mercoledì 27 aprile 2011

“Vico Equense: una città sociale”

Anziani, minori, bisognosi: una rete di aiuti

di Gennaro Cinque


Maggiore attenzione alla vita dei più deboli. L’impegno per il futuro è di fare di Vico Equense una “Città sociale”. Semplificare la vita di tutti, facendosi carico come amministrazione pubblica delle esigenze dei più bisognosi. L’insieme dei servizi sociali è parte integrante di uno sviluppo civile, infatti, non possiamo pensare di competere riducendo il livello delle tutele. Il Comune eroga una serie di servizi quali: assistenza domiciliare per portatori di handicap, anziani, minori, il telesoccorso, il trasporto dei diversamente abili ai centri di riabilitazione, il contributo affido ai minori, l’assistenza madre nubili e altro, che hanno sorretto in questi anni una strategia indirizzata ai settori sociali. La recente uscita dal Piano Sociale di Zona s’inquadra in una serie d’interventi che l’Amministrazione ha realizzato per l’ottimizzazione delle risorse, da destinare a questi servizi, per assicurare alle fasce deboli della popolazione, il soddisfacimento dei loro bisogni d’inclusione sociale. Tale scelta ha permesso di allargare notevolmente il numero di utenze dei vari servizi, grazie alla gestione diretta da parte dell’Ente, abbattendo gli elevati costi di gestione in precedenza sostenuti con il Piano Sociale di Zona. Si pensi che, ora, mantenendo invariata la spesa, sono state quasi raddoppiate le assistenze domiciliari per le persone anziane; sono state incrementate le assistenze domiciliari per i diversamente abili e per i minori. Inoltre, nei mesi scorsi, è stata affidata ad una associazione del terzo settore il “Centro benessere-aggregazione sociale per i diversamente abili” ubicato al piano terra della casa di riposo di via Madonnelle.



In questo centro i ragazzi hanno l’opportunità di sperimentare, conoscere, crescere e condividere l’esperienza e la quotidianità, attraverso un percorso pensato e progettato espressamente per loro con l’obiettivo di contribuire a realizzare, nel territorio in cui abitano, un’effettiva integrazione sociale. Adesso accoglie quattordici giovani, a fronte dei soli quattro ragazzi che frequentavano il centro gestito con il Piano di Zona. Inoltre presso il centro sono state avviate altre attività di aggregazione sociale tra cui lo sportello donna dedicato alle problematiche femminili, il banco alimentare attraverso il quale vengono distribuiti generi di prima necessità per contrasto alla povertà, il sostegno psicologico alle famiglie con presenza di persone svantaggiate, incontri studi e dibattiti su problematiche di persone svantaggiate e fasce deboli. La struttura in via Madonnelle, dunque, dopo tanti anni è aperta al pubblico, in più sono state individuate le linee guida per il prossimo affidamento in gestione della casa di riposo. Per contrastare la difficile fase economica, sono stati individuati i criteri per la lotta delle povertà estreme, mediante la concessione di sussidi per lo svolgimento di borse lavoro. Presso l’Ufficio Politiche Sociali è inoltre attivo il servizio di consulenza e supporto psicologico e di mediazione familiare per diffondere la cultura del benessere psicologico, non rivolto solo alle fasce deboli, ma a tutta la popolazione, gestito da personale qualificato ed interno all’Ente. Tasselli decisivi per fare di Vico Equense il luogo, dove la vita dei più deboli, è al centro dell’attenzione amministrativa. Intendo continuare in questa direzione. Un punto di forza della buona amministrazione è essere vicino a tutti quelli che hanno bisogno d’aiuto, per supportarli e sostenerli senza indugio alcuno. Per questo credo che quello dei servizi sociali rappresenta uno dei settori su cui investire nei prossimi anni. Concretizzare una rete di aiuti ben strutturata per fornire ai cittadini un’assistenza sociale in linea con le loro esigenze senza mai ferire la loro dignità di persone. In quest’ottica, il filo conduttore della nostra azione politica per il futuro, non può prescindere da un monitoraggio dei bisogni, per definire strategie d’intervento adeguate.

4 commenti:

stareis ha detto...

Alessandro Savarese
candidato al consiglio comunale
lista Frazioni Unite
con Aldo Starace Sindaco
Una città sociale? Non credo proprio! La loro città è fatta di cemento armato e periti agrari che prendono finanziamenti dalla regione per vivere


Raffaele Starace: naaaaaaaaaaaaaaaaaa,
visto i progettisti e gli oratori che Vi ritrovate, hihihi, ho capito perchè la Vs è la politica del NO, guai a cimentarVi in un qualche progettino semplice semplice, visto i risultati (leggasi le figuracce), col chiost...ro e di alcune Vs esternazioni...

