mercoledì 23 ottobre 2019

Vico Equense, domenica in sella alla mountain bike con la Monte Faito XC Race

Vico Equense - La macchina organizzativa della Monte Faito XC Race ha preso ufficialmente il via per l’allestimento della gara di mountain bike per la regia organizzativa del team D'ambrosio bike, con il patrocinio del Comune di Vico Equense e dell’Ente parco regionale dei monti Lattari. Appuntamento a domenica prossima, 27 ottobre 2019, ore 9,30, all’ombra dei faggi secolari, per una manifestazione di cross country, giunta alla terza edizione. La scelta della mountain bike nasce dall’avere a disposizione un territorio come quello del Monte Faito che si presta allo sport ed alla mountain bike. Il circuito ad anello, da ripetere tre volte, si snoda tra piazzale dei Capi, Pian del Pero, Casa del Monaco, fino ai piedi della chiesa di San Michele. “Lo scopo degli organizzatori – spiega Ciro Cardone - è quello di aggregare gli appassionati dell’off road e di far conoscere le bellezze naturalistiche del territorio”. Il ritrovo e le premiazioni finali saranno all’ Hotel Sant’Angelo a Faito.

Vico Equense. Videosorveglianza urbana integrata, convegno alla Santissima Trinità e Paradiso

Vico Equense - La Polizia Locale e l’Amministrazione Comunale di Vico Equense, in collaborazione con Ethos Academy, coordinata da Stefano Manzelli, organizza, per martedì 29 ottobre 2019 una giornata di studi a partecipazione gratuita, per approfondire correttamente l’applicazione del Pacchetto Sicurezza, dopo le linee guida del 26 luglio 2018. Si discuterà delle recenti misure in materia di sicurezza urbana integrata, dal patto Sindaco-Prefetto all’impatto sulla privacy dei sistemi di videosorveglianza integrati e interforze. Al centro del convegno i nuovi concetti di sicurezza urbana, che richiedono l’osservanza di regole complesse. Questo convegno intende fornire ad Amministratori comunali, responsabili e ufficiali di polizia locale e forze dell’ordine, nonché funzionari di enti locali e progettisti, tutti gli strumenti per operare nel rispetto delle regole ai fini di un efficace contrasto della criminalità urbana. L’evento si terrà nella sala delle Colonne, al primo piano del Complesso della Santissima Trinità e Paradiso, in Viale Rimembranza n° 1, dalle ore 9.30 alle 13.00. In materia di Sicurezza Urbana, con le linee guida approvate dalla Conferenza Stato Città del 26 lugio 2018, ai sensi del D.L. 14/2017, (Disposizioni urgenti in materia di sicurezza delle città), si è aperto un nuovo capitolo sul fronte della sicurezza integrata e dell’utilizzo interforze dei sistemi di videosorveglianza per il contrasto della criminalità. Oltre a fornire chiare indicazioni per la stipula dei patti tra Comune e Prefettura, le linee guida approvate nella Conferenza Stato-Città ed Autonomie locali, introducono nuovi elementi per il controllo efficace dei territori, tra i quali l’utilizzo dei sistemi di videosorveglianza messi a disposizione dai privati.


Vico Equense. Auto con il noleggio a lungo termine

Vico Equense - Nuove auto per sostituire i vecchi mezzi usurati in uso ai servizi tecnici e ufficio Europa. I veicoli, che saranno a disposizione del Comune, sono 4, e arrivano grazie all’attivazione della convenzione Consip per il noleggio a lungo termine che comprende anche i costi di manutenzione e assicurazione. A deciderlo la Giunta guidata dal Sindaco Andrea Buonocore, che ora avrà a disposizione, per lo svolgimento del lavoro degli uffici tecnici, auto Euro 6D, che essendo di nuova generazione hanno consumi ed emissioni inferiori alle precedenti. Un’operazione che ha un effetto concreto sull’ambiente e anche un risparmio sui costi di gestione. In particolare saranno noleggiate 4 Fiat Panda (benzina e gasolio).

“La vita giocatevela bene”, presentazione del gioco contro l’azzardo

Meta - Far emergere le inclinazioni di ognuno e principalmente la voglia di sognare sembra la parola d’ordine dell’azione educativa dell’ICS Buonocore Fienga di Meta. L’ampia gamma e qualità di progetti ed il ricorso costante alle risorse del territorio favorisce lo “straripare sovrabbondate di bellezza” attraverso l’arte, la musica, il canto e le tante, innovative, attività didattiche e laboratoriali. Si intravede quotidianamente un pullulare di sorprendente operosità, di fatto mentre si usa alacremente l’Atelier Creativo, si festeggia la partecipazione attiva all’inaugurazione delle Universiadi 2019, si completa lo spazio M&M (musica e Meta) studio di registrazione della Scuola, ed infine il 28 ottobre 2019 dalle ore 9,00 alle 13,00, nell’Aula Magna della Scuola sarà presentato “La vita giocatevela bene”, gioco contro l’azzardo ideato dagli alunni, con il significativo apporto della Fondazione Exodus ’94 del Presidente Acampora, nell’ambito del progetto Scuola Viva della Regione Campania. La naturale unione tra la vocazione della Scuola diretta dalla Dirigente Ester Miccolupi e la mission del Progetto Regionale dell’Assessore Fortini, continua a dare frutti significativi. Il nuovo gioco ha già ricevuto importanti riconoscimenti nazionali, la Caritas Italiana lo ha valutato come una delle più significative sensibilizzazioni contro l’azzardo, il MEF lo ha inserito nel mese dell’educazione finanziaria 2019. “Si tratta di uno strumento efficace, innovativo e divertente che permette ad adolescenti di mettersi in gioco simulando dapprima il come fare le cose, con quale impegno, volontà, passione, rispetto della legge, potremmo dire “come voler essere”. In una seconda fase è possibile, invece, scegliere “cosa avere”. Non mancano imprevisti e difficoltà, possibilità di azzardare o contrarre prestiti.
 

L'ANASF a Piano di Sorrento per il mese dell'educazione finanziaria | Venerdì 25 ottobre da Mondadori

Giuseppe De Maio: «Grande opportunità per imparare di più sulla Finanza e sul Risparmio»

Piano di Sorrento - Un incontro di alfabetizzazione finanziaria per avvicinare i cittadini ai temi del risparmio e della pianificazione. Questo l’obiettivo dell’ANASF, Associazione Nazionale Consulenti Finanziari, che ha messo in programma per venerdì 25 ottobre alle ore 19 l’evento “Pianifica la mente - Metti in conto i tuoi sogni”, organizzato presso il bookstore Mondadori di Piano di Sorrento con il patrocinio del Comune di Piano di Sorrento. Al centro dell’approfondimento la pianificazione strategica dei risparmi, uno strumento fondamentale per fare buoni investimenti, oltre che un mezzo utile ai risparmiatori per migliorare la loro condizione economica anche attraverso un’attenta valutazione dei rischi. Nel corso dell’incontro particolare attenzione sarà dedicata alla figura del consulente finanziario che ricopre un ruolo da pivot: dalla guida nelle scelte d’investimento, alla gestione dell’emotività, fino al raggiungimento dei traguardi fissati per trasformare i bisogni in obiettivi di vita. L’evento di Piano di Sorrento si inserisce all’interno della seconda edizione del Mese dell’Educazione Finanziaria promosso dal Comitato per l’Educazione Finanziaria, mese che è stato inaugurato dalla World Investor Week (Settimana Mondiale del Risparmio), l'iniziativa diffusa a livello internazionale da Iosco e in Italia da Consob, per promuovere tra giovani e adulti l’alfabetizzazione di base nel campo della finanza e degli investimenti: «Quello di venerdì 25 ottobre sarà il primo evento di “Pianifica La Mente” in Campania - dichiara il consulente finanziario Giuseppe De Maio, formatore Anasf per il progetto Economic@mente - e sarà una grande opportunità dedicata agli adulti per imparare di più sul mondo della Finanza e del Risparmio».
 

