venerdì 13 dicembre 2019

Santo Natale 2019. Uno speciale augurio natalizio dello scrittore Raffaele Lauro

Raffaele Lauro
Sorrento - Lo scrittore Raffaele Lauro (www.raffaelelauro.it) ha inviato uno speciale augurio natalizio con la videoregistrazione integrale, in allegato, del concerto, tra “Narrativa e Musica”, dedicato a Lucio Dalla, organizzato dal Comune di Piano di Sorrento (NA), a Villa Fondi, la sera dell’8 agosto 2019, con il seguente messaggio: “Un augurio affettuoso di serenità e di amore! Invio, anche come buon auspicio per il nuovo anno, la video-registrazione integrale di una serata indimenticabile, dedicata a Lucio Dalla. Spero che sia gradita a coloro che l’hanno vissuta, con emozione, ai tanti che non riuscirono a partecipare per mancanza di posti e a quanti, amici ed estimatori di Lucio, presenti in tutto il mondo, potranno vivere, durante le feste natalizie, due ore di gioia musicale, tra la narrativa e alcuni immortali capolavori del grande artista, interpretati dalla incantevole voce di Francesca Maresca”.

CLICCA QUI 

Libri e arte: secondo appuntamento con la rassegna letteraria al Museo

Marco Perillo con «I luoghi e i racconti più strani di Napoli» 

Vico Equense - Secondo appuntamento della rassegna letteraria ideata dal Comune in collaborazione con la Libreria Ubik di Vico Equense. Giovedì 19 dicembre nel Museo Asturi, in piazzale Giancarlo Siani, ore 18,30, è la volta dello scrittore e giornalista Marco Perillo, che presenta il suo ultimo libro “I luoghi e i racconti più strani di Napoli” (Newton Compton editori). Napoli è una città che non si finisce mai di scoprire. Osservandola oltre le apparenze è possibile imbattersi nella Grecia di Pericle, nella Roma imperiale, nel Medioevo normanno, nella Francia del gotico provenzale, nella Catalogna dei tempi aragonesi, nella Spagna del secolo d’ oro e in quella dei fasti borbonici. C’è una città pagana e una città sacra, una di sopra e una di sotto, una città occulta ma soprattutto una città infinita, un pozzo senza fondo al quale non ci stanchiamo mai di attingere. Accompagnati da un narratore che è un vero e proprio esploratore urbano, si va alla ricerca di luoghi dimenticati o scomparsi, cambiati nel tempo o inaccessibili dell’immensa città partenopea per scoprirne la bellezza profonda e riflettere sul nostro passato e sul nostro presente, per preparare il futuro. Perché Napoli è una tela di Penelope che si disfa e si rinnova ogni giorno, di tempo in tempo. E a noi oggi, come aedi dei poemi omerici, di bocca in bocca, tocca cantarla, ricordarla, renderla immortale. Marco Perillo È nato nel 1983. Discende da una nobile famiglia partenopea, forse di origine normanna. Ama la sua città come fosse una madre e da sempre nelle sue opere cerca di raccontarne la ricchezza. Giornalista de «Il Mattino», è autore del romanzo Phlegraios / L'ultimo segreto di San Paolo. Con la Newton Compton ha pubblicato Misteri e segreti dei quartieri di Napoli (Premio Tulliola Renato Filippelli e Premio Letizia Isaia), 101 perché sulla storia di Napoli che non puoi non sapere e Storie segrete della storia di Napoli.

Massa Lubrense. Serata con musiche di Ennio Morricone

Massa Lubrense - Le musiche di Ennio Morricone nella chiesa ex Cattedrale di Massa Lubrense, sabato 14 dicembre alle ore 20. E’ uno degli appuntamenti del programma natalizio organizzato dagli assessorati alla cultura ed al turismo del Comune di Massa Lubrense diretti da Sergio Fiorentino e Giovanna Staiano. Il buono, il brutto ed il cattivo, Western Medley, Nuovo cinema Paradiso, c’era una volta in America ed altre colonne sonore celebri del grande compositore Ennio Morricone saranno eseguite dai solisti della Wind Symphonietta diretta da Gianni Mola. La voce narrante è di Carmine Tremolaterra, incipit e supervisione ai testi di Licia Mazzuca.

Regali sospesi

di Filomena Baratto

Vico Equense - Per Natale potremmo mettere sotto l’albero un regalo sospeso: le nostre richieste con la speranza che qualcuno le esaudisca. O viceversa, lasciare una quota per acquistare ciò che desiderano. Non è una scortesia, ma un salvarsi dal regalo natalizio diventato un rompicapo. Eliminati quelli che ormai non si fanno più nemmeno ai malati: pantofole, pigiama, il regalo prevede la solita cravatta, la cintura, il profumo, utili ma scadono nel personale e sembra un attentato al gusto e allo stile. Il benessere ci ha viziati e il regalo ha perso il valore della sorpresa, soprattutto se delude le aspettative. Oggi sembrano inadeguati perché non abbiamo bisogno di queste cose. Dovremmo mettere sull’albero bontà, pazienza, ascolto, educazione, solidarietà. Visto che questi sono doni troppo pretenziosi e irraggiungibili, ci limitiamo a cose materiali. Pur di toglierci il pensiero ci affrettiamo nella ricerca dei regali da sistemare sotto l’albero, come di un onere di cui vogliamo al più presto liberarci. Salta in mente la novella di Luigi Pirandello dal titolo proprio Leviamoci questo pensiero tratta da Novelle per un anno dove Bernardo Sopo, il protagonista, con la moglie appena deceduta sul letto, si preoccupa di rendere la dote al suocero, che si innervosisce a vederlo smaniare. E dopo si preoccupa di non poter pagare la pigione per la perdita della rendita. E continua così a voler declinare quello che non potrà più avere a causa della morte che giunge a metterci in difficoltà, mentre la beata Ersilia, che lo ha lasciato, ha raggiunto l’aldilà, come tutti prima o poi, togliendosi anche lei il pensiero.
 

