giovedì 21 novembre 2019

Salvini a Sorrento accoglie nella Lega i sindaci Cuomo e De Lucia (Pupia News da YouTube)

Il Sindaco Cuomo: “Da oggi inizio questo nuovo percorso all'interno della Lega”

Sorrento - Il Sindaco di Sorrento Giuseppe Cuomo con un post pubblicato sul suo profilo facebook annuncia la svolta della sua carriera politica, cioè l’adesione alla Lega di Salvini. Scrive Cuomo: “Da oggi inizio questo nuovo percorso all'interno della Lega. Una scelta ancora una volta all'insegna della coerenza, come dimostra la mia trentennale storia politica, sempre fedele al centrodestra. La penisola sorrentina è un vero tesoro, patrimonio non solo del Sud, ma grande orgoglio italiano. Un tessuto imprenditoriale che genera economie da fare invidia a tante realtà produttive settentrionali, grazie al lavoro di quanti investono quotidianamente nell’industria turistica, petrolio di questa terra, dando lavoro anche a tantissimi immigrati che, qui da noi, hanno avuto l’opportunità di vivere rispettando leggi e regole. Sono pronto e carico di entusiasmo, per continuare ad operare in direzione della crescita e dello sviluppo di tutto il nostro territorio.”

Le imprese idriche regionali fanno squadra. Nasce “Rete Campania” con Utilitalia e 13 aziende


L’obiettivo è sintetizzare le singole esigenze e porsi con maggiore efficacia nel confronto con le istituzioni regionali e nazionali per migliorare la qualità dei servizi ai cittadini attraverso una gestione efficiente del ciclo idrico integrato e un assetto degli impianti conforme alle normative

Napoli - Una rete composta dalle aziende campane del Servizio Idrico Integrato che le rappresenti presso le Istituzioni, facilitando il dialogo fra i gestori, l’Ente Idrico Campano, la Regione e l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA), con l’obiettivo di sintetizzare le singole esigenze e di porsi con maggiore efficacia nel confronto, al fine di migliorare la qualità dei servizi ai cittadini. Con la firma, oggi a Napoli, di un Protocollo d’Intesa fra Utilitalia (la Federazione delle imprese idriche, ambientali ed energetiche) e 13 aziende del territorio, è nata “Rete Campania”, la prima associazione territoriale delle imprese che si occupano del Servizio Idrico Integrato. Le aziende aderenti sono ABC (Napoli), Acqua Campania (Napoli), Acquedotti (Orta di Atella), ASIS Salernitana Reti ed Impianti (Salerno), Alto Calore Servizi (Avellino), Ausino Servizi Idrici Integrati (Cava de' Tirreni), Consac gestioni idriche (Vallo della Lucania), EVI - Energia Verde ed Idrica (Ischia), Gesesa (Benevento), GORI (Ercolano), Ottogas (Napoli), RDR (Torre del Greco) e Salerno Sistemi (Salerno): 13 imprese dal significativo ruolo economico e industriale, che generano un fatturato di oltre 500 milioni di euro e forniscono il servizio di acquedotto al 70% degli abitanti della Campania.


Salvini a Sorrento

Sorrento - Matteo Salvini ha salutato, al Circolo dei Forestieri, l’ingresso nella Lega di Giuseppe Cuomo e Michele De Lucia. Per il primo, Sindaco di Sorrento, "non è una scelta di convenienza, sono entrato nella Lega ora, non quando era al governo". “Una scelta ponderata”, quella fatta dal secondo, primo cittadino di Positano. L’ex ministro è stato accolto dai "fravagli", eredi delle sardine, che hanno manifestato contro di lui sotto la pioggia battente in piazza Veniero: hanno risposto all'appello di giovani – estranei ai partiti politici ma fortemente contrari alla propaganda leghista. Cantano in coro 'Bella Ciao', mentre Emma Innacoli, cantante lirica e insegnante di canto, ha composto un 'inno' per Salvini. “Fa così: non ti scordar di me, Sorrento non si 'Lega' a te, io amo sempre più nel voto mio non ci sei tu....” All’interno del Circolo dei Forestieri, in molti si sono messi in fila per chiedere un selfie oppure una foto. Annunciata come conferenza stampa, la presenza del leader della Lega a Sorrento è stata in realtà una manifestazione politica, davanti ad oltre 200 simpatizzanti, in un clima da stadio. I giornalisti, confinati tra il pubblico, lontano dal palco, sono riusciti a fare poche domande, sottolineate da applausi o dissensi.

Vico Equense, con il supporto della Commissione Pari Opportunità parte, nelle scuole del territorio, il progetto " A pazziella 'nmano 'e criature"

Vico Equense. Rassegna letteraria al Museo Asturi


Politiche sociali. Buoni a Natale... ticket a favore di anziani e bambini

Vico Equense - Agevolazioni a favore di anziani e bambini in occasione delle festività natalizie. L’Amministrazione comunale del Sindaco Andrea Buonocore ha stanziato 20 mila euro per sostenere soggetti maggiormente esposti agli effetti della crisi economica e in situazioni di difficoltà. Si tratta di un dono dal valore simbolico, in occasione del Natale: un carnet di buoni spesa che va da un minimo di 50 euro a un massimo di 100 euro. Ogni ticket di 10 euro ciascuno, potrà essere utilizzato solamente negli esercizi commerciali di Vico Equense, che aderiranno all’iniziativa. Si potranno acquistare genere alimentari (supermercati, salumerie, panifici, pescherie, macellerie, pasticcerie) e alcuni tipi d’indumenti personali per bambini e adulti, come vestiario oppure scarpe. I ticket, da un minimo di 5 a un massimo di 10, saranno assegnati a famiglie in condizioni di disagio economico, segnalate dall'Ufficio politiche sociali, a secondo del numero dei componenti e della situazione reddituale presentata. A tal proposito sono state prese in considerazione solo due fasce di reddito ISEE: da 0 euro a 5.953,87 euro; e da 5.953,87 euro a 8.107,50 euro. Ogni ticket sarà contraddistinto da un codice identificativo al fine di evitare contraffazioni.

Dieta Mediterranea, gli studenti degli alberghieri a scuola dai grandi chef del Cilento

Dieta Mediterranea, gli studenti degli alberghieri a scuola dai grandi chef del Cilento Oggi e domani la due giorni del Parco nazionale sul pescato delle aree marine protette Dibattiti, show cooking e degustazioni all’insegna di tradizioni, biodiversità e benessere Appuntamenti a San Marco di Castellabate ed a Camerota 

“Il Pescato della Dieta Mediterranea del Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni”: l’area marina protetta di Santa Maria di Castellabate e quella della Costa degli Infreschi e della Masseta faranno da scenario all’evento organizzato in occasione del nono anniversario dell’iscrizione della Dieta Mediterranea nella lista rappresentativa del patrimonio culturale immateriale dell’umanità Unesco. La due giorni in programma da domani, giovedì 21 novembre, a venerdì 22 é stata promossa dal Parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, presieduto da Tommaso Pellegrino. Pescatori, chef, studenti degli alberghieri, esperti ed addetti ai lavori animeranno l’evento che prenderà il via alle 10,30 di oggi al porto di San Marco di Castellabate con l’incontro tra i pescatori e gli studenti degli istituti alberghieri “Ancel Keys” di Castelnuovo Cilento e “Piranesi” di Capaccio -Paestum. Tradizioni locali, tutela della biodiversità, stili di vita, benessere e buona cucina saranno il filo conduttore dell’iniziativa che poi proseguirà all’Approdo, il resort che ospiterà prima il dibattito, presieduto dal presidente del Parco Tommaso Pellegrino e fissato per le 11, e poi lo show cooking degli chef Maria Rina, Alessandro Feo e Gerardo Manisera, previsto per le 12. A concludere la prima tappa dell’evento ci sarà la degustazione dei piatti preparati in collaborazione con gli studenti. La kermesse itinerante proseguirà poi a Camerota con gli appuntamenti di domani, venerdì 22 novembre. Sarà, infatti, il porto di Marina di Camerota il luogo in cui alle 10,30 i pescatori del posto incontreranno gli studenti degli istituti alberghieri “Antonio Sacco” di Sant’Arsenio e “Carlo Pisacane” di Sapri Alle 11, invece, all’hotel America si terrà la tavola rotonda tra addetti ai lavori ed operatori che, insieme con il presidente del Parco Tommaso Pellegrino, si soffermeranno sulla necessità di salvaguardare e tramandare i valori della Dieta Mediterranea. Dalle 12 lo show cooking formativo con i ragazzi degli alberghieri e la degustazione concluderanno l’evento. Ai fornelli gli chef Fabio Del Gaudio, Gerardo Aquino e Mimmo Caiazzo.

Legge Salvamare sperimentata in Campania:​ raccolte 19​ tonnellate di rifiuti nelle reti da pesca

Presentati i risultati di Remare, progetto​ finanziato dalla Regione che ha visto il Parco Marino di​ Punta Campanella capofila,​ insieme ad altre 3​ aree marine protette e numerose​ cooperative di pesca

Piano di Sorrento - I pescatori della Campania hanno raccolto 19​ tonnellate di rifiuti in poco meno di 4 mesi, da agosto a metà novembre. Sono stati diffusi ieri a Piano di Sorrento​ i risultati ottenuti grazie al progetto Remare, la grande rete che ha messo insieme parchi marini e pescatori. Il progetto è stato finanziato dalla Regione Campania, grazie a fondi europei. L' Area Marina Protetta di Punta Campanella ha coordinato tutte le attività. Tra i rifiuti finiti nelle reti dei​ pescatori campani, il primato spetta alla​ plastica, con il 64%. Poi vetro, 8% e​ attrezzi da pesca e legno, entrambi 4% circa. Il restante 20% è formato da​ materiale diverso:​ metalli, tessuti, abbigliamento e oggetti vari. Remare ha rappresentato un'assoluta novità nel panorama nazionale. Ha messo insieme, per la prima volta, tutte le aree marine protette della regione e le associazioni e le cooperative di pesca. La sinergia ha permesso di coinvolgere​ 393​ pescherecci e 4 aree marine protette in una vasta zona di mare, da nord a sud della Campania, per un totale di 52mila ettari marini. Interessate le zone di mare dell'​ Area Marina Protetta Regno di Nettuno, tra Ischia, Procida e aree​ a nord di Napoli,​ ​ Punta Campanella, la riserva naturale a cavallo tra i due golfi, di Napoli e Salerno, e​ le due aree marine protette del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano- Amp Santa Maria di Castellabate e Amp Costa degli Infreschi e della Masseta-​ che​ hanno coinvolto nel progetto i pescatori del Cilento, da Castellabate fino a Sapri, nel sud della regione. Hanno aderito quasi tutte le associazioni di categoria presenti in Campania:​ Federazione regionale della pesca, Federazione nazionale delle imprese di pesca, Confcooperative Fedagripesca Campania, Agci pesca Campania, Lega regionale delle cooperative e mutue della Campania.
 