Moiano. Sale da destinare ad attività di spettacolo: il Comune chiede i fondi alla Città Metropolitana

Vico Equense - Realizzare una struttura all'interno dell'istituto scolastico Filippo Caulino di Moiano da poter utilizzare per manifestazioni teatrali, spettacoli ed eventi culturali. E’ questo l’obiettivo dell'amministrazione comunale di Vico Equense che ha deciso di aderire a un'opportunità di finanziamento lanciata dalla Città Metropolitana di Napoli. Nel dettaglio, l'esecutivo guidato dal síndaco Andrea Buonocore mira a ottenere fondi di circa 100 mila euro, se non 50 mila euro. L’avviso diffuso dall’Ente guidato da Luigi de Magistris prevede infatti due fasce di finanziamento: la prima è più sostanziosa e riguarda risorse per interventi ex novo, la seconda invece concerne lavori di secondo piano ma comunque legati ad attività culturali e di intrattenimento. La giunta Buonocore, nei giorni scorsi, ha approvato una delibera con la quale dà l'atto di indirizzo agli uffici comunali per prendere parte al progetto dell'ente metropolitano. “Costituisce priorità dell'amministrazione comunale sostenere progetti di investimento di tipo culturale a beneficio della comunità cittadina e dell'istituto comprensivo Caulino e degli ospiti che arrivano sul territorio comunale”, si legge nella delibera.

Sorrento. Ottava edizione degli Incontri con la cultura giapponese

Dal 25 al 27 ottobre, a Villa Fiorentino, ingresso libero 

Sorrento - Dal 25 al 27 ottobre, Villa Fiorentino, a Sorrento, ospita l'ottava edizione degli Incontri con la cultura giapponese. La manifestazione, promossa dal Comune di Sorrento, ha il patrocinio dell'Ambasciata del Giappone, dell'Istituto Giapponese di Cultura di Roma, della Fondazione Italia Giappone, dell'Istituto Italiano di Cultura di Osaka , dell'Università degli Studi di Napoli L'Orientale, dell'Istituto Comprensivo Statale Torquato Tasso é del Centro Metamorfosi di Sorrento. Tre giorni per celebrare il profondo legame tra l'Italia ed il Giappone, ed in particolare tra Sorrento e Kumano, gemellate dal 2001. Un programma, quello del festival dedicato al paese asiatico, anticipato lo scorso settembre dal sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo, all'ambasciatore del Giappone in Italia, Keiichi Katakami, in occasione di una sua visita ufficiale nella cittadina costiera. L’inaugurazione è prevista per il giorno 25, alle ore 16 e trenta, e sarà preceduta da un benvenuto musicale a cura degli studenti dell'istituto Torquato Tasso e la consegna dei diplomi di partecipazione ed apprezzamento agli artisti che prendono parte all'evento, da parte del sindaco Cuomo, alla presenza dell'assessore ai Rapporti Internazionali, Emilio Moretti e del responsabile dell'Ufficio Relazioni Internazionali del Comune di Sorrento, Antonino Fiorentino. In mostra, "Exploring Kumano", poster che celebrano il 15mo anniversario del riconoscimento di Kumano Kodo come patrimonio Unesco e l'allestimento “Alle radici della spiritualità giapponese: Kumano”, entrambi curati da Valentina Formisano, responsabile dell'Ufficio Relazioni Internazionali della Città di Kumano, una selezione di opere di artigianato artistico di 43 artisti giapponesi, a cura di Chiaki Hamada, e gli scatti fotografici di Jun Kikai e di Andrea Lippi.
 

martedì 22 ottobre 2019

Sanità, Beneduce: “Su precari non si perda altro tempo”

Regione Campania - “Ci sfuggono le ragioni per cui non si tiene l’audizione richiesta dal gruppo di Forza Italia in Commissione per affrontare la vicenda, oramai ingarbugliatissima, dei tremila precari della sanità campana. Le notizie che arrivano circa incontri tenuti al di fuori delle attività consiliari mortificano il lavoro di noi consiglieri e anche quello dei sindacati che si stanno battendo in queste ore per evitare che si perdano nuovi posti di lavoro e che l’assistenza precipiti del tutto in termini di qualità”. Lo dichiara la consigliera regionale Flora Beneduce, componente della Commissione Sanità della Campania. “Siamo dinanzi ad un atteggiamento singolare da parte della maggioranza di centrosinistra, che presiede le commissioni consiliari permanenti e che in questo modo si sottrae di fatto ad un confronto democratico su una vicenda che riguarda l’intero settore sanitario e le cure per i nostri concittadini”, conclude Beneduce.

App YouPol e nuova campagna antiracket, il 28 ottobre incontro al Circolo della Legalità con le forze dell’ordine e l’Ascom

Sarà illustrata l’applicazione che permette di segnalare eventuali crimini in forma anonima. Parteciperanno l’Ascom, il sindaco Cimmino, Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza 

Castellammare di Stabia - Circolo della Legalità di Castellammare di Stabia e Ascom, continua la sinergia. Il prossimo 28 ottobre 2019, alle ore 12:30, presso la sede del Circolo in Piazza Principe Umberto 1 a Castellammare, si terrà la presentazione dell’applicazione “YouPol”. L’app, ideata dalla Polizia di Stato, è utile per segnalare, in modo anonimo e sicuro, episodi e situazioni di bullismo e spaccio di droga oltre naturalmente a denunciare eventuali episodi di estorsione e/o usura che potrebbero colpire i cittadini e gli imprenditori stabiesi. Parteciperanno alla conferenza stampa il presidente dell’Ascom Johnny De Meo, il presidente di Sos Impresa e coordinatore del Circolo della Legalità, Luigi Cuomo il sindaco di Castellammare, Gaetano Cimmino; i rappresentanti delle forze dell’ordine locali (Carabinieri, Polizia di Stato, Guardia di Finanza). L’occasione sarà anche utile per promuovere una nuova campagna antiracket dopo quella del giugno scorso dal titolo “Denunciare conviene” promossa da Sos Impresa, Ascom. Contestualmente il Circolo della Legalità si complimenta con i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Castellammare di Stabia per l’operazione di ieri mattina ai danni di due usurai.
 