Giancarlo Siani sarà cittadino onorario di Torre Annunziata

Vico Equense - La nostra Città gli ha dedicato una piazza: l' area davanti alla nuova casa comunale. In quello stesso spazio Giancarlo Siani parcheggiava la sua inconfondibile Mehari verde e oggi Torre Annunziata gli conferirà la cittadinanza onoraria. Dopo 34 anni un gesto di importante rilevanza simbolica. Alla cerimonia prenderanno parte le massime istituzioni del comprensorio e il fratello Paolo. Giancarlo, negli anni in cui era corrispondente de Il Mattino da Torre Annunziata ha vissuto quotidianamente la realtà del territorio, senza tralasciarne alcun aspetto: dai boss in ascesa agli intrecci tra politica e sistema camorristico. Il suo fiuto da cronista di razza gli ha permesso di intuire il sommerso di una città in quegli anni violenta, in cui gli affari dei cosiddetti “colletti bianchi” erano strettamente connessi a quelli della criminalità organizzata.Tutto questo, Giancarlo lo scrive nei suoi oltre 300 articoli, fa nomi e cognomi, apre gli occhi ai cittadini e fa luce su quelle che allora erano indicibili verità. Il giornalista che fa guerra alla camorra, diventa scomodo, diventa pericoloso. La malavita organizzata decide di fermare la sua penna. Iniziano le minacce, le intimidazioni e gli avvertimenti di ogni tipo, ma Giancarlo pensa che “…la criminalità, la corruzione, non si combattono soltanto con i carabinieri". A Vico Equense, invece, la sua Mehari era una presenza fissa: era qui che viveva Daniela, il suo grande amore. Era qui che Giancarlo ha vissuto i momenti più felici della sua vita.​ Una scelta tutt’altro che banale o casuale, quella di rendere eterno il ricordo e la storia di Siani, intitolandogli una piazza.

giovedì 12 dicembre 2019

Vico Equense. Gli alunni di Arola incontrano il ceramista Lello Palumbo

Natale 2019 a Vico Equense. Un weekend ricco di appuntamenti in piazzale Siani

Musica, libri e laboratori per i più piccoli 

Vico Equense - Entra nel vivo il Natale a Vico Equense, con un weekend ricco di appuntamenti. Tra le novità di quest’anno c’è sicuramente la tensostruttura circolare, fatta montare dall’Amministrazione comunale, in piazzale Giancarlo Siani, che ospiterà tante iniziative. Si parte sabato prossimo, 14 dicembre, alle ore 18.30 con gli Aequaphonia in "La 'Nferta”, musiche e canti della tradizione natalizia. Alle ore 19.30, incontro con il professor Italo Sarcone, autore del libro "Il Sogno di Benino: Alchimia del presepe popolare napoletano", l’evento rientra nell'ambito della mostra del presepe napoletano allestita nella Chiesa dei Santi Ciro e Giovanni. La giornata si chiude, alle ore 21.30, con la musica jazz di Michele Di Martino e i Rainbow Jazz Quartet. Si passa a domenica, 15 dicembre, con una giornata interamente dedicata ai più piccoli, che si divertiranno con l'Associazione Culturale Voli Pindarici. Alle 16.00 Le renne danzanti - laboratorio creativo; alle 17.00 Gli uomini rossi - lettura animata; alle 18.00 Pazzi Pupazzi - laboratorio creativo; alle 19.00 - il Sogno di Benino - lettura animata. Intanto, sempre in piazzale Siani, continua il progetto “Vico si proietta...” Tutti i giorni, sulla facciata della nuova casa comunale, proiezioni di immagini che richiamano il Natale.

i "Corridoi umanitari" tra Siria e Meta: l'evento con la Comunità di Sant'Egidio

Meta - Sabato 14 dicembre 2019 ore 19:00 Centro pastorale Accoglienza e integrazione: queste le coordinate dell'evento che si terrà a Meta sabato prossimo, 14 dicembre, alle 19:00 presso il centro pastorale adiacente alla Basilica pontificia S. Maria del Lauro. L'incontro è promosso dall'Unità pastorale di Meta, Piano di Sorrento e Sant'Agnello insieme alla Comunità di Sant'Egidio, movimento internazionale di laici volontari, fondato «su preghiera, poveri e pace», nato nel '68 e oggi attivo in oltre 70 Paesi al mondo. Il focus principale è il progetto dei "Corridoi umanitari" che prevede l'arrivo legale dei profughi di guerra dalla Siria, progetto a cui la parrocchia S. Maria del Lauro di Meta, su richiesta della Comunità di Sant'Egidio, ha aderito con il sostegno delle parrocchie dell'Unità pastorale, accogliendo già tre famiglie di profughi, ora integrate con lo studio della lingua italiana, il lavoro e l'affitto di una casa. All'evento, moderato dal parroco di Meta don Francesco Guadagnuolo, saranno presenti la responsabile internazionale per l'immigrazione Daniela Pompei, il direttore della Caritas diocesana "Sorrento - Castellammare di Stabia" don Mimmo Leonetti, e le famiglie di profughi siriani accolte a Meta che condivideranno le proprie testimonianze dirette. Sarà inoltre presente il cofondatore della Comunità di Sant'Egidio, giornalista e scrittore, Mario Marazziti, che nel suo libro "Porte Aperte - Viaggio nell'Italia che non ha paura" (edito da Mondadori e presentato per l'occasione) ha dedicato un intero capitolo all'accoglienza che ha offerto la parrocchia di Meta. Incontro a ingresso libero e gratuito.

Vico Equense - Open day in ... armonia 2019 Istituto Comprensivo Costiero

Le Pacchianelle diventano poesia


Vico Equense - La poesia non poteva non descrivere le Pacchianelle , e Antonio Cavallaro, definito pittore con la penna , con la  fantasia della sua  passionale napoletanità, in  versi, ha dato l’idea delle scene in movimento del loro corteo, esaltandone i colori e i profumi.                                                  











‘E Ppacchianelle
Chesta prucessione                          *                    ‘O lato,’na maesta
ca se fa aguanne,                               *                   c’’o sciallo e ‘orrusso ‘nfaccia,
è na tradizione                                     *                  ca porta na canesta
‘e centenare d’anne.                            *                 e na gallina ‘mbraccia .

Gente venuta ‘a fora                           *                   Po’ vene ‘o pasturiello
‘o juorno ‘a Pefania,                             *                  c’ ‘o giacchettiello ‘ e lana
aspetta ‘a cchiù de n’ora                       *               che tira ‘o pecuriello
a ccà e a llà d’ ‘a via.                                *              e ‘a caprettella nana.