Da Capri a Miami: Liquid Art System vola in Florida per l’art week più nota al mondo

Capri - Liquid Art system, il circuito di gallerie con headquarter caprese, vola in Florida, durante l'art week più famosa al mondo. Dal 3 all'8 dicembre, torna e celebra il suo 30esimo compleanno Art Miami, la storica fiera sul lungomare di One Miami Herald Plaza a Biscayne Bay. Riconosciuta come destinazione privilegiata per l'acquisto di opere d'arte del XX e XXI secolo, la longeva fiera indigena, che si tiene non a caso durante la settimana di Art Basel a Miami Beach, ospita ben 250 gallerie internazionali. Proprio accanto nasce la più giovane sister fair Context Art Miami dove progetti, mostre personali e collettive incoraggiano un significativo dialogo tra artisti, gallerie e collezionisti. Art Miami e Context Miami offrono una piattaforma unica per le principali gallerie ed i loro artisti di essere promossi a livello internazionale. Franco Senesi, CEO di Liquid Art System, non si lascia scappare questa prestigiosissima vetrina: per il settimo anno consecutivo porta la sua galleria a Miami, all'evento fieristico più importante d'America. Ad Art Miami, Liquid art system esporrà solo artisti italiani, testimoni della scena figurativa italiana, nei dipinti e nelle sculture, interpretata in chiave marcatamente contemporanea. Gli artisti in mostra saranno: Agostino Arrivabene e Roberto Ferri, entrambi noti nomi della nostrana pittura; Elisa Anfuso, di recente protagonista di un solo show al MaGa ( Gallarate) con le sue donne sognanti ed atmosfere fiabesche, Paolo Quaresima, con il suo iperrealismo simbolista. Le sculture saranno ad opera di Gianfranco Meggiato, con i suoi bronzi intrecciati, e Fabio Viale, new entry nella scuderia della Liquid Art System. L'artista, attualmente in mostra alla Biennale di Venezia nel padiglione Venezia, è grado di rendere il marmo morbido o flessibile come la gomma, dando vita ad opere che, con un'inevitabile sguardo al passato, si caratterizzano per la loro spiccata modernità. Il numero di stand sarà AM532.
 

A San Giorgio a Cremano provincia di Napoli celebrati i 30 anni della Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia

San Giorgio a Cremano - Oltre tremila ragazzi provenienti da 14 comuni campani si sono ritrovati, oggi mercoledì 20 novembre, a San Giorgio a Cremano per celebrare il 30° anniversario della Convenzione Onu sui Diritti dell’Infanzia dell’Adolescenza. Ad accoglierli, in piazza Troisi, la Past President dell’Unicef Campania Margherita Dini Ciacci, il sindaco padrone di casa Giorgio Zinno, in qualità di Difensore Ideale dei Diritti dei Bambini, il segretario regionale Unicef Ettore Nardi, il Coordinatore del Laboratorio “Città dei bambini e delle bambine” Francesco Langella, la testimonial Marika Ferrarelli, protagonista della fiction “Il Collegio” in onda su Rai 2, i rappresentanti delle istituzioni e dell’esercito e la Fanfara dei Bersaglieri, che ha dato il benvenuto agli studenti delle scuole dei paesi vesuviani e di Ischia, circa 300 bambini a partire dei 3 anni di età, grazie al sostegno dell’EAV, presieduta da Umberto De Gregorio. L’iniziativa è stata promossa dal Comitato Unicef Campania insieme al Comune di San Giorgio a Cremano, attraverso il Laboratorio Regionale Città dei Bambini e delle Bambine ed è gestita in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale, guidato da Luisa Franzese. La manifestazione è proseguita a Villa Vannucchi dove gli studenti dell’Istituto Comprensivo Massaia di San Giorgio a Cremano, seguiti da un festante corteo di bambini e autorità, hanno consegnato il testimone della terza edizione del “Tour/Staffetta per i diritti e per la pace” dedicato a "Luigi Bellocchio".
 

Al via il forum turismo e cultura

Simona Agnes
Piano di Sorrento - Nell’ambito della manifestazione premiati la conduttrice Rai Elisa Isoardi e lo chef Antonino Montefusco Identità, scoperta, ricerca del benessere. Le vacanze sono sempre più un mix di esperienze sensoriali e le identità culinarie diventano un attrattore, una vetrina di un territorio che si svela con tutte le sue peculiarità culturali e artistiche. Questi i temi salienti della IV edizione del Forum “Turismo e Cultura” promosso dalla Fondazione Biagio Agnes in collaborazione con Scabec (Società Campana Beni culturali), che si terrà a Sorrento e Piano di Sorrento da venerdì 22 a domenica 24 novembre. La manifestazione si avvale del patrocinio del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, della Regione Campania, del Comune di Sorrento, del Comune di Piano di Sorrento, di Federturismo Confindustria, di Federalberghi e Federalberghi Campania. Secondo gli ultimi dati diffusi da Coldiretti, negli ultimi tre anni un italiano su tre ha realizzato almeno un viaggio motivato dall'enogastronomia e uno su cinque ha scelto la meta in base al cibo. Il turista che si muove sulla scia dei sapori è un consumatore esperto, esigente e informato, per questo motivo l'interesse per l'offerta enogastronomica è diventata anche uno stimolo per ideare strategie innovative di sviluppo in prospettiva di posti di lavoro e nuove figure professionali. Momento clou della manifestazione sarà una tavola rotonda, che si terrà sabato 23 novembre alle ore 11.00 presso Villa Fondi , a Piano di Sorrento. Si parlerà di: “Gastronomia e territorio: un mix vincente per le vacanze”. Villa Fondi, che sovrasta lo splendido Borgo della Marina di Cassano, è una dimora costruita in stile neoclassico nel 1840 dal principe di Fondi Giovanni De Sangro.
 

mercoledì 20 novembre 2019

Sorrento. Un libro per Salvini: “L’Italia sul baratro” di Raffaele Lauro

Raffaele Lauro
Sorrento - In occasione della presenza politica, domani, a Sorrento, di Matteo Salvini e della concomitante manifestazione delle sardine sorrentine, sul tema “Un libro per Salvini”, è stato ripubblicato il saggio politico, in formato eBook, dello scrittore e politico sorrentino Raffaele Lauro (www.raffaelelauro.it), dal titolo “L’Italia sul baratro”, edito nel 2018 da GoldenGate Edizioni, contenente il diario politico delle elezioni 2018, il clima di odio e di rancore sociale che le caratterizzò, la crisi economico-sociale in atto, le lucide e allarmate analisi sulle prospettive post-elettorali delle forze politiche in competizione: il M5S, il PD, la Lega di Salvini e Forza Italia. Lauro invocava, profeticamente, una “nuova resistenza” contro la demagogia dominante che avrebbe messo in pericolo le istituzioni democratiche e repubblicane. Il saggio è introdotto da una brillante e acuta prefazione di Fabrizio d’Esposito, inviato de “Il Fatto Quotidiano”. Il saggio è scaricabile gratuitamente.



Faito, alberi pericolosi. Il Sindaco firma l’ordinanza per il taglio

Vico Equense - Il Sindaco di Vico Equense, Andrea Buonocore, ha firmato un’ordinanza urgente che impone a Regione Campania, Città Metropolitana e privati, l’immediato taglio di alberi presenti sul versante sud del Faito, che costituiscono un grave pericolo per l’incolumità dei cittadini. Con il forte vento e le piogge degli ultimi giorni le piante carbonizzate dai roghi dell'estate 2017 piombano in strada. Sulla montagna risiedono in maniera stabile diverse famiglie, che quotidianamente percorrono l’ex strada statale 269, che è l’unica arteria di collegamento con il centro di Vico Equense. Già in un'occasione, infatti, si è sfiorata la tragedia, con la caduta di un grosso albero sulla parte anteriore di un'autovettura con a bordo madre e due figlie. I vigili del fuoco, intervenuti nei giorni scorsi, ne hanno accertato la pericolosità. Il motivo è sempre lo stesso: alberi pericolanti a ridosso della sede stradale, dichiarando che bisogna inibire, scopo cautelativo, il traffico veicolare e pedonale. Il Sindaco, quale autorità di protezione civile è preposto alla sicurezza della collettività e alla tutela della pubblica e privata incolumità, pertanto ha il dovere di intervenire per rimuovere lo stato di pericolo. Il Comune ha chiesto di essere ricevuto dalla prefettura, così come ha sollecitato Regione e Città Metropolitana a intervenire. Vista l’inerzia, nei giorni scorsi, ha conferito un incarico a un agronomo esterno, nel caso il dottor Raffaele Starace, di presentare una consulenza sulle condizioni delle piante che vegetano sul Faito. Il tecnico, in via d’urgenza, ha fatto pervenire una relazione dalla quale si evince che: “le alberature interessate dalla verifica sino ad ora eseguita e cartellinate, risultano ascrivibili in classe “D” estrema per cui destano allo stato attuale evidenti segni di pericolo per la pubblica e privata incolumità di persone, animali o cose e vanno abbattute con estrema urgenza”. Sulla base di questa relazione, il Sindaco ha ordinato, ciascuno per le rispettive proprietà, l’eliminazione di tutte le alberature distrutte dall’incendio del 2017, catalogate e contrassegnate secondo le procedure vigenti, dall’Agronomo incaricato dal Comune. In caso d’inerzia, da parte dei destinatari dell’ordinanza, il Comune rimuoverà lo stato di pericolo in danno ai soggetti inadempienti.