CHI NON FA NON SBAGLIA, GIUSTO, CONTINUATE COSÌ!

Hihihi, caspiterina, adesso l'ho capito: meglio evitare di fare, e di parlare: non si viene presi in giro per quello che si progetta e per l'italiano col quale si espongono le proprie idee!

Meno male che Voi colti, chiamavate Gennaro il Sindaco della montagna..., azz che cultura, che ortografia, che grammatica: almeno l'italiano sallo..!


Raffaele Starace: HEM, CHIEDO VENIA, MA URGE PRECISAZIONE...

Vs: "e periti agrari che prendono finanziamenti dalla regione per vivere"

mie sulle egr. Vs (hem, non tanto egreg., direi):

Gentile commentatore, mi pregio informarVi che, ahimè ed ahinoi, la Regione Campania è costretta, PURTROPPO ed ogni anno, a restituire FONDI alla CEE perchè non Vi sono stati progetti e soprattutto Progettisti all'altezza di presentare istanze approvabili e finanziabili. Tenga conto che per le Pubbliche Amministrazioni i progetti sono finanziati al 100% (vedasi via Antignano, sentiero SMC-Monte Comune, sentiero Preazzano-Monte Comune etc.), e per i privati (aziende agricole, agriturismi vanno da un minimo del 40% sin'anche al 100%).

INVECE DI FARE DELLO STERILE SARCASMO,
egreg. alessandro savarese
candidato al consiglio comunale
lista Frazioni Unite
con Aldo Starace Sindaco
IO AL SUO POSTO MI SAREI FATTO PORTAVOCE DI UN PUNTO DA INSERIRE NEL PROGRAMMA DELL'AVVOCATO: CERCHIAMO DI FARE QUALCHE CORSO PER PREPARARE I NOSTRI (VS) TECNICI A NON FARE FIGURACCE E A CAPIRE COME SI PRESENTANO PROGETTI PER AVERE FINANZIAMENTI AL 100% DI CUI NE BENEFICIA L'INTERA COMUNITÀ E, SPRTT LE CASSE DEL PERITO STARACE...

PS SOLO PER SUA INFORMAZIONE, I SOLDINI (GLI EURINI) CHE LA REGIONE CAMPANIA DEVE RESTITUIRE, SONO UTILIZZATI, IN MASSIMA PARTE, DALLA GRECIA CHE, GIÀ QUALCHE ANNO FA HA INSERITO NELLA LISTA DEL SUO CANDIDATO A SINDACO, I PREZIOSI CONSIGLI DEL PERITO STARACE...

naaaaaaaaaaa, meglio tacere e far finta di... CHE PARLARE E TOGLIERE OGNI DUBBIO!!!

alessandro ha detto...

naaaaaaaa, ehhmm ehm, vs egr, hfgstebvjyuijjvj,azz, hhiiiii, NAAAAAAAAAAAAAAAAA
a Danteeeeeeee!!!!!

Alessandro Savarese
Candidato contro i rozzi periti agrari
al Consiglio Comunale
Lista Frazioni Unite
Con Aldo Starace Sindaco

stareis ha detto...

CDD E SOPRATTUTTO CVD => ERRORE ED ORRORE
(povero il mio omonimo avvocato, quanta punti sta perdendo...)

PUNTO PRIMO: noto con piacere che Lei mi imita, il che significa, che mi apprezza...
(in realtà per in naaaaaaaaaaaaaaaaa, la "a" deve e...ssere lunga altrimenti non rende il significato ed occorrerebbe mia preventiva autorizzazione all'uso e, per l' "hem", la sequanza deve essere hotel/empoli/milano "hem" e non assolutamente "hehhem"!).

PUNTO SECONDO: a proposito della commissione, come la chiama Lei, "consiliare" (segno di ignoranza: di non essere a conoscenza di quel che si parla), il mio nome fu sponsorizzato dalla grande Amalia Durazzo e dal sig. (di nome e di fatto) Di Martino Francesco, unica cosettina che si dimenticarono: di chiedermi prima, per quale squadra io tifassi (GRANDE INTER) e, dei colori che mi davano fastidio (rosso e sue sfumature)...

Ask no questions and be told no liesMostra tutto

alessandro ha detto...

Ribadisco il concetto: state distruggendo Vico Equense con la vostra superbia e rozzezza. Vico non ha una politica sociale, tant'è vero che nessun psichiatra è venuto a visitarti.

Alessandro Savarese
candidato al consiglio comunale
lista Frazioni Unite
con Aldo Starace Sindaco