Bonus mobilità, esclusa la penisola sorrentina

Penisola sorrentina - I Comuni della penisola sorrentina non usufruiranno del bonus mobilità. Nella mappa di chi potrà aderire al benefit del decreto legge Clima (o decreto Ambiente), al momento non c’è alcuna traccia dei territori da Vico Equense a Massa Lubrense. Il bonus prevede per chi ha un'autovettura un po' vecchiotta (fino ad euro 3) o un motorino altrettanto datato, e decide di toglierli dalla circolazione, il governo mette a disposizione 1.500 euro di bonus da poter utilizzare per abbonamenti ai trasporti pubblici oppure per l'acquisto di biciclette, anche quelle a pedalata assistita che in alcuni comuni sono indispensabili viste le salite e le discese. In teoria l’esclusione dovrebbe essere valutata positivamente. Poiché da Bruxelles non vengono riscontrate anomalie o gravi indicazioni per l'eccesso di inquinamento. Anche se, proprio in questi giorni, si è riaperto in penisola sorrentina il dibattito sullo smog. Basti pensare che il recente report sui tumori diffuso dall'Asl Napoli 3 Sud conferma comunque che i numeri di malati è tutt'altro che basso. E proprio nella Terra delle Sirene resta aperta l'emergenza traffico e dunque la questione dell'inquinamento da smog.

Acqua pubblica, a Marigliano nuova tappa per i comitati

Prosegue con successo di partecipazione il giro #NoGori, promosso dalla Rete civica per l'acqua pubblica, con una nuova tappa a Marigliano venerdì 25 ottobre alle ore 18.30 in piazza Roma presso il centro polivalente ex chalet della villa comunale. Il tour, iniziato lo scorso giugno a Castellammare di Stabia, andrà avanti fino al prossimo dicembre e ha già toccato numerosi Comuni del territorio: da Torre Annunziata a Nocera Inferiore, passando per Nola, Sarno e Siano. Intervengono all'iniziativa Antonio Carpino, sindaco di Marigliano, Antonio Molli, rappresentante del comitato cittadino per l'acqua pubblica, Francesco Miani, avvocato amministrativista e legale della rete dei comitati, nonché i consiglieri del Distretto Sarnese Vesuviano impegnati nella lotta per la ripubblicizzazione del servizio idrico Massimo Pelliccia (sindaco di Casalnuovo), Giuseppe Grauso (coordinamento campano acqua pubblica) e Gianluca Napolitano (rete civica Ato3 Campania). "Il nostro principale obiettivo - sottolineano gli organizzatori - è informare i cittadini sulle conseguenze del nuovo tentativo di salvataggio di Gori SpA, una gestione che si è contraddistinta negli anni per incredibili aumenti delle tariffe, distacchi selvaggi e disservizi continui ai danni degli utenti. Un servizio che tale non è, che va radicalmente superato con la chiusura definitiva di questa esperienza e la creazione di un'azienda speciale interamente pubblica, che garantisca un servizio efficiente e ambientalmente sostenibile con tariffe eque per tutti, senza profitti su un bene essenziale, nel rispetto della volontà popolare espressa da 27 milioni di cittadini italiani coi referendum del 2011".
 

Capri. Al convegno sulle politiche del lavoro per uno sviluppo nuovo del mezzogiorno, ha visto la partecipazione di Salvatore Ciuccio

Capri - Al meeting dell'MCL, organizzato dall'Unione Provinciale di Napoli presieduta dall'avvocato Michele Cutolo, quest'anno si è discusso di politiche del lavoro per avviare un modello di sviluppo nel mezzogiorno d'Italia. Tra le tante presenze istituzionali spiccavano quella del magnifico rettore Università degli studi di Napoli Federico II Professore Gaetano Manfredi, del Senatore Vincenzo Carbone Segretario Ufficio di Presidenza del Senato, del Capo di Gabinetto Ministero Affari Regionali Francesco Rana e del Presidente dell'Unione Industriale di Napoli dottor Vito Grassi. In rappresentanza del Movimento Cristiano Lavoratori il Presidente MCL Carlo Costalli ed il Presidente Provinciale MCL avvocato Michele Cutolo. Il convegno è stato moderato dal giornalista Rai dott. Massimo Milone e nell'ambito del convegno è stato anche assegnato dal Cardinale Crescenzio Sepe il Premio Speciale a Franjo Topic, Presidente di Napredak Sarajevo. Un premio che è stato promosso ed ideato dall'Arcivescovo della città di Napoli e che fa da corollario alla manifestazione che quest'anno è stata dedicata al lavoro ed allo sviluppo del mezzogiorno. A latere del meeting, in qualità di rappresentante del Movimento Cristiano Lavoratori di Capri Salvatore Ciuccio "ha voluto riportare all'attenzione dei convegnisti e della platea il problema che ormai lambisce anche l'isola di Capri, sulla stagionalità del lavoro che incide pesantemente sull'economia della famiglia specie dopo il taglio dell'indennità di disoccupazione (NASPI) che ha ridotto l'assegno della metà, rapportandolo ai mesi lavorativi. Ma non solo dei lavoratori occupati solo nei mesi estivi, Ciuccio che riveste anche la carica di Assessore alle politiche sociali ha sottolineato ai dirigenti nazionali del movimento:
 

lunedì 21 ottobre 2019

Sporting Pagani - San Giovanni Battista 0 a 0

Vico Equense - Un'altra stagione è iniziata. Il San Giovanni Battista, in una partita molto ostica, riesce ad ottenere un buon pareggio in casa della Sporting Pagani, una squadra esperta, già rodata e mai doma in tutta la partita. Un'altra stagione è iniziata, ma al di là del risultato, della singola partita o della singola stagione, gli obiettivi per la società sono diversi. Il primo obiettivo è rinnovare. Rinnovare non soltanto nel senso egoistico del termine, garantendo, con un cambio generazionale le basi per la squadra nel futuro. Rinnovare, significa dare l'opportunità a tanti ragazzi di venire a contatto con un ambiente sano e divertirsi. Imparare a rispettare i compagni, gli avversari e quindi crescere. Il secondo obiettivo è far divertire e far appassionare anche il pubblico, spesso troppo poco interessato al calcio e forse ignaro del ruolo dello sport e del calcio come collante della nostra comunità. Nonostante tutto, la società si è fatta carico delle tante difficoltà e ha deciso di continuare in quest'avventura, lunga ormai 18 anni. Sono tanti infatti i ragazzi che quest'anno formeranno, accanto ad alcuni elementi più esperti, lo scheletro di questa squadra. Tanti ragazzi giovanissimi, dai 16 anni in su. Un elogio deve essere fatto anche all'allenatore, Francesco De Simone che con tanto entusiasmo, non ha esitato a seguire questi ragazzi in questo percorso, sicuro della bontà del progetto e della potenzialità dei suoi ragazzi. Tornando alla partita di ieri, soltanto un super Marco Abbruzzese, ha permesso al San Giovanni Battista di portare a casa un buon punto. Ma questo non deve gettare ombre sulla prova dei ragazzi di mister De Simone. Il primo tempo è molto equilibrato. Dopo una prima fase di studio infatti, i portieri di entrambe le squadre vengono impegnati raramente. La partita si combatte a centrocampo. Intensità e contrasti duri. Si rientra negli spogliatoi sul risultato di 0 a 0. L'inizio del secondo tempo è un vero shock per il San Giovanni Battista. Dopo pochi minuti infatti, i padroni di casa passano in vantaggio con Nacchia.
 