Mezza maratona Stabiaequa, appuntamento il 2 febbraio 2020

Ufficiale la presenza della campionessa italiana Annamaria Caso 

Castellammare/Vico Equense - La data è già segnata con il cerchio rosso: 2 febbraio 2020. Appuntamento con la mezza maratona Stabiaequa, corsa competitiva sulla distanza di 21,097 km che partirà e terminerà alle Terme di Stabia, girando a Vico Equense per un percorso interamente “vista mare”, in uno degli scenari più suggestivi d’Italia. Prevista anche una non competitiva di 9.5 km. Il percorso prevede la partenza dalle Terme di Castellammare di Stabia, il passaggio - per la prima volta - nel porto turistico di Marina di Stabia e un lungo tratto fino a Vico Equense, in condizioni di gara che si preannunciano ottimali: la differenza altimetrica di soli 98 metri favorirà la competizione e permetterà agli atleti di cercare di battere il proprio record su questa distanza. Alla mezza maratona Stabiaequa 2020 parteciperà la campionessa italiana master di maratona, Annamaria Caso. Le iscrizioni si concluderanno il 29 gennaio 2020, sono previsti vantaggi per chi s’iscriverà prima: entro il 30 novembre la quota è di 16 euro, a dicembre di 18, a gennaio di 20 euro. Sul sito ufficiale della competizione tutte le info per l’iscrizione. L’organizzazione consegnerà a tutti gli iscritti un pacco gara contenente, tra le altre cose, anche la maglia dell’edizione 2020 della Stabiaequa. Prevista la consegna di una medaglia all’arrivo.
 

Eventi. Sorrento Incontra la musica e la danza

Dal 23 novembre al 18 gennaio, sei appuntamenti, tutti ad ingresso libero, con la rassegna invernale 

Sorrento -  Sarà BandAdriatica, il 23 novembre prossimo, alle ore 21, ad inaugurare, tra le suggestioni della musica salentina e la fusione con elementi di tutte le coste sonore mediterranee, l'edizione invernale 2019 di Sorrento Incontra. La rassegna multidisciplinare, con la direzione artistica del regista e coreografo Mvula Sungani, è promossa dal Comune di Sorrento, guidato dal sindaco Giuseppe Cuomo, in collaborazione con la Fondazione Sorrento e con Federalberghi, è organizzata da Arealive e CRDL, e proporrà al pubblico sei appuntamenti, tutti ad ingresso libero, ospitati presso il teatro comunale Tasso. Il 30 novembre (ore 21) sarà la volta di un ospite davvero speciale che verrà annunciato nei prossimi giorni, mentre già sale l'attesa per l'esibizione dei Foja, la formazione composta da Dario Sansone (voce e chitarra), Ennio Frongillo (chitarra elettrica), Giuliano Falcone (basso elettrico) e Giovanni Schiattarella (batteria), in programma per l’8 dicembre (ore 19). Il 21 dicembre (ore 19) un gradito ritorno, Neapolis Mantra, un'opera multidisciplinare a cura del Centro di Produzione Teatro Comunale Tasso, con il sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, ideata da Mvula Sungani, che vede in scena l’etoile Emanuela Bianchini con la forza della sua physical dance ed Enzo Gragnaniello, forte della sua voce black. Presentato lo scorso luglio in anteprima nazionale proprio a Sorrento, lo spettacolo si avvale della partecipazione di Federica Totaro, interprete dei testi teatrali scritti da Antonino Giammarino e la collaborazione di Calandra Institute City University of New York, Ilica Usa e ASI nazionale. Dopo la pausa natalizia, Sorrento Incontra prosegue l'11 gennaio (ore 19) con i giovani cantautori Lorenzo Girotti e Damiano, tra influenze eterogenee, che spaziano da Coldplay, Ed Sheeran, James Bay fino ad arrivare a Jovanotti, Pino Daniele e Cesare Cremonini. Il 18 gennaio (ore 19) spazio al talentuoso rapper Cyrus e alla cantante rumeno-partenopea BamBi, che chiuderanno il sipario su questa nuova edizione della rassegna.

martedì 19 novembre 2019

Verso il distretto agroalimentare di qualità della Penisola sorrentina e Amalfitana

Agerola - Il Sindaco di Agerola, Luca Mascolo, chiama a raccolta politici e imprenditori per creare un unico distretto agroalimentare penisola sorrentina e costiera amalfitana. 26 i Comuni coinvolti con l’obiettivo di fare sistema sui territori e accedere ai fondi regionali. I Comuni interessati sono: Agerola, Casola di Napoli, Gragnano, Lettere, Massa Lubrense, Meta, Piano di Sorrento, Pimonte, Santa Maria La Carità, Sant'Agnello, Sant'Antonio Abate, Sorrento e Vico Equense (che rientrano nel sistema territoriale F4) oltre che di Amalfi, Atrani, Cetara, Conca dei Marini, Furore, Maiori, Minori, Positano, Praiano, Ravello, Scala, Tramonti e Vietri sul Mare (questi Comuni compongono il sistema territoriale di sviluppo F7). L'obiettivo? Organizzare e strutturare una proposta progettuale da candidare sull'avviso regionale. Un'occasione che il sindaco Luca Mascolo ha colto al volo: senza pensarci su due volte ha invitato politici e imprenditori a sedere allo stesso tavolo per potenziare lo sviluppo di un'ampia area della provincia sud di Napoli. L'appuntamento è stato fissato per venerdì prossimo alle ore 17.00 alla Casa della Corte, sede della Pro loco agerolese, in piazza Unità D'Italia. All’incontro interverranno: Giuseppe Guida, presidente GAL Terra Protetta, Vincenzo De Feo, dipartimento di farmacia UNISA, Gavino Nuzzo, Università telematica Pegaso e Ferdinando Gandolfi, funzionario della Regione Campania. Convocate anche tutte le imprese agricole e agroalimentari, in forma singola o associata, i consorzi di tutela delle produzioni agroalimentari certificate, le reti e i consorzi di imprese anche non agricoli e agroalimentari, oltre gli enti pubblici del territorio specifico, per la valutazione di un processo di aggregazione volto alla costituzione del comitato promotore per il riconoscimento di un distretto agroalimentare di qualità (Daq) della penisola sorrentina e della costiera Amalfitana.

Primo successo stagionale per la Dinamo Sorrento

Sorrento - Primo successo stagionale per la Dinamo Sorrento, che smuove finalmente la classifica espugnando il campo del Calvi con un perentorio 0-2. Senza il mister Di Dato appiedata dal giudice sportivo, le ragazze rossonere giocano una gara molto combattuta riscendo a portare a casa l’intera posta in palio da un terreno ostico. Dinamo subito in pressing: fioccano le occasioni, ma a causa di imprecisione e sorte avversa (2 legni colpiti da Bosco e Catapano) il match resta in equilibrio fino agli ultimi istanti della prima frazione di gioco. Ci vuole una splendida azione corale per incanalare la partita lungo i binari rossoneri: Botta pennella dalla destra per Catapano che non lascia scampo al portiere. Secondo tempo sulla stessa falsariga del primo, con la Dinamo proiettata in avanti, e Bosco che dopo appena due minuti centra il terzo legno della gara. Calvi costretta in inferiorità numerica ma le costiere non riescono ad approfittarne, quindi un leggero calo di tensione in casa Dinamo permette alle sannite di farsi vive con alcune pericolose ripartenze ben neutralizzate dal portiere rossonero. Passato l’attimo di sbandamento le sorrentine riprendono il controllo della situazione, e con Botta e Catapano sfiorano più volte il doppio vantaggio. Il 2-0 è nell’aria e giunge puntualmente alcuni giri di lancette più tardi: Botta riceve spalle alla porta, si gira repentinamente ed infila il portiere calvese senza pietà. La Dinamo prende il controllo assoluto del match, Catapano va vicinissima al tris con un tiro libero che va di poco alto sopra la traversa, quindi Bosco finalizza una splendida combinazione di prima con Catapano senza però riuscire a trafiggere l’ultimo baluardo sannita. Le rossonere festeggiano la prima vittoria con 3 punti fondamentali messi in cassaforte. In una serata perfetta, va segnalato il ritorno in campo di Valentina Guarracino, all’esordio stagionale e già protagonista con tutta la sua proverbiale grinta. Foto: Elisabetta Palomba

Laudato si’… Canto di una Creatura

Vico Equense - L’ Associazione Movimento famiglia, in occasione della giornata mondiale sul “Creato”, promuove una manifestazione artistica sull’emergenza climatica, sociale e relazionale. Facendo proprio il messaggio di Papa Francesco, ci invita a riscoprire la nostra vocazione di “Custodi del Creato”: Il creato come rete della vita e social di Dio. L’evento dal titolo “Laudato si’ …Canto di una Creatura” si terrà domenica 24 novembre 2019, ore 18.00 nel Convento di San Francesco d’Assisi a Vico Equense. In programma: un’esposizione di quadri di Benito Ferraro “il pittore del Faito”, letture di Salvatore Guadagnuolo e musiche della Corale di Santa Maria Visita Poveri e del soprano Colomba Staiano, accompagnata da Annalisa Pepe al pianoforte, Paolo Di Lorenzo al violino e Giulia Romano alla chitarra classica. Interverranno altresì i professionisti che curano i progetti sociali dell’associazione.