Lavoro, Beneduce-Russo: “Su Auchan Nola Regione faccia la sua parte”

Regione Campania - “I 137 dipendenti dell’ipermercato Auchan di Nola e le altre 20 persone impiegate nell’indotto del supermercato attualmente presente nel centro commerciale Vulcano Buono non meritano l’indifferenza della Giunta regionale della Campania, che lo scorso 25 novembre ha disertato senza alcuna motivazione l’audizione in Commissione Attività produttive del Consiglio, richiesta dal capogruppo di Forza Italia”. Lo dichiarano i consiglieri regionali azzurri Flora Beneduce ed Ermanno Russo. “Il clima di incertezza in cui sono costretti a lavorare i dipendenti di Nola è intollerabile. Serve un tavolo a Palazzo Santa Lucia con i titolari del marchio, i sindacati, la proprietà del centro e tutti gli attori locali e nazionali della vicenda”, evidenziano. “Il fatto che altre sedi Auchan siano passate ad un nuovo marchio, tra cui quelle di Mugnano, Giugliano e Pompei, peggiora la situazione per i lavoratori di Nola. Vuol dire che c’è da interrogarsi sul futuro dell’intera area e sulla necessità di un suo rilancio”, spiegano gli esponenti azzurri. “La Regione non può fare spallucce e rispondere con l’indifferenza agli appelli, più che legittimi, di dipendenti e sindacati. Serve un luogo di confronto istituzionale dove discutere di tutti gli aspetti della vicenda e questo luogo non può che essere Palazzo Santa Lucia”, concludono i consiglieri regionali.

mercoledì 11 dicembre 2019

Politiche sociali: giornate di formazione sulla mediazione familiare

Sede dell'Associazione Help, via S. Francesco
Vico Equense - Giornate di formazione sulla mediazione familiare, alla luce delle nuove normative europee, con particolare attenzione al rapporto genitori-figli, organizzate dall’Associazione Help - affido familiare APS, con il patrocinio del Comune di Vico Equense. Gli incontri programmati per il 13, 14, 20 e 21 dicembre 2019, si svolgeranno nella sede dell’Associazione in via San Francesco, 27 a Vico Equense. Nel corso delle giornate saranno affrontate le modalità in cui la conflittualità coinvolge l’aspetto evolutivo dei figli e gli ambiti in cui si riflette il disagio e la tutela verso gli interessi del minore, il ruolo degli stessi in ambito sociale anche alla luce delle dinamiche della violenza intra familiare, integrando nozioni sia sul piano sociologico che giuridico del conflitto interpersonale e familiare. La mission – spiega Adriana Straniero, presidente di Help – è valorizzare l’importanza della rete che nel pubblico e nel privato deve poter dare sostegno ai reali bisogni delle famiglie in fase di disgregazione, per fornire un supporto in grado di rielaborare il lutto dell’evento separativo e permettere la costituzione di un nuovo assetto familiare, di una cellula che resta sempre in piedi ovvero, la famiglia, per il benessere psicofisico dei figli.”

Sorrento. Incontro su turismo e attività extraberghiere

Venerdì 13 dicembre, ore 19, sala consiliare del Comune di Sorrento. In programma un premio alle donne imprenditrici 

Sorrento - Venerdì 13 dicembre, alle ore 19, presso la sala consiliare del Comune di Sorrento, lo Sportello Unico per le Attività Produttive organizza, in collaborazione con l’associazione Abbac Penisola Sorrentina, un seminario informativo dove verranno trattati alcuni argomenti di attualità per il settore extralberghiero. All'incontro prenderanno parte il sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo, la responsabile Suap, Silvana Gargiulo, il presidente Abbac Campania, Agostino Ingenito, il presidente Abbac Penisola Sorrentino, Sergio Fedele ed il consulente Abbac, Gaetano Miccio. Dopo una panoramica sulle attività presenti nel Comune di Sorrento, i relatori illustreranno le nuove normative e le opportunità previste dalla manovra finanziaria del Governo, il programma di iniziative A.b.b.a.c. per il 2020, le proposte per un modello di turismo sostenibile e di qualità, nonché le modalità per aumentare la capacità di promozione e di marketing delle strutture extralberghiere. Al termine degli interventi, A.b.b.a.c. premierà due strutture ricettive extralberghiere gestite da donne attive sul territorio del Comune di Sorrento. Il premio, alla sua prima edizione, sarà assegnato alla struttura con più anni di attività e a quella di più recente costituzione. A quasi vent’anni dalla nascita delle attività extralberghiere il senso di tale premiazione è quello di sottolineare l’aumento del tasso di occupazione femminile nel settore e nel suo indotto, in controtendenza rispetto a tutti gli altri settori produttivi.

Facile, sicura, sostenibile: la bolletta web di Gori fa bene all'ambiente e aiuta il fiume Sarno

Ercolano - Più facile, perché arriva direttamente in posta elettronica; più sicura, perché non si perde e non ritarda; più sostenibile, perché consente di ridurre il consumo di carta e l’emissione di anidride carbonica; più responsabile, perché contribuisce al risanamento del fiume Sarno. Quattro aggettivi per descrivere Bolletta Web, il sistema di fatturazione di cui possono usufruire gli utenti GORI. L’adesione a Bolletta Web, infatti, annulla definitivamente l’invio cartaceo e attiva il servizio che consente di ricevere le fatture GORI direttamente sulla casella personale di posta elettronica, senza ritardi e senza costi aggiuntivi. Un gesto semplice e veloce che garantirà di superare gli eventuali imprevisti legati alla ritardata o mancata consegna, ma soprattutto un’azione che fa bene all’ambiente. Attraverso questo sistema, infatti, sarà possibile abbattere il consumo di carta, con una conseguente riduzione dei gas serra e dell’anidride carbonica rilasciata in atmosfera durante il trasporto su gomma. Ma dietro Bolletta Web c’è molto di più: in linea con un ampio progetto di respiro ambientale legato al territorio servito, ad ogni adesione a Bolletta Web, GORI devolverà 1 euro all’iniziativa “Un Click per il Sarno”, sviluppata in collaborazione con Marevivo Onlus. Proprio qualche settimana fa, infatti, l’Azienda ha stipulato con l’associazione ambientalista il protocollo d’intesa per la realizzazione del progetto “GORI per il Sarno”, indirizzando il suo impegno anche verso la bonifica del corso d’acqua noto, purtroppo, per essere tra i più inquinati d’Europa, attraverso una serie di piani di azione strutturati insieme a Marevivo ed aperti al contributo di altre associazioni. “La digitalizzazione dei processi, avviata negli ultimi anni da GORI, aiuta a realizzare importanti obiettivi in termini di efficienza e di sostenibilità ambientale – dichiara l’Amministratore Delegato di GORI, Giovanni Paolo Marati - GORI chiede ai propri clienti di contribuire a questo processo virtuoso con l’eliminazione del recapito a domicilio delle bollette cartacee, optando per la consegna in tempo reale della Bolletta WEB al proprio indirizzo email. Questa semplice opzione elimina in un istante l’impatto negativo della stampa e della spedizione sull’ambiente, oltre a sostenere il progetto GORI per il Sarno, al fine di migliorare la condizione del fiume e, di conseguenza, delle acque che bagnano il Golfo di Napoli ”. È possibile attivare Bolletta Web attraverso l’Area Clienti myGORI, disponibile sul sito www.goriacqua.com e utilizzabile per qualsiasi tipo di operazione, da qualunque dispositivo. In alternativa, è possibile contattare il Numero Verde Commerciale 800900161 (gratuito da rete fissa) o il 0810206622 (da rete mobile) o inviare una mail a sportellotelefonico@goriacqua.com, indicando nel testo il proprio codice utenza e scrivendo: Ok Bolletta Web.