Pompei. Plastic Free, il progetto di GORI e Comune arriva nelle scuole

Pompei - Le buone prassi arrivano a scuola sotto forma di una simpatica borraccina. Inizia così, in un’aula magna colorata da tantissimi disegni dei bambini, l’attività di GORI legata al #Plastic Free e, più in generale, alla tutela dell’ambiente. Dopo la firma apposta al manifesto d’intenti, con cui lo scorso giugno l’Azienda ha adottato i valori della campagna ministeriale contro la plastica monouso, questa mattina, presso il I Circolo Didattico “Luigi Leone”, sono state distribuite ai giovanissimi studenti le borraccine in alluminio da 400 ml, che sostituiranno le bottiglie di plastica. Saranno circa 4000, infatti, i gadget ecosostenibili destinati agli alunni delle scuole primarie di Pompei: un’importante iniziativa che si è sviluppata anche grazie alla proficua sinergia con l’amministrazione comunale, al fine di diffondere nei più piccoli la cultura della sostenibilità, avvicinandoli al consumo dell’acqua di rubinetto. È stato proprio Capitan Eco a raccontare loro, attraverso il gioco e il sorriso, che liberarsi dalla plastica non solo è possibile, ma anche necessario. “Siamo stati uno dei primi Comuni ad aderire al plastic free: ora, con la collaborazione di GORI, diamo seguito alla nostra adesione, regalando queste borraccine ai nostri bambini affinché sia ancora più forte il messaggio.
 

La Folgore Massa spreca e non passa a Casarano

Il ds Fabrizio Ruggiero: "Una sconfitta amara che si fa molta fatica a digerire"

Massa Lubrense - Lo scontro tra titani se lo aggiudica Casarano, più spietato nei momenti delicati di una gara in cui i ragazzi guidati da Nicola Esposito stavano venendo fuori alla distanza in virtù di una migliore tenuta atletica.
Il roster pugliese, costruito senza mezzi termini per il salto di categoria, parte subito a mille trascinato da Bolla e Garofalo e va a condurre la contesa con troppa scioltezza. Casarano fa suo anche il secondo parziale, ma la reazione dei costieri non si fa attendere: salgono le percentuali di Lugli e Ferenciac, la fase break diventa più incisiva e le stampate di Deserio e Borghetti colorano di biancoverde il terzo set chiuso dal lungo turno di Sartirani dai 9 metri. I padroni di casa soffrono, regalando troppi gratuiti con alcuni elementi fuori giri: Aprea e compagni vanno più volte sul +2 per poi sciogliersi sui due set point (22-24) che avrebbero portato il match al più giusto epilogo del tie-break. Casarano, trascinato dal pubblico sempre più rumoroso, piazza 4 punti di fila e si aggiudica l’intera posta in palio.
Lugli e Ferenciac mettono a terra 15 punti, seguiti da Sartirani (10 punti, 5 muri), Borghetti (5) e Deserio (4). Finisce in parità la sfida sotto rete (10 muri vincenti per entrambe le compagini), mentre la Folgore risulta molto più solida dai 9 metri: 5-4 gli ace ma soprattutto 8-18 le battute sbagliate.
Coach Esposito parte con capitan Aprea in cabina di regia e Lugli opposto, Ferenciac e Borghetti in banda, Sartirani e Deserio centrali, Denza libero. Casarano risponde schierando Laterza-Bolla, Garofalo-Baldari, Scrimieri-Muscarà, Barone libero.

Vico Equense. C.P.O., pronti alle dimissioni in quattro

Vico Equense - Quattro componenti della Commissione Pari Opportunità del Comune di Vico Equense sono pronti a sottoscrive le proprie dimissioni. Luisa Cinque, Francesca Esposito, Umberto D’Amora e Susanna Amato, le hanno già comunicate nella riunione dell’11 ottobre scorso. Motivo del malessere? Lo stop a una serie di progetti che la C.P.O. aveva fatto propri e a cui non è stato dato alcun seguito. Nello specifico si parla dell'iniziativa contro lo spreco alimentare in collaborazione con le pizzerie presenti sul territorio, quella contro la violenza sulle donne denominato "panchina rossa”, e poi "Angela c'è, una campagna contro le molestie sulle donne, ma anche la poca condivisione del modus operandi usato per il progetto “Vuoi allattare? Fermati qui, sei la benvenuta” e soprattutto la mancata nomina del garante delle persone con disabilità, figura preposta ad assicurare informazioni e tutele alle persone che vivono in condizioni di svantaggio. Di tutto ciò non se ne è fatto nulla.

Sconfitta per la Dinamo Sorrento

Sorrento - Il risultato è l’unica nota stonata per la Dinamo Sorrento, uscita sconfitta dal Palailario di San Nicola per 5-3, al cospetto di una tra le formazioni più accreditate al salto di categoria. Le rossonere di Mister Di Dato, hanno però confermato quanto di buono fatto vedere nelle precedenti uscite, proseguendo lungo un costante percorso di crescita. Partita fin da subito accesissima e ricca di continui capovolgimenti di fronte: Spartak subito in vantaggio, ma ripreso poco dopo dal pareggio di Perrella. Le casertane vanno poi a segno altre tre volte, prima che Bosco accorci le distanze su assist di Catapano. Il secondo tempo vede subito una Dinamo determinatissima, con il palo colpito da Perrella che precede il timbro di Catapano che accorcia ulteriormente le distanze. Il bomber rossonero, mai paga, sfiora il pari colpendo il montante a portiere battuto .Nel finale brutto intervento di D’Angelo sulla rossonera Perrella lanciata a rete in campo aperto, ma l’arbitro sventola soltanto il cartellino giallo. Complice la stanchezza ed una buona dose di sfortuna, la Dinamo non riesce più a recuperare il risultato, che si fissa sul 5-3 finale. Le sensazioni sono però ottime, a partire dalle prestazioni del numero uno Scermino, autrice di grandi interventi, bomber Catapano, Perrella e nel complesso di tutta la squadra che ha dato l’anima fino alla fine. A fine match, le prime impressioni del mister Cira Di Dato: "Sapevamo di andare a misurarci contro una squadra che punta a vincere il campionato. Onestamente, lo Spartak non mi ha impressionato più di tanto per ciò che ho visto sul terreno di gioco. Abbiamo disputato un’ottima gara sotto l'aspetto tattico e mentale, svolto una buona fase di non possesso, ma siamo state penalizzate da tanti errori individuali sui quali lavoreremo. Potevamo uscire con un risultato diverso, ma la poca esperienza e maturità ci hanno punite oltre i nostri demeriti”.

