giovedì 19 giugno 2014

Prevenzione incendi, arriva l'ordinanza del sindaco

Vico Equense - Con l'approssimarsi della stagione estiva, per lo stato di abbandono in cui versano alcuni fondi rustici, terreni o aree di qualsiasi natura e loro pertinenze, incombe il rischio derivante da incendi di stoppie, erbe infestanti ed arbusti d'ogni genere che potrebbero arrecare pregiudizio alla pubblica incolumità, alla viabilità ed alle proprietà private e pubbliche. Poiché le cause del fenomeno sono in gran parte imputabili allo stato di abbandono in cui versano fondi e terreni, il sindaco Gennaro Cinque ha emesso un’ordinanza tesa a limitare i danni dovuti agli incendi boschivi. Il documento impone diversi paletti. Fino al prossimo 30 settembre è vietato a chiunque di accendere fuochi all’aperto nei boschi o a distanza di 50 metri dai polmoni verdi di Vico Equense. Divieto assoluto di fumare anche nei sentieri di campagna. Nei boschi danneggiati o distrutti recentemente dalle fiamme è vietato il pascolo di qualsiasi specie di bestiame per almeno cinque anni. Stop ufficiale anche a caccia, coltura agraria, raccolta dei prodotti del sottobosco e insendiamenti edilizi di qualsiasi tipo. Lungo tutto il confine con le strade pubbliche e i sentieri di uso pubblico, comprendendo anche i boschi delle zone condotte a pascolo o a incolto produttivo (falceti, ginestreti e canneti) interessate o meno da vincoli forestali di qualunque natura e specie, dovrà essere costituita una zona di rispetto larga almeno dieci metri con eliminazione di cespugli, arbusti, foglie, rami o sterpi secchi e palchi basali secchi. I proprietari di cascinali, fienili, ricoveri, stalle o altre costruzioni e impianti agricoli dovranno lasciare, intorno ai perimetri dei fabbricati, la stessa area di “rispetto” previsto nel caso delle zone con vincoli forestali. L’inosservanza dei divieti e delle prescrizioni all’ordinanza comporta l’applicazione di sanzioni amministrative da 51,65 a 309,87 euro.

1 commento:

stareis ha detto...

Eccomi..!

Dovete sapere che il Direttore P.D.E. ed il direttore di Positanonews M.C. hanno scritto questo articolo solo e soltanto per poi attendere il mio commento.

Direttori, tranquilli eccolo:

<<che dire è un grande! Se non c'era Lui, l'anno scorso la ginestra (il ns agriturismo www.laginestra.org), sarebbe stato distrutto da quello spaventoso incendio.
saluti a tutti raffaele starace

ah, solo per la cronaca, mentre Lui con “i vestiti della domenica” coordinava e spegneva, io da circa un ora cercavo di contattare il 115.

Dopo essere riuscito a prendere la linea, una voce registrata mi AMMONIVA che la telefonata sarebbe stata registrata e che avrei solo potuto registrare un mio messaggio.

Leggera differenza di cosa si intende per operatività..!