Incidente a Castellammare, 46enne sbanda con la Smart e finisce contro il new jersey in cemento: morto

La lotta contro l’abusivismo mission prioritaria della Fiavet Lazio l’Associazione degli Agenti di Viaggio di Roma e del Lazio I Saltafila, chi sono costoro ?

di Harry di Prisco

La lotta contro l’abusivismo mission prioritaria della Fiavet Lazio l’Associazione degli Agenti di Viaggio di Roma e del Lazio I Saltafila, chi sono costoro ? Si è concluso con successo nei giorni scorsi il Congresso degli Agenti di Viaggio di Roma e del Lazio associati alla Fiavet Lazio tenuto su di una nave della Grimaldi Lines in rotta verso Barcellona. Tanti gli argomenti in discussione, fra cui quello dei cosiddetti “saltafila”, che per strada vendono i biglietti per le maggiori attrazioni turistiche di Roma. Un decreto del TAR ha di recente sospeso la decisione sulla soppressione dell'articolo del Nuovo regolamento di polizia urbana che vieta tra l’altro l’attività di intermediazione e promozione di tour turistici, la vendita di biglietti per musei, teatri ed eventi culturali e turistici. In proposito il Consigliere Fiavet Lazio Luana De Angelis ha detto: «Il primo match lo ha vinto il Comune di Roma, ma la pratica è ancora presso un giudice. I vigili hanno fermato i bagarini che vendono i biglietti del Colosseo e dei Musei Vaticani. I saltafila hanno fatto ricorso contro il Comune di Roma poiché asseriscono che veniva bloccata la propria capacità imprenditoriale quali titolari di una Partita Iva. Il TAR del Lazio ha bloccato tutto con una moratoria». Il provvedimento da parte del TAR ha dato ragione al Comune di Roma che aveva preso posizione nell’ambito della normativa sul cosiddetto “decoro urbano”, non resta che il ricorso al Consiglio di Stato, l’Associazione sta valutando di fare ricorso al fianco dell’Amministrazione comunale.
 

Eventi. Sorrento Street Food Village 2019

Sorrento - Dal 22 al 24 novembre torna, in piazza Angelina Lauro, il coloratissimo sciame di Ape Piaggio, per il tradizionale appuntamento con il Sorrento Street Food Village, promosso dal Comune di Sorrento. Le cucine su tre ruote arriveranno in costiera con proposte gastronomiche tipiche, in un percorso degustativo che spazierà dal dolce al salato. Tra i diversi prodotti presenti, le specialità del maestro pizzaiolo Antonino Esposito e quelle della pizzeria Da Mario, i dolci siciliani, il Tiramisù Pompi, i panini farciti con eccellenze di tutta Italia. L'evento prevede inoltre molteplici momenti di intrattenimento tra esibizioni live e show cooking, che vedranno protagonisti chef noti nel panorama campano e i ragazzi della cooperativa sociale Alma i quali, come nelle edizioni passate, si metteranno in gioco cucinando ed aiutando i cuochi nelle varie preparazioni. Il tutto sarà supportato dal Pastificio Liguori. "Si tratta di un appuntamento all'insegna della gastronomia, uno degli trattori turistici della nostra città - commenta il sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo - Ci auguriamo che la manifestazione possa raccogliere i successi delle scorse edizioni, inserendosi in un week-end ricco di eventi, che si aprirà sempre venerdì 22 con l'accensione delle luminarie natalizie per proseguire l'indomani con un'altra manifestazione molto attesa come Shopping sotto l'albero, dedicato a shopping e intrattenimento”.

Sindaci di Sorrento e Positano con la Lega


Sorrento - Anche oggi la notizia che tiene banco su tutti i giornali, è lo sbarco a Sorrento di Matteo Salvini. La discesa in Costiera nasce dal fatto che il sindaco Giuseppe Cuomo e il collega di Positano Michele De Lucia, salgono sul Carroccio. «La Lega cresce in Campania - dice l'europarlamentare Lucia Vuolo - e si apre alla società civile e alle realtà civiche. I risultati lusinghieri ottenuti alle elezioni europee hanno rafforzato anche la presenza della Lega in Campania con le adesioni degli amministratori locali». Intanto cresce pure la protesta delle fravaglie, come si sono autorbattezzati i promotori della manifestazione che dopo Bologna, Modena e Firenze, farà tappa a Sorrento. «Siamo Antonino, Laura, Mohammed, Marta, Michele, Liliana, Paolo, Francesca e potremmo continuare con altre centinaia di nomi, perché abbiamo soltanto deciso di convogliare, in un luogo di incontro, un sentimento popolare diffuso», spiegano in una nota gli organizzatori. L’appuntamento è per giovedì prossimo, 21 novembre, in piazza Andrea Veniero, dalle ore 10.30, in concomitanza con l’arrivo del leader leghista. Ognuno è invitato a scegliere un libro e portarlo con sé per "donarlo" simbolicamente all’ex ministro. Un libro, scelto dai partecipanti, verrà anche fisicamente donato a Salvini. «Una doverosa precisazione – chiariscono gli organizzatori - per chi ci taccia di essere antidemocratici: nessuno vuole impedire a Salvini di esprimere le sue opinioni nella conferenza stampa organizzata, anche per questo è stata scelta una location leggermente distante, così come per le altre piazze delle "sardine" d'Italia. Vogliamo, però, ribadire il nostro totale disaccordo con la sua “politica” e le sue “idee”. Ci incontriamo perché alla politica della paura, dell’odio, dei muri preferiamo rispondere con l’incontro, la cultura, l’ironia».

Quarta vittoria consecutiva per la Folgore Massa

Massa Lubrense - Quarta vittoria consecutiva per la Folgore Massa, che si aggiudica il derby sul campo del Team Volley Napoli per 1-3. Un match dall’andamento altalenante, con i primi due set contraddistinti da vari errori e chiamate arbitrali fiscalissime che spezzano più volte il ritmo di gioco. Costieri avanti con Lugli e Ferenciac sugli scudi, ma i padroni di casa pareggiano il computo dei set mostrando maggiore pazienza in fase difensiva recuperando tantissimi palloni che spesso sembravano già a terra. Nel terzo set coach Nicola Esposito usa le parole giuste per spronare i suoi ragazzi, ed è il momento della svolta. Sale l’intensità del muro-difesa, Borghetti si carica la squadra sulle spalle con 6 punti personali (2 muri) ed i 6 monster block biancoverdi scavano il solco decisivo. La serenità gioca un ruolo fondamentale nel quarto parziale. Con il match ormai in discesa, aumentano vertiginosamente le percentuali in ricezione e la Folgore sfonda con continuità in ogni zona del campo. Lugli devastante in banda (8 punti, 24 complessivi) mentre in zona centrale Deserio (4) e Della Mura (4) fanno la voce grossa con centimetri e potenza. Il punto finale è un muro sontuoso di Della Mura, che chiude la porta in faccia a Sarno per il 3-1 finale.
Coach Nicola Esposito parte con Aprea in diagonale con Lugli, Ferenciac e Borghetti in banda, Deserio e Della Mura centrali, Denza libero. I partenopei rispondono con Mastrangelo-Iadevito, Flaminio-Botti, C. Esposito-Del Giudice, Romano libero.

lunedì 18 novembre 2019

Sardine su Twitter

Dopo Bologna le sardine anti-Salvini migrano a Modena. Anche lì, sotto una pioggia battente, sono in migliaia. Il segretario del Pd Nicola Zingaretti twitta: "Grandi! Anche a Modena una piazza piena di Sardine, evviva!". "Modena. Piovono sardine" scrive Paolo Gentiloni, commissario Ue. "Grazie Modena" commenta il Ministro della salute Roberto Speranza. “E’ la pioggia che va e ritorna il sereno!”, scrive Pierluigi Bersani. Il Ministro Teresa Bellanova: “Anche a Modena, nonostante la pioggia, le sardine sono tantissime! Un banco coloratissimo, sceso in piazza per manifestare contro odio e violenza, per libertà e democrazia.” Piero Fassino: “Anche a Modena migliaia di "sardine" in piazza per ribadire che l'Emilia è terra di lavoro, innovazione, solidarietà, accoglienza. È terra civile e sobria che rifiuta ogni forma di arroganza e di protervia.” Le sardine questo pesce silenzioso, contrapposto agli urlatori dei comizi, si stanno allargando a macchia d’olio, e giovedì prossimo saranno a Sorrento. L’appuntamento è per le 10:30 in piazza Sant’ Antonino, poco distante dal circolo dei forestieri dove alle 11 è atteso l’ex ministro dell’Interno. “Ci incontreremo in piazza per trenta minuti, il nostro movimento nasce con un intento pacifico, vogliamo solo che l’attenzione, così come sarà rivolta a Salvini, venga riservata anche a noi, a quel popolo che non è d’accordo con determinate politiche”. Da oggi il movimento anti Salvini di Sorrento ha anche un nuovo logo in cui sono presenti proprio le sardine di Bologna ma i promotori preferiscono farsi chiamare ‘fravaglie’, termine napoletano che indica i pesci più piccoli. L’evento Facebook Sorrentononabbocca ha ricevuto circa 2 mila adesioni, qualcuna in più della pagina Sorrento non si Lega. “Ci aspettiamo una risposta da tutta la provincia di Napoli, anche per dire di no a una politica locale che è fatta di continui cambi di casacche di cui non ci meravigliamo neanche più. La Lega sta prendendo i voti di Forza Italia e per questo assistiamo a continui cambi di partito. Siamo contro queste politiche, quindi l’appello è a incontrarsi come le sardine a Bologna e qui, ancora più forte, per rivendicare l’attenzione che il Sud si merita.”.