V “Trofeo Fabrizio Galli”. Grande successo per la regata di classe Optimist nelle acque di Capri a Marina Grande

Capri - Grande giornata di vela nelle acque di Marina Grande per la quinta edizione del Trofeo Fabrizio Galli. La gara è stata favorita dal vento che è arrivato a 8 nodi da sud est ha caratterizzato la V prova del campionato zonale Optimist V zona Fiv, Trofeo Fabrizio Galli. Il Trofeo “Fabrizio Galli” è diventato un appuntamento ormai tradizionale per Capri, organizzato dallo Yacht Club Capri e raccoglie numerose adesioni: quest’anno ha visto la partecipazione dei circoli più importanti della zona. La regata è dedicata alla memoria di Fabrizio Galli, figlio del prematuramente scomparso del socio fondatore dell’YCC Renato Galli che promuove l’evento e che da sempre sostiene le attività del circolo velistico isolano e dei suoi giovani atleti. Nell’edizione di quest’anno i partecipanti hanno raggiunto il numero di 58 suddivisi nelle due classi Juniores e Cadetti che hanno veleggiato e combattuto per aggiudicarsi il trofeo nelle acque antistanti la Marina Grande di Capri ben visibili e incitati da terra da tanti isolani e turisti che hanno seguito l gara da diversi punti dell’Isola. Insolito lo spettacolo nel borgo di Marina Grande festosamente “invaso” da una miriade di bianche vele e tanti giovani atleti accolti dal gruppo della mamme “optimiste” capresi che hanno preparato per tutti i partecipanti un menu gourmet tipico tutto “made in Capri”.
 

L’Avana protagonista a San Domenico Maggiore


Napoli - Il 31 ottobre verrà presentato a Napoli il documentario “People in Havana” prodotto dall’Associazione Culturale Cryteria Project Giovedì 31 ottobre, alle ore 17.00, sarà proiettato nella splendida Sala del Capitolo di San Domenico Maggiore il documentario “People in Havana” che vede alla regia il film-maker Caudio Celentano, in collaborazione con il fotografo Umberto Astarita. Dopo la prima nazionale dello scorso giugno a Piano di Sorrento, nell’ottocentesca Villa Fondi De Sangro, l’ultimo prodotto filmico, voluto da Raffaele Esposito, Presidente di Cryteria Project, arriva a Napoli in una location altrettanto storica: il complesso monumentale di San Domenico Maggiore, che abbraccia otto secoli, coniugando arte, cultura e fede. Celentano raccoglie la testimonianza di alcune personalità del panorama contemporaneo, che gli permettono di gettare un ponte tra Napoli e l’Avana, tra presente e passato.
 

Vitiello dal Gruppo Misto a Italia Viva

Catello Vitiello e Matteo Renzi 
Il Parlamentare stabiese, candidato per i Cinquestelle, aderì al gruppo misto dopo la polemica sulla sua iscrizione alla massoneria. Oggi passa con Italia Viva di Matteo Renzi. Come nasce questa decisione? “La mia decisione di aderire al gruppo parlamentare di Italia Viva affonda le sue radici nella volontà di portare il territorio che rappresento al centro del dibattito parlamentare e di una nuova visione di crescita del Mezzogiorno. I miei valori liberali, ispirati a un europeismo moderno che esalti le nostre risorse, umane e territoriali, rappresentano la ragione che mi ha indotto ad accettare la proposta di Matteo Renzi." Perchè ha lasciato il Gruppo misto? "In questi mesi, nei quali ho svolto il mio operato all’interno del Gruppo Misto, mentre mettevo al centro della mia agenda i temi della giustizia e le problematiche della mia area territoriale spesso abbandonata e dimenticata, ho capito che da solo non sarei andato lontano. Come più volte ho ripetuto, credo che solo con il lavoro di squadra con persone che abbiano gli stessi obiettivi, con idee chiare circa lo sviluppo economico, produttivo, ma soprattutto culturale, si possano ottenere risultati importanti e determinanti per il futuro delle nostre aree." Cosa l'ha convinta di Renzi? "Far parte del gruppo di Italia Viva rappresenta l’occasione di lavorare per superare le difficoltà di rappresentatività di questi mesi, ottenere una visibilità diversa, mettere in atto azioni politiche corali per far fare al mio territorio dei concreti passi in avanti. La meritocrazia e l’equità sociale resteranno sempre i miei valori, i capisaldi della mia visione e i criteri per indirizzare il mio percorso umano e politico”.

Boom di malattie alla prostata

Report dell’Asl: tra i maschi ogni anno 230 nuovi casi di cancro, il 20% ai genitali 

Penisola sorrentina - Dopo la pubblicazione dello studio del registro tumori da parte dell'Asl Napoli 3 sud, Metropolis, con un articolo di Andrea Ripa, passa al setaccio tutti i dati riportati nella ricerca. Dopo il boom nell'area torrese, tocca ai dati della penisola sorrentina. Tra il 2008 e il 2016 sono 3740 le persone si sono ammalate di tumore (2055 di sesso maschile e 1685 di sesso femminile). Mentre il dato dei decessi è fermo a 1704 morti per tumore con un'età media che si assesta sui 76 anni di età. Ma quello che più balza all'occhio, in un territorio meno congestionato dal punto di vista urbanistico rispetto ad altri centri della provincia di Napoli, è l'incidenza tumorale negli ammalati di sesso maschile. La neoplasia più diffusa è quella alla prostata, dove ogni anno vengono scoperti 41 nuovi casi tra i pazienti maschi. Rappresentano il 20% dei 228 casi tra maschi portati alla luce ogni anno. Il tumore alla prostata è la più diffusa, segue quello al polmone al colon retto. Tra le donne, invece, resta il cancro al seno il grande male: 51 nuovi casi.

domenica 20 ottobre 2019

Tutti i segreti del cioccolato... Vico Equense c'è...

Vico Equense - Figlio d’arte, Ciro Fraddanno nasce e cresce nella gelateria di famiglia a Vico Equense. Dal 2018 è Chef ChocoGelato del Chocolate Academy™Center Milano. Quella del gelato è per lui una vera passione che lo ha portato a farne anche una professione, che lo vede coinvolto nel studiare, creare e utilizzare il gelato all’interno delle varie sfere gastronomiche, scoprendo sempre nuovi abbinamenti e applicazioni vastissime. “Il Gelatiere”, la rivista che si rivolge a tutti gli artigiani e ai professionisti del mondo della gelateria italiana, gli dedica una lunga intervista su come impiegare tecnicamente al meglio il cioccolato in gelateria e ci ricorda che non tutto quello che sembra cioccolato è cioccolato.

La penisola attacca Trump

Penisola sorrentina - Sono scattati i dazi di Donald Trump contro il made in Europe. Balzelli che vanno dal 10 al 25% su una gamma di prodotti per un totale di 7,5 miliardi di importazioni. Vini francesi, olive greche, whiskey scozzese, e per l’Italia formaggi, a partire da pecorino e parmigiano, i liquori e anche il limoncello. “Un’altra tegola sulle eccellenze. Assurdo - ha dichiarato al quotidiano Metropolis Mariano Vinaccia presidente del Consorzio limoni Igp della penisola sorrentina – quello che stanno facendo negli Stati Uniti. Mentre dal Giappone e dalla Francia vengono a studiarci come esempio virtuoso, dall’America cercano di farci fallire”. In forma aggregata, la filiera del limone di Sorrento Igp e dei suoi trasformati, rappresenta un “distretto agroalimentare certificato” del valore di circa 25/30 milioni di euro. A dispetto di Vinaccia, c'è chi come Villa Massa fa trapelare una massiccia dose di serenità. L'azienda della penisola sorrentina è un marchio mondiale e, da due anni, è passata sotto la guida dell'impresa spagnola Zamora. Sia chiaro: la società fondata dai fratelli Stefano e Sergio Massa ha mantenuto personale e attività di produzione in penisola sorrentina non fa i salti di gioia per i dazi. Ma esporta solo l'8 per cento della sua produzione negli Stati Uniti e dunque il tasso di possibile calo non è così imponente. “Esportiamo in 50 Paesi con un fatturato complessivo di sette milioni di euro - spiega il direttore generale Matteo Troia - I dazi non sono certo piacevoli, ma per fortuna abbiamo una vasta diversificazione di esportazione. A differenza di altri produttori italiani, il limoncello Villa massa vende in tanti luoghi del mondo”.

