 1955. I Movie Tour sono realizzati nell'ambito del progetto «Promorecupevalorizza Penisola», finanziato dall'assessorato al Turismo della Regione Campania, insieme al Social World Film Festival, la rassegna internazionale del cinema sociale, curata dal direttore artistico Alessio Giuseppe Alessio Nuzzo. Una iniziativa che ha accreditato, negli anni, Vico Equense come città del cinema, grazie anche alla realizzazione del «The Wall of Fame», il monumento permanente al cinema, pruno e unico in Italia, in piazza Mercato, che raccoglie le firme di tutti i più importanti artisti intervenuti alle varie edizioni del Social World Film Festival e del Museo-Mostra del Cinema del Territorio e della Penisola sorrentina, totalmente dedicato ai cimeli della cinematografia dei set girati in Costiera, di cui Ornella Muti è madrina nel mondo.

Il welfare ha fallito le parrocchie sole contro la crisi

Fonte: Antonio Mazzone da Il Mattino 

La miseria non è una fatalità: ha delle cause che vanno riconosciute e rimosse». Con queste parole scritte sul suo account twitter, a pochi giorni dalla celebrazione della Giornata mondiale dei poveri, papa Francesco ha voluto richiamare alla responsabilità istituzioni e credenti sulla condizione di tante persone che vivono in estrema indigenza o che rischiano di scivolare nella povertà. I volti di nuovi e vecchi poveri e le evoluzioni del fenomeno in Campania, emersi durante la presentazione del dossier regionale sulla povertà, mostrano un quadro preoccupante che lascia molte ombre sul futuro dei tanti che vivono una stagione difficile della vita. Il primo dato che spicca dal Dossier 2017 è quello che quasi i due terzi delle persone che si rivolgono ai centri di ascolto delle Caritas campane sono italiane. Una percentuale che negli anni della crisi si è notevolmente incrementata, passando dal 38,2% del 2008 al 64,6% di oggi Aumentano i cittadini italiani che sono in condizioni di disagio, confermando così la tendenza dell'erosione del ceto medio che continua a pagare il prezzo più salato della recessione. Insomma, la platea di chi stenta a "tirare avanti" non accenna a ridursi, nonostante gli ultimi indicatori economici marchino il segno positivo, come ha recentemente rilevato lo Svimez, attribuendo alla Campania una crescita del Pil del 2,4%, l'aumento più alto registrato tra le regioni italiane. Tuttavia, i benefici della ripresa raggiungono troppo lentamente e parzialmente le persone.
 

Vico Equense. Luminarie natalizie: al via il montaggio

Piazza Mercato
Vico Equense - Mancano 35 giorni al Natale e il Comune è al lavoro per l’installazione delle luminarie, in modo da esaltare l’atmosfera natalizia e contribuire a dare risalto all’immagine turistica della Città nel periodo invernale, valorizzando il centro cittadino e le borgate. Questa mattina, la ditta incaricata ha iniziato il montaggio in piazza Mercato di una stella tridimensionale. Lo spettacolo delle luci natalizie partirà agli inizi di dicembre e durerà tutto il periodo natalizio sino all’Epifania. Diverse le tipologie di luminarie richieste secondo le zone. Sagomature di tutti i pali dell’illuminazione pubblica e degli alberi a basso fusto, con stringhe luminose di colore bianco freddo in Corso Filangieri, corso Umberto, via Domenico Caccioppoli, via Nicotera, via Santa Sofia e viale Rimembranza. Al Monumento dei caduti, pupazzi luminosi bidimensionali raffiguranti delle Fate in pose diverse. Sfere luminose nel centro storico e un villaggio polare a villetta Paradiso, con pinguini, igloo, orso polare e pupazzo di neve. Casette di Babbo Natale in piazza Marconi. Fiocchi di neve e stalattiti a led in tutte le borgate. Il programma delle attività natalizie è in fase di definizione e sarà condiviso con le associazioni del territorio. Insomma la Città di Vico Equense si sta preparando a regalare un Natale da favola a cittadini e turisti.

Pd Napoli, Massimo Costa è il nuovo segretario provinciale

Massimo Costa
Vico Equense - Massimo Costa ha conquistato 179 dei 193 delegati all'assemblea provinciale del Pd di Napoli ed è quindi il nuovo segretario del partito metropolitano. Il medico napoletano ha largamente vinto il congresso che si è svolto tra le polemiche. Al secondo posto è giunto Tommaso Ederoclite che ha portato a casa 10 delegati, mentre Nicola Oddati, che ha invitato i suoi sostenitori all'astensione, 3. Ieri si è votato nei 28 circoli in cui il congresso non si era svolto domenica scorsa, tra questi anche quello di Vico Equense, dove hanno votato in 41 con il seguente esito: 37 voti per Eteroclite, 3 per Oddati e 1 per Costa. “Avevamo nei giorni scorsi – spiegano in una nota i membri del direttivo cittadino - già evidenziato e rappresentato alla Commissione Provinciale per il Congresso, oltre che e al Garante per lo svolgimento del Congresso - Onorevole Losacco, le difficoltà scaturenti dalla tempistica fissata per lo svolgimento del voto (che di fatto hanno reso impossibile l’ organizzazione del voto la scorsa settimana), e il profondo disappunto per la scelta di aver escluso dalla platea degli aventi diritto al voto gli iscritti del 2017, limitandolo a quelli del 2016, compresi quelli che non hanno rinnovato l'iscrizione e che in teoria potrebbero militare oggi in altri partiti o movimenti politici. Ma soprattutto era stata netta la nostra critica verso una classe dirigente napoletana incapace di ritrovarsi, superando logiche mediocri e correntizie, per restituire un riferimento politico autorevole a tutto il partito metropolitano.
 

Il Faito sta morendo. Franano i fatturati: -85% in soli tre mesi

Faito
Fonte: Salvatore Dare da Metropolis 

Vico Equense - Un crollo verticale di fatturati che potrebbe condurre anche a un'azione legale di massa. E’ quello che attanaglia attività commerciali e turistiche del Monte Faito. Nel giro degli ultimi tre mesi, rispetto all'anno scorso, il giro d'affari è diminuito dell’ 85%. Un valore impressionante che è anche al vaglio dell'amministrazione. Proprio mentre si attende una buona notizia sulla riapertura della strada che, dallo scorso 6 novembre, resta off-limits. E per il momento di consentire ai veicoli di transitare lungo via Nuova Faito neanche a parlarne. I motivi sono evidenti e il sindaco Andrea Buonocore li ha snocciolati in un video social durissimo. La Città Metropolitana, che si occupa della gestione della ex statale 269, non ritiene sicuro il percorso per via degli smottamenti. E dunque conferma l'ordinanza di divieto di transito emanata già dopo le intense precipitazioni avvenute nei giorni scorsi. La montagna, invece, così come i costoni da cui c'è stato il distacco delle rocce, è di competenza della Regione Campania che deve accelerare negli interventi di bonifica attraverso l'ufficio del genio civile la Protezione Civile.
L’azione legale 
 Alcuni residenti, così come operatori turistici associazioni, sono esausti, provati. Da ormai due settimane oltre 100 famiglie vivono isolate: l'unica possibilità per raggiungere il centro abitato e sfruttare la funivia Eav messa in funzione in via straordinaria proprio a causa delle frane. “Siamo stanchi, tutti si sono dimenticati di noi, ora basta” è il ritornello spesso postato anche sui social network.