Premio Landolfo, cerimonia di premiazione

Napoli - Ambiente, ricerca scientifica e territorio al centro dell’ottava edizione del Premio di giornalismo “Francesco Landolfo”, dedicato alla memoria del vicedirettore del “Roma”, segretario dell’Ordine dei giornalisti e fondatore dell’Arga Campania, venuto a mancare 13 anni fa. Gremita la splendida sala di Palazzo Arlotta, sede dell’Istituto di Cultura Meridionale. Ad accogliere gli ospiti il padrone di casa, l’avvocato Gennaro Famiglietti, presidente del’Istituto e console onorario di Bulgaria. Al tavolo dei relatori il direttore editoriale del Roma, Antonio Sasso, il direttore responsabile Pasquale Clemente, il presidente dell’Ordine dei giornalisti della Campania, Ottavio Lucarelli, il segretario del Sindacato Unitario dei giornalisti della Campania, Claudio Silvestri, e Geppina Landolfo, figlia di Franco e presidente dell’Arga Campania. Tanti i ricordi che si sono succeduti negli interventi dei giornalisti Giuliana Gargiulo, Gianfranco Coppola, Gerardo Ausiello, Umberto Belpedio, Ermanno Corsi e Franco Buononato.​ ​ Dieci i premi assegnati nelle diverse categorie. Carta stampata​ (ex aequo):​ “Napoli con Alex, in fila per la speranza”​ di​ Ciro Fusco​ (Ansa),​ “Coltivazioni di verdure circondate da pneumatici, rifiuti e secchi di vernice”​ di​ Monica Cito​ (Roma).​ Radio-televisione​ (ex aequo): “Nido Bianco 2.0”​ di​ Mariaclaudia Catalano​ (Canale21), “Il Vallo perduto” di​ Pasquale Sorrentino​ (Italia 2Tv).​ Web​ (ex aequo):​ “Terra dei fuochi, finto compost nei terreni”​ di​ Antonio Musella​ (Fanpage),​ “C'era una volta Napoli Est: viaggio tra i disperati del palazzetto dello sport dell'ex Nato di Poggioreale”​ di​ Oscar De Simone​ (Il Mattino.it).​ Menzioni speciali:​ “Boschi di pioppi dove c'erano veleni: così rinasce la Terra dei Fuochi” di​ Filippo Femia​ (La Stampa), “Solo interventi per emergenze. Con incendi e abusivismo più insicurezza” di​ Ilenia De Rosa​ (Ilfattoquotidiano.it), “C'è amianto nell'oasi, interdetta Torrefumo” di​ Patrizia Capuano​ (Il Mattino).​ Targa Gianpaolo Necco​ a​ Elisabetta Donadono​ per “Mediterraneo, via del cibo” (Napolipost). Il premio è indetto dall’Ordine dei Giornalisti della Campania, dal Sindacato Unitario Giornalisti della Campania,​ dal quotidiano “Roma”​ e dall'Arga Campania.

Vico Equense c’è… Guida Pasticceri & Pasticcerie 2020 del Gambero Rosso

Francesco Guida
Vico Equense - Oggi è stata presentata la nona edizione della Guida Pasticceri & Pasticcerie 2020 del Gambero Rosso. 580 indirizzi, tra novità e riconferme. La Guida per il terzo anno consecutivo dedica una sezione ai Migliori Pastry Chef: i talenti dei grandi ristoranti che con le loro creazioni hanno la responsabilità di chiudere il pasto. Nella guida 2020 per la Campania i migliori sono di Vico Equense e ritirano il premio: Francesco Guida – Antica Osteria Nonna Rosa e Carmine Di Donna – La Torre del Saracino. La pasticceria da ristorazione è un importante e intrigante capitolo dell'universo dolce, e questa appendice raccoglie i più interessanti talenti del settore che, in grandi ristoranti della Penisola, hanno il compito di sublimare con le loro creazioni l'ultimo atto del pasto. Per i curatori della guida ''l'alta pasticceria allarga sempre di più i suoi orizzonti con restyling dei locali che puntano alla valorizzazione dei prodotti e un'attenzione sempre maggiore da parte dell'hotellerie di lusso. Gli hotel con pasticcerie sono infatti il trend del momento: boutique in cui si punta ad una proposta d'eccellenza che seleziona le migliori materie prime da tutto il mondo, senza però dimenticare il territorio''.

Vico Equense. Studenti a scuola di educazione stradale con la polizia locale.

Vico Equense - La legge n° 227 del 29 dicembre 2017 ha stabilito che la terza domenica di novembre di ogni anno si celebri la “Giornata Nazionale in memoria delle vittime della strada, un momento di ricordo e riflessione che viene dedicato alle vittime degli incidenti stradali ed ai loro familiari, per contribuire al cambiamento delle abitudini negative degli automobilisti. La sicurezza stradale è infatti uno dei maggiori problemi che i Paesi europei devono affrontare. Il quarto Programma di azione europea sulla sicurezza stradale 2010-2020 quantifica un nuovo obiettivo indicando una riduzione ulteriore del 50% in 10 anni delle vittime di incidenti stradali. Nello 2018 si sono verificati in Italia 172.553 incidenti stradali con lesioni a persone che hanno provocato 3.334 vittime e 242.919 feriti, oltre la metà rispetto ai 7096 decessi registrati nel 2001. Al continuo impegno profuso dalle forze dell'ordine nell'effettuare servizi mirati alla repressione delle maggiori cause di infortunistica stradale, di fondamentale importanza è la costante opera di prevenzione attraverso le campagne di sensibilizzazione/formazione di tutti gli utenti della strada circa la pericolosità di tali comportamenti. Infatti, per alzare il livello di sicurezza sulle strade ci vuole un cambiamento culturale, costruito anche attraverso un linguaggio adeguato soprattutto se i destinatari della comunicazione sono i giovani. È questo l’obiettivo delle attività di Educazione Stradale programmate ed avviate dalla Polizia Locale di Vico Equense nell’ambito delle molteplici iniziative attivate nelle scuole del territorio per i prossimi mesi.
 

Ministero Ambiente e Federparchi in penisola per convegno Remare

Mercoledì prossimo a Piano di Sorrento ore 18 incontro pubblico sul progetto che vede il Parco Marino Punta Campanella capofila. Anticipata la legge Salvamare. Centinaia di pescherecci hanno raccolto tonnellate di rifiuti nel mare della Campania 

Piano di Sorrento - Il Direttore generale del Ministero dell'Ambiente, i vertici nazionali di Federparchi e della Regione Campania saranno mercoledì a Piano di Sorrento per partecipare all'incontro pubblico sul progetto Remare. La grande rete di pescatori e aree marine protette che ha raccolto tonnellate di rifiuti dal mare della regione negli ultimi 4 mesi. La manifestazione conclusiva del progetto, di cui l'Area Marina Protetta di Punta Campanella è capofila, si terrà nella sala consiliare del comune di Piano il 20 novembre alle 18. Remare ha rappresentato una assoluta novità nel panorama nazionale. Ha messo insieme, per la prima volta, tutte le aree marine della regione e le associazioni e cooperative di pesca. Anticipando, di fatto, la legge Salvamare che, una volta approvata definitivamente (si attende l'ok del Senato) permetterà ai pescatori di riportare a terra i tanti rifiuti raccolti nelle reti da pesca. In questi 4 mesi in Campania, grazie a un finanziamento della regione attraverso fondi europei, i pescatori di varie marinerie, da Pozzuoli a Sapri, passando per Ischia, Procida e la penisola sorrentina, hanno potuto conferire i rifiuti "pescati" nei porti di provenienza, dove sono stati smaltiti da ditte autorizzate.
 

“Nozze per i bastardi di Pizzofalcone”, Maurizio De Giovanni a Vico Equense il 9 dicembre

Maurizio de Giovanni
Vico Equense - Incontri con l'autore a Vico Equense. Lunedì 9 dicembre 2019, alle ore 18.30, al MAAAM - Museo Aperto Antonio Asturi in piazzale Giancarlo Siani, Maurizio de Giovanni presenta il suo nuovo libro “Nozze per i bastardi di Pizzofalcone”, Einaudi editore. L’ evento, patrocinato dal Comune, è organizzato in collaborazione con la libreria Ubik di Vico Equense e l’ufficio cultura.
L’AUTORE 
Maurizio de Giovanni ha raggiunto la fama con i romanzi che hanno come protagonista il commissario Ricciardi, attivo nella Napoli degli anni Trenta. Su questo personaggio si incentrano Il senso del dolore, La condanna del sangue, Il posto di ognuno , Il giorno dei morti, Per mano mia, Vipera (Premio Viareggio, Premio Camaiore), In fondo al tuo cuore, Anime di vetro, Serenata senza nome, Rondini d’inverno, Il purgatorio dell’angelo e Il pianto dell’alba (tutti pubblicati da Einaudi Stile Libero). Dopo Il metodo del Coccodrillo (Mondadori 2012; Einaudi Stile Libero 2016; Premio Scerbanenco), con I Bastardi di Pizzofalcone (2013) ha dato inizio a un nuovo ciclo contemporaneo (sempre pubblicato da Einaudi Stile Libero e diventato una serie Tv per Rai 1 già alla seconda stagione), continuato con Buio, Gelo, Cuccioli, Pane, Souvenir e Vuoto, che segue le vicende di una squadra investigativa partenopea. Ha partecipato, con Giancarlo De Cataldo, Diego De Silva e Carlo Lucarelli, all’antologia Giochi criminali (2014). Per Rizzoli sono usciti Il resto della settimana (2015), I Guardiani (2017) e Sara al tramonto (2018). I libri di Maurizio de Giovanni sono tradotti in tutto il mondo. Molto legato alla squadra di calcio della sua città, di cui è visceralmente tifoso, de Giovanni è anche autore di opere teatrali.