“Scritti su Filangieri”: presentato a Vico Equense il libro del professor Alfonso Paolella

Vico Equense - Questa mattina, nella sala delle Colonne al primo piano dell’Istituto Santissima Trinità e Paradiso di Vico Equense, è stato presentato il libro “Scritti su Filangieri”, curato dal professor Alfonso Paolella, frutto di un convegno dal titolo «Compire l'opera della felicità degli uomini», che si è svolto l’anno scorso al Castello Giusso in occasione del 230° anniversario della morte del filosofo e giurista. Il volume è l'occasione per riflettere su questa importante figura di economista, giurista e filantropo, che ebbe rapporti con Benjamin Franklin, con Wolfgang Goethe, con Benjamin Constant. Il suo capolavoro, «La scienza della legislazione», tradotto immediatamente in francese e in inglese, fonde le leggi della politica e dell’economia in una visione fisiocratica, aperta al libero scambio e anticipa, in pieno illuminismo, molti problemi ancora oggi irrisolti. “Questa presentazione – ha sottolineato il Sindaco Andrea Buonocore - nel nome e nel ricordo di questo grande pensatore illuminista, ci rende particolarmente orgogliosi e contribuisce a qualificare la città di Vico Equense che non cessa mai di sentirsi onorata di ospitare le sue spoglie nella Cattedrale”. Il filosofo e giurista scelse come suo felice ritiro Vico Equense. Oltre all’amenità del sito uno dei motivi per cui Filangieri decise di trasferirsi in questo paese era che qui sua sorella aveva stabilito già la sua residenza. A Vico Filangieri rimase fino alla sua morte. “Vico Equense – aggiunge Buonocore - si sente sempre più legata ai nomi dei suoi due numi tutelari: Giambattista della Porta e Gaetano Filangieri che hanno proposto al mondo intero il vigore delle loro idee e di cui ancora oggi ne andiamo fieri.” La presentazione, organizzata dal Comune di Vico Equense e dal Rotary Club di Sorrento, ha visto la partecipazione del sindaco di Vico Equense, Andrea Buonocore, del Presidente del Rotary Club di Sorrento, Antonio Ruocco, del curatore del testo Alfonso Paolella, del presidente dell’Accademia “Filangieri-Della Porta” Benedetto Migliaccio, del professore dell’Università del Molise Alfonso Villani e del dottore di ricerca in diritto pubblico Luca Vittorio Raiola.

 

Sorrento. Un convegno sul Vallone dei Mulini

Venerdì 13 dicembre, ore 16, Palazzo Municipale di Sorrento

Sorrento - "Il Vallone dei Mulini di Sorrento. Patrimonio culturale e memoria, turismo e territorio" è il titolo del convegno in programma il 13 dicembre, alle ore 16, nella sala consiliare del Comune di Sorrento. L'incontro, promosso dal comitato di Napoli dell'Istituto per la storia del Risorgimento Italiano, con il patrocinio del Comune di Sorrento e della Fondazione Sorrento, si aprirà con i saluti del sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo, dell'ad della Fondazione Sorrento, Gaetano Milano e del presidente del comitato di Napoli dell'Istituto per la storia del Risorgimento Italiano, Annunziata Berrino. Previste le relazioni di Alfredo Buccaro e Alessandra Veropalumbo, del Centro interdipartimentale di ricerca sull'iconografia della città europea dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, Silvio de Majo, dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, Rosaria Crescenzio, della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per l'Area metropolitana di Napoli e Adriano Alfaro, esperto di comunicazione digitale.

Natale a Vico Equense. Buoni a favore di famiglie indigenti

Approvato un impegno di spesa di 20 mila euro: procedura seguita dai servizi sociali 

Vico Equense - Un piccolo aiuto per 247 famiglie indigenti. Un totale di spesa per il Comune di Vico Equense di circa 20 mila euro. Un piccolo contributo a favore di tutti coloro che non riescono sempre a far quadrare i conti alla fine del mese e cercano di sbarcare il lunario facendo grossi sacrifici. Una mano tesa a favore di chi oggi non sa come andare avanti tra fitti e bollette salate da dover pagare e soprattutto un intervento positivo verso le prossime festività natalizie nei confronti di coloro che avvertono il bisogno di ottenere un supporto. Sono gli obiettivi del progetto messo a punto dall'amministrazione comunale di Vico Equense che ha deciso di erogare benefit e contributi economici una tantum a favore di famiglie povere che hanno l'urgenza di ottenere agevolazioni per andare avanti e soffrire di meno. Sia chiaro: certamente i supporti in arrivo dal Comune di Vico Equense non saranno assolutamente grandi né consentiranno ai nuclei indigenti di poter mettersi alle spalle la crisi. Ma si tratta indubbiamente di un segnale positivo, costruttivo. Su input della giunta guidata dal primo cittadino Andrea Buonocore con il particolare interessamento del vicesindaco già delegato ai servizi sociali Franco Lombardi. Si tratta di un carnet di buoni spesa che va da un minimo di 50 euro a un massimo di 100 euro. Ogni ticket di 10 euro ciascuno, potrà essere utilizzato solamente negli esercizi commerciali di Vico Equense, che hanno aderito all’iniziativa. Si potranno acquistare genere alimentari (supermercati, salumerie, panifici, pescherie, macellerie, pasticcerie) e alcuni tipi d’indumenti personali per bambini e adulti, come vestiario oppure scarpe.