Italia Viva in Campania, sindaci, ex primi cittadini e consiglieri comunali alla corte di Matteo Renzi

Matteo Renzi ha presentato ieri ufficialmente, dal palco della Leopolda, il simbolo di Italia Viva. Nutrita la pattuglia di campani giunti a Firenze. L’ingresso più rumoroso, registrato ieri, è senz’altro quello di Catello Vitiello, deputato di Castellammare di Stabia eletto con i Cinquestelle (da cui fu espulso per l’appartenenza in sonno a una loggia massonica) poi passato al gruppo misto. Presenti il deputato Gennaro Migliore, l’ex europarlamentare Nicola Caputo, i consiglieri regionali Luigi Bosco e Vincenzo Alaia. E poi il sindaco di Ercolano, Ciro Buonajuto, il sindaco di Acerra, Raffaele Lettieri, l’ex deputato Pd Giovanni Palladino, che ha presieduto il tavolo sull’industria. Dalla Penisola Sorrentina, confermata la presenza del vice sindaco di Massa Lubrense, Giovanna Staiano e Rosario Fiorentino, ex vince sindaco di Sorrento. Bordate al Pd sono giunte dallo stesso Renzi che parla di "partito delle tessere e delle correnti", poi Maria Elena Boschi a definire i dem come "il partito delle tasse". Esternazioni che provocano la dura presa di posizione su Facebook del Sindaco dem di Meta Giuseppe Tito: “Avete distrutto un partito, provocando danni a tutti noi cittadini”.

Vico Equense. Busto di Asturi donato al Comune

Antonio Asturi
Vico Equense - Un busto di Antonio Asturi realizzato dallo scultore Domenico Paduano è stato donato al Comune. Sono stati gli eredi dell'artista, in particolare il figlio Dino Paduano, a volere che la scultura andasse ad arricchire il patrimonio della Città di Vico Equense, che ha dedicato un Museo al pittore vicano a trent’anni dalla morte. Un modo per ricordare Paduano, i rapporti che ebbe con la costiera sorrentina e con Vico e anche la testimonianza del legame tra i due artisti, testimoni di un momento di grande creatività del mondo intellettuale napoletano dopo la seconda guerra mondiale. Domenico Paduano è stato un grande artista napoletano che ha avuto riconoscimenti dai più svariati enti ecclesiastici e statali. Partecipò alla seconda guerra mondiale combattendo sul fronte greco. Fu fatto prigioniero dai Tedeschi a Lepanto e deportato in Germania in campo di concentramento ad Amburgo. È stato insignito della medaglia d'onore della Repubblica. Dopo la guerra fu allievo a Roma, a villa Massimo, del maestro Marino Mazzacurati, Frequentò gli studi di Emilio Greco e Pericle Fazzini. Sue opere sono esposte al Museo Diocesano di Sorrento, alla Pinacoteca di Salerno e al Museo di San Martino a Napoli dove è conservato un busto di Eduardo De Filippo realizzato dallo scultore originario di Pompei.

Vico Equense. Settimana della Protezione Civile, campagna per la sicurezza

Incontri all’Istituto Comprensivo di Moiano per parlare di prevenzione 

Vico Equense - Si è appena conclusa la Prima Settimana della Protezione Civile, nata da una specifica decisione governativa, la Direttiva del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte del 1° aprile scorso. Un itinerario di eventi ha caratterizzato l’intera settimana con uno sguardo diretto soprattutto ai giovani cittadini, come specificato anche nella Direttiva d’istituzione, perché il futuro possa vedere tra le caratteristiche più importanti del nostro Paese la capacità di prevenire e di auto proteggersi, adottando le misure idonee in collaborazione e coordinamento con le istituzioni di protezione civile per ridurre al minimo le vittime e i danni materiali delle calamità. Manifestazioni ed eventi si sono svolti dalle metropoli ai comuni più piccoli, volte alla diffusione della conoscenza e della cultura di protezione civile, allo scopo di promuovere e accrescere la resilienza delle comunità attraverso l'adozione di comportamenti consapevoli e misure di autoprotezione da parte dei cittadini, nonché favorire l'informazione alle popolazioni sugli scenari di rischio e le relative nuove norme di comportamento, oltre quelle inerenti la moderna pianificazione di protezione civile. Su specifica volontà del Sindaco Andrea Buonocore all’Istituto Comprensivo Filippo Caulino di Moiano si sono svolti una serie di incontri con i ragazzi, tenuti dal Responsabile della Protezione Civile Ferdinando De Martino e dal referente in cabina di regia per la Protezione Civile Giuseppe Buonocore.
 

sabato 19 ottobre 2019

Anestesisti: ripresi gli interventi chirurgici. Pochi medici e niente straordinario

Ospedale di Vico Equense
L’Asl promette nuove assunzioni 

Vico Equense\Sorrento - Gli anestesisti degli ospedali riuniti di Vico Equense e Sorrento tornano d’attualità - quest’oggi - con un articolo di Ciriaco M. Viggiano, pubblicato da Il Mattino. Stress e turni di 18 ore, con giornate massacranti, per carenza di personale. Condizioni di lavoro rese esasperanti per i 14 anestesisti in servizio nei due presidi ospedalieri della costiera (9 a Sorrento e 5 a Vico Equense). Ne servirebbero almeno 20, sei in più rispetto a quelli attualmente in servizio. Ecco perché, per ognuno di questi medici, il lavoro straordinario è paradossalmente diventato la regola da una carenza di personale senza precedenti. Niente turni «classici» di sei ore, ma più di 12 ore continue di lavoro al giorno almeno tre volte a settimana. Pochi giorni fa la mancanza di anestesisti ha spinto l'azienda sanitaria a sospendere l'attività chirurgica, provvedimento revocato nelle scorse ore. All'orizzonte, però, sembra esserci qualche speranza. Ieri, infatti, i vertici dell'Asl hanno incontrato il primario di rianimazione ed è arrivato il via libera alle prestazioni aggiuntive, il che vuol dire che gli anestesisti vedranno il loro superlavoro riconosciuto e retribuito in attesa che si sblocchi il pagamento dello straordinario. In più, l'azienda si è detta pronta a rafforzare l'organico della rianimazione stabilizzando due medici attualmente assunti con contratto a termine e assumendone altri quattro.