Fravaglie…

Due sindaci passano con la Lega Salvini a Sorrento: pronte le «sardine»

Sorrento - Sui social, la notizia del possibile sbarco di Matteo Salvini a Sorrento, giovedì prossimo, si è diffusa rapidamente. E in tanti, da tutta la provincia, da Castellammare di Stabia all'area torrese, a colpi di post ripudiano l'etichetta di città-leghista. Pronta la mobilitazione con un flash-mob di protesta in programma alle 10.30 in piazza Sant'Antonino al grido di «Sorrento non abbocca»: uno slogan ispirato alle sardine, pesci-simbolo del recente raduno anti-salviniano di Bologna. «Saremo le fravaglie gialle come i limoni della nostra terra», spiegano gli organizzatori. In piazza scenderanno gli attivisti di «Sorrento non si Lega», movimento «politico, completamente apartitico e distante da ogni forma di odio e di violenza». Al momento le adesioni sono centinaia. La discesa a Sorrento del leader leghista, la notizia non è ancora ufficiale, servirà per suggellare il passaggio alla Lega del Sindaco di Sorrento Giuseppe Cuomo, al secondo mandato, e di Michele De Lucia, primo cittadino di Positano.

Ecco i vincitori del concorso Provolone del Monaco Dop

Agerola - Si è svolta nel weekend ad Agerola la prima tappa del Gran Galà del Provolone del Monaco Dop, l'evento dedicato a una delle principali eccellenze del paniere gastronomico campano celebre in tutto il mondo per il suo gusto unico e inconfondibile. La kermesse, giunta quest'anno alla tredicesima edizione, è stata ospitata per la prima volta ad Agerola nella sede del Campus Principe di Napoli. Sono stati premiati i 3 migliori Provoloni del Monaco selezionati da una giuria qualificata di assaggiatori Onaf tra i 26 formaggi prodotti dalle aziende che hanno partecipato al concorso, tutte iscritte al Consorzio di Tutela del marchio Dop. Due dei tre riconoscimenti sono stati assegnati ad aziende di Agerola: il Caseificio MIR ha vinto nella categoria dei formaggi con stagionatura dagli 8 ai 12 mesi, mentre il trofeo Fernando De Gennaro, il premio più ambito, è stato assegnato al miglior Provolone del Monaco Dop con una stagionatura oltre i 12 mesi prodotto dal Caseificio Ruocco. Per la stagionatura a 4/8 mesi ha vinto "La Verde Fattoria del Monte Comune" di Vico Equense.

“Curarsi al Sud, curarsi al Pascale” intervista il Dr. Ugo Pace - Video (YouTube)

domenica 17 novembre 2019

Natale, è tempo di panettoni!

Vico Equense - Buccino 3 a 1

Vico Equense - Tre punti e tre gol per il Vico Equense di Giovanni Ferraro contro il Buccino. Per la sua prima “di ritorno” sulla panchina di casa, il tecnico azzurro-oro ha dovuto rinunciare a Carnicelli, Munao, Gargiulo ed Alfano e si è affidato ai giovani ed alla verve di Staiano, Arenella e Schettino. Baldanzoso il Buccino di De Pascale, punito però dopo soli 42 secondi da Schettino in contropiede: bravo l’ex Turris a centrare l’angolino con il sinistro. Gli ospiti provano a reagire, impegnano Di Leva in un paio di circostanze ma poi trovano un ostacolo nella vivacità del Vico che in tre occasioni va vicinissimo al raddoppio con Arenella, Staiano e Alfano (due buone parate di Pergamena ed un salvataggio sulla linea di Maltempo. Nella ripresa, il Vico legittima la vittoria con una prestazione di qualità oltre che di solidità. Da azione d’angolo il gol del due a zero firmato di testa da Alfano, bravo a ribadire in rete una deviazione di Caiazza. Il tris lo cala Arenella con un diagonale destro su pregevole assist di Gargiulo. Partita in ghiacciaia per il Vico che viene “sporcata” solo nel finale dal gol di Troiano del Buccino, con il mancino, dopo una carambola in area vicana.

Il 21 novembre Salvini a Sorrento. Le "sardine" pronte alla piazza

Al motto di “Sorrento non si Lega”, dopo Bologna si replica nella Città di Tasso 

Sorrento - Giovedì prossimo, 21 novembre il leader della Lega Matteo Salvini sarà a Sorrento, per avviare ufficialmente la campagna elettorale in vista delle elezioni regionali della primavera del 2020 in Campania. E come già accaduto a Bologna, anche nella Città di Tasso, al motto di “Sorrento non si Lega”, in piazza scenderanno le “sardine”. Gli organizzatori delle “sardine sorrentine” hanno aperto una pagina su Facebook dedicata all'evento, dove a breve indicheranno luogo, data e modalità del flash mob. Si tratta, si legge sulla pagina “Sorrento non si lega” di un movimento politico e completamente apartitico, distante da ogni forma di odio e violenza, armato della potentissima arma dell'ironia...

Nello Di Martino: Un vicano a Berlino

Nello Di Martino
Vico Equense - Nello Di Martino, classe 1951, originario di Vico Equense, ha una storia particolare. E’ in Germania dal 1971 ed è stato il primo calciatore italiano a giocare nella Bundesliga, da quando cioè fu chiamato a difendere la porta dell’Hertha Berlino. Dopo un brutto infortunio che lo costringe ad appendere le scarpette al chiodo, per lui è iniziata una vera e propria carriera all’interno del club. Inizia da preparatore dei portieri, oggi invece è divenuto team manager dell’Hertha. Nel 2006 è stato nominato dalla Fifa “Team Liaison Officer”, responsabile dell’organizzazione della presenza della Nazionale italiana in Germania in occasione dei mondiali di calcio. Incarico che gli ha permesso di vivere insieme agli Azzurri e nella sua Berlino la vittoria del mondiale. Ieri, intervistato nella sezione sport dal quotidiano Metropolis, ripercorre la sua carriera, da quel lontano 1971. «Quando scesi dal treno - si legge nell’intervista di Bruno Galvan - ero impaurito: non conoscevo mezza sillaba della loro lingua. Vidi un'e- dicola che aveva giornali italiani, decisi di sedermi li ed aspettare qualche connazionale per avere informazioni. Fui fortunato perché conobbi un abruzzese diventato poi mio amico fraterno».

Fornacelle

di Filomena Baratto 

Vico Equense - Fornacelle è un borgo di Vico Equense che si incontra sulla strada Raffaele Bosco, salendo da Seiano verso Pacognano. Questi paesi addossati alle colline assumono, vedendoli dall’alto, la forma di un serpente che si chiude a spira. Le case affacciano sulla via principale lasciandoci immaginare gli interni per come sono situate. Man mano che si sale, i muri di pietra ai lati e i muretti di cinta segnano le terre al loro interno. Fornacelle è un grazioso casale a misura di uomo con tutto quello di cui si ha bisogno per una vita tranquilla e serena di come non accade più di vivere oggi. Il silenzio da queste parti è veramente fuori luogo, ma così benefico. La piccola piazza, davanti alla chiesa di San Pietro e Paolo, fulcro del borgo, raccoglie gli abitanti negli incontri e durante le feste. La chiesa è posta su un incrocio di strade: quello che giunge da Arola e Pacognano e arriva in piazza passando sotto l’arco del campanile, e l’altra sulla destra, tra la chiesa e la confraternita, che porta ad Alberi. Molto caratteristico il campanile col suo orologio rifinito di maioliche e la copertura in rame su base quadrata. All’interno un prezioso dipinto che raffigura la Madonna tra San Pietro e San Paolo. L’esistenza della Chiesa risale al 1499 così come riportano i documenti notarili e fu ricostruita sia nella seconda metà del ‘500 che del ‘700. L’ultimo restauro ha interessato gli interni tra navata e cappelle e l’esterno con facciata e cupola. Fornacelle mi ricorda i miei inverni da bambina quando andavamo dagli zii che abitavano da quelle parti e mia nonna mi imbacuccava come un’esquimese. Allora pensavo si chiamasse così per via delle fornaci delle cucine sempre accese per il freddo e per preparare tante bontà.
 

Bonea. Mina Welby partecipa all’incontro “Fine vita tra libertà e responsabilità”

Vico Equense - Giovedì prossimo, 21 novembre 2019, alle ore 19, nella chiesa di San Giovanni Battista a Bonea si terrà il secondo incontro del progetto facciamo cultura sul tema del fine vita. Oltre a don Nino Lazzazzara, parteciperanno Mina Welby, co presidente dell’Associazione Luca Coscioni e il dottor Giuseppe Battimeli, Vice-presidente dell’Associazione Medici Cattolici Italiani. L’evento è organizzato dalla parrocchia di Bonea, in collaborazione con il Circolo culturale Carlo Bosano e la libreria UBIK di Vico Equense. Mina Welby, dopo la morte del marito Piergiorgio ha proseguito il suo impegno e continua a testimoniare nei dibattiti pubblici l’importanza di temi come l’autodeterminazione della persona, le scelte di vita e fine vita, nonché la rilevanza di un’assistenza adeguata alla persona malata e la vita indipendente della persona disabile.

15 anni di gemellaggio tra Allauch e Vico Equense

L'Associazione “Bella Italia” compie 20 anni 

Vico Equense - Si rinnova l’appuntamento con lo scambio culturale tra Vico Equense e la città di Allauch. Il Sindaco Andrea Buonocore si è recato nella cittadina francese, situata nel dipartimento delle Bocche del Rodano della regione della Provenza-Alpi-Costa Azzurra, per onorare il patto di amicizia che lega i due Comuni. Il gemellaggio risale al 3 settembre 2004, quando l’associazione “Bella Italia”, costituita da italo-francesi, ebbe l’idea di creare questo legame. Le delegazioni dei due paesi e dell’associazione, costituita da italo-francesi che desiderano conservare e ricordare le proprie origini, perlopiù campane, si sono riunite in una serata di gala per riaffermare quest’ amicizia e per festeggiare i 20 anni dell’Associazione “Bella Italia” che ad Allauch conta più di 500 iscritti. Un legame che si rafforza e risalda i vincoli di amicizia tra le due Città. Il gemellaggio rappresenta anche un’occasione importante per apprendere il modo in cui è gestita e amministrata una città che ha tante similitudini con la nostra al fine di trarne migliori spunti e calarli nella realtà vicana. Un modo per mettere in contatto culture e storie diverse che rappresentano un patrimonio prezioso di saperi e tradizioni. Ogni anno cinquanta francesi trascorrono qualche settimana a Vico Equense per ammirarne le bellezze e viverne la cultura. Sono ospiti presso famiglie i cui componenti, a loro volta, si recano ad Allauch per conoscere la città e trascorrere un periodo lì.