Musica e foto d’INSIEME – Villa Pignatelli

Si ferma in semifinale la corsa della Dinamo Sorrento

Sorrento - Final Four amara. Si ferma in semifinale la corsa della Dinamo Sorrento, che nonostante la prova sontuosa di Piera Bosco (autrice di una tripletta) è costretta ad arrendersi nuovamente allo Spartak San Nicola dopo il ko all’esordio in campionato. Una partita completamente diversa, dove le rossonere mettono paura alla seconda forza del proprio girone, che deve aggrapparsi alla qualità superiore di Giusy Moraca (proveniente dal Napoli Femminile in Serie B) per venire a capo di una partita che si era incanalata lungo i binari rossoneri nella prima frazione di gioco. La prima occasione è di marca casertana con la traversa colpita da Gonzalez dopo una gran parata di Scermino da distanza ravvicinata. Anna Catapano e compagne replicano immediatamente, e trovano il vantaggio alla prima sortita offensiva: Botta allarga per Bosco, che da posizione defilata fa partire un meraviglioso destro a giro che si insacca sul palo più lontano. Sulle ali dell’entusiasmo le rossonere dispongono di una ghiotta chance per il raddoppio quando Botta recupera un pallone d’oro in mediana e serve Catapano che per due volte calcia in maniera pericolosa verso la porta. Il capitano rossonero è provvidenziale in fase difensiva allontanando sulla linea di porta un tocco sotto di De Vita a botta sicura. Moraca non inquadra lo specchio della porta all’altezza del dischetto, ma l’ex Napoli si fa perdonare in andando a chiudere in spaccata sull’assist preciso di D’Angelo. Catapano ci prova dalla distanza, Cappabianca è imprecisa, quindi De Vita spreca un tiro libero concesso per fallo di Bosco su Moraca piuttosto dubbio. La Dinamo Sorrento preme e si porta nuovamente avanti: Catapano si fa ipnotizzare dall’estremo difensore casertano, e Bosco è lestissima per il tap-in vincente a porta vuota. D’Angelo incrocia troppo il tiro, poi sale in cattedra Moraca che pareggia i conti al termina di un’irresistibile azione personale. In avvio di ripresa Gonzalez spreca una buona ripartenza, poi lo Spartak ribalta la gara: D’Angelo imbecca Di Filippo, che prima trova l’opposizione di Scermino e poi si avventa sulla corta respinta per ribadire in rete da pochi passi. Moraca realizza il 2-4 su assist di D’Angelo, Bosco accorcia chiudendo una triangolazione con Botta, ed in extremis ha sui piedi anche la palla del pareggio ma allarga troppo il destro e la sfera si perde sul fondo. Giulia Botta: “Sapevamo di avere di fronte una grande squadra, ma abbiamo dato tutto in campo e possiamo ben dire di essere uscite a testa alta. Aver visto Giusy Moraca dall’altra parte ci ha messo inizialmente un po’ di paura: siamo state brave a ricomporci, ci è mancato soltanto il gol nel finale ma va bene così. Il mister ci sta facendo crescere partita dopo partita, ed ora la testa va subito rivolta al campionato” Foto: Elisabetta Palomba

martedì 10 dicembre 2019

Vico Equense. Prima edizione della Half Marathon 13 Casali

Sorrento. Record di presenze per Chocoland

Premio alla carriera per il pasticciere sorrentino Antonio Cafiero

Sorrento - Terza edizione da record quella di Sorrento Chocoland, la più importante fiera del cioccolato artigianale del Centro-Sud Italia, organizzata dalla D2 Eventi con l’ausilio del Cna (Confederazione Nazionale Artigiani) ed il patrocinio del Comune di Sorrento, che si è conclusa domenica 8 dicembre. Dopo una quattro giorni di successo e di grande affluenza, proprio il giorno dell’Immacolata è stata la data con il maggior numero di presenze registrate ininterrottamente dall’apertura delle casette di legno del Corso Italia fino alla chiusura della manifestazione. Grande partecipazione si è avuta per la serata di premiazione. Il premio alla carriera, come annunciato, è andato al noto pasticciere dei VIP Antonio Cafiero, mentre il premio “Vetrina più bella” è toccato a L’artigiano Perugino. All’azienda Gallucci Faibano è toccato il premio per “il migliore cioccolato”: in particolare è stato premiato il cioccolatino alla sfogliatella del maestro Sergio Gallucci, decretato dal pasticciere e giudice per l’occasione Salvatore Veneruso. La pasticceria Mille Stelle del Maestro vicano Alberto Parascandolo si è invece aggiudicata il premio “Migliore dolce natalizio” di Sorrento Chocoland con il suo panettone artigianale scelto dal professor Paolo Pane. Tra i prodotti di sweet-food maggiormente apprezzati le graffe e i pancakes olandesi, mentre ha riscosso moltissimo successo, soprattutto tra gli istituti alberghieri in visita nei giorni di venerdì 6 e sabato 7 dicembre, lo show cooking del maestro catanese Riccardo Spagnolo sulla preparazione del torrone. «Sono felicissimo del risultato ottenuto – dichiara soddisfatto l’organizzatore di Sorrento Chocoland Luigi De Simone – anche quest’anno abbiamo riempito la città con la magia e il profumo della pasticceria più buona del Centro Sud Italia, insieme a tanto intrattenimento per adulti e bambini. Oltre la qualità dei 20 espositori di Sorrento Chocoland, anche gli spettacoli sono stati un successo con una particolare nota per quelli di trasformismo e per la presenza divertente della mascotte di Chocoland e del personaggio di Willy Wonka. Voglio ringraziare l’amministrazione comunale per la collaborazione dimostrata, soprattutto nella persona dell’ex assessore Massimo Coppola che in questi anni ha sempre sostenuto la nostra manifestazione».

Cinema: numeri da record per le Giornate Professionali

A Sorrento 1600 accreditati e bagno di folla per gli appuntamenti aperti alla città 

Sorrento - Numeri record per la 42^ edizione delle Giornate Professionali di Cinema, all’insegna del tutto esaurito anche nelle numerose proiezioni per la città di Sorrento. 1600 accreditati all’Hilton tra esercenti, distributori, industrie tecniche, stampa, espositori, con le convention affollatissime e il bagno di folla della serata di mercoledì, tra i Biglietti d’oro ANEC e la sala piena all’anteprima per la città de L’immortale. Grande successo anche per le 10 proiezioni per la città al Teatro Tasso, oltre alle 2 proiezioni per le scuole cittadine: diverse proiezioni con il tutto esaurito, l’apprezzata presenza di registi e attori per i film italiani e un alto gradimento del pubblico. “I numeri estremamente positivi delle Giornate di Sorrento 2019 premiamo il grande lavoro di organizzazione e l’inizio di una forte fase di rilancio ad opera dell’ANEC”, sottolinea il Presidente Mario Lorini. “Un riconoscimento particolare va a Giorgio Ferrero, Delegato per le Giornate, al nuovo Direttore Generale Simone Gialdini assieme a tutto il team organizzativo. Il 2019 si avvia alla chiusura con una crescita record, l’azione di MovieMent prosegue e rilancia per il 2020: un lavoro comune di tutta la filiera che concretamente cerca di affrontare le sfide con dinamicità e fiducia”. Carlo Bernaschi, Presidente onorario ANEC, dichiara: “Edizione record per le Giornate di Cinema sotto tutti i punti di vista: presenze, organizzazione, allestimenti sia interni che esterni all’Hilton, all’insegna della tecnologia più avanzata. A prima vista, anche i film presentati alle numerose convention, inclusi i titoli italiani, fanno ben sperare in un 2020 di consolidamento per il nostro mercato”. Alla riuscita della manifestazione hanno contribuito i partner istituzionali Ministero Beni Attività Culturali e Turismo e il Comune di Sorrento; Pino Chiodo Engineering e Cinemeccanica per la tecnologia di proiezione, MultiVision per gli allestimenti.