Tra Allauch e Vico Equense il gemellaggio continua

Vico Equense - Il gemellaggio tra Vico Equense e Allauch, che si trova a pochi chilometri da Marsiglia, in piena Provenza, risale al 3 settembre 2004, quando l’associazione “Bella Italia”, costituita da italo-francesi ebbe l’idea di creare un legame tra le due città. L’obiettivo è diffondere la cultura italiana, in particolare quella Campana, per mantenere vive origini, tradizioni e cultura del nostro territorio. Il progetto di scambio culturale sta a cuore all’Amministrazione comunale del Sindaco Andrea Buonocore, che ha erogato un contributo all’associazione “Amici di Allauch”, come sostegno alle attività. Il gemellaggio rappresenta anche un’occasione importante per apprendere il modo in cui è gestita e amministrata una città che ha tante similitudini con la nostra, al fine di trarne migliori spunti e calarli nella realtà vicana. Un modo per mettere in contatto culture e storie diverse che rappresentano un patrimonio prezioso di saperi e tradizioni. Ogni anno cinquanta francesi trascorrono qualche settimana a Vico Equense per ammirarne le bellezze e viverne la cultura. Sono ospiti presso famiglie i cui componenti, a loro volta, si recano ad Allauch per conoscere la città e trascorrere un periodo lì. A distanza di quindici anni il gemellaggio continua. Dopo averne consolidati i rapporti, le due città hanno messo in cantiere una serie d’iniziative, tra cui manifestazioni sportive, progetti con le scuole, scambi culturali che vanno oltre le semplici visite di cortesia. La città di Allauch è un comune francese di circa 19mila abitanti situato nel dipartimento delle Bocche del Rodano della regione della Provenza-Alpi-Costa Azzurra.

A Vico Equense si pensa già al Natale

Vico Equense - Valorizzare e promuovere l'immagine di Vico Equense durante il periodo natalizio, diffondere il clima di festa in tutta la città attraverso l'utilizzo di luminarie artistiche. Con questo intento la Giunta comunale guidata dal Sindaco Andrea Buonocore, su proposta del'ufficio turismo, ha approvato una delibera, per dare il via alla procedura per l’installazione delle luci e contribuire così a dare risalto all’immagine turistica della città nel periodo invernale. Il progetto “L’Incanto del Natale”, ha l'obiettivo di rendere il centro cittadino e le borgate ancora più belle e attrattive. Gli arrivi in città, durante il periodo natalizio, tra il 2016 e il 2018, hanno fatto registrare un incremento del 10%. “Dunque – si legge nella delibera – le luminarie artistiche concorrono allo sviluppo territoriale, che insieme ad altre azioni di promozione e valorizzazione del patrimonio culturale, assumono un’importanza strategica per sostenere l’economia cittadina nel periodo invernale, portando a compimento l’obiettivo di innalzare la qualità dell’offerta turistico-culturale della nostra città agli occhi di visitatori e turisti.” Non c’è ancora il programma definitivo degli eventi, che punterà soprattutto sul legame che c’è fra il Comune e le associazioni culturali del territorio. Di anno in anno si è sempre dato spazio alle eccellenze del posto. Grazie al patrocinio dell’ente locale si potranno mettere in risalto le attività che le associazioni culturali svolgono sul territorio durante tutto l’anno. Pubblico e privato che in stretta collaborazione metteranno in atto tutto quello che può rendere più piacevole trascorrere le vacanze natalizie in giro per la città. Non mancheranno gli appuntamenti cult. Dalla storica rivisitazione del presepe vivente de «Le Pacchianelle», né i concerti di musica natalizia e non.

Vico Equense. Il sindaco corregge e proroga l'ordinanza taglia alberi

Il WWF: «Apprezziamo la buona volontà del primo cittadino ma non ci siamo ancora»

Vico Equense - Il sindaco Andrea Buonocore a seguito della nota inviata dal Wwf Terre del Tirreno, in cui si sottolineava come l’ordinanza n. 257 emanata il 4.10.2019 fosse “generica e interpretabile”, ha valutato positivamente di correggere il testo della stessa apportando delle modifiche ad uno degli articoli n° 2 (nell’ordinanza infatti esistono ben due articoli n° 2). Inoltre l’ordinanza è stata “prorogata” di undici giorni. Stavolta la “nuova” ordinanza n° 267 del 16.10.2019 sottolinea come per poter procedere “al taglio delle piante collocate in adiacenza al confine stradale” ci si debba necessariamente affidare ad una perizia agronomica redatta da tecnico abilitato che accerti le condizioni dell’albero e l’eventuale pessimo stato vegetativo o fitopatie, l’essiccamento o la forte inclinazione che, a detta dell’ordinanza sindacale costituirebbero, qualora certificate, pericolo per la pubblica incolumità. In pratica l’ordinanza non richiede più genericamente di eliminare tutte le piante nelle adiacenze della sede stradale ma sottolinea come, per farlo, è necessario affidarsi ad un agronomo e farsi fare una perizia. È la stessa ordinanza a “suggerire” i casi in cui le alberature sarebbero pericolose ovvero: “per il pessimo stato vegetativo o affette da fitopatie, essiccamento o che presentino forte inclinazione”. È doveroso precisare come tali “suggerimenti” dati nell’ordinanza non debbano sempre e necessariamente portare come soluzione all’abbattimento di una pianta.
 

Scuole e amianto

di Filomena Baratto

A Cava dei Tirreni sono stati rinvenuti 40 chilogrammi di amianto nei pressi di una scuola. La notizia è di domenica 13 ottobre 2019. A Fuorigrotta altro amianto davanti a una scuola, risalente al 12 giugno 2019. A Castellammare di Stabia, in questi giorni, ancora nei pressi di una scuola, hanno trovato amianto abbandonato dalla sera alla mattina. Cumuli di materiale sparso qua e là come fosse sale di una pietanza. Sono questi solo alcuni esempi di quello che si legge ogni giorno. Un piano nazionale per lo smantellamento e rimozione dell’amianto è stato approvato dal governo Monti nel 2013, ma subito dopo le regioni lo hanno bocciato. E’ talmente presente da nord a sud che si è passati dalla preoccupazione per le conseguenze alla mancanza di ogni tipo di intervento. Il costo per bonificare le zone contaminate, siano esse quelle presentate agli occhi dei media negli ultimi tempi che quello ancora esistente in strutture vecchie con costruzioni risalenti a prima del 1999, quando l’amianto era usato in modo massiccio e l’Italia era un produttore ai primi posti nel mondo, richiedono fior di quattrini che nessuno è disposto a pagare. Il materiale si trova in molte costruzioni, ma anche oggetti, stoffe, utensili. Prima se ne faceva un utilizzo massiccio vista la resistenza, da qui il termine eternit. Poi con la consapevolezza che aveva fatto danni all’apparato respiratorio, non solo di chi era a contatto col materiale, ma anche di chi abitava nei pressi delle fabbriche, è stato vietato.
 