 

sabato 16 novembre 2019

GORI al Symposium Internazionale per la salvaguardia del mare

Torre Annunziata - La salvaguardia ambientale del fiume Sarno raccontata attraverso l’impegno profuso per la depurazione. Presente anche GORI al Symposium Internazionale “Salviamo il Sarno”, la due giorni di incontri e approfondimenti organizzata dalle 75 scuole del territorio vesuviano, in continuum con la mobilitazione ambientalista intrapresa dagli studenti lo scorso giugno, nata per sensibilizzare le istituzioni sul tema. Nell’ambito di tale iniziativa, il Responsabile Investimenti, Ingegneria e Servizi di GORI, Francesco Rodriquez, è intervenuto durante la sessione dedicata a “Le istituzioni per il Sarno”, svoltasi questa mattina presso il liceo Pitagora – Croce di Torre Annunziata, per illustrare gli interventi di GORI attualmente in corso sul sistema di depurazione del distretto sarnese vesuviano. «Si è trattato di un momento importante, perché il confronto con i giovani ci consente di condividere un percorso concreto delle istituzioni e di GORI per la salvaguardia del fiume Sarno - ha dichiarato Rodriquez - Le nuove generazioni hanno tanta passione, ma è importante che ci sia anche conoscenza e perseveranza per la soluzione dei problemi. GORI da anni è impegnata sul fronte ambientale: oggi abbiamo a disposizione circa 70 milioni di euro di investimenti, finanziati dalla Regione Campania, coi quali stiamo realizzando progetti importanti sul territorio.


Salvini a Sorrento

Sorrento - Matteo Salvini si appresta a sbarcare in Costiera. Giovedì prossimo l’ex Ministro sarà a Sorrento per una conferenza stampa, durante la quale annuncerà l’adesione del sindaco Giuseppe Cuomo al Carroccio. A dirlo è il settimanale Agorà, che in esclusiva dà la notizia. Il leader leghista, a quanto si legge, ufficializzerà questo importante sostegno. La fascia tricolore di Sorrento sarebbe in procinto di candidarsi alle prossime elezioni regionali, sotto le insegne di Alberto da Giussano. La campagna elettorale, prevista in primavera, sta per entrare nel vivo, e gli schieramenti si preparano. Dopo Sorrento, Salvini si sposterà a Positano, sembra che anche lì il Primo cittadino si sia convertito al credo leghista. Tra selfie e sostenitori che accorreranno dall’intera penisola sorrentina, il tour del leader del Carroccio servirà anche per testare la forza del suo partito, in vista di un eventuale ritorno anticipato alle urne per le politiche. E così in una sola giornata la Lega prende due tra le mete più ricercate del turismo mondiale. E i social sono già ovviamente scatenati e…divisi.

Contributo della Camera di Commercio per le luminarie a Massa Lubrense

Massa Lubrense - "E’ stata pienamente accolta - dichiara soddisfatta l’assessore al turismo Giovanna Staiano - la richiesta di finanziamento formulata dal Comune di Massa Lubrense alla Camera di commercio per l’installazione di luminarie per le prossime festività Natalizie; quest’anno già da qualche giorno abbiamo pubblicato il bando di gara per luminarie che si accenderanno il 7 dicembre sera come oramai da consuetudine con una cerimonia semplice ma simbolica, abbiamo previsto luci in tutte le frazioni e due grandi alberi nel centro di S.Agata e Massa, abbiamo preferito aumentare l’illuminazione degli alberi e delle vegetazioni già presenti in natura; grazie al finanziamento di € 25.000 riconosciutoci dalla Camera di Commercio, andremo a realizzare un ulteriore progetto elaborato dal responsabile dell’ufficio attività produttive Rosario Acone, con il quale andremo a potenziare le luminarie nelle zone ad alta densità commerciale, andremo, altresì, ad illuminare le facciate di alcune chiese con fari architetturali. Un doveroso ringraziamento va rivolto al presidente della Camera di Commercio, Ciro Fiola, che con l’istituzione di questo bando ha mostrato attenzione alla attività commerciale del territorio. Colgo​ l’occasione per comunicare che nei prossimi giorni sarà anche selezionata la ditta che dovrà occuparsi dei lavori al parco di via Reola, i tempi sono stati lunghi per la burocrazia che notoriamente assilla le Pubbliche Amministrazioni, a breve però apriremo il cantiere e i cittadini potranno finalmente comprendere concretamente in che modo sono stati investiti i soldi delle luminarie a cui hanno, con grande generosità, rinunziato l’anno passato.".

Massa Lubrense si aggiudica ancora una volta il bando Comieco

Il comune di Massa Lubrense si è aggiudicato ancora una volta il bando di Comieco - Consorzio del recupero nazionale di carta e cartone, per l’assegnazione di un finanziamento a sostegno di attività di comunicazione locale dedicato ai comuni EcoCampioni della Campania, con il progetto “Amici della Carta”. L’Amministrazione Comunale di Massa Lubrense guidata dal Sindaco Lorenzo Balducelli e L’ Assessorato all’Ambiente ed Ecologia guidato da Sonia Bernardo ha deliberato di effettuare una sperimentazione che, attraverso l’adozione di opportuni strumenti, valuti le buone pratiche poste in essere dalle varie attività commerciali e strutture ricettive del comparto turistico presenti sul territorio atte, tra l’altro, a migliorare la qualità dei rifiuti differenziati conferiti con particolare riferimento a carta e cartone e di identificare queste utenze virtuose. Gli alunni degli Istituti Bozzaotra e Pulcarelli – Pastena hanno aderito ad un Concorso di Idee bandito dalla società Terra delle Sirene spa gestore del servizio di raccolta con la finalità di creare un adesivo che identifichi queste utenze commerciali. Entusiasti e pronti ad accettare la sfida, i ragazzi incitati e guidati dai docenti di Arte e di Tecnologia hanno aderito e sviluppato il progetto e per questo motivo entrambi gli Istituti hanno ottenuto un bonus in materiale didattico. La giuria composta dal Maestro Enzo Prestileo, dall’assessore Sonia Bernardo e da Antonino Di Palma, direttore tecnico di Terra delle Sirene, dopo una attenta e non semplice valutazione di tutti i lavori attenendosi a quattro criteri di valutazione ha stilato una graduatoria: 1° “Qui si Ricicla” - ideato da Cacace Emiliano, Cappiello Sara, Di Sarno Valentina, Guarracino Carmela e Mollo Alessia classe 1°B - I.C Bozzaotra. 2° “Albero di Carta” – ideato da Tizzano Gabriele classe 1°C - I.C. Pulcarelli-Pastena 3° “Se la carta riciclerai, aria pulita respirerai” – ideato da Amitrano Martina, Capitano Donato Leon, Landolfi Gianmario, Ruocco Cataldo classe 2°B - I.C Bozzaotra : Menzione speciale per l'originalità della tecnica rappresentativa.

Vico Equense. “È buono anche domani”: un progetto contro lo spreco alimentare

Anche Vico Equense On Line ha dato il suo sostegno morale all’iniziativa ideata dalle Associazioni A.CO.V.E., Cibele e Pizza a Vico, volta alla sensibilizzazione contro lo spreco alimentare. Venerdì prossimo, alle ore 15.30, nella sala delle Colonne al primo piano dell’Istituto Santissima Trinità e Paradiso si terrà la presentazione di “È buono anche domani”. I promotori del progetto hanno coinvolto circa quaranta tra enti, associazioni, comitati, impegnati in vari ambiti, su un tema che riguarda tutti e da qualche tempo al centro del dibattito sociale. Previsto un coffee break di benvenuto a cura dagli alunni dell’ I.P.S.S.E.O.A. “ Francesco. de Gennaro”

Faito. Taglio di alberi: partono le diffide

I Vigili del Fuoco accertano la pericolosità della strada 

Vico Equense - La strada che collega il centro di Vico Equense al Monte Faito è aperta e attraversata da chi ha necessità di spostarsi, ma giovedì scorso i vigili del fuoco ne hanno accertato la pericolosità. Il motivo è sempre lo stesso: alberi pericolanti a ridosso della sede stradale. Per questo motivo occorre con urgenza provvedere a una verifica, con un tecnico abilitato, per stabilire lo stato di salute delle piante. In attesa di questi controlli, i Vigili del Fuoco dicono che bisogna inibire, scopo cautelativo, il traffico veicolare e pedonale nel tratto interessato dall'evento. «Ci auguriamo che gli enti competenti si diano da fare» sbotta il sindaco Andrea Buonocore. Intanto complice il brutto tempo e le forti raffiche di vento gli alberi cadono e l'incolumità dei cittadini è a rischio. Sul monte Faito ci sono alberi carbonizzati dai roghi dell'estate 2017 e vanno eliminati. Altre alberature, invece, devono subire interventi differenti: si pensa all'alleggerimento della chioma o alla deramificazione. Bene: su questi progetti c'è una faida tra enti scoppiata a seguito di una riunione convocata dalla Regione Campania lo scorso 30 ottobre prima dei cedimenti di alcuni alberi avvenuti in concomitanza con i temporali alla presenza sia degli enti proprietari del Faito (Regione e Città metropolitana di Napoli) sia di Sma Campania e Comune di Vico Equense. Che cosa sta succedendo? L'ente parco dei monti Lattari, presieduto da Tristano Dello Joio, è chiamato a svolgere gli interventi perché deve salvaguardare la vegetazione. Ma il Comune contesta l'esito della riunione del 30 ottobre tanto da fare una diffida. Lo stesso ha fatto l'associazione "IVIX Faito 1444-Associazione di Promozione Sociale (Aps)". Con queste diffide, il Comune e l'associazione invitano parco dei Monti Lattari, Città Metropolitana e Regione ad attuare l'eliminazione e l'alleggerimento della chioma delle piante «al fine di pervenire con la massima urgenza al ripristino delle condizioni di sicurezza».