Musica. Al via Sorrento Jazz Festival 2019: in cartellone anche Gino Rivieccio e Rita Marcotulli

Gino Rivieccio
Dall'11 al 14 dicembre, quattro appuntamenti al Teatro Comunale Tasso 

Sorrento Jazz – Penisola Sorrentina Festival festeggia i 20 anni di attività con quattro appuntamenti al Teatro Comunale Tasso, promossi dal Comune di Sorrento ed organizzati da Italiaconcerti nell'ambito del cartellone M'Illumino d'Inverno. Si parte mercoledì 11 dicembre (ore 19, ingresso libero fino ad esaurimento posti), con gli Ava Trio, e la formazione composta da Giuseppe Doronzo al sax baritono, Esat Ekingioglu al contrabbasso e Pino Basile alle percussioni. L’indomani, giovedì 12 dicembre, (ore 19, ingresso libero fino ad esaurimento posti), sarà la volta del Rita Marcotulli Trio, con Rita Marcotulli al pianoforte, Ares Tavolazzi al basso e Israel Varela alla batteria. Venerdì 13 dicembre, a salire sul palco sarà Mirko Gisonte, con il concerto Mediterranean Live, prodotto da Sorrento Jazz. A seguire, la presentazione dell’associazione "Framare” nata per ricordare il giovane musicista sorrentino Francesco Maresca, prematuramente scomparso. Gran finale con lo spettacolo “Mettetevi comodi” di Gino Rivieccio, in agenda per sabato 14 dicembre, (ore 21) con una serata di solidarietà promossa dal Rotary Club Sorrento: per info sugli inviti contattare il numero 3336526032.

lunedì 9 dicembre 2019

Vico Equense. Rassegna letteraria al Museo Asturi: Presentato Nozze, il nuovo romanzo di Maurizio de Giovanni

Vico Equense - Questa sera lo scrittore Maurizio de Giovanni ha presentato il suo nuovo romanzo “Nozze. Per i Bastardi di Pizzofalcone”, uscito lo scorso 3 dicembre per Einaudi Stile libero. Il primo appuntamento della rassegna letteraria al MAAAM – Museo Aperto Antonio Asturi, organizzata dal Comune in collaborazione con la libreria Ubik di Vico Equense, è stata aperta con il saluto del Sindaco Andrea Buonocore. Nel museo sono collocate circa quaranta opere dell’artista, donate dai figli Gregorio e Anna Maria. A moderare l’incontro Giovanna Starace, direttrice della libreria Ubik di Vico. Si parte come al solito dalla vittima, o meglio: da un oggetto appartenuto alla vittima. Un abito da sposa, bello ed elaborato, che non è stato e non verrà mai usato. Un abito bianco che galleggia, nelle prime ore di un pomeriggio invernale, in mezzo ai rifiuti dell’acqua nera di un pezzo di mare attaccato a un antico palazzo. Quell’abito bianco che galleggia è l’accensione di una storia… che de Giovanni ha voluto serrata e veloce, senza respiro, alla ricerca non tanto e non solo di una mano assassina, ma delle motivazioni terribili che hanno portato a spezzare quel sogno e a spegnere quella vita. E così, tutti i Bastardi (Aragona, Lojacono, Alex, Pisanelli, Elsa…) si ritrovano di fronte allo specchio a indagare, oltre che sull’omicidio, sui propri sentimenti, e su quello che la vita gli riserva. Il prossimo appuntamento avrà come protagonista l'ultimo libro di Marco Perillo “I luoghi ed i racconti più strani di Napoli” e si terrà il 19 dicembre.

 

Slow Food a Castellammare di Stabia. I Mercati della Terra di Natale

Castellammare di Stabia - Il 15 dicembre Slow Food arriva a Castellammare di Stabia. Domenica prossima dalle ore 9.00 alle ore 13.00, nel mercato ortofrutticolo cittadino sito in via Virgilio, si svolgerà il Mercato della Terra Stabia di Slow Food, con il patrocinio morale dell’Amministrazione cittadina, in collaborazione il Circolo Legambiente Woodwardia, Adiconsum Campania, l’Associazione dei produttori del Carciofo Violetto di Schito e con il principale sostegno di Slow Food Costiera Sorrentina e Capri. Lo scopo di Slow Food è rappresentare uno stile di vita che rimetta al centro l’uomo e l’ambiente. Nei mercati contadini del movimento della chiocciola presenti in tutto il mondo, i piccoli agricoltori, allevatori e trasformatori hanno la possibilità di rappresentarsi e di proporre i loro prodotti, antiche varietà, sapenzialità e ricette tradizionali, ricche di gusto ed introvabili sugli scaffali dei supermercati. Domenica mattina uno squillo della tromba aprirà il mercato. Gli agrumi e le noci della penisola sorrentina, i legumi delle campagne di Schito, delle colline di Vico Equense e del fertile Cilento, il pane realizzato con la pasta madre, i formaggi di Tramonti, il miele degli apicoltori sorrentini, i tartufi irpini, le birre artigianali, l’olio extravergine direttamente dal produttore, i fichi bianchi di Prignano Cilento, lo zafferano delle colline salernitane, i salumi da Cerreto Sannita in provincia di Benevento, le nocciole di Giffoni, le castagne dai diversi distretti dei nostri appennini campani, le verdure degli orti locali, strettamente rispettosi della stagionalità, rappresenteranno un goloso itinerario di tutta la Campania nei pochi metri del mercato ortofrutticolo coperto.
 

Lunedì 16 a Vico Equense si svolgerà un incontro sul Turismo 4.0

La Penisola Sorrentina eletta come meta da sogno per antonomasia. I risultati dell’indagine di Tourist Satisfaction effettuata nell’ambito del Progetto “Big Data e Tecnologie 4.0”

Vico Equense - Lunedì 16 dicembre saranno presentati a Vico Equense, precisamente presso la Sala delle Colonne dell’Istituto della SS. Trinità e Paradiso (ubicato in via Filangieri 151), nel corso dell’evento “Turismo 4.0, una nuova prospettiva per la Penisola Sorrentina”, i risultati dell’Indagine di Tourist Satisfaction effettuata proprio in Penisola nel periodo agosto-ottobre 2019. L’iniziativa è promossa dal Patto Territoriale della Penisola Sorrentina, in collaborazione con l’Istituto di Ricerca IRCSIA, e con la partecipazione della Regione Campania. L’incontro, il cui inizio è previsto per le ore 17, sarà animato da: Andrea Buonocore, Sindaco del comune di Vico Equense, a cui toccheranno i saluti iniziali; Donato Aiello, Presidente del Patto Territoriale della Penisola Sorrentina, che introdurrà il progetto; dal Prof. Carlo Lauro, Emerito Università Federico II e Presidente del Comitato Scientifico di IRCSIA, che parlerà di “Big data e nuove tecnologie per trasformare la Penisola Sorrentina in una Destinazione Quality Committed”, dal dott. Maurizio Lauro, Responsabile Market Research di IRCSIA, che esporrà i risultati dell’indagine di Tourist Satisfaction effettuata in Penisola Sorrentina; dal Prof. Derrik de Kerckhove, Sociologo e Direttore Scientifico Media Duemila, che parlerà di “Felicità Urbana”; dall’Avv. Luigi Raia, Direttore Generale Agenzia per il Turismo Regione Campania, a cui saranno affidate le conclusione dei lavori. Interverranno gli amministratori dei territori coinvolti dal progetto. Modererà il giornalista Vincenzo Califano.