Massa Lubense. Un sacco in meno, grazie ai cittadini -30% di rifiuti indifferenziati

Sonia Bernardo
Massa Lubrense - Siamo ormai a più di due settimane dalla partenza di “Un sacco in meno”, il nuovo calendario per la raccolta differenziata del Comune di Massa Lubrense. A seguito della chiusura temporanea del termovalorizzatore di Acerra, che sta creando non pochi problemi al sistema di smaltimento di rifiuti in Campania, abbiamo anticipato di qualche mese la diminuzione ad una volta a settimana del ritiro del rifiuto indifferenziato. Lo abbiamo fatto per dare, insieme ai nostri concittadini, il nostro contributo alla superamento della “crisi”, ma anche più in generale per offrire un nostro ulteriore contributo alla salvaguardia dell’ambiente, non con parole, slogan o campagne di immagine, ma con atti concreti a cui tutti possono concretamente partecipare. Ci rendiamo conto che l’accellerazione nel mettere in campo l’iniziativa ha portato disagi soprattutto nella distribuzione delle nuove buste, necessarie per dare la possibilità agli operatori di fare un primo controllo sulla qualità del rifiuto. Per tale distribuzione ci siamo avvalsi di una ditta specializzata nella distribuzione di materiale pubblicitario che non ha svolto al meglio il servizio e per questo ha avuto un decurtazione delle spettanze. A tali inefficienze ha supplito il personale di Terra delle Sirene e la collaborazione dei cittadini che si sono recati pazientemente presso gli uffici di via Reola per ritirare le nuove buste ed il materiale illustrativo. Per i disagi arrecati chiediamo doverosamente scusa ai cittadini.
 

venerdì 18 ottobre 2019

Il campione del mondo Simone Perrotta a Vico Equense

Simone Perrotta
Vico Equense - Giovedì prossimo, 24 ottobre 2019, alle ore 15, Simone Perrotta, campione del mondo con la Nazionale del 2006 e presidente dell’Aic Junior, associazione italiana calciatori, sarà a Vico Equense per un dibattito sul ruolo sociale delle scuole calcio oggi. All’incontro, che si terrà nella sala delle Colonne al primo piano della Santissima Trinità e Paradiso, patrocinato dal Comune di Vico Equense, interverranno: il Sindaco di Vico Equense, Andrea Buonocore, gli allenatori professionisti Luigi De Canio e Giovanni Ferraro, gli ex calciatori Francesco Mortelliti, collaboratore di Perrotta, Giuseppe Vives, bandiera del Torino e il giornalista della Gazzetta dello Sport Gianluca Monti, che modererà il dibattito. Simone Perrotta, illustrerà, il progetto Aic junior che consiste in un affiancamento tecnico-educativo a scuole calcio già esistenti, e propone un percorso congiunto nell’ottica di offrire un supporto per la crescita dei piccoli calciatori tramite il modello formativo Aic. La Scuola Calcio Giovanni Ferraro ha aderito per la stagione 2019-2020 al progetto dell’ ex centrocampista della Roma e campione del mondo nel 2006 con la Nazionale azzurra. Una volta al mese a Massaquano arriveranno i tecnici del progetto Junior Aic per valutare come sia stato seguito dagli allenatori della Ferraro il “modello educativo e il progetto tecnico” proposto appunto dalla Associazione Italiana Calciatori.

Shedirpharma Folgore Massa, intervista al capitano Gianpio Aprea

Massa Lubrense - Torna finalmente il campionato, e le gare che mettono in campo punti pesanti per la lunghissima corsa a tappe verso i play-off promozione. Il capitano Gianpio Aprea avverte già l’adrenalina dei match caldi e tirati: nel mirino c’è Casarano per un esordio tra big che promette scintille. Il regista biancoverde si presenta tirato a lucido, con traiettorie apparentemente semplici ma intelligenti ed efficaci per mettere i compagni nelle condizioni di poter sprigionare tutta la propria potenza e precisione.
Dopo la lunga sosta, il lavoro in palestra ed alcuni test amichevoli, si avvicina finalmente il momento dell’esordio in campionato con l’adrenalina delle gare che mettono in palio punti importanti. Quanta voglia c’è di riprendere quei riti che caratterizzano la marcia di avvicinamento alle gare ufficiali?
“La voglia di scendere in campo per iniziare la nuova stagione è inevitabilmente enorme. L’atmosfera che si respira in spogliatoio nei giorni che precedono la partita, il clima da assaporare in quegli istanti prima di mettere piede sul parquet, portano con sé emozioni inspiegabili. Finalmente ci siamo, e non vedo l’ora di partire”.
Cresce la velocità di palla, e tante uscite per garantire tante alternative. Nell’ultimo test raddoppiati i punti giunti in zona centralmente, a dimostrazione di un’intesa già molto forte.
“Sfruttare il centro della rete è d’obbligo, avendo in squadra una batteria di centrali che credo nessuna squadra nel nostro girone possa vantare. L’intesa è buona, ma c’è ancora qualcosa da affinare per mettere i miei centrali nelle migliori condizioni per esprimersi. Avendo inoltre giocatori di posto 4 che dispongono di una pipe importante, il centro della rete deve essere una costante da ricercare nel nostro gioco”.

"Insolite vedute metesi": escursioni guidate per il bicentenario alla scoperta delle antiche vie di comunicazione

Le date: 20 ottobre - 26 ottobre - 3 novembre 

Meta - Si intitola "Insolite vedute metesi" e chiama a raccolta gli appassionati di trekking, natura, storia locale e buon cibo. L'iniziativa, che apre ufficialmente le celebrazioni per il Bicentenario della nascita del Comune di Meta, consiste in tre escursioni guidate alla scoperta delle antiche vie di comunicazione del territorio. Domenica 20 ottobre, sabato 26 ottobre e domenica 3 novembre la partenza è fissata alle 8:30 dalla stazione di Meta, zaino in spalla e tutto l'occorrente necessario per affrontare i percorsi scelti dai direttori di escursione, Nino Mastellone e Peppe Ercolano. Durante il tragitto saranno proprio loro a guidare i partecipanti attraverso sentieri e curiosità. Non mancheranno, inoltre, punti di ristoro con degustazioni di prodotti tipici locali organizzati dall'Amministrazione comunale. «Gli eventi per il Bicentenario sono finalizzati a promuovere e far conoscere il territorio metese - spiega il dott. Andrea Fienga, direttore artistico per le iniziative correlate al Bicentenario del Comune di Meta - e a ricordare persone che hanno fatto la storia del nostro paese». Destinazione della prima escursione, domenica 20 ottobre, sarà Monte Vico Alvano, raggiunto per via Grottelle. È un percorso di difficoltà media, lungo circa 12 km e un dislivello di 600 mt, che in totale impegnerà i partecipanti per 6/7 ore, soste e degustazioni incluse. Percorrendo il sentiero CAI 342, si raggiungerà la vetta del monte con la straordinaria vista su tutto il territorio peninsulare e si ritornerà al punto di partenza attraversando il Parco del Principe. Sabato 26 ottobre sarà invece la volta dei Camaldoli e del Monte Crocione. Il percorso, di circa 4 ore, 250 mt di dislivello e 7 km totali, passerà per la frazione di Alberi per arrivare a Villa Giusso. Dopo la panoramica dei Camaldoli si proseguirà in direzione della cima di confine tra Meta e Vico Equense, per poi tornare al punto di partenza. Infine domenica 3 novembre si partirà alla scoperta dei Casini di Caccia borbonici.