Vico Equense. Vartakidz, salviamo l’ambiente pila per pila

L’istituto comprensivo Costiero di Vico Equense aderisce al progetto

Vico Equense - ‘Vartakidz, salviamo l’ambiente pila per pila’ è il nome del progetto di sensibilizzazione ambientale, patrocinato dal ministero dell’Ambiente, che l’azienda tedesca Varta, leader nell’alimentazione portatile, mette in campo con le scuole primarie e secondarie di secondo grado della Campania. Al centro della campagna informativa c’è la sensibilizzazione per un corretto smaltimento di un oggetto di uso quotidiano, la pila, che se non differenziato bene inquina parecchio. Alle quarte e quinte delle primarie e al primo anno delle secondarie di primo grado verrà fornito da Varta un kit con 25 libretti libretti didattici, una locandina da appendere nella bacheca della classe o dell’istituto e un flyer informativo. In ogni libretto viene spiegata la funzione della pila, la sua storia e le sue funzioni raccontate anche con i fumetti dei due supereroi Vartagirl e Vartaboy. Inoltre, sarà chiesto agli studenti di realizzare entro aprile un elaborato artistico sulle tematiche affrontate potendo scegliere tra due temi: ‘crea con diversi materiali la Pila del Futuro per la tua classe per ricordare a tutti quelli che la incontrano i segreti del riciclo responsabile’ oppure ‘crea un fumetto dell’avventura dei protagonisti del libretto in giro per il mondo alla salvaguardia dell’ambiente’. I lavori migliori verranno premiati da Varta con un buono per l’acquisto di apparecchi utili per la didattica. Tra le scuole aderenti al progetto l’istituto comprensivo ‘Costiero’ di Vico Equense.

Città Metropolitana di Napoli, firmato l'Accordo di Programma: 2,2 milioni a Vico Equense

Ieri pomeriggio è stato firmato l'Accordo di Programma tra la Città Metropolitana e i Sindaci dei Comuni beneficiari degli stanziamenti disposti dall'Ente di piazza Matteotti nell'ambito del Piano Strategico. Si tratta di 250 milioni stanziati finora per i Comuni, più altri già impegnati per progetti della Città Metropolitana più altri ancora che potranno essere assegnati alle amministrazioni comunali nel 2020. Il Comune di Vico Equense riceverà 2,2 milioni di euro per riqualificare il centro storico e via Castello Marina. A firmare l' accordo il vice sindaco Franco Lombardi accompagnato dall'Assessore Gennaro Cinque. “Siamo riusciti a recuperare e a consolidare – ha dichiarato il Sindaco Metropolitano Luigi de Magistris - la disponibilità di una cifra consistente di avanzo libero di amministrazione che ha permesso alla Città Metropolitana di dare attuazione ad uno straordinario Piano Strategico. Un lavoro di enorme importanza avvenuto in piena sinergia con i Comuni dell’area metropolitana, che consentirà la realizzazione di un disegno di sviluppo complessivo e di lungo periodo sotto il profilo economico e sociale della comunità metropolitana”. “Con oggi - ha continuato il Sindaco Metropolitano - si chiude la prima fase operativa del Piano Strategico Metropolitano. Un Piano che ha visto lo stanziamento di circa 250 milioni di euro da investire per scuole, strade, ambiente. Un piano volto a migliorare la vita di tutti i cittadini. Un risultato, voglio ancora una volta ricordarlo, raggiunto con il supporto istituzionale di tutti i Comuni coinvolti e presenti oggi alla Conferenza”. “Oggi è una giornata memorabile - ha aggiunto il Consigliere Metropolitano delegato al Piano Strategico, Giuseppe Tito - perché portiamo a casa un risultato storico per la Città Metropolitana e per tutto il territorio. Con le risorse del Piano Strategico abbiamo messo in campo un lavoro straordinario per tutti i cittadini: non parole, ma fatti concreti che cambieranno la qualità della vita delle nostre comunità”. Sono state inserite nel Parco Progetti 404 proposte progettuali di 84 Comuni per un totale destinato di € 250.015.061,33 e un totale di progetti finanziabili in seguito di € 115.769.940,48, portando il valore totale dei progetti inseriti nel Parco Progetti a € 365.785.001,81.

Vico Equense calcio. Nove anni e mezzo dopo riecco Ferraro

Esordio domani contro il Buccino

Vico Equense - Nell’estate 2010 Giovanni Ferraro aveva praticamente giurato a se stesso che non si sarebbe più seduto sulla panchina del Vico Equense. La C-2 era appena svanita nonostante tanti sforzi da parte sua e del presidente Savarese, l’apice era stato toccato con la presenza del Vico su campi prestigiosi come il Via del Mare di Lecce. Da parte sua anche Nello Savarese era stanco: aveva portato gli azzurro-oro dall’Eccellenza ai professionisti (dove mai erano stati) ed era venuto il momento di riporre la passione per il calcio nel cassetto. A fargliela tirare di nuovo fuori ci ha pensato il figlio Francesco, oggi capitano del Vico che tre anni e mezzo fa era però in I categoria. Due campionati vinti con Spano in panchina e Savarese che pian piano si è riavvicinato - come Ferraro - alla squadra. Poi, dopo il difficile avvio in Eccellenza, le dimissioni di Spano: da domani, in casa contro il Buccino, sulla panchina del Vico torna Ferraro per volontà di Savarese. Nove anni e mezzo sembrano volati.

venerdì 15 novembre 2019

Infanzia, Beneduce: “Obesità vera piaga per nostri minori”

Regione Campania - “Il tema dell’obesità infantile costituisce una questione sempre più rilevante per il futuro dei nostri minori. Ministero della Salute, ISTAT ed organismi internazionali come l’OMS ci dicono che oggi è una vera e propria piaga sociale. Specie al Sud ed in Campania, dove si registra la quota più alta di persone in eccesso ponderale (ben oltre la metà nazionale) e di persone obese (14,1%). Potrebbe questo divario tra Nord e Sud del Paese discendere dall’attuazione di linee di indirizzo differenti in ambito sanitario e politico da regione a regione?”. Se lo chiede Flora Beneduce, consigliere regionale di Forza Italia e componente della Commissione Sanità della Campania, in relazione all’iniziativa degli Stati generali dell’Infanzia e dell’Adolescenza in corso a Napoli. “Gli esperti radunati in questa due giorni partenopea dovrebbero chiedersi perché il governo regionale nicchia su questo tema, malgrado gli sforzi di noi legislatori campani che abbiamo proposto, in maniera del tutto bipartisan, leggi e mozioni sul tema. Penso alle palestre della salute, alla proposta di legge di contrasto ai disturbi del comportamento alimentare, alle tante azioni di sensibilizzazione pressoché quotidiane messe in campo in questa consiliatura”, aggiunge l’esponente azzurro. “Prevenire l’obesità significa ridurre i costi sociali, sanitari ed economici a carico dell’individuo e della società. L’obesità, infatti, è un fattore di rischio per diverse patologie croniche che fanno parte delle malattie croniche non trasmissibili (MCNT), tra queste figurano ischemie, ictus, ipertensione arteriosa ed il diabete tipo 2. Il diabete è destinato a diventare la causa maggiore di disabilità e di mortalità nei prossimi venti anni”, rincara. “Per poter affrontare questo problema è importante considerare l’obesità come un profondo cambiamento metabolico, che necessita di punti di riferimento chiari e condivisi. E’ fondamentale coinvolgere la società, i genitori e stimolare gli specialisti che si occupano di tale complicata patologia. Ma la governance regionale ha una grossa responsabilità in questo caso, deve rendere attuative linee di indirizzo di tipo clinico che siano realmente comuni e condivise. Troppo spesso ultimamente queste stesse indicazioni fanno bella mostra di sé soltanto sui piani regionali, restando di fatto lettera morta”, conclude Beneduce.

Vico Equense. Il Partito Democratico chiede la cittadinanza onoraria a Liliana Segre

Liliana Segre
Vico Equense - Cittadinanza onoraria a Liliana Segre: il Partito Democratico di Vico Equense in una nota inviata al Sindaco, al Presidente del Consiglio Comunale e ai Consiglieri Comunali di Vico Equense chiede di avviare le procedure per il conferimento della cittadinanza onoraria alla Senatrice a vita, che è stata oggetto di minacce via web e durante un convegno a cui ha preso parte a Milano, tanto che il prefetto Renato Saccone ha deciso di assegnarle una scorta composta da due carabinieri che l’accompagneranno in ogni suo spostamento. “La cittadinanza onoraria – spiega il segretario del Circolo Dem Tommaso de’ Gennaro - a Liliana Segre vuole significare e affermare che un’altra Italia, quella in cui si riconosce anche la nostra comunità, esiste e individua in lei – superstite dell'Olocausto e attiva testimone della Shoah italiana - un autentico simbolo di forza civile e impegno contro tutte le forme di discriminazioni, intolleranza, razzismo e istigazione all’odio e alla violenza. “La solitudine è una cicatrice che non passa” e, oggi con questa richiesta formale vorremmo alleviarne la solitudine”. La Segre è una sopravvissuta dell'Olocausto. Come tanti ebrei, rimase vittima delle leggi razziali del fascismo e all'età di 8 anni fu costretta ad abbandonare la scuola elementare, iniziando l'esperienza dolorosa e terribile della persecuzione che la portò fino al campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau, da cui riuscì a sopravvivere.