Il corteo delle Pacchianelle

Vico Equense - Rappresentazione di usanze e leggende, di realtà e tradizione, le Pacchianelle, nella loro complessità, abbracciano religione e folklore, etnologia e sociologia, storia e cultura, proponendo ritratti di vita popolare che si associano alla “povertà” di quello straordinario avvenimento avvenuto, oltre venti secoli fa, in un angolo sperduto della Galilea, a Betlemme. E le Pacchianelle, profumate di incenso e di agrumi, si mostrano all’attenzione pubblica con un corteo multiforme e variopinto che, composto da oltre 300 figuranti di ogni età, nel suo insieme, rappresenta uno scenario presepiale in movimento, con i figuranti che, indossanti costumi da festa ed abiti comuni da lavoro, ispirati alla tradizione del settecento napoletano, diventano Angeli e Sacra Famiglia, personaggi biblici e Magi, venditori di frutta e verdure, pescatori e vinaioli, contadini e pastori. E organizzare la sfilata delle Pacchianelle, rinnovarla con nuove idee e perfezionarla curandone i particolari, dà sensazioni ed emozioni difficili da trasferire su carta, con le preoccupazioni e le perplessità che si moltiplicano a mano a mano che si procede alla composizione del corteo, a cominciare dal ricercare quelle centinaia di persone che inizia a ridosso della Festa dell’Immacolata, con gli zampognari che si fanno sentire suonando la novena per la Vergine che, per la borgata di San Vito, è devozione ultracentenaria. Alla chiamata “sono in distribuzione i vestiti per le Pacchianelle” rispondono in tanti e si cerca di accontentare tutte le richieste di partecipazione.
 

Pareggio per il San Giovanni Battista

Vico Equense - Con una buona prestazione, il San Giovanni Battista ferma la capolista che fino ad oggi, non aveva concesso un punto a nessuna squadra. La prima frazione si gioca a centrocampo. Le occasioni sono poche, regna l'equilibrio. Infatti, la partita si sblocca su calcio d'angolo. Al 15' Amodio, lasciato incolpevolmente solo in area, segna il goal del vantaggio. La rete non cambia l'andamento della partita. Il match continua ad essere molto tirato per tutto il primo tempo. Nella seconda frazione, il San Giovanni Battista trova subito il pareggio, sfruttando una punizione. Cioffi Giovanni salta più in alto di tutti e spedisce la palla dove il portiere non può arrivare. La partita è frizzantina, entrambe le squadre sono molto propositive. Entrambe le squadre danno l'impressione di volerla e poterla vincere. Arrivano infatti due clamorose occasioni, una per parte. Al 55' Cioffi Giuseppe, approfittando della confusione in area di rigore e di un’uscita sbagliata del portiere ospite, anticipa tutti, ma il suo tiro sbatte su un difensore avversario appostato sulla linea. Pochi minuti dopo, è invece l'F3 Nuceria a sfiorare la rete. Mansi ci prova da fuori, ma il suo tiro carico d'effetto, si stampa soltanto sulla traversa. In una partita così combattuta, soltanto un episodio può cambiare il risultato. E' un erroraccio della difesa dell' Sgb, infatti a regalare il sorpasso agli ospiti. Guida G. e Guida L. pasticciano con il pallone, Abbruzzese tenta di rimediare, ma il suo rinvio è corto e finisce tra i piedi di Imparato. Il numero 10 ospite serve di prima Giacumbi che a tu per tu con Abbruzzese lo trafigge. Il San Giovanni Battista non ci sta e nonostante i pochi minuti rimasti si riversa in avanti. Quando ormai il risultato sembrava essere scritto, a pochi secondi dalla fine, i padroni di casa trovano il pareggio. De Simone pennella una punizione perfetta. Cioffi D. è il più lesto di tutti e insacca alle spalle dell'incolpevole Ceruso. Il pareggio serve a poco ad entrambe le squadre. Il San Giovanni Battista però, raccoglie un punto che da morale, soprattutto contro una squadra come l'F3 Nuceria che si conferma la squadra da battere. I Ragazzi di Mister De Simone, offrono anche una prova molto convincente, riscattando i risultati deludenti di inizio stagione. Per l'F3 Nuceria, il pareggio arrivato al 95' è una beffa, ma considerando l'equilibrio che si è visto in campo, sembra il risultato più giusto.

domenica 8 dicembre 2019

Vico Equense. Inaugurata la mostra del presepe napoletano nella Chiesa dei Santi Ciro e Giovanni

Vico Equense - Al via la mostra del "Presepe Napoletano" curata dall'Associazione Stabiese dell'Arte e del Presepe. Tra gli organizzatori Massimiliano Greco, presidente dell’Associazione stabiese e Umberto Di Martino di Vico Equense, insieme al Comune di Vico Equense. Circa 40 espositori, che hanno creato pezzi veramente unici, frutto di pazienza e passione. Le loro opere resteranno esposte in un'area dedicata della Chiesa dei Santi Ciro e Giovanni, e nei negozi di corso Umberto I, fino al 6 gennaio. Nelle scene c’è vita vera, e una quotidianità fatta di gesti, di espressioni, di sentimenti. Il pubblico, questa sera, passava in rassegna scene su scene, una festa per i sensi e l’animo. I Magi, i bambini, la natività, gli animali. E ancora le taverne e i pastori addormentati, il caro bue e l’asinello. Il presepe è un repertorio di fatti, di simboli, di cristianesimo e di cultura in una tradizione diventata parte integrante del popolo napoletano. La mostra, dopo il successo dello scorso anno nell’ex Cattedrale dell’Annunziata, è stata inaugurata dal Sindaco Andrea Buonocore, dal parroco della Chiesa parrocchiale don Ciro Esposito, da Massimiliano Greco, presidente dell’Associazione stabiese e allietata dalla musica di Franco Cecere e Michelangelo Brancaccio, e potrà essere vistata tutti i giorni dalle ore 10.00 alle 20.30.

 

Lo chef vicano è a dieta...

Shedirpharma Folgore Massa, sesta vittoria consecutiva

Massa Lubrense - Sesta sinfonia Folgore, che ottiene la sesta vittoria di fila conservando l’imbattibilità casalinga al termine di una battaglia senza esclusione di colpi contro Tricase. Al Palatigliana è spettacolo puro, con entrambe le squadre a dar vita a scambi lunghi e spettacolari che mantengono tutti gli spettatori a lungo con il fiato sospeso.
È un’altalena di emozioni: gli uomini di Nicola Eposito vanno al massimo vantaggio con l’attacco di Borghetti sulla ricezione slash di Bisanti (18-15), i salentini recuperano e lottano punto a punto fino alla fine del primo parziale chiuso da Ferenciac con un ace sulla riga di fondo per il 5° punto personale (25-23). Nel successivo set la Folgore non riesce mai a mettere il muso avanti: non bastano gli 8 punti di Lugli, e Tricase pareggia i conti sulla bordata di Latorre dai 9 metri. Il terzo parziale non ha padroni presentando continui break e controbreak da una parte e dall’altra: emozioni allo stato puro quando Lugli va ad annullare con personalità un set-point impattando a quota 24, quindi al terzo tentativo il muro siderale di Lugli su Zanette vale il 28-26. Nel quarto parziale vige l’equilibrio fino al 15-15, poi sale ancora in cattedra Zanette e gli ospiti si guadagnano l’opportunità di allungare la partita al tie-break. Nel set decisivo non c’è storia: la Folgore è solida al servizio (4 ace), si alza il livello del muro-difesa e Ferenciac piazza 3 attacchi in pipe da urlo, tra cui quello che regala 2 punti ai biancoverdi chiudendo parziale e incontro sul 15-10.
Lugli è il top-scorer con 24 punti, seguito in doppia cifra da Ferenciac (14), Borghetti (14), Sartirani (13) e Deserio (12). Sartirani è il re dai 9 metri con 4 servizi vincenti, oltre ad essere anche il più efficace a muro ex-aequo con Lugli (3)

Vico Equense. Riapre il Museo Asturi: “Immergetevi fra i colori delle marine e dei paesaggi vicani”

Vico Equense - “Eravamo stati i primi a criticare. Ora abbiamo il dovere morale di plaudire al sindaco Andrea Buonocore e alla sua amministrazione per aver riconsegnato ai cittadini un patrimonio identitario e ai turisti un luogo di arte e cultura. Finalmente il museo Antonio Asturi, in piazzale Giancarlo Siani, può essere visitato…” A scriverlo è Agorà, che questa settimana dedica un articolo alla riapertura della galleria dove sono collocate circa quaranta opere dell’artista, donate dai figli Gregorio e Anna Maria. Sarà aperto al pubblico dal lunedì al giovedì dalle ore 9 alle ore 13 e il martedì e giovedì anche dalle ore 16 alle ore 19. A occuparsi del front office turistico culturale e del supporto al percorso museale per i visitatori Maria Celeste Sorrentino, laureata in Archeologia e Storia dell'Arte all'Università Suor Orsola Benincasa e specializzanda in Beni Artistici, che sulla sua pagina Facebook invita a visitare il piccolo ma prezioso scrigno d’arte della penisola sorrentina. “Venite – scrive Celeste - e varcate l’uscio di quella porta; immergetevi fra i colori delle marine e dei paesaggi vicani; emozionatevi dinnanzi a immagini struggenti; viaggiate con la mente fra Parigi e Barcellona. Nessun filtro o barriera ostacolerà il vostro sguardo. Un breve ed intenso racconto dell’uomo prima e del maestro poi: Antonio Asturi.”

“Mai per sempre” del regista Fabio Massa chiude le Giornate professionali di cinema

di Claudia Esposito 

Sorrento - Grande successo di pubblico e Teatro Tasso esaurito per l’anteprima del film drammatico “Mai per sempre” scritto e diretto dal regista stabiese Fabio Massa, opera che ha chiuso ufficialmente la 42esima edizione delle Giornate professionali di cinema. Per il giovane talento di Castellammare di Stabia che ha recitato in soap quali “Un Posto al sole” e in serie quali “La squadra” e in tanti film a fianco di nomi importanti quali Ornella Muti, Ricky Tognazzi, Maria Grazia Cucinotta e Maurizio Casagrande si tratta di un ritorno dietro la macchina da presa dopo “Aeffetto domino”, pellicola sbarcata in 50 sale italiane e che ha fatto il giro del mondo tra Australia, Francia, Spagna, Inghilterra, India, Romania, America, Giappone. “Adesso - spiega Fabio - era giunto il momento di girare un nuovo film che, come mia consuetudine, tratta di temi sociali. Per me è un privilegio che la mia opera sia stata selezionata nell’ambito delle Giornate professionali di cinema, essendo io della zona. Dopo gireremo tutta una serie di festival per portarlo quindi nelle sale definitivamente spero nel marzo 2020”. All’anteprima di chiusura della kermesse, ieri sera, il regista è intervenuto in sala insieme a gran parte cast per presentare al pubblico una storia che svaria tra molteplici temi sociali, dalla regolarizzazione degli immigrati alla delinquenza, alla corruzione. Molto presente anche il tema della violenza sulle donne, motivo per cui il direttore artistico delle Giornate, Gianni Chimenti, ha voluto un segnale forte dal pubblico maschile in sala, facendolo alzare per applaudire e omaggiare le donne.
 

A Natale non siamo mai stati così buoni

sabato 7 dicembre 2019

Libri e arte: al via la rassegna letteraria al Museo

Vico Equense - Primo appuntamento con lo scrittore napoletano Maurizio de Giovanni che lunedì 9 dicembre alle ore 18.30 presenterà il suo libro “Nozze. Per i Bastardi di Pizzofalcone”. Ideata dal Comune in collaborazione con la Libreria Ubik di Vico Equense la manifestazione, ad ingresso gratuito, parte da dicembre e arriva fino a marzo 2020, tutti gli eventi si svolgeranno presso il Museo Asturi, Piazzale Giancarlo Siani, alle ore 18.30. Cinque appuntamenti per cinque libri compongono una rassegna culturale che propone nuovi percorsi di approfondimento fra letteratura, arte e attualità. Il secondo incontro, infatti, avrà come protagonista l'ultimo libro di Marco Perillo “I luoghi ed i racconti più strani di Napoli” e si terrà il 19 dicembre. Dopo sarà la volta di Francesco Paolo Oreste, poliziotto e scrittore, con “L'ignoranza dei numeri. Storie di molti delitti e poche pene”, ospite della rassegna il 10 gennaio 2020. Il 6 febbraio toccherà a Valeria Parrella con il suo romanzo “Almarina”: Elisabetta, nata vedova, insegna a Nisida. Almarina, nata orfana, è appena arrivata. Il loro incontro le tirerà fuori dal dolore e dal carcere. A chiudere questo primo ciclo di incontri il racconto di Valeria Bava e Antonio Vanacore “Una passeggiata a Vico Equense” il 20 febbraio.